CALCIO & CALCIO / ANGELLA: “A GENNAIO BARAYE SARA’ UOMO MERCATO, MA IL PARMA LO HA GIA’ BLINDATO”. E BONI FA LO SHOW TRAVESTENDOSI DA FRATELLO DI YVES

IMG_1577(Evaristo Cipriani) – BLACK POWER –  C’è chi lo ricorda, negli anni scorsi, vestito da frate, da pescatore, da muratore. Lo scorso anno in una puntata si presentò con una maschera della Banda Bassotti per simboleggiare la presenza di mascalzoni all’interno del Parma. Andò in tv a torso nudo mostrando i tatuaggi di Ghirardi e Leonardi sul petto e si presentò avvolto in una bandiera bulgara in onore del suo idolo Bojinov. Ieri sera il IMG-20151005-WA0014Saltimbanco Enrico Boni si è forse superato: nella quinta puntata di Calcio & Calcio su Teleducato (clicca qui per vedere la web registrazione a cura di Alex Bocelli) è andato in onda con il viso colorato di nero e con una parrucca modello Jackson Five: “Sono il fratello di Yves Baraye, mi chiamo Francois Baraye e voglio dire a tutti che mio fratello è un grande giocatore e Parma lo deve trattare bene se no a gennaio lui va via”. Quando si dice la faccia tosta: era stato infatti il popolare opinionista di Sant’Ilario fino a pochi giorni fa a definire Baraye un elemento poco utile alla causa, uno che “non vede la porta e IMG_1560segna poco”, uno che avrebbe dovuto lasciare il posto a Lauria. “Io ho criticato Baraye – si è però affrettato a ribattere Boni, campione di giravolte – perché volevo stimolarlo, lo sapevo prima di tutti che è un grande giocatore e posso pronosticare che se non andrà via a gennaio farà 35 gol”.  In studio ieri sera erano presenti anche l’allenatore professionista Luciano Foschi e l’avvocato Massimiliano Germi, oltre al web-boy Lorenzo Fava.

IMG_1557BARAYE UOMO MERCATO –  Secondo quanto riferito dal conduttore Michele Angella diverse società di B si sarebbero già mosse per seguire Baraye: il giornalista ha fatto i nomi di Bari ed Entella. “Se continua così a gennaio ci sarà la fila davanti alla porta del Parma, con squadre di A e B interessate e prenderlo” ha aggiunto Angella, il quale ha però specificato: “Ho parlato con gli uomini mercato del Parma e mi hanno assicurato che Baraye non partirà né a IMG_1581gennaio né il prossimo giugno: il Parma lo considera un giocatore su cui puntare per il futuro e con il quale tornare in serie A”. Secondo Foschi a gennaio è difficile ipotizzare un ingaggio di Baraye da parte di una formazione di B o addirittura di A: “Chi vuole rinforzarsi non va a pescare in D, magari invece il prossimo giugno c’è chi verrà a chiedere il senegalese per inserirlo e provarlo nella propria rosa. A gennaio penso che per Baraye si presenteranno solo IMG_1569squadre di Lega  Pro e in tal caso al ragazzo consiglio di rimanere a Parma”. L’avvocato Germi ha chiarito come dal punto di vista regolamentare per andare via in inverno Baraye debba ottenere l’ok del Parma, ma a giugno, come tutti i giocatori dilettanti sarà automaticamente svincolato e se anche il Parma avesse un accordo di natura privata con il ragazzo questo dal punto di vista strettamente federale non avrebbe alcun valore. A proposito di IMG_1562Baraye, Boni ha rimproverato a Foschi di non essersi accorto del giocatore quando era vice di Di Carlo al Chievo, ma il tecnico ha tenuto a chiarire: “Quando ero nello staff del Chievo, Baraye era al Lumezzane in prestito e su di lui non ci erano arrivate segnalazioni particolari: Baraye ha qualità, ma non dimentichiamoci che siamo in D, è un ragazzo che  deve trovare ancora continuità per esplodere definitivamente, io trovo che per rendere al meglio debba essere svincolato da compiti tattici”.

IMG_1576COSA MANCA ALLA PERFEZIONE? – Alla domanda rivolta da Angella allo studio, Luciano Foschi ha risposto: “la squadra di Apolloni, volendo essere pignoli, difetta ancora un po’ in fluidità di gioco”, mentre secondo Germi c’è un problema di filtro a centrocampo: “I difensori si trovano spesso soli nell’uno contro uno, spesso rimangono quattro giocatori davanti che non tornano e così per Giorgino e Corapi in mezzo è dura fare da IMG_1580argine”. Boni l’ha sparata grossa: “A questa squadra manca un vero centravanti, Longobardi fa tutto tranne che il centravanti, là davanti deve giocare Melandri”. Tesi strampalata e rifiutata dal resto dello studio: “Longobardi segna, corre, fa le sponde, fa gli assist, porta via un paio di uomini: non capisco cosa si voglia di più!” ha detto Angella. Evaristo Cipriani

CLICCA QUI PER VEDERE LA 5^ PUNTATA DI CALCIO & CALCIO PIU’ – web registrazione a cura di Alex Bocelli

image

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

108 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO / ANGELLA: “A GENNAIO BARAYE SARA’ UOMO MERCATO, MA IL PARMA LO HA GIA’ BLINDATO”. E BONI FA LO SHOW TRAVESTENDOSI DA FRATELLO DI YVES

  • 6 Ottobre 2015 in 12:05
    Permalink

    Boni ieri sera mi ha fatto scannare dal ridere … è una sagoma! Grande Enrico, sei troppo forte! 😀

  • 6 Ottobre 2015 in 12:28
    Permalink

    Infatti ora il programma è sempre più Boni&Boni,
    ma se piace così…

    • 6 Ottobre 2015 in 18:49
      Permalink

      Personalmente provo ribrezzo…di volta in volta la situazione è sempre piu ridicola e grottesca…i voltagabbana di Boni, poi, li trovo disgustosi e irritanti…
      Boni avevi cannato..fattene una ragione…

      • 7 Ottobre 2015 in 00:15
        Permalink

        Cibbi, perché non segui bar sport? Li, Boni non c’è però tu continui a seguire calcio e calcio che viene trasmessi alla stessa ora su un altra emittente e poi critichi. Qualcosa non torna. Cibbi…..cibbi…..

        • 8 Ottobre 2015 in 17:21
          Permalink

          E chi ti dice che lo seguo… Basta leggere i tuoi e altri commenti e la sintesi di stadiotardini x capire che personaggio è Boni….

    • 6 Ottobre 2015 in 18:55
      Permalink

      Paola, non so tu, ma io non vivo di solo calcio … anche perchè ci sono anche altre forme di divertimento … ogni tanto mi piace guardare anche le comiche.

      • 6 Ottobre 2015 in 19:44
        Permalink

        Ci sono anche forme di divertimento diverse dal calcio che però non includono travestimenti ridicoli e sfoggio continuo di tesi campate x aria…poi ovviamente ognuno si diverte a modo suo…

        • 7 Ottobre 2015 in 09:58
          Permalink

          cibbi la tua incopatibilità con Boni si cura in modo semplicissimo! Guardati TV Parma e buon divertimento. Se ti piace la noiosa sobrietà che ti costringe ad addormentarti sul divano hai il massimo del divertimento … intanto che loro versano ed affettano.

          • 8 Ottobre 2015 in 17:23
            Permalink

            Spiacente x te ma ho di meglio da fare e non guardo Tv Parma ne Boni&Angella….x capire lo spessore dei due programmi bastano i commenti e le sintesi di stadiotardini

      • 7 Ottobre 2015 in 00:17
        Permalink

        Se Paola fosse tua moglie, te lo proibirebbe. Ti farebbe vedere solo programmi dove si lacrima e non si ride….

        • 7 Ottobre 2015 in 13:53
          Permalink

          Non nominare il mio nome invano
          I QI 50 non li prendo in considerazione.

      • 7 Ottobre 2015 in 13:58
        Permalink

        Sì infatti se non voglio il calcio seguo altre cose.. un programma che si chiama calcio&calcio mi aspetto che parli di calcio. Tu no? Forse in questo caso sarebbe meglio chiamarlo calcio& Boni. Non ho niente contro Boni, ho solo detto che se sapesse darsi una misura sarebbe più efficace. E ovviamente cambio canale se mi stufa. Ma andiamo, non esageriamo nè in un senso nè nell’altro. Daiiiii…

        • 7 Ottobre 2015 in 13:59
          Permalink

          È una risposta a bel bomba che parlava direttamente con me.. per chiarezza

          • 7 Ottobre 2015 in 14:30
            Permalink

            Mi scuso per il refuso bel bombè

  • 6 Ottobre 2015 in 12:43
    Permalink

    La parte migliore della puntata è quando Angella sfotte Boni. Troppo forte 😀

    • 6 Ottobre 2015 in 13:45
      Permalink

      Lo sai vero Luca che è un colpo d teatro. ? Gli sfottò tra i due sono studiati a tavolino e per questo sono ancora più belli.

  • 6 Ottobre 2015 in 13:47
    Permalink

    a gennaio ci compra taci calma & gesso

  • 6 Ottobre 2015 in 14:08
    Permalink

    Era meglio quando aveva il mal di pancia da stipedio…..pensa lo pagano pure per dire stupifate a profusione

  • 6 Ottobre 2015 in 14:47
    Permalink

    Sinceramente non so se è meglio essere pagati per dite stupidate o stare ad ascoltarle gratuitamente.
    Ognuno è libero di giudicare Boni come ritiene più opportuno; personalmente non guarderei una trasmissione televisiva se condotta da persone che non riterrei “all’altezza” del loro compito. Ricordo che si sta parlando della serie D calcistica italiana……………

    • 7 Ottobre 2015 in 00:21
      Permalink

      EF MA INVECE DI GUARDARE CALCIO E CALCIO DOVE BONI E ANGELLA FANNO I MATTATORI, Perché NON TE NE VAI FUORI DALLE PALLE CON QUALCHE BELLA GNOCCA INVECE DI ROMPERE?

