PARMA CALCIO FEMMINILE / 18.10.2015, LA DOMENICA PERFETTA di Cristina Romanini con le foto di Enrico Calzati (Getty Images)

DSC00138(Cristina Romanini, foto dal campo di Enrico Calzati, Getty Images per parmacalcio1913.com) – Esiste veramente, la domenica perfetta, quella dove succede tutto quello che desideri o perlomeno buona parte? Perché se davvero esiste, per noi ragazze del calcio femminile targato Parma calcio 1913 sicuramente domenica 18 ottobre può essere stata una di quelle. La dirigenza ci fa un regalo straordinario: giocare nello stadio della nostra città, in quel Tardini che fino a sei mesi fa vedeva Tevez, Higuain, Buffon, Totti e poi Fantanonio, Vidal e Lucarelli. Oggi di quella bella esultanza_1°_goal_1027compagnia è rimasto solo il nostro capitano, ma per noi calcare un manto erboso così famoso è un insieme di orgoglio e novità. La giornata è particolarmente autunnale, ma siamo talmente entusiaste che oggi potremmo correre anche  una maratona. Appena entriamo in campo esplode la selfie mania, abbiamo tutti i cellulari in mano e sembriamo più una scolaresca in gita che una squadra di calcio, Marco (l’allenatore) sopporta pazientemente che ciascuna di noi si immortali davanti alla curva o in panchina. Arriva anche la squadra avversaria, a _MG_1059ricordarci che siamo lì per giocare una partita, ma l’atmosfera magica che ci circonda aleggia ancora su di noi e sembriamo tanti bambini in un negozio di giocattoli oggi il nostro entusiasmo è inarrestabile. Poco prima del fischio d’inizio arriva con la sua consueta serenità in nostro presidente Nevio Scala pronto finalmente a guardare anche una nostra partita (guarda il video con il suo discorso cliccando qui). Lui che in questo campo ha portato la mia squadra del cuore in serie A, in Europa e  a pochi passi dallo scudetto ci guarda e esultanza_2°_goal_1104dichiara che nei nostri sguardi, ma soprattutto nei nostri sorrisi vede la vera passione per questo sport….sicuramente un calcio biologico. Non ci sono diecimila spettatori, ma  i 400 appassionati che hanno deciso di passare la domenica mattina con noi non si annoieranno.  Pronti via e siamo già in vantaggio, tirocross di Fragni che Scollo con un maldestro rinvio trasforma nella prima rete per noi. Fragni le prova tutte per segnare, ma ci riesce solo al 45′ quando su una _MG_1257verticalizzazione di Bandini salta Scollo e senza esitazione infila Righi in uscita.  Nel secondo tempo tra i cambi entra una ricciolona con lo sguardo da bambina,  a cui bastano due azioni per diventare la beniamina del pubblico. Giulia Rossi ha solo 17 anni, un sinistro che è mortalmente pericoloso, tanta voglia di giocare, ma anche tanta strada da fare. Lei non conosce la parola arrendersi, lotta su tutti i palloni e arriva per due volte sottoporta, ma complice una parata d’istinto di Righi non riesce a segnare. Ci provano anche Botti, Spagnolo e Pizzola, poi poco prima dello scadere arriva anche _MG_1361l’occasione per  Minari: batti e ribatti al limite, lei che segue l’azione e si trova sul dischetto del rigore: basterebbe una cara vecchia puntata, si proprio quella che è considerata l’anticalcio, quella che usano solo gli amatori del sabato pomeriggio di mio fratello, quella per cui ogni allenatore passa ore per insegnarti come non farla….ma i piedi di MariaElena sono nati fatati e si rifiutano da anni di calciare in porta in modo così _MG_1413grossolano e così il suo tiro stilisticamente perfetto è stilisticamente parato da Righi….La mia domenica adrenalinica non è ancora terminata, c’è un’altra partita da guardare, ma soprattutto ci sono loro, le coppe vinte dal Parma  che simbolicamente la società riconsegna alla tifoseria e ci sono i ragazzini delle giovanili del Parma a portarle, loro che non ricordano nulla di quelle stagioni, indossano anche le maglie dei giocatori che le hanno vinte. Ho il grande privilegio di poter toccare e fotografare quelle coppe e ritornare agli anni d’oro _MG_1203quando a San Siro abbiamo vinto la coppa UEFA e a Wembley la coppa delle Coppe, ma arrivano gli steward: è tempo di tornare con i piedi per terra, entrano i giocatori e inizia il secondo tempo di una partita di un banalissimo campionato di serie d, mi chiedo come sia stato possibile, ma poi sento i boys cantare..”non importa la categoria, perché tu sei la squadra della vita mia…” e ritorna ad essere la mia domenica perfetta. Cristina Romanini, foto di Enrico Calzati, Getty Images per parmacalcio1913.com

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

SERIE C FEMMINILE / DA PARMACALCIO1913.COM L’EMBED ALLA TELECRONACA INTEGRALE DI PARMA-CORREGGESE 2-0 DI ILARIA MAZZONI E CRISTINA ROMANINI E LA FOTOGALLERY DI PALESE E REPETTI

SERIE C FEMMINILE / LA FOTOGALLERY AMATORIALE DI PARMA-CORREGGESE 2-0

Guarda il video emozionale: “Parma calcio 1913 femminile al Tardini”

Guarda il video emozionale: “Parma calcio 1913 femminile, il discorso di Nevio Scala”

SERIE C FEMMINILE / PARMA CALCIO 1913-CORREGGESE 2-0 (FINALE ) – La cronaca live a cura di Andrea Concari

PARMA CALCIO 1913 FEMMINILE / BONI: “HO VISTO UNA SQUADRA MOLTO BEN MESSA IN CAMPO, CON UN BUON GIOCO. BRAVO LIBASSI” – Video intervista di Alessandro Dondi

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

16 pensieri riguardo “PARMA CALCIO FEMMINILE / 18.10.2015, LA DOMENICA PERFETTA di Cristina Romanini con le foto di Enrico Calzati (Getty Images)

  • 19 Ottobre 2015 in 22:00
    Permalink

    Io non avevo ancora capito che il Parma partecipavano campionato senza l’obbligo di vincere, stasera Carra me lo ha spiegato bene…. Complimenti alle grandi ambizioni…..sono senza parole…

    • 19 Ottobre 2015 in 22:09
      Permalink

      Se vuoi anche tu andare a tifare il Fiorenzuola troverai una bella compagnia con la quale trovarti bene…

      Caro mistificatore, cosa avrebbe mai detto Carra? Perché io sono qui in studio con lui e non mi pare che abbia detto nulla contro la logica. Del resto chiunque di buon senso sa che non si possono vincere tutte le partite. E ammetterlo significa essere realisti, non dei perdenti.

      • 19 Ottobre 2015 in 23:07
        Permalink

        Toh guarda guada che Majo ha tovato uno che dice più corbellerie di me………..e non era facile.

    • 19 Ottobre 2015 in 23:33
      Permalink

      Forse intendeva di non vincerle tutte, com’è normale che sia.

  • 19 Ottobre 2015 in 22:32
    Permalink

    Direttore scusi ma se non dichiariamo apertamente che la serie d la dobbiamo vincere per forza, ma soprattutto per debito verso questa atmosfera magica, mi dica poi quando diranno che vinceremo il campionato. Sarò illuso ma credevo che fosse il minimo, lo capirei di fronte ad una serie b questo realismo…

    • 19 Ottobre 2015 in 22:34
      Permalink

      I campionati si vincono coi fatti e non coi proclami o con le magie

      • 19 Ottobre 2015 in 23:16
        Permalink

        I campionati si vincono quando chi li gioca li vuole vincere.Certo immaginatevi, se non vncessimo il campionato sarebbe il fallimento completo del calcio a PARMA e a questa società e a questo calcio biologico non crederebbe più nessuno.Ci sarebbe però la scorciatoia del ripescaggio perché a differenza di quest’anno, i primi ripescati saremmo noi. Se domenica non si dovesse vincere…….mamma mia li turchi

        • 19 Ottobre 2015 in 23:21
          Permalink

          L’importante è vincere la guerra, non una battaglia. E sarebbe meglio evitare autolesionistico fuoco amico…
          Cmq il parma calcio 1913 non mi pare che abbia mai dichiarato di voler perdere il campionato…

          • 19 Ottobre 2015 in 23:42
            Permalink

            Bravo MAJO ottima risposta.
            NOi dobbiamo vincere la guerra.
            Ma se la guerra si dovesse perdere….NON SI SALVERÀ NESSUNO.
            TUTTI PRIGIONIERI.

          • 19 Ottobre 2015 in 23:44
            Permalink

            E lei guiderà il plotone d’esecuzione, ovviamente…

          • 20 Ottobre 2015 in 15:20
            Permalink

            Non posso come Santo vivente guidare il plotone di esecuzione. se no che santo sarei?
            Mi da del lei?
            Ai santi si da del tu.

  • 19 Ottobre 2015 in 22:54
    Permalink

    Dichiaro tutta la mia distanza da gente come ‘sto Ghirardi grazie, uomo triste e che sicuramente non ha mai praticato sport .

  • 19 Ottobre 2015 in 23:20
    Permalink

    Vorrei sapere quando può giocare Sowe.Secondo me,questo è un fenomeno meglio di Baraye..Domenica dobbiamo vincere altrimenti lAltovicentino fa il sorpasso

  • 20 Ottobre 2015 in 00:34
    Permalink

    Grazie a Cristina e alle ragazze per le emozioni che hanno regalato.
    Vederle giocare con la loro gioia e la loro voglia di dare tutto quello che avevano all’insegna del fair play e dello sport sano mi ha trasmesso una sensazione di gioia, felicità e serenità che da tempo non provavo vedendo o vivendo direttamente una partita di calcio.
    Dispiace solo che i gruppi del tifo organizzato non abbiano dimostrato maggior presenza, l’avreste meritata tutta! E gli stessi tifosi avrebbero imparato una bella lezione sullo sport pulito.
    Mi auguro di rivedervi presto al Tardini, e spero di riuscire a seguirvi a prescindere in altre occasioni.
    In bocca al lupo per le prossime gare.
    Ciao da Andrea Concari

    • 20 Ottobre 2015 in 12:27
      Permalink

      E’ vero!!!
      Basta anche solo guardarle in fotografia, sono sempre sorridenti, trasmettono sensazioni positive!!!
      Un grandissimo in bocca al lupo!

  • 20 Ottobre 2015 in 16:31
    Permalink

    Tutto questo è dato dal fresco entusiasmo di chi gioca per sport, per divertirsi, per vincere ma..nella sana realistica consapevolezzza di essere in un calcio “diverso” da quello esasperatamente professionistico ( e non mi riferisco alla squadra maschile..naturalmente.. )
    le ragazze si allenano due volte alla settimana…lavorano, studiano, accudiscono i figli, e, per loro, giocare al Tardini…seppur vuoto, visto l’orario e la giornata uggiosa…è stato un autentico evento magico…
    ..
    ho vissuto quel momento, ragazzino 14 enne, in anteprima di una partita di serie C…. ci sembrava un miracolo, ci sentivamo calciatori, era uno spettacolo …avere un pubblico…sono piccole grandi cose che ..lasciano il segno..soprattutto se giochi nella squadra della tua città..
    bei ricordi ..

    morosky

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI