UN LUOGO INCERTO di Luca Tegoni / VENTO FREDDO OGGI AL TARDINI…

IMG_1517(Luca Tegoni) – Vento freddo oggi al Tardini, giornata di primo autunno con luce bassa attraversata raramente dal sole tra il finire di una nuvola e il cominciare di un’altra. Gente nuova in campo. Ottime prestazioni di Sowe, migliore in campo, e Simonetti. Miglietta sembra inizialmente ancorato (nel senso che è lentissimo e agisce in pochi metri quadrati), in cerca di un ruolo e di una forma fisica. Poi si adatta ai compagni e nell’ultima mezz’ora esibisce una bella prestazione fatta di esperienza e precisione, di presenza e qualità. Bene anche Giorgino da centrale difensivo, sempre che gli avversari non siano dei Longobardi più alti di una spanna.

La (o il ) Ribelle gioca con determinazione e apparentemente si dimostra spavalda, non spaventa particolarmente ma tiene la difesa del Parma ben attenta.

La partita è terminata 3 a 2 per noi. Poteva finire anche con quattro o cinque goals di scarto ma la bravura del loro portiere e la scarsa precisione dei nostri (a volte anche un po’ di sufficiente presunzione) riduce al minimo lo scarto.

Dicevo di Sowe, grande dinamismo con tanto fiato a disposizione. Non ha sbagliato uno stop e ne ha fatti parecchi, ha sempre puntato e saltato l’avversario, ha sempre concluso l’azione con un tiro o con passaggio smarcante per il compagno. Bene anche nei recuperi a centrocampo.

Anche Simonetti in coppia con Miglietta si mostra ben disposto alla copertura e pronto a rilanciare l’azione con passaggi smarcanti e spesso di prima intenzione. Controlla molto bene la sua zona. Forse con un po’ più di coraggio potrebbe tentare il tiro e rendersi anche pericoloso.

Uno a zero per noi, scambio di palla ripetuto tra Vignali e Lauria sul vertice di destra dell’area grande. Lauria controlla già all’interno e scaglia il pallone in rete sulla destra del portiere.

Uno a uno, un loro attaccante riesce ad entrare in area e va sul fondo sulla sinistra d’attacco, la palla rimbalza tra alcuni giocatori, i nostri difensori non spazzano con decisione e la palla finisce ad un Ribelle che insacca con un tiro violento alla sinistra di Corticelli.

Uno a due, calcio di punizione sulla trequarti d’attacco destro della Ribelle. Pallone lento con parabola a rientrare verso la porta dove entra dopo aver rimbalzato a terra. Disattenzione, fortuna, gatta?

Due a due, Lauria lavora a ridosso dell’area avversaria sulla destra d’attacco, libera il calcio sul sinistro e con un bel tiro a incrociare mette in rete alla destra del portiere.

Tre a due, Adorni recupera un bel pallone strappandolo all’avversario dopo la metà campo, si lancia in una bella corsa che gli consente di entrare in area dove un avversario lo attacca da dietro, forse di lato, e lo stende oppure è Adorni che cade, non ho visto bene. In ogni caso l’arbitro fischia il rigore. Lauria vorrebbe tentare la tripletta ma poi consegna la palla a Baraye già sul dischetto. Portiere spiazzato, palla alla sinistra del suddetto.

Ah, giusto ha giocato anche Guazzo per quasi tutta la partita. Sembra uno che cerchi la porta con decisione. Adesso manca di agilità e di intesa con i compagni. Luca Tegoni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

8 pensieri riguardo “UN LUOGO INCERTO di Luca Tegoni / VENTO FREDDO OGGI AL TARDINI…

  • 30 Settembre 2015 in 20:19
    Permalink

    Miglietta muoviti ad entrare in condizione che Corapi e Giorgino non sono eterni, eh.

    • 30 Settembre 2015 in 22:54
      Permalink

      Per Pasqua dovrebbe farcela, dico “dovrebbe” infatti non ne sono sicuro.

  • 30 Settembre 2015 in 21:15
    Permalink

    Vai Cotticelli debutto da Massiccio e Personalità

    Anke davanti a 618 Paganti è stata partita Vera

    Almeno abbiamo Visto 5 reti ragaz e NON solo

    FORZA PARMA

    • 30 Settembre 2015 in 22:42
      Permalink

      Effettivamente, nonostante il secondo goal, di dubbia responsabilità, anche io ho visto Cotticelli con buona personalità e sicurezza. Mi scuso per il refuso, Corticelli anzichè Cotticelli.

  • 1 Ottobre 2015 in 01:12
    Permalink

    si pero sul secondo goal non mi e sembrato esente da colpe il portere

    • 1 Ottobre 2015 in 10:25
      Permalink

      Nella Vita solo una Categoria è Esente dalle Colpe

      Ed è una Categoria Troppo Elevata

  • 1 Ottobre 2015 in 13:05
    Permalink

    1 ottobre 2015 – ore 13.02

    Ragazz, se i san sveglian minga che lur, a lè nota…

  • 1 Ottobre 2015 in 13:45
    Permalink

    Io penso che la gara di ieri abbia dimostrato due cose:
    1. Abbiamo trovato una alternativa under in attacco; Mousa Balla ha bei numeri
    2. Miglietta non potra’ mai giocare in un centrocampo a 2ediani. Non e’ una questione di forma ma di caratteristiche fisico/atletiche. E’ un calciatore che vede bene il gioco ma ha bisognp di due interni da corsa. Apolloni dovra’
    Con alma studiare anche il 4-3-3 per evitare che Miglietta da valore aggiunto diventi un problema

I commenti sono chiusi.