IL BORSINO DOPO IL SETTIMO TURNO, di Mauro Moroni

(Mauro “Morosky” Moroni) – Clodiense 0 – Parma 3… 6 vittorie, un solo 1/2 passo falso, 19 punti, 18 gol fatti e solo 2 (su rigore) subiti; ruolino importante che conferma, fin qui, forza e valori della squadra impostata per vincere il campionato di serie D. Solo dopo aver incontrato Ribelle, Forlì e Lentigione, dopo la 10 giornata del girone d’andata, 1/4 di campionato ed in attesa del turno infrasettimanale di coppa, si potrà redigere un primo bilancio iniziale, punti e posizione in classifica, stato della squadra, gol fatti / subiti, problematiche, criticità. Impegni futuri, una disamina attenta e lucida sul percorso iniziato ed un primo consuntivo parziale su quelli che sono risultati, aspettative e programmi prefissati.

Oggi, dopo sette turni di campionato, mentre anche gli ultimi arrivati, a corto di preparazione, stanno piano piano arrivando al top della forma fisica, si è delineata quella che è la squadra base, con il modulo caro a “Gigi” e con i 18/20 uomini che ruotano, avvicendandosi, tra campo e panchina.

Le scelte fatte dalla società, rosa ampia – ad oggi 28 elementi -, sono cautelative e proiettate al futuro (i numerosi giovani, si auspica di valore, potrebbero diventare linfa vitale per la squadra e proiettarsi con essa verso alti traguardi): il rischio, se di esso si può parlare, è quello di fare ammuffire in panchina o, peggio, in tribuna, numerosi elementi che potrebbero trovare poco spazio; penso che anche questo fattore sia stato preventivamente valutato e tenuto in considerazione da quelli che , ritengo, siano dirigenti oculati e lungimiranti.

La partenza, in termini di gioco e di risultati, è stata più che positiva, la squadra sta bene fisicamente, ha sempre il pallino del gioco in mano e detta supremazia territoriale, fino ad ora, contro ogni avversario; il mister, con la determinazione ed il puntiglio, a costo di sembrare pignolo, sta cercando di ottimizzare risorse umane, schemi, automatismi e colmare le poche lacune viste fino a questo momento.

Volendo cercare il pelo nell’uovo si potrebbero abbozzare le cose da perfezionare:

schemi su calcio d’angolo e punizione indiretta: con i numerosi colpitori di testa che abbiamo è stato segnato un solo gol (Musetti) in amichevole col Pontedera.

maggior protezione ai centrali nelle azioni di contropiede avversario possibilmente non lasciando mai il difensore nell’uno contro uno ma cercando sempre di supportare il medesimo con il raddoppio nella marcatura; questo punto non coinvolge solo i 2 centrocampisti (anche se a loro, oggi come oggi, nulla si può imputare ) ma anche altri giocatori che si integrano e si muovono in campo con grande affiatamento e sintonia, sia in fase di costruzione sia in fase di recupero palla.

squadra sempre corta e compatta, mai allungata e sfilacciata, uomini e reparti sempre vicini x migliorare le fasi e la tempistica dei passaggi ravvicinati tra reparti.

Le pagelle

COTTICELLI: paga l’inesperienza in coppa, due uscite a terra (una x tempo) da migliorare in tempestività e lettura dell’azione… Vado ? non vado ? Primo gol incolpevole, sul secondo gol doveva leggere meglio la traiettoria … Lavoro ed impegno…anche guardando, e sbagliando, si impara…

FALL: la lieta novità di domenica, l’esordio del senegalese classe 1997 dopo il tesseramento e l’amichevole di Felino: si sussurra che il guru Fulgoni abbia visto ancora giusto. Il ragazzo ha dimostrato in amichevole reattività e movenze agili, con la Clodiense non è stato mai impegnato seriamente ed ha palesato, in un paio di circostanze, la tranquilla sfrontatezza dei suoi 18 anni…benvenuto a corte boy…

ZOMMERS: Kristaps il gigante, “mastro lindo bionico”, domenica ha riposato dopo la settimana di nazionale lettone: dal suo arrivo ad agosto ha fatto progressi enormi, 3 paratone salva gol nei momenti finali e l’ordinaria amministrazione sbrigata con sicurezza e personalità. Ccon davanti quei due granatieri si sente molto ben tutelato

