PARMA CALCIO FEMMINILE / QUATTRO GOL AL PIANORO E SONO QUATTRO VITTORIE IN QUATTRO PARTITE…

(Cristina Romanini) – Una domenica dal sapore speciale per i tifosi parmigiani: la trasferta più corta della nostra storia moderna, a Brescello per un derby che colora di gialloblù via Mantova e il piccolo comune di don Camillo. Per noi ragazze invece trasferta a Bologna contro un Pianoro che, sulla carta, non rappresenta un’avversaria temibile. Per me una trasferta ancora più lontana, a Roma perché noi ragazze lavoriamo quasi tutte e questo week end di ferie lo avevo programmato ben prima che il Parma calcio 1913 entrasse nella mia vita. E così una domenica anomala, ma quando hai il cuore crociato alle 14,30 inizia un’altra vacanza con buona pace del marito non tifoso…I maschi a Brescello sono facilmente rintracciabili, mio fratello dal Morelli mi aggiorna in diretta come farebbero FedericaBandini-750x330Ciotti e Ameri e già sul finire del primo tempo abbiamo il risultato in cassaforte. Da Bologna le notizie arrivano mentre  passeggio in una affollatissima piazza Navona, è Fede Bandini a portarci in vantaggio e a raddoppiare dopo poco. Fede gioca a calcio da sempre e a soli 23 anni è già una veterana, domenica scorsa era uscita dal campo tra gli applausi, ma con un grande rammarico: non aver segnato al Tardini, oggi ne segna due e anche se per lei il Tamburini di Bologna non è proprio lo stesso palcoscenico, per me è sempre gol ed esulto in silenzio. Nella ripresa il mister fa tutti i cambi, ma i gol di Spagnolo e Boselli indicano proprio che ho una squadra fortissima e chiunque sale vale come chi scende. Verso la fine dell’incontro entro al Pantheon e vista la sacralità del luogo devo obbligatoriamente spegnere il filo che mi lega al Parma….e quando torno connessa è finita: a Bologna come a Brescello il Parma calcio 1913 esce dal campo con i tre punti e la testa della classifica. Terminata la partita inizia la ricerca ai risultati delle avversarie perché se Milan e Juve si rintracciano facilmente, trovare Altovicentino (partita sospesa, per noi in attesa del recupero inizia una minifuga veramente) e soprattutto San marino femminile (vittoria anche per loro quindi primato in coabitazione… sigh) è una piccola impresa. Tra una telefonata e un messaggio aggiorno la classifica, poi in un negozio vicino alla Fontana di Trevi vedo, tra le sciarpe della Roma e delle squadre di serie A, anche quella del Parma.. Vorrei spiegare al commesso com’è che siamo finiti a giocare contro il Lentigione, ma poi penso ai 1500 tifosi che erano al Morelli e a noi ragazze che con orgoglio indossiamo la maglia crociata ogni domenica… questa è la vera passione!

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.