PARMA CALCIO 1913-RIBELLE 3-2, il tabellino, la fotogallery amatoriale e il video con i crociati sotto la tribuna a fine partita

imageIl Parma Calcio 1913 oggi, mercoledì 30 settembre 2015, battendo allo stadio Ennio Tardini la Ribelle 1927 con il risultato di 3-2 (il tabellino della partita a margine), ha passato il preliminare di Coppa Italia Dilettanti, qualificandosi per il primo turno della manifestazione, in programma tra un mese, mercoledì 28 ottobre.

Il successo casalingo odierno è stato il frutto di una bella rimonta. La squadra crociata, che è andata in vantaggio immediatamente (14’ pt) con Fabio Lauria (assist di Andrea Vignali), è stata subito raggiunta dagli avversari (23’pt), a rete con Lorenzo Lari, i quali hanno, poi, raddoppiato al 15’ della ripresa con Nicolas Lombardi.

Il pareggio dei ragazzi di mister Luigi Apolloni, che hanno creato diverse occasioni offensive senza saperle concretizzare, si è materializzato poco dopo (27’st) con un tiro a giro dalla destra, ancora di Lauria.

A firmare il gol decisivo è stato Yves Baraye (32’st), trasformando un calcio di rigore concesso dall’arbitro Matteo Marcenaro per un fallo su Lorenzo Adorni atterrato al suo ingresso in area al termine di una portentosa discesa.

Il Parma Calcio 1913, archiviato l’impegno di Coppa Italia, ora torna a concentrarsi sul campionato, che domenica 4 ottobre lo vedrà di nuovo di scena allo stadio Tardini (ore 15). Stavolta i crociati si troveranno di fronte la Correggese.

Domani, giovedì 1 ottobre, la loro preparazione continua, sempre al Centro Sportivo di Collecchio, con una seduta di allenamento pomeridiana (ore 15.30) a porte aperte, in cui i calciatori non impegnati oggi in Coppa sosterranno una partitella in famiglia con i giovani della formazione Juniores Nazionali.

In precedenza (ore 14.15) è fissato un appuntamento stampa con Davide Giorgino.

Il tabellino della partita

Coppa Italia: Parma Calcio 1913 – Ribelle 1927 3-2

Marcatori: 14’pt e 27’st Lauria, 23’pt Lari, 15’st Lombardi, 32’st Baraye su rigore

PARMA CALCIO 1913: Cotticelli, Messina, Adorni, Simonetti, Saporetti, Giorgino (Cap.), Vignali (25’st Baraye), Miglietta (V.Cap.), Guazzo (27’st Longobardi), Lauria (39’st Corapi). All.: Apolloni. A disposizione: Ciotti, Donati, Dodi, Lucarelli, Traykov, Sereni.

APD RIBELLE 1927: Lani, Fabbri (1’st Pari), Bajrami, Del Vecchio (1’st Mariano), Zanzani, Lombardi, Lari, Ndiaye, Rufini, Liberti, Albonetti (13’st Boschetti). All.: Antonioli. A disposizione: Calderoni, Forti, Sandri, Bernacci.

Arbitro: Sig. Matteo Marcenaro di Genova. Assistenti: Sigg. Simone Amantea di Milano e Andrea Zaninetti di Voghera.

Note – Calci d’angolo: 7-3. Ammoniti: Lombardi (5’st), Simonetti (21’st), Mariano (46’st) e Corapi (47’st). Recupero: 1’pt, 3’st. Spettatori: 618 paganti per un incasso di 4.475 Euro.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

56 pensieri riguardo “PARMA CALCIO 1913-RIBELLE 3-2, il tabellino, la fotogallery amatoriale e il video con i crociati sotto la tribuna a fine partita

  • 30 Settembre 2015 in 20:20
    Permalink

    Certo che far giocare la partita alle 15.00 di un freddo pomeriggio d’autunno è stato da pazzi, eh. Quanti saremo stati? 500?

    • 30 Settembre 2015 in 23:09
      Permalink

      Anche non aver mai fatto giocare Lauria come titolare è da pazzi. SEGNA COME UNA MITRAGLIA e più segna….più scalda la panca.

  • 30 Settembre 2015 in 20:57
    Permalink

    Ragazzi questa squadra potrebbe giocare in Lega Pro. Io penso che con quattro innesti il prossimo anno, si potrbbe vincere anche in Lega pro.Io continuerò a provocare i deboli, i perdenti i poveri cristi e vedrete che molti cadranno nella trappola e saranno le mie vittime schiattate.

  • 30 Settembre 2015 in 21:01
    Permalink

    Onorato di far parte della fotogallery amatoriale 🙂

  • 30 Settembre 2015 in 22:34
    Permalink

    E adesso Sowe come si fa a lasciarlo fuori?
    E adesso Lauria come si fa a lasciarlo fuori?
    E adesso Sereni com si fa a farlo giocare ?

  • 30 Settembre 2015 in 23:03
    Permalink

    Vendite di cnnocchiali a Lentigione a Forli e nella sede dell’Altovicentino aumentati del 500% in un mese, infatti tra un mese saremo in fuga e per vederci dovranno usare l binocoli.

    • 1 Ottobre 2015 in 10:12
      Permalink

      per il momento basta la vista oculare di una gallina a te tanto cara.
      cos’e’ se passato dalla preoccupazione all’esaltazione nello spazio di un amen ?

      • 1 Ottobre 2015 in 13:33
        Permalink

        Ma tu Assioma ci fai o ci sei? Allora IO PROVOCO e come un pescatore lancio le reti nel mare cercando pesci che abboccano. Nel mio caso cerco menti deboli. La preoccupazione mia era che APOLLO fosse miope e non sapesse leggere le partite. Uno come Lauria non si può lasciare in panchina ma neanche Sowe si può lasciare a scaldare la panca. In attacco se vuoi essere titolare NON DEVI MAI MOLLARE perché giocando in questo Parma, se ti adagi sugli allori, se per una domenica e mezzo non dai l’anima, perdi il posto e perdere il posto all’attacco è MOLTO MA MOLTO FACILE vista la concorrenza che c’è. Adesso speriamo che Apolloni abbia capito e legga finalmente le partite. Non si può far giocare SERENI E LASCIAR FUORI LAURIA. questa e’ una bestemmia sportiva, MA COME DICEVO SE ORA LAURIA GIOCA TITOLARE e per una domenica e mezzo FA IL PARACARRO PERDE IL POSTO e chissà QUANDO LO guadagnerà ancora

        • 2 Ottobre 2015 in 08:24
          Permalink

          COCCODE’ COCCODE’

          mi divertiro’ con te con lo schiaffo del soldato….. 😀

          • 2 Ottobre 2015 in 13:50
            Permalink

            Grammi 4,8 D.O.C.

  • 1 Ottobre 2015 in 10:31
    Permalink

    Salve direttore, ho una domanda riguardo gli under: la regola dice un 95, due 96, un 97. Ma è un paletto fisso o ad esempio si possono schierare due 96 e due 97? Nel senso, il 95 ci deve stare per forza o anche uno più giovane al suo posto?

    • 1 Ottobre 2015 in 17:15
      Permalink

      se sono più giovani è tutto lecito, purché abbiano compiuto il 15° anno di età: quindi teoricamente 4 99 si può fare, ma non 4 95.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 1 Ottobre 2015 in 11:14
    Permalink

    Assioma ma davvero tu leggi i commenti di Velenoso ? Io ho avuto da dire con te qualche volta , ma la stima è sempre stata intatta. Questo si nutre delle risposte che gli vengono date e fa il provocatore…..
    per le menti deboli… detto da uno che tira fuori sempre un po’ spesso il TSO… il dente batte dove il dente duole !!! Se volete farvi una risata leggetelo come faccio io. Alla fine ringrazio sempre Basaglia e la sua legge 180. Amici di stadiotardini.it volete emarginarlo ? NON RISPONDETE ALLE SUE PSEUDO PROVOCAZIONI !!! IGNORATELO ! NON NUTRITELO. Alla fine si estinguerà come la cacca del cesso chimico dei camper !

    • 1 Ottobre 2015 in 12:47
      Permalink

      Io più che altro non capisco il direttore Gabriele Majo che continua a pubblicare i suoi commenti.

      Ovunque su internet i TROLL (se non sai cosa vuol dire cerca su internet Gabriele) vengono bannati perchè non contribuiscono in maniera costruttiva alle discussioni ma al contrario le rovinano con interventi fuoriluogo.

      In qualsiasi altro sito Velenoso sarebbe stato bannato a vita eppure qui dobbiamo continuare a sorbircelo, cosa aspetti Gabriele?

      • 1 Ottobre 2015 in 17:13
        Permalink

        Sulla Gdp non mi pare lo abbiano bannato. Adesso, dopo un mese di assenza, aveva un po’ di crisi d’astinenza ed è tornato un po’ troppo esuberante, spero che poi si ridimensioni. Nel frattempo scusate il disagio. Poi spero nel suo buonsenso. Anche perché non mi piace la censura…

      • 1 Ottobre 2015 in 19:23
        Permalink

        Ma Alex perché mi leggi? Siamo alle solite, NON LEGGETEMI e tu Aex se sei un uomo lascia perdere quello che dico, non leggermi di nascosto E POI DICI DI NON AVERMI LETTO. Se in tv c’è un programma che a te non va, cambia canale ma se tu insisti nel vedere quel programma, si vede che quel programma ti piace CAPITO L’ANTIFONA? sei un grammi4,8 e non puoi capire. In quanto a Gabriele Majo se per lei sono un disagio, basta dirmelo e vado via perché fin che me lo dice uno dei miei detrattori, UN GRAMMI 4,8 la cosa mi fa un baffo ma se lo dice lei che stimo, la cosa mi fa male ma da domani ho altri lavori da fare e penso che mi sentirete meno. PURTROPPO devo far felice i miei detrattori, cosa che mai avrei voluto fare.

    • 1 Ottobre 2015 in 13:42
      Permalink

      PARMALETALE mi fai sorridere, mi leggi perché non puoi farne a meno. Quando leggi il mio nickname ti precipiti sulla lettura. Dici ad altri di non leggermi ma io scommetto il collo che tu sei il primo a farlo. Tu predichi male e razzoli malissimo. Ho messo il dito nella piaga. Hai la mente debole e un TSO dovrebbe essere il tuo fine, il tuo habitat naturale e forse già lo è. Come pescatore, ti ho pescato ma ti ributto in mare. Sei troppo pesce per friggerti.

  • 1 Ottobre 2015 in 12:21
    Permalink

    Condivido ogni lettera di Parmaletale…le soluzioni sono due…o bannarlo, e a quanto pare il direttore non ne ha intenzione(purtroppo) o non rispondere e manco leggere ciò che scrive.Il vaso è colmo

    • 1 Ottobre 2015 in 13:47
      Permalink

      SIMONE T oggi ho fatto una pesca oserei dire miracolosa. Sono stato in Francia 5 settimane, ovviamente scrivevo poco e su questo sito c’erano pochi commenti, ora che sono arrivado, vedo che …STRARIPANO. Tu sei come quelli della GESTAPO, che proibivano la libertà di pensiero. Io non offendo nessuno, faccio solo teatro.Se non ti vado, perché anche tu leggendo il mio nickname vai avanti tralasciando la lettura su quello che dico? Lo fai perché furtivamente mi leggi e non ti va che io sia una voce fuori dal coro. Questa è la verità. E’ il destino dei provocatori.

  • 1 Ottobre 2015 in 12:25
    Permalink

    Direttore buongiorno, si sa già contro chi giochiamo al prossimo turno di coppa italia? Grazie e sempre forza parma!