MESSINAADORNI: ordinaria amministrazione sulle fasce, senza grosse sbavature; il primo più abbottonato in difesa, Lorenzo più intraprendente in sganciamento: da una sua imperiosa percussione in area è arrivato il fallo da rigore decisivo per il risultato di coppa. Deve migliorare nei cross dal fondo: a fine allenamento, da solo, gli si faccia fare 25/30 discese dalla trequarti con relativi cross in area…

SAPORETTI: nasce centrale difensivo ma, visto chi c’è davanti, il mister lo sta facendo studiare da terzino: pur non avendone il passo né la gamba sta facendo il suo con buone prestazioni e comunque garantisce buona copertura dietro

RICCI: Giacomo da Livorno è diventato il jolly prezioso in quanto ha già ricoperto 3 ruoli in modo egregio: dopo aver siglato un pregevole gol alla seconda di campionato , ieri ha confezionato di prima intenzione l’assist per l’incursione centrale di Corapi conclusa con il gol del vantaggio..grande passo e ritmo, sia da terzino sia da esterno avanzato…

CACIOLI & LUCARELLI: Luca il “guerriero”, al fianco del “sommo capitano”, fa parte della coppia di centrali + forte del campionato e sarà uno di quelli che ci accompagnerà in serie B ; fortissimo di testa, anche se di piede ruvido, ha l’esperienza e la posizione per proteggere il fortino ed aiutare gli esterni. Ale, “IL CAPITANO”…ci sarebbero molteplici parole x definirlo…parla la sua carriera, la sua storia, la sua umiltà, accompagnate da tecnica sopraffina, grinta, impegno e lucidità…IMMENSO

CORAPI: “ ciccio CORAPINHO “ centrocampista centrale, uno dei due perni di mezzo, uomo squadra …forse quello dotato di maggior tecnica e visione di gioco: alterna l’ appoggio corto in apertura al lancio lungo sempre molto preciso…ieri ha coronato il suo splendido inizio di campionato con un gran gol, frutto di un’azione tutta di prima e di una sua iniziativa verticale, senza palla, andando a dettare il passaggio in profondità….classe…gamba e cuore….inamovibile

GIORGINO: “codino Giorginho”, il gemello di Francesco Corapi, il motore e polmone della squadra, non solo corsa ma tanto fosforo, giocate semplici, appoggi sempre puliti, un altro vero uomo squadra che ci porterà in serie B…testa alta, grinta, lucidità e calma olimpica in ogni frangente ( alla bisogna, pure nelle vesti di centrale difensivo oltre che nelle situazioni tattiche di palla inattiva a favore )

SIMONETTI: uno dei giovani emergenti ; lo avevo rilevato e scritto dopo averlo visto nelle gare amichevoli: gioca da grande regista.. ragiona lucidamente, appoggia, lancia senza timore di sbagliare, da equilibrio e sostanza nonostante la giovane età…avrà le sue chances per mettersi in mostra

MIGLIETTA: alla presentazione della squadra in Pilotta non c’era ancora; non ho potuto dirgli che, (dopo averlo visto giocare ), nel mio centrocampo ideale con CORAPINHO & GIORGINO… avrà un ruolo strategico notevole: esperienza e fosforo al servizio dei compagni, gran senso tattico, giocate sempre palla a terra e.. in verticale ..”IL SIGNORE DEI PASSAGGI” come Xabi Alonso…e ieri ha fatto pure gol ( non proprio la sua specialità ): appoggiarla in porta non è stato difficile, il punto chiave è stato.. essere li, in quel momento, considerato che è un centrocampista centrale…

RODRIGUEZ: non ha ancora esordito ma voglio spendere due parole x questo atleta 20 enne italo/uruguagio: classico centrocampista dotato di tecnica e visione di gioco, piedi buoni e struttura fisica da corazziere…davanti a lui ci sono dei big ma il mister saprà ritagliargli spazio e partite, ha le carte in regola x arrivare ( in serie B con noi…)

VIGNALI: ala vecchio stampo, come non ce ne sono quasi +; a volte mi è sembrato troppo innamorato del pallone oltre che del suo dribbling ubriacante…pure lui ha davanti molta e brava concorrenza…continua ad allenarti duro e usa bene la tua grandissima velocità…forza Andrea

MELANDRI: lo preferisco a destra, guizzante e veloce, svelto anche a tirare…ha sciorinato una serie di ottime prestazioni con rendimento sempre molto alto.. rapporto corsa, gol, impegno ..elevatissimo

BARAYE: boom boom Baraye..da lui, visto il biglietto di presentazione dei dirigenti, mi aspetto molto di+: il suo ruolino di marcia in fatto di gol è ottimale ma ho pure visto azioni pregevolissime poi vanificate dall’ultimo inutile dribbling a discapito del compagno libero meglio piazzato; significativo, sul dischetto del rigore, il gesto di Yves che ha “scippato” il pallone dalle mani di Lauria.. designato al tiro; si gioca con e per squadra.. nel gruppo…e, nell’ambito di questi, i singoli bravi giocatori fanno vincere …

LAURIA: Fabio “ la pulce…da Napoli nel segno dei grandi numeri 10 da lui ammirati; non sto qui a sindacare se deve giocare titolare o avvicendarsi , io so che Fabio fa gol, ha la cosiddetta “castagna”, da dentro, dal limite e da fuori area… tanti tiri, 4 gol.. tante perle una + bella dell’altra…e tira bene punizioni e rigori….

GUAZZO – LONGOBARDI – MUSETTI.. Matteo, sta ancora cercando la condizione fisica migliore e l’affiatamento col gruppo: dotato di buona tecnica ed esperienza, darà una mano al reparto x confezionare assist e gol utili alla causa . Cris “ATTILA”, il solito enorme contributo in fatto di lotta, corsa, spizzate, protezione palla e capacità di tenere la squadra alta.. facendo salire i compagni…mi aspetto qualche tiro in porta in + e, ovviamente, gol pesanti…se non saranno i miei previsti 18…mi accontenterò di 14…non dimenticando i 4/5 assist gol già confezionati ….RICKY cuor di leone MUSETTI ha ripreso dopo l’infortunio, si è mosso bene nell’amichevole infrasettimanale e…ci sarà bisogno pure del suo contributo in termini di tiri e di gol.. da quello che è il primo marcatore ufficiale del PARMA CALCIO 1913….auguri Riccardo..bentornato

SOWE: la + bella sorpresa della giornata di coppa, 18 anni, baby Mousa Balla nato in Gambia, velocissimo, agile, devastante, una scheggia che ha sempre tagliato la difesa avversaria in 2: ha iniziato con 2/3 sprint sulla corsia mancina, in area ha poi effettuato un sombrero di sinistro con immediato tiro al volo di dx senza lasciar cadere il pallone.. un numero di classe che il portiere ha neutralizzato con un gran colpo di reni; nel secondo tempo è stato imprendibile portando scompiglio a velocità supersonica e procurando 3/4 palle gol per i compagni di reparto : una lieta novità da aiutare a crescere …benvenuto boy ..

X gli altri ragazzi, atleti non citati…auspico ci sia spazio pure x voi, x le vs aspirazioni e carriere da iniziare e/o proseguire….allenatevi sodo e ..non mollate mai …il lavoro paga sempre…

…da Coverciano (campetti di Via Zarotto) è tutto …forza Parma …avanti tutta …

..pensiamo …..alla Ribelle e poi….vediamo di che pasta sono fatte le altre…

….con passione….e simpatia per i crociati…..

Mauro “Morosky” Moroni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

15 pensieri riguardo “IL BORSINO DOPO IL SETTIMO TURNO, di Mauro Moroni

  • 13 Ottobre 2015 in 07:41
    Permalink

    Giorgino è un po’ il nostro Busquets per come stoppa l’azione avversaria e fa ripartire la nostra.

  • 13 Ottobre 2015 in 08:18
    Permalink

    Paragone azzeccatissimo….sempre nei giusti termini di rapporto / categoria…gli calza a pennello…
    ..il classico centrocampista tuttofare, onnipresente, che recupera, cuce, e appoggia sempre palla ed azione…max a due tocchi…quindi sveltisce la manovra…

    • 13 Ottobre 2015 in 11:35
      Permalink

      Secondo me è Meglio NON fare i Paragoni

      Anzi uno deve Essere Valutato sul Campo

      E durante gli Allenamenti Settimanali

      Per Fortuna ke ki li Valuta sono Grandi Professionisti

      FORZA PARMA

  • 13 Ottobre 2015 in 08:59
    Permalink

    Il ritorno dei trofei si può vedere poeticamente come un cerchio che finalmente si chiude …una metafora su Parma Calcio 1913 …creata dagli stessi architetti Scala, Minotti, Apolloni ecc. ecc. … che furono i responsabili di quei fatti, vincendo i primi trofei. Adesso loro sono qui, un’altra volta lavorando con l’eccellente progetto della rinascita del Parma..

    • 13 Ottobre 2015 in 10:18
      Permalink

      Ora bisogna soltanto ricomprare il marchio legato alla storia delle coppe, cioè quello del Parma AC.

      Il Parma FC dei butrigoni ladroni lasciamolo pure alla curatela.

      • 13 Ottobre 2015 in 11:12
        Permalink

        concordo con Alex..

        PARMA A.C. !!!

        a proposito del F.C. (Fallimento Certificato)
        Adriano Galliani è indagato dalla procura di Parma nell’inchiesta per il crac / fallimento..
        Leonardi a bordo campo domenica scorsa..
        any comments?

  • 13 Ottobre 2015 in 10:20
    Permalink

    Galliani indagato per il crac del Parma Calcio. Avrebbe comprato Paletta sottocosto indebolendo il nostro patrimonio.
    Dai che forse il nostro fallimento ha scoperchiato un grumo di interessi neri.

    • 13 Ottobre 2015 in 12:18
      Permalink

      Forse scoperchiano pure il pentolone Infront.. cosi magari a brescia (e non solo) tornano sulla terra

  • 13 Ottobre 2015 in 10:35
    Permalink

    bellissimo articolo Mauro, ottima analisi ed importanti spunti di riflessione, complimenti!

    sono curioso di vedere all’opera Rodriguez (che non ho visto neppure in allenamento) ma dal video su youtube sembra un nuovo Veron.. che impressione ti ha fatto a Collecchio?

    su Baraye (grandissimo), riguardo l’episodio del rigore in coppa, ritengo non si siano rispettate gli ordini di scuderia, non sò quanto sia giusto, c’è da dire che, sembra regnare la pace nello spogiatoio pertanto Lauria (pago dei gol segnati) ha chiuso un occhio.. ma bisogna ascoltare sempre il mister, o no?

    sui portieri: Zommers, Fall, Cotticelli, Ciotti.. 4 (e tutti under, credo) non sono forse troppi?

    ciao e grazie,
    Savo

  • 13 Ottobre 2015 in 15:36
    Permalink

    A me personalmente Rodriguez è piaciuto parecchio…
    la prima volta l’ho visto a Colorno nella seconda amichevole credo…e poi a Felino, giovedì scorso…..( nel mezzo credo fosse infortunato ….)
    è del 95….non so in che categoria abbia giocato prima….
    testa alta…piedi buoni…cerca sempre l’ appoggio o il lancio ben calibrato per aprire l’azione…sbaglia poco e ha un fisico ottimamente strutturato…vista la stazza fisica …sembrerebbe un lento ….ma ha una sagacia tattica elevatissima…oltre ad un grande senso della posizione…
    ..
    sul rigore di Baraye…Fabio Lauria, visto che gli è stato chiesto ( avrebbe prob…fatto tripletta..) glie lo ha concesso….gratificandolo del gol…che per il ragazzo deve essere come una “droga”…
    ..
    capitolo portieri….spero x loro che possano giocare con gli iuniores…altrimenti …tanta tribuna ….
    …il talent scout del portieri..Fulgoni…avrà detto la sua e i tecnici / dirigenti avranno soppesato il da farsi…
    .. sembra che Fall abbia già scavalcato le precedenti gerarchie…
    ..per il resto…
    ..
    diffiderei parecchio della Ribelle…..unica squadra ( anche se pure noi eravamo in formazione molto sperimentale…vedi centrali difensivi assenti ) che ci ha segnato su azione….ricordo nel secondo tempo…prima del pareggio ..un paio di contropiedi velocissimi …
    da non sottovalutare….ne hanno 2/3 agili, giovani e velocissimi ..
    occhio …
    ciao savo
    mauro

  • 13 Ottobre 2015 in 23:07
    Permalink

    Caro Moroni, scrivi bene ma trovo stucchevoli i tuoi paragoni dei nostri pur volrenterosi giocatori con i vari Pirlo, Cabrini, Busquez. Che gioco è? Se non ci sono i cavalli si fanno trottare le trottole? Opinione personale veh, che vale per quel che vale

  • 14 Ottobre 2015 in 10:42
    Permalink

    Buongiorno …premetto che rispetto la tua come le altre opinioni…
    ..sono perfettamente a conoscenza che questa squadra è in serie D con la maggior parte dei giocatori da serie C…o limitrofi…
    ..
    il gioco dei paragoni è solo nella mia penna…nel mio immaginario…giusto x rendere l’idea di come vedo io il calciatore…in proiezione …… negli ultimi 7/8 anni, e parlo di centrocampisti, …mi ricordo di aver visto..tra serie B e serie A …i vari…
    ..Musacci, Lunardini, Valdez, Valiani, Lucas, Modesto…lo stesso Jorquera..
    …mi voglio sbilanciare….Corapi e Giorgino ….per come li ho visti io…avrebbero potuto benissimo giocare come hanno giocato costoro…e alla grande….anche se la serie A è molto diversa…
    ..questo..visto il giocatore sul campo..
    tutti gli altri aspetti …vita privata, allenamento, plusvalenze, morose celebri, ecc ecc …non mi competono…e non mi interessano…
    ..ecco quanto…
    ..
    segnalo anche come Candreva e Pellè, qui erano fischiati e bistrattati….ora…sono titolari in nazionale…
    ..
    Cacioli cosa ha in meno di Paci ????
    ….
    la differenza sta ..nella fortuna..nei procuratori magnaccioni…e..se sei nel giro o no..
    Padoin…come fa ad essere nella juve..?
    figlioccio di Conte..vedi Atalanta…Siena…ecc ecc …
    ..

    ciao Pen….ci sentiamo ..

    morosky

    • 14 Ottobre 2015 in 13:24
      Permalink

      Beh Morosky, da quanto visto finora Giorgino e Corapi sono giocatori che non sfigurerebbero in B quindi il paragone con Musacci, Valiani e Lunardini ci stanno…

      Però considero di un altra categoria (almeno nei loro anni migliori) Valdes, che nel primo anno a Parma ha fatto ottime cose, e Modesto.

      Jorquera lo prenderei a pedate tutt’ora, solo in Grecia poteva fare bene.

      Paci invece lo considero un giocatore sfortunato, ha sempre giocato titolare in squadre disastrate come lo era la nostre ai tempi o nel Novara quando se ne è andato da noi nel 2011 e rovinosamente retrocesso.

      Cacioli lo considero ampiamente superiore a Felipe per esempio, altro super raccomandato cappellaro che non giocherebbe bene manco in Eccellenza.

  • 14 Ottobre 2015 in 17:25
    Permalink

    Caro Morosky, debbo anmettere che la tua replica esprime competenza calcistica, superiore alla mia, quindi non contesterô più i tuoi paragoni, che comunque possono essere un gioco anche divertente. Perdonami. A pensarci bene ho peccato anch’io quando correvo in auto (non professional, intendiamoci), anche lì i paragoni tra noi si sprecavano, addirittura mi accostavano a Villeneuve (Gilles), anche perchè facevo un gran casino e vincevo poco o niente. Ritraggo la prima pietra…

  • 15 Ottobre 2015 in 11:37
    Permalink

    Grande Pen ..tranquillo… i ns. piccoli dibattiti calcistici sono frutto di pareri…di come ognuno di noi vede le cose…
    ..vedi…abbiamo coinvolto nel discorso pure Alex…che in larga parte è d’accordo con me…
    purtroppo questo mondo….dorato per pochi… è un circo in cui ruotano parecchi artisti…
    proprio stamani ho letto la storia di Sowe…il ns. giovane Moussa Balla…
    … è similare a quella di Masina ….terzino 21 enne del Bologna, tunisino…arrivato da piccolo in Italia….senza madre….con un padre non proprio al top del ruolo di genitore…
    dopo aver girovagato tra istituti e case famiglia…tramite i genitori adottivi e, con le sue sole forze….è arrivato in serie A…
    ed ora si sta affacciando all undr 21..
    sono belle storie…vere…pulite…da ammirare..
    ..
    questi si che hanno ….voglia …fame….grinta….
    e mi fermo qui…non voglio scivolare nella retorica nè..nel sociale…
    ..
    voglia …fame…grinta….
    la ferma determinazione di provare a fare tutto il possibile per cercare di ottenere qualcosa nella vita…
    partendo da situazioni ambientali…sociali ed economiche ….pessime…
    ..
    .. questo mondo, come il resto, non premia sempre i migliori…
    non sfondano sempre i + bravi…
    certo, di tuo devi avere e mettere molto…
    ma sai quanti ragazzi bravi ci sono tra serie D e serie C …???
    …quando vedo acquistare stranieri ( non importa la provenienza nè il colore ) qualsiasi che poi si rivelano bufale o pacchi grossolani…
    penso sempre al fatto che ci sono dei canali che consentono alle società di portare fuori soldi all’estero…
    ..
    pabon ?? .lucas souza ..?? … ampuero ?? …mastriani…??
    …. che fine hanno fatto ???
    ..
    ciao …alla prox…

    morosky

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI