MOONTALK #Jurassic Parm, 4^ puntata / LA D E’ UN CAMPIONATO DI RIGORE

1 cop (2)(Ilaria Mazzoni) – Benvenuti a questa nuova puntata che apriamo parlando, ovviamente, della prima gara in casa del Parma disputata contro il Villafranca, squadra, quest’ultima, che si è dimostrata abbastanza emozionata dal giocare al Tardini, che si è quindi chiusa in difesa lasciando giocare gran parte della partita nella sua trequarti. E’ stata necessaria una grande determinazione e la qualità dei singoli giocatori per conquistare il punteggio massimo. La grande notizia, però, è che il campionato di D continua a caratterizzarsi per i rigori concessi, generosamente o meno, tre, sinora, quelli che hanno segnato le partite del Parma, saranno gli arbitri, sarà lo stile di gioco ma questa D è proprio un campionato di rigore e di rigori.

La novità di questa puntata, però, sarà un video realizzato dal nostro inviato allo stadio Francesco: ascolteremo alcuni tifosi che ha interpellato; a tal proposito per chi volesse inviare il proprio video, o anche solo semplicemente commentare le prossime partite con un semplice testo, basterà condividerlo alla pagina facebook del Moontalk (www.facebook.com/moontalkwebshow), o su twitter (@moontalkers) oppure, ancora, inviare tutto alla nostra mail dedicata moontalk1913@gmail.com. I video e i commenti migliori verranno riportati nelle nostre prossime puntate, e, a proposito di migliori, anche oggi analizzeremo i top e i flop del match.

6 TABELLA TOP FLOPNella prima categoria abbiamo inserito Longobardi, il giocatore, che è cresciuto sempre di più nell’arco dei novanta minuti, ha dimostrato di essere una vera punta centrale; ben inserito nello schema di Apolloni ha dettato i movimenti, diventando leader e punto di riferimento per tutta la squadra. Speriamo che trovi presto la massima forma fisica e che questa duri per tutto il campionato, a meno che non arrivi un innesto offensivo di qualità per ora di alternative valide nella rosa non vi sono. Abbiamo poi apprezzato Zommers (ma non la sua pettinatura, vabbé che poi si è rapato…), in una partita che l’ha visto inoperoso per la maggior parte del tempo, mantiene la concentrazione e salva con una gran parata il risultato nel finale. In ultimo abbiamo scelto Giorgino per la sua partita caratterizzata non solo dall’ottimo contenimento a centrocampo, ma anche da una vena propositiva, insomma, una prova di sostanza.

Parliamo, invece, della categoria dei peggiori, anche se c’è da dire che non ci sono veri e propri elementi negativi in questo incontro, ma si tratta dei 3 che hanno fatto meno bene degli altri e dai quali ci aspettiamo di più. In questa posizione troviamo Sereni, forse unico vero flop della partita, si vede poco a parte qualche dribbling, sicuramente colpevole anche il gioco difensivo degli avversari che hanno portato gli esterni di attacco a schiacciarsi a fondocampo. Flop anche Vignali, in realtà inserito in questa classifica per poter parlare meglio di lui, nelle partite precedenti ci era molto piaciuto, ma domenica non ha saputo entrate in partita con la stessa energia offensiva, saremmo molto curiosi di poterlo vedere dal primo minuto. All’ultimo gradino del podio dei peggiori troviamo Melandri, perché, da uno con le sue indubbie qualità tecniche ci si aspetta sempre una partita stellare; trova, invece, pochi spazi, eccezion fatta per quell’occasione che si ritaglia nel finale, quando il Villafranca si allunga alla ricerca del pareggio. Forse, ci si aspetta da lui quel pizzico di personalità in più che permette di sbloccare partite di questo genere.

Encomiabile, invece, la presenza massiccia di tifosi al Tardini con 10.258 spettatori nonostante il maltempo e, a proposito di spalti, non sarebbe coprire in maniera più decorosa la curva sud ed i distinti? Magari inserendo un maxischermo a sostituzione di quel francobollo appiccicato sopra la Sud?

12 trasfertaNel finale ci prepareremo al prossimo incontro, quello di domani con la Fortis Juventus, una formazione che, si, ha un basso profilo (l’anno scorso ha chiuso in decima posizione) ma che bisogna stare attenti a non sottovalutare. I biglietti per assistere al match che si terrà a Borgo San Lorenzo (2500 posti a sedere), trasferta tra le più lontane per il Parma (170km per raggiungere il paesino in provincia di Firenze) sono juventus fortisin vendita alla cifra di 10 euro. Ci auguriamo che, nonostante l’orario proibitivo settimanale molti tifosi riusciranno a seguire questa trasferta, d’altra parte i numeri fanno ben sperare visto che, nel primo giorno di vendita dei biglietti, erano stati staccati una cinquantina di tagliandi; per chi non potesse, invece, si potranno seguire i ducali su Sky Radio Parma o Radio Bruno. A tutti un saluto e alla prossima puntata. Ilaria Mazzoni

 

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “MOONTALK” JURASSIC PARM

MOONTALK #Jurassic Parm, 1^ puntata / VIDEO INTERVISTA A GABRIELE MAJO CHE RACCONTA IL SUO RITORNO ALL’UFFICIO STAMPA DEL PARMA CALCIO

MOONTALK #Jurassic Parm, 2^ puntata / Quando il MICIO non c’è i DIFENSORI ballano

MOONTALK #Jurassic Parm, 3^ puntata / CERCASI ATTACCANTE BIOLOGICO (ospite in studio: Simone Occhi)