SKY, PER AMORE DELLO SPORT: “NON CI PUO ESSERE UNA NOSTRA OFFERTA COMPLETA SENZA IL PARMA”

IMG_0947(Andrea Belletti) – Sky, se potesse, ti farebbe anche annusare i fili d’erba del campo. Come recita il leit motiv “Per amore dello sport”  (e del calcio), l’emittente satellitare annuncia la partnership per la stagione 2015/2016 con il club ducale. Per tutto il management di Sky infatti non può esserci una offerta completa di calcio senza il Parma. “Ringraziamo Sky esordisce il vice presidente Marco Ferrariper la sensibilità dimostrata verso Parma e verso la nostra società. La nuova proprietà sta cercando di creare basi solide per trasformare la rabbia dei mesi passati in IMG_0917orgoglio e voglia di riscatto. Un accordo come questo ci deve servire da stimolo per capire dove dobbiamo ambire a ritornare”. Ed anche per Sky la conferenza stampa di presentazione è stata una sorta di esordio: “Qui si respira una bella aria – conferma il dirigente televisivo Matteo Mammì – si respira voglia di rilancio. Trasmetteremo le partite in casa e fuori casa del Parma anche in HD perché vogliamo offrire un servizio di altissimo livello”. Ma la vera novità viene annunciata subito dopo: “la IMG_0998nostra emittente sponsorizzerà tutte le divise del Parma Calcio 1913 dalla prima squadra alle squadre del settore giovanile e femminile”. Si tratta di una rinnovata partnership commerciale tra i due sodalizi, che darà vita anche a congiunte iniziative speciali di marketing volte a valorizzare i rispettivi brand (visibilità allo stadio Tardini, a bordocampo ecc.). Il logo di Sky sarà visibile sulla schiena dei calciatori, ecco perché è stato denominato back sponsor. “Non avrei mai creduto che uno sponsor così importante potesse affiancare il nostro progetto – afferma il presidente Nevio IMG_0944Scala ora siamo più che mai obbligati a far dimenticare quello che è successo nei mesi scorsi a Parma e vogliosi di impegnarci in qualcosa che lasci veramente il segno”. Presente anche la voce più iconica di Sky, quel Fabio Caressa che è stato testimone diretto di tutti i maggiori eventi sportivi italiani ed internazionali, dopo aver iniziato dalle prime telecronache sui campi di provincia. A dimostrazione di come la passione per lo sport non conosca distinzioni di categorie. “Anche l’anno scorso abbiamo voluto rimanere vicini al Parma con il documentario Alza la testa – Parma D.O.C. . IMG_0920Lo abbiamo fatto per mettere in luce la dignità e la professionalità di persone trattate a pesci in faccia ma che hanno avuto la forza di andare avanti comunque a testa alta. E tutto questo per amore dello sport. Ora per fortuna si nota un ambiente cambiato in maniera radicale. E’ un nuovo inizio da cui si può partire per cambiare finalmente le cose”. Il vento del cambiamento sta soffiando adesso è necessario imparare dalle cose estremamente negative per dare una ventata di aria nuova. Per amore dello sport si può fare. Andrea Belletti (foto di Lorenzo Fava)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 pensieri riguardo “SKY, PER AMORE DELLO SPORT: “NON CI PUO ESSERE UNA NOSTRA OFFERTA COMPLETA SENZA IL PARMA”

  • 10 Settembre 2015 in 10:45
    Permalink

    Si sa quanto vale lo sponsor in termini di soldi?

    • 10 Settembre 2015 in 11:17
      Permalink

      No. Il valore degli accordi con gli sponsor la proprietà, di comune accordo con loro, preferisce mantenerlo riservato.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 10 Settembre 2015 in 12:40
        Permalink

        E mi pare giusto…non è che bisogna dire a tutti i fatti propri…anche se siamo nell era del digitale in cui la privacy praticamente non esiste,mi sembra la scelta giusta 😉

  • 10 Settembre 2015 in 19:14
    Permalink

    Adesso speriamo che il buon Russo Luca, come minimo, faccia l’abbonamento a SKY…

I commenti sono chiusi.