NIET DI TELEDUCATO: NIENTE RADIO BRUNO PER ANGELLA & BONI, RIMPIAZZATI DA BERTELLI & FABRIS. RADIO PARMA SI AFFIDA A CARLO CHIESA. IL PARMA ANCHE SULLA VENETA BELLA & MONELLA

(Alessandro Dondi) – E’ notizia di oggi – vero è proprio colpo di scena – come riportato da parma fanzine, che le radiocronache di tutte le sfide del Parma su Radio Bruno, saranno affidate alla coppia composta da Luca Bertelli, confermato radiocronista dopo l’esperienza delle ultime due stagioni, e da Nicolò Fabris come commentatore. A sorpresa, contrariamente a quanto annunciato nelle scorse settimane,  non saranno dunque Michele Angella ed Enrico Boni  a commentare in diretta  le prestazioni dei crociati sulle frequenze dell’emittente emiliana. Sembrerebbe infatti che, a seguito della definizione dell’affaire relativo ai diritti radiofonici per le gare dei crociati, assegnati a Radio Bruno, siano emerse alcune problematicità, che la proprietà dell’emittente di Via Barilli avrebbe manifestato al giornalista Michele Angella nel corso di un incontro avvenuto nei giorni scorsi. Nella circostanza il popolare conduttore di Calcio & Calcio, che dai noi interpellato telefonicamente ha fatto sapere di non voler rilasciare alcuna dichiarazione in merito, avrebbe, con un gesto di grande signorilità, deciso di rinunciare ad effettuare le radiocronache, al fine di non dare origine ad alcuna situazione di conflitto con l’emittente di cui lo stesso è dipendente.

A “farne le spese” è anche Enrico Boni, che di Teleducato non è un dipendente, ma semplicemente un collaboratore, delle cui elettrizzanti radiocronache dovremo fare a meno: infatti, a seguito della rinuncia di Angella, si sarebbe ritenuto di optare per una nuova accoppiata, essendo venuti meno, una volta divisa la coppia, i presupposti per la presenza in diretta radiofonica del popolare Saltimbanco.

Anche Radio Parma diffonderà le dirette delle partite del Parma, affidandosi all’apprezzata voce di Carlo Chiesa, di cui resta memorabile quella del famoso “gol definitivo” di Hernan Crespo.

L’emittente veneta Bella & Monella completa il panorama delle dirette dal Tardini, legittimate dalla LND.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

40 pensieri riguardo “NIET DI TELEDUCATO: NIENTE RADIO BRUNO PER ANGELLA & BONI, RIMPIAZZATI DA BERTELLI & FABRIS. RADIO PARMA SI AFFIDA A CARLO CHIESA. IL PARMA ANCHE SULLA VENETA BELLA & MONELLA

  • 11 Settembre 2015 in 20:28
    Permalink

    Mi dispiace, però Fabris è un sostituto molto valido.

  • 11 Settembre 2015 in 20:47
    Permalink

    Ma allora teleducato è tornato a pagare regolarmente visto che ha posto questi vincoli????

    • 11 Settembre 2015 in 23:45
      Permalink

      Credo che angella non percepisca emolumenti da tre mesi. Ma anche li avesse percepite quella di teleducato resta una emorme corbelleria. Con una palese assenza di lungimiranza

      • 12 Settembre 2015 in 11:49
        Permalink

        e perchè mai sarebbe una corbelleria e una palese assenza di lungimiranza, scusi?

        • 12 Settembre 2015 in 13:05
          Permalink

          Perché la “sinergia” avrebbe giovato ad entrambe le emittenti

  • 11 Settembre 2015 in 21:03
    Permalink

    Mi dispiace che il duo Angella-Boni abbia perso la possibilità di far la radiocronaca delle partite del Parma. È un peccato non poter provare Angella, normalmente molto composto e geometrico nelle dirette televisive, alle prese col mezzo radiofonico, che invece richiede (almeno oggi) un approccio direi quasi enfatico all’evento che si racconta.

    Allo stesso tempo mi congratulo con Nicolò Fabris, che sta bruciando una tappa dopo l’altra e in questo modo incarna l’immagine del selfmade man, che riesce ad emergere tra tanti e a conquistarsi palcoscenici che lui stesso forse riteneva impraticabili fino a poco tempo fa. Complimenti!

    • 12 Settembre 2015 in 12:10
      Permalink

      bhè, mi sembra che Fabris commentasse su Radio Bruno anche l’anno scorso, quindi niente di nuovo, anzi piuttosto ha rischiato di essere sostituito da Boni che, sceondo me, con tutto il rispetto per Fabris, Boni avrebbe fatto il pieno di ascolti

      • 12 Settembre 2015 in 13:05
        Permalink

        L’anno scorso non si trattava solo di un commento tecnico?

      • 12 Settembre 2015 in 13:18
        Permalink

        Ti piacerebbe Forse in un Pianeta Sperduto

        Ma poi neanke dai làhahahah

    • 13 Settembre 2015 in 12:17
      Permalink

      scusa Luca, ma perché Fabris “incarna l’immagine del selfmade man” ???

  • 11 Settembre 2015 in 21:50
    Permalink

    auguri a Fabris, senz’altro il giovane più competente in materia di parma calcio, dispiace obiettivamente per Angella, sarebbe stato interessante da ascoltare in questa nuova avventura che avrebbe sicuramente affrontato con la sua grande professionalità.

    Io continuo a sognare una telecronaca del duo Majo-Rosy Maggiulli 🙂

  • 11 Settembre 2015 in 22:09
    Permalink

    Se Chiesa fa le radiocronache, vuol dire che non farà lo speaker al tardini? Chi va al suo posto?

  • 12 Settembre 2015 in 00:46
    Permalink

    Direttore, ma teleducato appartiene a Paolo Pizzarotti, o sbaglio?

    • 12 Settembre 2015 in 09:04
      Permalink

      Paolo pizzarotti è socio di minoranza. E il niet ad Angella, il quale dice di aver personalmente scelto di fare un passo indietro, ma si tratta di un chiaro obbedisco, è partito da chi rappresenta oggi la maggioranza dopo l’uscita di scena di pier gaiti indagato per reati connessi alle provvidenze statali per l’editoria.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 12 Settembre 2015 in 11:51
        Permalink

        e cioè chi rappresenta oggi la maggioranza di Teleducato?

          • 12 Settembre 2015 in 15:27
            Permalink

            cioè sempre Gaiti quindi

          • 12 Settembre 2015 in 15:44
            Permalink

            In buona sostanza…

            Tuttavia mi risulta che, sebbene informato prima, lui non avesse nulla a che ridire sul fatto che Angella facesse la radiocronaca su radio bruno, del resto come a parole sia il direttore che l’amministratore. Insomma, il voltafaccia ha dell’incredibile…

  • 12 Settembre 2015 in 08:29
    Permalink

    È vero che il Forlì ha fatto ricorso e non giocherà più fino all’esito del nuovo ricorso????
    Se vincono cosa ci viene fuori????

    Figa bastava lasciare la Lega Pro a 60 e saremmo stati tutti felici e contenti…zero ricorsi…e finalmente avremmo visto Cacioli su Arma!!!!

    • 12 Settembre 2015 in 10:15
      Permalink

      Non è la PRI a volta che u a squadra inizia la D e poi vie e ripescata…

    • 12 Settembre 2015 in 10:41
      Permalink

      Scommetti che il Forli il ricorso lo perde? E non si parla di ragioni o torti ma semplicemente del fatto che nascerebbero troppi casini. Sic transit justitia in Italia

      • 12 Settembre 2015 in 13:30
        Permalink

        Ti ripeto…è già successo che una squadra che ha già iniziato la D viene ripescata in c…poi non ho detto che vince il ricorso

  • 12 Settembre 2015 in 09:59
    Permalink

    gli altri arrivano sempre dopo oppure ci leggono majo,io e te e’ da febbraio che parliamo di radiocronache …da bellaria 🙂

    poi tutti si accodano,scherzi a parte erano anni e annorum che non c’erano due barra tre radio che seguivano il parma,te lo avevo detto che ci sarebbe stato un remake anni 70/80

  • 12 Settembre 2015 in 10:20
    Permalink

    Direttore chi sarà domani il telecronista ? Su Sky

      • 12 Settembre 2015 in 13:38
        Permalink

        Io proverei anche la Bertini qualche volta in sede di telecronaca. Secondo me, renderebbe. E anche parecchio.

        • 12 Settembre 2015 in 13:40
          Permalink

          Credo che la divisione sia per ruoli. E la Bertini è una conduttrice, nell’attuale inquadramento, e non una telecronista.

          Poi che abbia fatto telecronache con la DeVincenzi a ContoTv prime telecronist femmine è certificato dalla storia.

          Cordialmente

          Gmajo

          • 12 Settembre 2015 in 15:26
            Permalink

            Questa non la sapevo o perlomeno non me la ricordavo. Ci sono tracce multimediali delle radiocronache della Bertini e della DeVincenzi?

          • 12 Settembre 2015 in 15:51
            Permalink

            Io non ne ho, però ricordo bene, peraltro essendo stato abbastanza un gancio, visto che del casting si occupava il collega ufficio stampa pro tempore dell’empoli assirelli, che verso il termine della stagione 2007-08 le due si cimentarono su conto tv, la devincenzi come telecronista e la Bertini come bordo campista per le prime telecronache in rosa…

      • 12 Settembre 2015 in 15:41
        Permalink

        io vedrei benissimo una telecronaca tifosa, disponibile su un canale audio ad hoc, come Sky fa già con Juve ecc, condotta da Boni, il top!!!!

        • 12 Settembre 2015 in 18:40
          Permalink

          Mio dio noooo.. il massimo del Kitsch… “bad taste” cattivo gusto… 🙂

  • 13 Settembre 2015 in 01:17
    Permalink

    Ma l’amministratore unico di teleducato non è commercialista messo a garanzia e adesso si scopre che la nipote del socio decide lei, ma che figura è?

    • 13 Settembre 2015 in 08:54
      Permalink

      Credo che l’amministratore sia senza poteri. Cmq una classica situazione anomala all’italiana…

  • 13 Settembre 2015 in 07:10
    Permalink

    direttore, ma il buon gallerani che fine ha fatto? grazie

    • 13 Settembre 2015 in 08:53
      Permalink

      Non so se segue altre squadre… Qui è un po’ che non si vede

      • 13 Settembre 2015 in 10:13
        Permalink

        Settimana scorsa era inviato nel ritiro del Brescia a Faenza, nell’imminenza della sfida tra i lombardi ed il Cesena.

I commenti sono chiusi.