ANCHE IL PARMA CALCIO 1913 NELLA NUOVA ALLEANZA PUBBLICO-PRIVATA DI GIOCAMPUS. FERRARI: “ASSIEME AGLI ALTRI STAKEHOLDERS LAVOREREMO PER FARLO DIVENTARE UN BENCHMARK NAZIONALE”

giocampus(Comunicato Stampa) – La nuova Alleanza Educativa pubblico privata del progetto Giocampus si è presentata ieri alla città di Parma con una conferenza stampa in Municipio. Gli storici partner hanno dato il benvenuto ai nuovi soggetti privati, che da oggi si aggiungono all’unico attore privato e co-fondatore di Giocampus, Barilla G. & R. Fratelli, che da oltre 10 anni affianca Comune di Parma, Università degli Studi di Parma, Coni-Comitato Regionale Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna e Cus Parma in quella grande sfida che è Giocampus .

Fondazione Cariparma, Unione Parmense degli Industriali, Parma Calcio 1913, Ilger.com ISP & Cloud Vendor, X3Energy, Perfume Holding, Impresa Pizzarotti & C. S.p.A., Poliambulatorio Dalla Rosa Prati e Face Studio Dott. Renato Cocconi & Partners sono i nuovi importanti player, che hanno scelto di impegnarsi nel progetto per far sì che Giocampus continui a migliorarsi ogni anno come eccellenza non solo per Parma ma, su più larga scala, anche a livello nazionale. Grazie ai nuovi ingressi sarà infatti potenziata in primis la ricerca scientifica – condotta dal Comitato Scientifico di Giocampus – saranno inoltre migliorati gli strumenti erogati e, non da ultimo, saranno potenziate le leve di comunicazione e delle relazioni tra Giocampus e gli Stakeholder del territorio.

A fare da capofila Fondazione Cariparma che ha scelto di sostenere e accompagnare l’Alleanza Educativa in tutte le fasi decisionali ed operative: «Le tematiche della formazione e dell’educazione sono al centro dell’attività di Fondazione Cariparma – spiega il Presidente Prof. Paolo Andreiil progetto Giocampus, rivolto al benessere delle giovani generazioni, si distingue per i suoi specifici percorsi di educazione motoria e adeguata consapevolezza alimentare».

Anche Unione Parmense degli Industriali ha proprio come scopo quello di rappresentare e di tutelare gli interessi delle imprese associate. L’Unione, come interlocutore privilegiato dei vari Enti ed Associazioni che operano sul territorio, interviene su progetti ad alto impatto sociale come Giocampus, uno strumento fondamentale per portare il contributo di tutta l’imprenditoria allo sviluppo e al benessere dell’intera comunità.

«Giocampus rappresenta uno dei “prodotti” di eccellenza del Sistema Parma” – prosegue il Presidente di Unione Parmense degli Industriali Alberto Figna – e uno straordinario investimento sul futuro, su una società che sappia promuovere la giusta integrazione fra l’informazione consapevole sulle necessità di un’alimentazione corretta, e stili di vita in cui l’attività fisica aiuti a raggiungere un ottimo equilibrio psicofisico. Per questo l’Unione Parmense degli Industriali non poteva non condividerne appieno il progetto e l’evoluzione futura».

Di fondamentale importanza per Giocampus è lo sport, lo spirito di squadra e la determinazione: gli stessi valori condivisi dal Parma Calcio 1913, che anch’esso ha scelto di giocare a fianco dell’Alleanza Educativa.

«L’Alleanza Educativa Giocampus è un progetto di assoluta eccellenza espresso dal nostro territorio, che accompagna le future generazioni offrendo loro una fondamentale esperienza di formazione, gioco, sport e amicizia – commenta Marco Ferrari (Vice Presidente Parma Calcio 1913)sono i medesimi valori che ispirano la rinascita del Parma Calcio, particolarmente attento anche allo sviluppo e alla crescita dei nostri ragazzi nel Settore Giovanile. Abbiamo quindi aderito all’iniziativa con convinto entusiasmo e ci mettiamo a piena disposizione come partner per fare crescere ulteriormente Giocampus nei prossimi anni, lavorando tutti insieme per farlo diventare un benchmark anche a livello nazionale».

