giovedì, Aprile 18, 2024

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

13 pensieri riguardo “NEVIO SCALA E IL CALCIO BIOLOGICO DEL PARMA CALCIO 1913 A REPORT (RAI TRE), IN UN SERVIZIO DI PAOLO MONDANI (video)

  • Una curiosità: Nevio è poco appariscente come da personaggio, ma interagisce e si consulta mai con la squadra?

  • grande nevione 6 un uomo cn le palle, noi nn abbiamo bisogno di nessuno noi siamo il parma e basta. INFRONT= schifo del potere calcio…..

  • Bravo Nevio 🙂

  • Gianfranco

    A titolo di curiosità e statistica, alla settima giornata del campionato corrente, il Parma ha gli stessi punti (19) che ha totalizzata al termine della stagione scorsa (al netto delle penalizzazioni), ed ha già realizzato lo stesso numero di vittorie (6).

  • PasqualeDv

    Salve direttore, ma l’offerta di Infront a cosa si riferiva? Infront in sostanza gestisce e vende i diritti tv ma già li ha presi Sky per il Parma. Cosa mi sfugge?

    • Più che altro era un discorso inerente la concessionaria di pubblicità (G sport era stata acquisita da Infront nei mesi scorsi): il Parma Calcio 1913 ha scelto di gestirsi in proprio. Il discorso dei diritti tv non c’entra, dal momento che la LND ha ceduto i diritti collettivi a Sky.

      Nei giorni scorsi un autorevole quotidiano aveva inserito ERRONEAMENTE il Parma tra le squadre in orbita Infront. La notizia, ovviamente, era sbagliata anche perché con il fallimento del vecchio Parma era decaduto ogni tipo di vincolo anche la concessionaria G sport (nel frattempo acquisita da Infront).

      Preciso anche che nel servizio di Report, incidentalmente, Scala, ha risposto a una domanda a bruciapelo del giornalista Paolo Mondani che esulava dal contesto di una intervista lunga quanto una partita di calcio in cui si ricordavano i bei tempi andati (Nevio ha vinto qualcosina in più della sola Coppa delle Coppe) e si pensava al futuro. L’inviato dovendo evidentemente completare il proprio reportage su Infront ha utilizzato proprio quel piccolo spezzone.

      Cordialmente

      Gmajo

  • Nevio Scala è il simbolo di questo Parma. Ha carisma, educazione, competenza, simpatia, onestà intellettuale è INOLTRE biologico, insomma un presidente fantastico. Ve l’immaginate Corrado come presidente ?…..BBBRRRR

  • vecchia guardia

    Per me’ e’ piu forte questa squadra di quella che ha giocato l’anno scorso in serie a.

    • Esagerar miga

    • Sono diverse le avversarie… ma se dobbiamo valutare la fame di vittoria e la volontà di sudare sette camicie correndo dietro alla palla ti do ragione: quelli dell anno scorso nn erano motivati e quindi figurano più scarsi rispetto ai “leoni” che ci sono in campo quest’anno

  • Con quattro innesti mirati, questa squadra con questo allenatore, con questo presidente, con questi tifosi, con i campi più larghi e con questi giocatori il prossimo anno, si può vincere il campionato di serie C. Certo, i migliori dovremo tenerceli e valorizzarli poi in serie A. Mi sa tanto che Pera che sta giocando da schifo nel Porto Tolle, si sarà già mangiato le mani. Ben gli sta.

  • Nevio dia anche qualche consiglio ad Apolloni essendo Nevio stato un ottimo allenatore ma lo fa in modo soft com’è giusto ché sia e per questo è ancora più carismatico.

I commenti sono chiusi.