    • 1 Ottobre 2015 in 17:14
      Permalink

      Voci di corridoio incontrollate volevano il sorteggio già oggi, ma al momento non ci è pervenuta alcuna comunicazione ufficiale al riguardo…

  • 1 Ottobre 2015 in 12:56
    Permalink

    Ma vincer la coppa Italia di categoria, comporta qualche tipo di qualificazione o solo una pacca sulla spalla e via? Nel calcio a 5 per esempio, chi vince la coppa Italia di serie c (corrisponde alla d del calcio) viene promosso in serie b…

    • 1 Ottobre 2015 in 19:47
      Permalink

      Serve per il triplete. Promozione, Coppa Italia e Scudetto.

  • 1 Ottobre 2015 in 13:57
    Permalink

    ognuno ha diritto di esprimere le proprie opinioni..

    se non ricordo male qualcuno aveva scritto del Forlì vincitore del campionato ??? ed ora servono i binocoli ???
    ..e quei famosi 4 giocatori non da categoria chi sarebbero poi ?…..
    non li ho ancora letti ….

    • 1 Ottobre 2015 in 15:09
      Permalink

      Mauro,cerca di leggere bene se giocherà JANKOVIC vinciamo a mani basse se invece non giocherà arriveremo secondi dietro il Forliì Con JANKOVIC, le altre squadre avranno bisogno per vederci del cannocchiale, non quello normale ma forse quello astronomico. CERTO IL GIOCATORE DEVE FAR VEDERE IL SUO POTENZIALE CHE E’ GRANDE E NON NASCONDERLO COME DA UN PO DI TEMPO FA, MA SE LA PERSONALITA’ E’ TORNATA, CI SARA’ DA DIVERTIRSI. Ora è a un bivio, o campione o mancata promessa. Sta a lui scegliere.I 4 giocatori che non sono da Parma non te lo posso dire ma dai li vedi anche tu ma il mio giudizio non è ancora definitivo per cui non ti dico niente per ora, per serietà. Improvvisamente dalle ceneri potrebbero risorgere e uno di questi poco alla vota sta risorgendo. IN quanto al Forlì penso che sia la squadra più accreditata per essere la nostra rivale principe. Una squadra che vuol vincere il campionato e il suo presidente l’ha anche detto, e da via Melandri alla concorrenza, si presume che l’abbia sostituito con uno ancora più forte per cui….occhio al Forlì.

  • 1 Ottobre 2015 in 15:00
    Permalink

    Un conto sono le opinioni, un altro le continue provocazioni…ma mi fermo qui, altrimenti si continua a fare il suo gioco

    • 2 Ottobre 2015 in 13:52
      Permalink

      Ma io devo fare il provocatore. Ce l’ho nel contratto……

  • 1 Ottobre 2015 in 16:34
    Permalink

    Capito Majo? Ringrazia Velenoso che è tornato e ha risollevato le sorti del sito….mo che lavor…com toca sentir…

    • 1 Ottobre 2015 in 19:28
      Permalink

      Siete tre o quattro i soliti detrattori invece ne conosco una trentina che vanno su questo sito perché ci sono io. Se Boni non fosse a calcio & calcio, pensate che la trasmissione avrebbe quel successo? Ma fammi il piacere Simone T FAMOSO GRAMMI 4,8.
      iN QUANTO ALLA MIA ASSENZA, BASTA VEDERE IL FORUM, TRE GATTI SPELACCHIATI E TRE O QUATTRO GRAMMI 4,8 E IL SITO ERA TUTTO LI. ORA GUARDA QUANTI COMMENTI PAISA’? …..coincidenze ?

    • 1 Ottobre 2015 in 19:48
      Permalink

      Allora non ti sei fermato li. Ah MENTI DEBOLI..

  • 1 Ottobre 2015 in 16:40
    Permalink

    Mah, a me Velenoso è a suo modo simpatico, cambia posizioni con la velocità di morso di un cobra, ma sensa dent…
    Vorrebbe imitare Boni.

    • 1 Ottobre 2015 in 19:29
      Permalink

      No i denti ce li ho e avvelenano anche a…..distanza.

  • 1 Ottobre 2015 in 20:17
    Permalink

    Vorrebbe imitare boni? È tutto dire se quello è il suo modello.. Senza parole

    • 1 Ottobre 2015 in 22:41
      Permalink

      Il mio modello il saltimbanco? ? SIMONE T MA…
      VA A MORIR AMMAZZATO

      • 1 Ottobre 2015 in 23:42
        Permalink

        Beh, questa è una bruttissima espressione, non solo una caduta di stile, ma di pessimo gusto. Puah…

  • 1 Ottobre 2015 in 20:57
    Permalink

    Co fet veh, il rito vudù? Mo ghet i spilé giust o drovot coi rusnì?

  • 2 Ottobre 2015 in 08:59
    Permalink

    Paola la sua non è una caduta di stile, proprio perchè di stile non è ha..non l’avete ancora capito che questo tipo è un megalomane ì…e mi fermo qui per non venire censurato dal buon Majo…Comunque questa direttore è l’ennesima dimostrazione del fatto che sto scemo va bannato…

  • 2 Ottobre 2015 in 09:38
    Permalink

    Majo adesso allora l’occhio di bue lo punto su di lei ! Il “va a morir ammazzato” non è una simpatica e gustosa frase tipica romana ma è un augurio alla morte Ad un suo lettore. E LEI ME LO PASSA ? Se non sbaglio tutti i messaggi dovrebbero essere filtrati dal direttore. Capisco che ora sia in tutt’altre faccende affaccendato ma non capire quanto sia grave mi lascia a bocca aperta. VELENOSO DILLA A ME LA STESSA FRASE. Ti giuro che ti faccio passare la voglia di fare il protagonista. Senza toccarti chiaramente. Ho i mezzi “legali” per bloccarti definitavemente.

    • 2 Ottobre 2015 in 09:43
      Permalink

      Suvvia non alimentiamo il problema, e siamo superiori. E’ palese che il va a morir ammazzato è una frase non pronunziata come augurio di morte. Non facciamo degli tsunami in un bicchier d’acqua.

  • 2 Ottobre 2015 in 09:58
    Permalink

    Mi spiace Majo ma non sono d’accordo. Non tanto perchè sono il diretto interessato, ma così facendo si autorizza ad utilizzare frasi che all’interno di questo forum dovrebbero essere fuori luogo, e la cosa diventerebbe soggettiva creando precedenti non simpatici.
    Penso si possa esprimere la propria opinione senza utilizzare certe espressioni. Questo per quanto riguarda persone “normali”, cosa che il soggetto in questione non da proprio l’idea di essere. Tempesta di messaggi senza contenuti questo spazio continuando a provocare in molti casi gli altri lettori.Poi adesso è passato anche ad offendere…se per lei va bene…non è questione di fare uno tsunami un bicchiere d’acqua. L’avesse detto a lei non credo l’avesse presa benissimo conoscendola

    • 2 Ottobre 2015 in 10:29
      Permalink

      Su una frase gergale è da azzeccagarbugli ricamarci su. Poi che velenoso sia velenoso lo sappiamo bene e basta non alimentarlo o dargli importanza. E’ palese che quella frase non era un augurio di morte, ma una delle sue abituali ca***te: quindi evitiamo di ingigantire problemi che non esistono. Io reagisco su cose più serie e non certo se uno mi scrive “va a morì ammmazzato”, perché, appunto, non lo prenderei come un augurio di morte, anche perché non lo è. Poi che sia una frase stupida siamo tutti d’accordo, ma non è il caso di avere la pelle sottile.
      Io, poi, sono per la libertà di espressione, per cui bannare una persona lo reputo antipatico, così come le velacce più o meno velate di querela, sport assai di moda una volta negli uffici che ora frequento. Sicché cerchiamo di essere adulti e vaccinati. Velenoso, ieri, era in piena crisi di astinenza e ha tempestato lo spazio virtuale più del solito e più a sproposito del solito: lo abbiamo lasciato sfogare, mo’ basta. Non ingigantiamo problemi e non creiamoli e soprattutto non diamogli importanza, anche perché io lascio questo spazio libero a tutti e poi sta all’intelligenza di ognuno sapersi gestire.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 2 Ottobre 2015 in 14:31
        Permalink

        Sommo Majo, le mie non sono ca—te come lei dice,lei che è persona intelligente lo sa ma capisco bisogna dare un colpo al cerchio e uno alla botte.Non offendo nessuno e questo lei lo sa, tengo solo su il morale della truppa perché i questo sito solo il 10della truppa è costituitadai famigerati e inutili grammi 4,8. Ho detrattori che mi reputano antipatico perché a differenza di me, sono grigi, noiosi e anonimi. Loro dovrebbero essere bannati per la loro pochezza per il loro grigiume e per la loro piattezza che come un virus, infettano il forum. Ora però non risponderò più a queste provocazioni fatte da persone che magari sono talmente tristi che se parli un minuto con loro ti vengono le lacrime agli occhi dalla malinconia. Questa gente non ha capito che sono un provocatore e in ogni sito che si rispetti il provocatore SERVE per non appiattire il tutto. Ci vuole. ECCOME SE CI VUOLE.

  • 2 Ottobre 2015 in 10:13
    Permalink

    Le parole sono importanti (Nanni Moretti cit) Per lei sarà uno tsunami in un bicchier d’acqua ma è una sua interpretazione. Se il suo lettore lo dice a me le dimostro che l’ondata che arriva non sarà di acqua ma di altro materiale organico. Garantito.

  • 2 Ottobre 2015 in 11:42
    Permalink

    Per me velenoso (ma de che) nn va bannare. …va mandato al Giglio oppure in curva sud con i suoi fratelli sCorreggesi!!!
    Ciao “Sense of humour”…….

    • 2 Ottobre 2015 in 12:12
      Permalink

      Sono d’accordo con Majo.. però questa “cosa” di velenoso funziona perchè tutti gli altri lo “compatiscono” comportandosi come si richiede in un “luogo” pubblico come questo cioè rispettando le altrui opinioni. Pensiamo se tutti si comportassero come lui, sarebbe il luogo del torpiloquio ingestibile ed insopportabile. Dunque va bene così se fungiamo da terapeuti per i problemi di velenoso. E con lui non c’entra la libertà di espressione. È altro. Cmq di velenoso non mi frega nulla e chiudo qui.

      • 2 Ottobre 2015 in 16:42
        Permalink

        Moti nemici, molto onore.
        Grazie Paola, Parmaletale, CUS 62, SIMONE T e mi scuso se ho dimenticato qualche “grammi 4,8”
        Amici GRAZIE.
        Sono riuscito a farvi SCHIATTARE, non ci speravo lo ammetto, ma grazie alla vostra pochezza, al vostro grigiore e alla vostra piattezza, sono riuscito a farcela.
        Questo era il mio scopo il mio fine da provocatore. Grazie di cuore dell’autostima che mi avete elargito a piene mani.
        Di nuovo grazie di cuore.
        Ora mie care galline da brodo andate nel pollaio, c’è il gallo che vi aspetta per farvi….la festa

  • 2 Ottobre 2015 in 18:25
    Permalink

    Puro Sense of humour, nn c’è che dire. Ognuno il proprio tempo libero lo spende come vuole. Io seguo il sito x ché mi tiene aggiornato sul mondo Parma , ma per contro mi tocca sopportare anche le cagate che scrivi. Poveretto….

  • 2 Ottobre 2015 in 21:21
    Permalink

    Paola, CUS 62, SIMONE T abbiamo alimentato l’autostima dell’ossessivo compulsivo. Non ne andate orgogliosi ? Aspettattevi “grammi4,8” ripetuto all’infinito… a conferma che l’S. I. (soggetto ignoto) in cerca di conferme non ha problemi !!!
    Anche oggi abbiamo fatto la nostra buona azione. Però mi devo auto bacchettare. Il non considerarlo non è la strada giusta…. assecondarlo , elogiarlo, metterlo su un piedistallo, dargli tutte le soddisfazioni che chiede. VELENOSO sei il migliore! Il tuo pensiero ci illumina ogni giorno. Oggi era una giornata di merda. Sei arrivato tu e tutto è andato per il meglio. Veramente… ti ammiro.! Se non ci fossi tu stadiotardini.it non se lo filerebbe nessuno… DA CLONARE !!! VELENOSO SEI DA CLONARE.

  • 2 Ottobre 2015 in 23:07
    Permalink

    Parmaletale… guarda diciamo che stare qui a chiederci come comportarci con velenoso è un po ridicolo ..non mi frega niente di velenoso in sè, ho solo difficoltà di fronte a offese, parolacce ecc.. non mi piacciono e basta. Credo che si possa provocare senza offendere, chi non è capace si attacca a quello che può…cmq quando sarò stanca di sentire che sono senza cervello o altre cose simili me ne vado. Vivo lo stesso.

  • 3 Ottobre 2015 in 05:16
    Permalink

    Buongiorno direttore nel tabellino della formazione ha messo in campo 10 giocatori del parma, manca il n.11 un 97 che e’ stato tra i migliori in campo.

  • 3 Ottobre 2015 in 09:18
    Permalink

    Deto da te che sei un mio detrattore, passare dagli insulti alle lodi mi gratifica ancor più. Volevo chiedere al sommo Major di bannarti visto che non hai mai niente da dire sul Parma ma hai tanto da dire su di me, ma a questo punto non voglio che tu venga bannato.Non ti dico “MA VA A MORIR AMMAZZATO……”perché poi tu saresti buono di andarci davvero.Ciao “grammi 4,8”

    • 3 Ottobre 2015 in 12:13
      Permalink

      È troppo

  • 3 Ottobre 2015 in 12:39
    Permalink

    Io sono moderatore di un blog da 18 anni e come ogni blog o forum abbiamo un regolamento.. ne riassumo qui una parte.

    Comportamento
    Regole generali:
    È vietato tutto ciò che violi le regole del presente regolamento e tutto ciò che violi le leggi in vigore nello Stato Italiano
    Gli utenti sono tenuti a comportarsi con educazione nel Blog e, in particolar modo, sono pregati di trattare con il dovuto rispetto gli altri iscritti
    Non sono ammesse classificazioni offensive nei confronti degli altri utenti
    È vietato utilizzare questo Blog per organizzare “incursioni e attacchi” ai danni degli altri siti

    Sono inoltre vietati:
    Atteggiamenti e/o posizioni di contestazione, presi a titolo gratuito, palesemente ostili nei confronti di partecipanti al Blog
    Incitamento al mancato rispetto delle presenti regole miranti alla esclusiva destabilizzazione della normale e pacifica partecipazione attiva al Blog
    È vietato flammare (flammare= da flame= litigio pubblico fra due o più utenti) pubblicamente sul Blog, risolvete le vostre questioni in privato perché solo voi potete dirimerle
    È inoltre vietato scrivere in modo da evidenziare quello che si dice, ossia colorato, in grassetto, sottolineato, corsivo o in MAIUSCOLO (che equivale a gridare). Questi stili di scrittura può adottarli soltanto lo Staff per comunicazioni importanti…

    Ce ne sono altri cmq…non importa. È solo la mia opinione…ho una insofferenza fisica verso la maleducazione, le offese gratuite, che non mi permette più di divertirmi qui.
    no matter, problema mio.

    • 3 Ottobre 2015 in 12:45
      Permalink

      Potremmo anche decidere di mettere altri moderatori al di là del sottoscritto, che, per forza di cose, è sempre meno presente…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI