MEMORABILIA DI COPPA ITALIA / 40 ANNI FA, NELLA PRIMA GARA DEL TROFEO SEMIPRO’, FU BUONA LA PRIMA CONTRO UN’ALTRA RAVENNATE, IL RAVENNA…

(Luca Savarese) – Salve a tutti, la piccola presente nuova finestra, non vuole essere un corollario alla gara di oggi e nemmeno un approfondimento alla Coppa Italia in questione, vetrina inedita per la compagine gialloblù. Ed allora visto che  Viaggio in provincia r esta appannaggio del campionato, ecco che nasce questo appuntamento, che non ha nessuna intenzione di uscire come un ripiegamento retorico su un passato andato, ma, a mo’ di confidenziale colazione con gli archivi, tirerà di volta in volta fuori dal cilindro crociato, una gara, un momento, un’emozione della Coppa, che il Parma, come tutti ben sappiamo, in A, ha portato a casa tre volte. Quindi buona lettura, con uno scopo: non affogare nei ricordi, ma gettare le basi, per crearne di altri, a partire, già da poche ore, contro la Ribelle.

imageMese agosto, giorno 24, anno 1975. Hernan Crespo non ha nemmeno un mese e di vita, il Toro di Radice, in serie A, sta ultimando la sua estate, prima di laurearsi, nella successiva primavera, campione d’Italia. E il Parma? Il Parma, impegnato nel girone B della serie C, quel giorno di quarant’anni fa, è in scena a Ravenna, contro il Ravenna, nell’ambito dell’andata del primo turno della Coppa Italia Semiprofessionisti (quell’anno giunta alla sua 4^ stagione). Oggi all’Ennio una squadra ravennate come la Ribelle di Castiglione di Ravenna, ieri, in trasferta, un’altra ravennate, il Ravenna stesso. La formula è quella del gironcino, composto, oltre che da Parma e da Ravenna, anche dal Carpi, si proprio quel Carpi che ha appena cambiato Castori con Sannino e che dopo aver avuto il vento in poppa lo scorso anno in cadetteria, quest’anno fatica, nel mare della A. Ma veniamo alla gara contro il Ravenna. Romagnoli in porta con Antinogene, più che un portiere, un tragediografo greco antico. Il Parma di Giovanni Meregalli, ex giocatore ducale, è subito sotto. Infatti è il Ravenna a passare per primo e precisamente dopo tre minuti con Guidetti. Niente paura Parma, perché prima Bozza, quando mancano dieci minuti alla sosta e, nella ripresa, al sessantesimo Perotti, ribaltano la situazione e regalano alla squadra la vittoria. Grande condizione atletica degli emiliani, che durante i novanta minuti, non ricorrono nemmeno ad un cambio. Buona fu la prima quindi, anche se poi, quella Coppa Italia Semiprò, finì bruscamente ai sedicesimi di finale, per mano della Massese. Dunque contro la Ribelle, occorre un Parma intrepido, come questo, che quarant’anni ed un mese fa, ammutolì il Ravenna.

QUESTO IL TABELLINO DI QUELLA GARA

 

RAVENNA-PARMA 1-2

Marcatori: 3’ Guidetti, 35’ Bozza, 60’ Perotti.

RAVENNA: Antinogene, Melotti, Cianchetti, Bonetti, Gennari, Frara (46’Ricci), Guidetti, Regno (77’Piva), Bergamo, Natalini, Manzoni.

PARMA: Bertoni, Andreoli, Ferrari, Giani, Benedetto, Pirola, Perotti, Colonnelli, Barone, Torresani, Bozza.

ARBITRO: Sig. Sancricca di Macerata.

2 pensieri riguardo “MEMORABILIA DI COPPA ITALIA / 40 ANNI FA, NELLA PRIMA GARA DEL TROFEO SEMIPRO’, FU BUONA LA PRIMA CONTRO UN’ALTRA RAVENNATE, IL RAVENNA…

  • 30 Settembre 2015 in 11:04
    Permalink

    Non capirò mai il significato di avere 3 coppe nazionali. Fare un’unica coppa come in Inghilterra è difficile? Qui ci partecipano squadre di ogni categoria.

  • 30 Settembre 2015 in 12:23
    Permalink

    Le squadre dilettanti inglesi partecipano non a una ma a due coppe nazionali: la FA Cup e, in alternativa, la FA Trophy o la FA Vase. Va detto che in Inghilterra si partecipa ad entrambe le competizioni, mentre in Italia è tutto più ‘settorizzato’.

I commenti sono chiusi.