L’allargamento dell’Alleanza Educativa rende il progetto ancora più potente e radicato nella città di Parma e per la sua comunità, tutti insieme per sostenere con professionalità e responsabilità il modello di welfare community che da anni accompagna i ragazzi della nostra città per tutto il corso dell’anno grazie alle sue tre fasi: Scuola, Neve ed Estate.

Il Comitato Scientifico prosegue nel suo lavoro di monitoraggio ed evoluzione del protocollo e della didattica che ha reso Giocampus negli anni un vero e proprio modello educativo riconosciuto a livello nazionale e internazionale.

Tutti gli interventi

Vice Sindaco Nicoletta Paci

«Il progetto Giocampus nella sua globalità – afferma la vicesindaco Nicoletta Paciè un tratto distintivo di Parma, un fiore all’occhiello della città, un simbolo di come si possano fare bene cose che purtroppo lo Stato, con le sue sole forze, non riesce a garantire. Per questo l’Amministrazione lo ha sempre sostenuto e si sente pienamente partecipe sapendo di fare così un grande regalo ai ragazzi di Parma. Mi fa molto piacere che l’Alleanza Educativa si estenda a nuovi partner, anche perché un rinnovato e più ampio interesse è il segnale più chiaro della vitalità di una proposta educativa di primaria importanza per la città ma capace di proiettarsi anche ben oltre i confini di Parma».

Università degli studi di Parma – Rettore Loris Borghi

«L’allargamento dell’Alleanza educativa a nuovi partner privati è un’ulteriore testimonianza della qualità di Giocampus, che ormai costituisce un punto di riferimento indiscusso per le famiglie del territorio ma anche un progetto “apripista” in ambito non solo nazionale: un progetto nel quale il contributo anche scientifico dell’Università è, credo, significativo. Ora, ancor più di prima, si può davvero dire che tutto il territorio si raccoglie attorno a Giocampus e ai suoi valori: dall’educazione alla socialità al rispetto delle regole, dall’apprendimento di corretti stili di vita al mangiar sano e al benessere in senso lato. L’adesione dell’Ateneo al progetto è sempre più convinta: su tutto questo l’Università di Parma c’è e ci sarà sempre».

Barilla G. & R. Fratelli – Roberto Ciati Direttore Relazioni Scientifiche e Sostenibilità

«L’ingresso dei nuovi partner porta ad un arricchimento dell’Alleanza grazie a nuove idee, ad un confronto più ampio e a risorse che rafforzeranno sempre più il progetto in qualità e in nuove attività, fattori che da sempre Barilla persegue nel suo modo di operare».

Ilger.com ISP & Cloud Vendor – Federico Germi CEO

«Uno dei pilastri fondamentali per la crescita dei nostri bambini è sicuramente lo sport inteso come modello di vita e, al tempo stesso, un autentico “campo di educazione” a temi come il rispetto, l’integrazione, la salute, il benessere, i valori sociali, il vivere comune. Partnership fortemente voluta da ilger.com con l’obiettivo di supportare l’iniziativa Giocampus attraverso una sincera collaborazione.

Ilger.com con sede a Parma è operativa dal 1998 e offre soluzioni tecnologiche e servizi ad aziende ed enti pubblici di qualunque dimensione. Specializzata nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico, nell’ambito della Unified Communication & Collaboration, viene considerata dagli addetti ai lavori uno dei carrier maggiormente accreditati ed affidabili a livello nazionale».

X3Energy

«X3Energy è oggi una realtà solida, un global energy partner sia di importanti aziende nazionali che di Piccole e Medie Imprese – racconta Giovanni Baroni (Fondatore X3Energy)i servizi di X3Energy vanno dalla fornitura di energia elettrica e gas, all’efficientamento energetico e soluzioni per la mobilità sostenibile e metano. Parma ne è la sede operativa, ma anche il luogo in cui professionisti e idee si sono riuniti e sono cresciuti, con un obiettivo comune. Proprio per l’attaccamento al territorio e, soprattutto, per l’impegno di risorse e competenze al fine di migliorare la qualità della vita, l’azienda aderisce all’Alleanza di Giocampus. Giocampus rappresenta il progetto di welfare più condiviso della città e X3Energy ha scelto di contribuire alla sua crescita perché crede nella costante innovazione e nell’opportunità di dare ai giovani formazione e stimoli che si riflettano nell’adulto del domani».

 

Impresa Pizzarotti & C. S.p.A.

«A nome dell’Impresa – racconta Enrica Pizzarottiposso dire di aver accolto con entusiasmo la possibilità di un nostro coinvolgimento al progetto Giocampus, progetto che già abbiamo sostenuto a favore dei figli dei nostri dipendenti e di cui condividiamo totalmente gli obiettivi che sono stati fin ad ora perseguiti e che hanno dato sicuramente risposte tangibili. Confidiamo inoltre nel fatto che il nostro apporto come quello di altre realtà radicate sul territorio possa contribuire a rendere ancora più forte quell’identificazione in un progetto così importante per le famiglie e le future generazioni coinvolte».

 

Poliambulatorio Dalla Rosa Prati – Guido Dalla Rosa Prati

«Giocampus è un bellissimo modello di alleanza pubblico-privata, protesa all’educazione ed alla formazione delle nuove generazioni. L’educazione motoria e psicofisica, insieme a quella alimentare, sono certamente i pilastri portanti per una corretta e sana crescita della popolazione. Ritengo sia un dovere morale e civile destinare impegno e risorse per il bene della comunità.  Giocampus è un esempio straordinario da imitare e da replicare possibilmente anche in altre iniziative di alleanza pubblico- private affinché la nostra comunità ed il nostro territorio possano guardare serenamente verso un futuro più solido e migliore».

 

Face Studio Dott. Renato Cocconi & Partners – Renato Cocconi

«Giocampus rappresenta una opportunità per le migliori realtà cittadine di esprimere il proprio impegno etico e sociale, interagendo con le istituzioni pubbliche a creare un “Modello Parma” a cui tutti possano fare riferimento per la gestione dei giovani. Un investimento concreto: sociale, economico e scientifico di cui Parma potrà andare orgogliosa».

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 pensieri riguardo “ANCHE IL PARMA CALCIO 1913 NELLA NUOVA ALLEANZA PUBBLICO-PRIVATA DI GIOCAMPUS. FERRARI: “ASSIEME AGLI ALTRI STAKEHOLDERS LAVOREREMO PER FARLO DIVENTARE UN BENCHMARK NAZIONALE”

  • 12 Novembre 2015 in 19:42
    Permalink

    Parma Calcio 1913 si lega sempre di più alla città. Ben fatto!

  • 12 Novembre 2015 in 20:20
    Permalink

    Mo co el al bencmarching?

  • 12 Novembre 2015 in 20:53
    Permalink

    mi a conos al bec ed fer,saral compagni ?

    • 13 Novembre 2015 in 12:37
      Permalink

      Sperèma ad no!

  • 13 Novembre 2015 in 10:28
    Permalink

    Buon giorno direttore,
    bella iniziativa, davvero interessante!
    Leggo pure che Il comune sponsorizza una parte del progetto.
    Vorrei iscrivere mio figlio, vorrei capire quanto mi costa,
    se fosse un prezzo accessibile volentieri!
    Mi da qualche dritta a chi devo contattare?
    Grazie dell’aiuto.

I commenti sono chiusi.