      • 7 Ottobre 2015 in 14:01
        Permalink

        Lo dici a EF urlando perchè tu non puoi farlo evidentemente. Chi urla ha sempre torto, o ha qualcosa che gli brucia 😂

  • 6 Ottobre 2015 in 14:53
    Permalink

    Ho visto la trasmissione e ringrazio Boni per avermi citato. Grazie, siamo sulla stessa onda…d’urto. Per me è UN PROFETA. e’ AVANTI MINIMO 50 ANNI sui famosi “grammi 4,8” di cui è infestato il forum. Lui è il migliore. e come Baraye lui è di un’altra categoria.

    • 6 Ottobre 2015 in 18:54
      Permalink

      Baraye ne sarà lusingato…..sicuro sicuro….

    • 6 Ottobre 2015 in 18:56
      Permalink

      Viva l’umiltà. .anche di quella il forum pare infestato….

  • 6 Ottobre 2015 in 17:26
    Permalink

    Ho una domanda per il direttore. Come mai altri siti e alcune emittenti televisive parlano di malumore di Lauria e qualcuno arriva a chiedere al d.s. Tosi se voglia prenderlo al Lentigione a gennaio? Cosa c’è di vero in queste voci insistenti che riguardano solamente questo giocatore?

    • 6 Ottobre 2015 in 18:27
      Permalink

      Proprio nulla. A me non risulta nulla se non che c’è chi si diverte a inventare corbellerie puntando sul classico malcontento dell’escluso di lusso.

      • 6 Ottobre 2015 in 19:02
        Permalink

        Vergognoso questo tentativo di mettere zizzania…magari sperando che possa approfittarne qualche altra squadra. …

        • 6 Ottobre 2015 in 19:41
          Permalink

          Cara Cibbi,

          condivido la sua analisi come sempre mai banale ed estremamente sensibile. Mi ha proprio colpita. Sa, in un marasma mediatico fatto di innumerevoli proposte on line, è facile dire sempre le stesse cose trite e ritrite, usare le stesse espressioni dette e ridette, ed anche le testate più seguite, a ben guardare, sono quello dove il lavoro di approfondimento lascia spesso il tempo che trova, a vantaggio di un cumulo di informazioni trangugiate e mal presentate. Lei va invece con coraggio in un’altra direzione, e questo sentiero alternativo cattura, anche per la delicatezza, con il quale viene tracciato.
          Ossequi
          Anna

          • 6 Ottobre 2015 in 19:59
            Permalink

            Finalmente. ..sentivo anch’io la Sua mancanza… Ossequii

          • 7 Ottobre 2015 in 00:27
            Permalink

            Anna Fanerani, ottimo il tuo post. Un pezzo d’arte il tuo pezzo. Dopo averlo letto mi era venuto voglia di buttarmi sotto un treno tanto era allegro. Sono 18 righe ma sembrano diciottomila, non finivano mai.

    • 7 Ottobre 2015 in 21:00
      Permalink

      il Parma se vende Lauria non lo da di certo a una squadra del nostro stesso girone…

  • 6 Ottobre 2015 in 18:55
    Permalink

    Ci mancava solo il fanta-calciomercato a ottobre ……evidentemente c’è chi sente la mancanza delle problematiche della scorsa stagione…come se l essere stati catapultati in D non fosse abbastanza…..

  • 6 Ottobre 2015 in 18:59
    Permalink

    Il Parma è fallito e siamo in serie D a giocare contro squadre di paeselli che non appaiono sulle carte geografiche! Sarebbe una tristezza ma per fortuna il Parma vince ed insieme agli spettacoli di Boni mi tira su di morale.

  • 6 Ottobre 2015 in 19:46
    Permalink

    Ho la maglia ufficiale!

  • 6 Ottobre 2015 in 21:43
    Permalink

    Ah certo che calcio e calcio è proprio una trasmissione adatta ai tifosi del Parma. si come no ….vinci 5-1 , Baraye fa 3 gol ed invece di celebrare un pò l avvenimento , contarcela tra di noi tifosi gialloblù che già stiam mangiando sta merda, il conduttore ( inventandosi chiaramente la notizia) spara come prima notizia …Parma a gennaio ti portan via Baraye . addirittura ci sono sul giocatore Entella e Bari ( valà …sti cazzi). maio faccia capire ad angella che si può fare delle trasmissioni sportive interessanti senza dover sparare minchiate o continuare a fare teatrini penosi con quel giullare

  • 6 Ottobre 2015 in 21:54
    Permalink

    Girq e rigira si parla sempre di Boni, non di Piovani o Chiasa o Frigeri o Bellè ecc, che hanno stufato persino i santi. Boni fa audience, Max Ravanetti ispira forfora e brufoli e fa cambiare canale fosse anche per, piuttosto, cercare la pubblicità dei materassai brianzoli e della Diavolina, che almeno ha sempre delle strafighe

  • 7 Ottobre 2015 in 08:03
    Permalink

    Mi rivolgo a VELENOSO: il mio post voleva essere apertamente PRO BONI e contro i suoi denigratori (leggi post di Lgc). Credevo di essere stato abbastanza chiaro………..peccato non sia possibile allegare al post un disegnino illustrativo in modo che tutto risulti più comprensibile a tutti. Per quel che riguarda la bella gnocca, ti dirò che sono felicemente sposato

    • 7 Ottobre 2015 in 08:52
      Permalink

      1) EF se ti ho ripreso significa che nei tuoi elogi verso il maestro sei stato troppo blando e tiepido e questo non ti può essere pemesso.
      2) A proposito della gnocca, anche se sei felicemente sposato, se tua moglie fosse in vacanza e ti trovi improvvismente nel letto una stafiga da leccarsi i baffi, completamnte nuda, non mi dirai che ti metti a lggere il giornale……
      3) Rischi una denuncia e un processo civile se coninui a chiamare l’istrione con un anonimo “Boni”, per mancanza di rispetto verso il profeta, il sommo mestro il quasi dio.
      Evitiamo di far lavorare l’avvocato Malvisi.
      Lui non vuole essere chiamato in modo così maleucato, così anonimo, così offensivo che lede la sua imagine.
      Lui dopo la laurea che gli ho conferito lunedì sera vuole essee chiamato anche dai suoi amici più cari solo “DOTTORE”.
      Lui è il Dottor Enrico Boni.
      Ricordalo paisa’.

      • 7 Ottobre 2015 in 21:48
        Permalink

        …i baffi?!….

  • 7 Ottobre 2015 in 14:15
    Permalink

    Devo dare atto a Mr. Velenoso circa il grande apprezzamento verso quel personaggio che io ammiro parecchio : chi lo chiama saltimbanco, chi istrione, chi buffone, chi Boni, ..ultimamente ..Dottore …
    lui, come scrivevo, oltre ad essere colto e preparato, di calcio ne mastica ; chiaramente il suo ruolo…è costruito ( ricordate Maurizio Mosca ..??? pendolino..pentolone…bombe di mercato pazzesche ..??? )
    …lui è un …giullare… che si diverte, una volta costruito il suo personaggio, a tenerlo alimentato con battute, invenzioni, travestimenti…
    sparate a decibel elevati …e con questo …tiene banco e molto viva la trasmissione …
    ..senza il giullare …non ci si diverte…( ricordo inoltre che ci sono circa 400 / 500 canali diversi nel caso in cui non piaccia….)
    ..personalmente seguo anche tv parma…e, contrariamente a parecchi, mi piace + quest anno rispetto agli anni passati…
    anche perchè.. certi ospiti fissi….alla lunga possono stancare…
    ..
    alla fin fine ..le emittenti televisive locali, si comportano come quelle nazionali….immagino che badino all’audience derivato..anche x la presenza degli sponsor che foraggiano…

    • 7 Ottobre 2015 in 15:27
      Permalink

      Mo dai. .. lasciamo riposare in pace Maurizio Mosca.
      Dobbiamo tenerci Boni? Ok, ma non diamogli patentini che non gli competono, per favore.
      Sapere quale è il limite lo può capire chiunque, anche lui infatti dopo il suo mal di pancia era andato meglio, per un paio di puntate, lo riconosco e lo dissi pure qui, si era limitato ed era stato efficace e spiritoso.. l’ultima punata no… però per l’amor di dio il mondo è bello perchè è vario, per cui se piace bene se non piace bene lo stesso o no?
      Accettate quindi le altrui opinioni senza offendere chi non condivide il vostro amore incondizionato per Boni

      • 8 Ottobre 2015 in 17:32
        Permalink

        Condivido pienamente…e,come già avevo avuto modo di scrivere anch’io, lasciamo stare Maurizio Mosca..quello si che era dottore e non proclamato sul web come boni…..

  • 7 Ottobre 2015 in 14:24
    Permalink

    Punto 2: siccome c’entra come i capperi a merenda
    conclusione : la lingua batte dove il dente duole!
    È così da sempre.. come la prima gallina a cantare ha fatto l’uovo..e così via

    Somma pena

    • 7 Ottobre 2015 in 15:22
      Permalink

      Non si dice i capperi a merenda ma i cavoli a merenda.

      Sembri una maestrina zitella che si indigna per qualsiasi cazzata e richiama e ed ha da ridire su tutto. Preferisco lo stile cafonal ma simpatico di Boni al tuo perbenismo bacchettone e stucchevole.

      • 7 Ottobre 2015 in 18:05
        Permalink

        Non avevo dubbi che anche tu preferisca ” lo stile cafonal”……

  • 7 Ottobre 2015 in 15:32
    Permalink

    Boni è uno spasso e meno male che ci sono le sue gags ad arricchire la tristezza del calcio di serie D.
    Il bello è che anche chi a parole lo detesta non può fare a meno di starlo a vedere invece di cambiare canale.

    • 7 Ottobre 2015 in 16:22
      Permalink

      Il calcio di serie D non è triste, io mi diverto molto, e non lo credevo

      • 7 Ottobre 2015 in 16:57
        Permalink

        Allora sei contenta se ci rimaniamo a lungo in serie D, visto che è divertente? Non sarà che, come diceva uno spot pubblicitario, ti piace vincere facile?
        Preferisci trionfare contro la Fortis Juventus che con la Juventus (di Torino)?

        Sicuramente la D è più tranquilla, meno stressante, più riposante … è perfetta per chi non ama le emozioni forti, il caos … forse è per questo che uno come Boni ti infastidisce per i suoi toni eccessivi.

        Quiete e moderazione, piccole misure, calcio da piccola provincia, calma e gesso … Ora conosco i tuoi gusti. 🙂

        • 7 Ottobre 2015 in 19:02
          Permalink

          Vai a czgare, ok…?

          • 7 Ottobre 2015 in 23:08
            Permalink

            Critichi Boni ma non reggi il confronto. Vedo che lo stile cafonal lo pratichi alla grande anche tu. Complimenti.

        • 8 Ottobre 2015 in 17:36
          Permalink

          Forse è che alla lunga ci si rompe a leggere critiche di poco senso e si reagisce…giustamente…

    • 7 Ottobre 2015 in 17:36
      Permalink

      Bel Bombe’ bravo. E’ quello che sto predicando io da tempo.

  • 7 Ottobre 2015 in 17:09
    Permalink

    Boni mi piace perchè eccede, perchè va fuori dagli schemi (quelli canonici da trasmissione con opinionisti per benino che mi hanno stancato).

    Boni mi piace perchè col calcio ci soffre e ci scherza, drammatizza e sdrammatizza, usa il bastone e la carota (anche se spesso prende topiche colossali e da bastonate o carote a chi non se la merita). E’ un personaggio da film all’italiana (uno di quelli come:”Febbre da cavallo”), goffo, confusionario, un po’ paraculo ed anche per questo divertente e simpatico.

    • 7 Ottobre 2015 in 17:47
      Permalink

      Dai ti promuovo “Grammi 4.800” Bravo Bel Bombè.

  • 7 Ottobre 2015 in 17:39
    Permalink

    Certo, Calcio & Calcio è uno show imperdibile e c’è il Boni mattatore ma Stadiotardini.it nella sezione commenti dà il meglio del divertimento.

    Hai le fighe di legno Paola e Cibbi, il saltimbanco Velenoso, l’obiettivo Bel Bombè, la saggezza di Mauro Morosky più tanti altri ospiti d’eccellenza (che non hanno tutte le rotelle a posto)senza dimenticare la leggenda umana che tiene in piedi questo baraccone, il super direttore Gabry Majo.

    Grazie delle risate che mi fate fare tutti i giorni ragazzi, siete i numeri uno.

    • 7 Ottobre 2015 in 17:55
      Permalink

      Alex De Rosa, ovviamente ti facciamo divertire, siamo dei provocatori, è il nostro mestiere, dobbiamo anche noi guadagnarci la pagnotta non credi?
      Volevamo sapere se la fattura con l’IVA per le risate che ti facciamo fare, dove te la dobbiamo inviare?
      Va bene il pagamento a 30 giorni o vuoi la cifra dilazionata nell’arco di tre mesi all’interesse però del 4%
      Sappimi dire qualcosa.
      Ciao.?

      • 7 Ottobre 2015 in 19:08
        Permalink

        I buoni pasto sono sufficienti? Così faresti onore al tuo maestro Enrico

      • 7 Ottobre 2015 in 19:03
        Permalink

        Ohi, ke fine avevi fatto tu? Mi sei mancato, non ti ho messo nella Lista ma ti aggiungo immediatamente! kkkkkkkkkkk

        Comunque sono serio sul fatto che siete divertenti non vi prendo in giro,.

        Gabry dovresti organizzare un cenone Stadiotardini.it come quelli che fanno su Parmafans!

    • 7 Ottobre 2015 in 18:46
      Permalink

      Beh…ognuno si esprime come può dato il suo cervello.
      con questo chiudo qui la mia esperienza su stadio Tardini. .
      divertitevi ragazzi, il mondo è vostro.

      Forza parma

      • 7 Ottobre 2015 in 18:53
        Permalink

        Io resterei
        Cmq grazie per averci arricchito
        Gmajo

        • 7 Ottobre 2015 in 18:57
          Permalink

          Non prendermi per il (culto) anche te..
          ….

          Ciao

      • 7 Ottobre 2015 in 19:07
        Permalink

        Perchè vai via? Non c’è motivo, anche io mi unisco al direttore e ti invito a rimanere.

      • 7 Ottobre 2015 in 21:12
        Permalink

        Mi dispiace molto che tu chiuda con “Stadiotardini.it ” perché condividevo tutto quello che scrivevi, e a questo punto visto il livello che ha raggiunto questo sito con il fiume in piena di insulti e prese per i fondelli di Velenoso e company, forse ti seguirò molto presto…..

        • 7 Ottobre 2015 in 22:46
          Permalink

          Dante dovresti seguire la tua Paola. Caronte ti aspetta. Non lasciarla sola, vai con lei.

        • 7 Ottobre 2015 in 23:23
          Permalink

          Paola & Dante siete troppo sensibili e permalosi per reggere la maleducazione imperante su stadiotardini. E’ una cosa veramente disgustosa, ci si insulta peggio che allo stadio. C’è persino una signorina che manda a cagare gli altri senza motivo e poi fa l’offesa. Lasciate perdere i social (dove potete trovare chi osa pensarla in modo diverso da voi) e datevi all’uncinetto. BYE BYE!

          • 8 Ottobre 2015 in 14:30
            Permalink

            Rispondo solo perchè voglio precisare che la mia “maleducata risposta” è stata per mettermi al tuo livello, altrimenti non avresti capito. È una mia caduta di stile lo ammetto, ma dopo essere stata offesa a più riprese non ne potevo più. Non mi puoi costringere a pensarla come te anche se mi dai della figa di legno. Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma non di offendere. Cito le tue parole “Paola & Dante siete troppo sensibili e permalosi per reggere la maleducazione imperante su stadiotardini” bene qui c’è il motivo per cui me ne vado. Non mi sento martire, ma decisamente di essere offesa gratuitamente non fa per me. Per cui esercito la scelta di lasciare un posto dove come dici impera la maleducazione. Come dice Moroni, ci sono 1000 altri posti dove i permalosi possono andare ed…infatti!
            Mi scuso ancora con chi fa ancora caso a queste cose per la mia infelice uscita di mandare a ca…..
            chi continuava ad offendermi non è da me, ma non intendo giustificarmi oltre.

          • 8 Ottobre 2015 in 15:42
            Permalink

            Guarda che non sono affatto troppo sensibile ed inoltre non ho mai preteso che altri la pensassero come me, ma troppa maleducazione mi disturba e l’ho detto, con questo non pretendo che le persone come te e velenoso capiscano.
            invece mi meraviglio che Majo accetti sul suo sito che invece di parlare del Parma, si scada a questo livello non rispettando gli altri interlocutori di stadiotardini.it

          • 8 Ottobre 2015 in 15:52
            Permalink

            Velenoso non è un autore di stadiotardini.it ma un semplice lettore per cui non è delegato a rispondere invece mia ad alcuno. Ancorché essendo piuttosto fastidioso…
            Comunque il sito è come un bagno, è lasciato anche alla cura di chi lo frequenta, né io posso censurare in continuazione. Mi sono spesso appellato all’intelligenza, poi dipende anche dal peso del cervello di ognuno

          • 8 Ottobre 2015 in 17:47
            Permalink

            Mi pare che siate tu e gli altri come te a cercare di emarginare e offendere chi non la pensa come voi…se poi si reagisce alle offese con qualche meritato insulto gridate allo scandalo. ..ipocriti…

      • 8 Ottobre 2015 in 09:18
        Permalink

        Infatti un ” grammi 4,8″ come sei tu Paola non può ovviamente pensare come un ” grammi 4.800″ Ciao

      • 8 Ottobre 2015 in 17:38
        Permalink

        Non mollare…come vedi sei in mia compagnia e non da sola 😉

        • 8 Ottobre 2015 in 17:43
          Permalink

          Senza Paola stadiotardini perde molto ..mi dispiacerebbe…
          io più che schierarmi dalla tua parte non posso fare…

    • 8 Ottobre 2015 in 17:39
      Permalink

      Abbiamo anche lo sfigato lingua lunga Alex de rosa ….evvai….

    • 8 Ottobre 2015 in 17:40
      Permalink

      Dovrei aggiungere anche “il leccaculo Alex de Rosa” vista la citazione di Majo… scantot…

    • 8 Ottobre 2015 in 17:58
      Permalink

      Se Alex de Rosa può prendere di mira qualcuno citandolo direttamente, che nn si lamenti se gli accade lo stesso…le regole valgono x tutti…

      • 9 Ottobre 2015 in 09:46
        Permalink

        Io lo sfotto’ lo accetto cara, poi se vuoi possiamo ancora fare quella cenetta tutti insieme. Di odio non ne porto per nessuno e il fatto tu mi abbia incluso nella gabbia di matti mi onora.

  • 7 Ottobre 2015 in 21:52
    Permalink

    Mo dai Paola lesa lì su, resta con nuetor, sta miga bader ad un sfighè che forsi al na mei vist ‘na dôna da svè.

  • 8 Ottobre 2015 in 08:27
    Permalink

    Paola, tutti sono capaci di essere SPLENDIDI davanti ad una tastiera.
    Velenoso, tu e lo stile andate d’accordo …. cmè znar ai pèrsegh.

  • 8 Ottobre 2015 in 08:32
    Permalink

    Grazie Alex De Rosa ….. sai…data la veneranda ( e venerabile ) età…un pò di esperienza e saggezza si sono acquisite ..
    credo si possa scrivere e disquisire ( di calcio in questo caso ) senza insultare nessuno, senza la pretesa di essere condivisi…
    ognuno la vede a modo proprio, come in qualsiasi altro tema, …a volte, leggendo commenti su partite, mi chiedo quale gara diversa abbia visto il giornalista in questione…
    ..divertiamoci col Parma….non prendiamoci troppo sul serio….
    ..ciao a tutti …

    • 8 Ottobre 2015 in 11:51
      Permalink

      Bravo Mauro,
      qui si scrive per divertimento! Se c’è chi se la prende per poco, o prende tutto con la puzza sotto il naso, o è troppo schizzinoso, costui rovina il divertimento suo e degli altri.
      Chi si indigna davanti alle butade o esternazioni di Boni non ha il giusto spirito e si perde un sano divertimento da apprezzare con leggerezza. Peggio per lui!

    • 8 Ottobre 2015 in 17:57
      Permalink

      Allora va bene dare delle fighe di legno a destra e a manca a qualcuno che non ha offeso nessuno? Questo è disquisire di calcio “senza offendere nessuno”? Bene io ho risposto al tuo amico Alex de Rosa dandogli dello sfigato lingua lunga e leccaculo…. Vediamo quanto ci mette a lamentarsi dandomi della maleducata e a rincarare la dose…..

      • 8 Ottobre 2015 in 19:24
        Permalink

        Grandissima cibbi hai fatto bene a cantargliele, ma ho paura che alcuni non capiranno di quanto sono ignoranti e purtroppo la storia continuerà….

        • 8 Ottobre 2015 in 19:53
          Permalink

          Fin quando poi non mi rompo le scatole del tutto e chiudo il sito

          • 8 Ottobre 2015 in 21:44
            Permalink

            Sarebbe un vero peccato!

          • 8 Ottobre 2015 in 22:10
            Permalink

            Sì, ma questa piega non piace neppure a me. Capisco che non ci sia più niente da dire, per fortuna, ma questo impoverimento intellettuale del sito lo trovo fastidioso. E’ tutto il contrario di quel che desideravo fosse lo spazio commenti.

        • 8 Ottobre 2015 in 21:57
          Permalink

          Pensa che basterebbe un minimo di forma nell’esprimere le proprie idee perché i cosiddetti permalosi (tra i quali non ho problemi a mettermi anch’io) evitassero di lamentarsi ed essere “bacchettoni”… Ma essere ragionevoli e equilibrati non è da loro… D’altronde preferiscono le provocazioni e i provocatori…proprio come il loro idolo Boni…

  • 8 Ottobre 2015 in 21:38
    Permalink

    No, non devi chiudere il sito perchè uno sfigato dà delle fighe di legno (che ne sa poi lui…mah) alle due gradite donne che scrivono su stadiotardini. E tutti gli altri che invece accettano il dibattito anche se a volte un po’ aspretto? Per colpa di uno o due punisci tutti? Ma bannalo e stop, co vet adrè su, diretor

    • 8 Ottobre 2015 in 22:10
      Permalink

      Come dicevo a cibbi mi duole questo impoverimento. Forse la funzione di stadiotardini si è esaurita

      • 8 Ottobre 2015 in 22:34
        Permalink

        No, non credo che sia esaurita, se certe persone si limitano a parlare di calcio, senza sparare sentenze insultando e provocando, ci sono tante cose da dire sul Parma e secondo me è bello discutere educatamente esprimendo la propria idea anche quando non corrisponde a quella degli altri senza avere la presunzione di imporre ad ogni modo la propria…..

        • 8 Ottobre 2015 in 23:16
          Permalink

          Eh ma pare che parlare di calcio li annoi…preferiscono seguire l’esempio di Boni…li diverte di più del buon vecchio Parma…e dire che pareva si volessero strappare i capelli quando il Parma è sprofondato in D…ma arriva Boni e puff il Parma diventa nulla al confronto… 😐

        • 8 Ottobre 2015 in 23:18
          Permalink

          Cmq condivido pienamente ogni tua singola parola…!

      • 8 Ottobre 2015 in 22:41
        Permalink

        No direttore…un modo deve pur esserci perché si possa convivere civilmente su questo sito!

          • 8 Ottobre 2015 in 23:22
            Permalink

            Hai ragione…e chi ne abusa fa anche proseliti facilmente, purtroppo, rischiando di rovinare l’ “ambiente”… Un po’ di sano limbo dove schiarirsi le idee -scendendo dal piedistallo su cui si è messo da solo- forse gli farebbe bene

    • 8 Ottobre 2015 in 22:40
      Permalink

      Bannare chi esagera (magari x un certo periodo a mó di lezione) non mi pare una brutta idea!
      Cmq la mia impressione è che, non solo Boni da alcuni è considerato un modello di intelligenza calcistica e un “comico” spassoso (proprio xche spara cavolate a raffica e alza i toni fino all’esasperazione), ma diventa addirittura un esempio da seguire e fa “proseliti” a volontà anche in questo spazio commenti….questo è davvero grigio e triste…non Paola o io xche abbiamo il coraggio di manifestare idee differenti!
      Tante lamentele sul comportamento dei vari Ghirardi, leonardi manenti e taci solo pochi mesi fa e poi ci scanniamo tra noi x delle cazzate simili…x difendere Boni che magari otterrà anche un compenso economico x le balle che spara…mah…..

    • 9 Ottobre 2015 in 09:51
      Permalink

      Pencroff devi sapere che io sono stato attaccato per primo dalle due signorine che hanno sentito lesa la loro femminilità da un post generalista che avevo scritto su Boni. Se poi il fatto di essere signore le autorizza A fare ciò che vogliono senza conseguenze allora meglio essere bannati tutti è tre me compreso

      • 9 Ottobre 2015 in 12:56
        Permalink

        Attaccato da me?!?!? Avevi dato della figa di legno a lorenzo e poi siamo venute a catena io e Paola! Se l’espressione fighe di legno non mi piace lo dico,caro mio,anche se a te danno fastidio le critiche (di cui invece sei tanto prolifico verso gli altri) e se l espressione (solo inizialmente) non era riferita a me… O adesso esprimere le proprie idee non si può più? ! Noi facciamo ciò che vogliamo?! Xche tu no?! Ma ti leggi prima di postare i commenti?!
        Più ti arrampichi sugli specchi meno diventi credibile nel tuo cercare di giustificati….
        ma si…banniamo anche me (Paola purtroppo si è già tolta da sola)…cosi restano solo i tuoi amichetti nello spazio commenti con nessuno che osa contraddirli…

      • 9 Ottobre 2015 in 13:15
        Permalink

        Vogliamo parlare di chi davvero puo dire tutto cio che vuole? Il tuo amico Velenoso -ad es- insulta costantemente tutti quelli che hanno idee diverse dalle sue ma naturalmente è il re dello spazio commenti…nn è da bannare…xche la pensi come lui!
        Non è che per caso hai qualche problema nel raffrontarti con chi.non la pensa come te,soprattutto se sono donne e non sono oche?! E automaticamente diventano fighe di legno solo perche ragonano con la propria testa e x questo danno fastidio…Pare proprio che sia così da come ti sei sentito immediatamente offeso dai ns interventi (educati e composti) e hai reagito insultando, dimostrando molto acume e tatto… Se poi ti dà fastidi ricevere risposta con la stessa moneta,evita di iniziare tu ad offendere!!! Fai pure la vittima adesso…..mi conforta solo che le persone di buon senso si accorgono di chi ha ragione e di chi ha torto…del.parere degli altri nn mi interessa…
        io la chiudo qui xche non vale la pena disquisire oltre con chi ha pregiudizi e è evidente che preferisce parlare con un pubblico maschile perché le donne vanno bene x altro…se poi nel mondo reale incontri solo fighe di legno (quelle vere!) non chiederti il perché!!!

      • 9 Ottobre 2015 in 13:23
        Permalink

        Mi è venuto un dubbio e voglio chiarire: se x caso hai creduto di essere tu il destinatario di certi miei commenti in cui parlo di “limbo”, hai preso un grosso abbaglio…quello che fa proseliti e viene seguito dalle pecore come fosse un pastore è un altro…..

  • 8 Ottobre 2015 in 22:30
    Permalink

    No

  • 8 Ottobre 2015 in 22:51
    Permalink

    Io non credo si sia esaurita la funzione di Stadio Tardini……”.fortunatamente” pare finita l’epoca in cui in ogni spazio commento si poteva trovare un potenziale scoop, però in determinati articoli e facendo un po’ di cernita tra i commentatori si possono trovare ancora cose interessanti…

  • 8 Ottobre 2015 in 23:00
    Permalink

    Il mio “no” era diretto alla chiusura del sito, non agli interventi successivi (ndr)

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI