UN LUOGO INCERTO (TINTO DI ROSA…), di Luca Tegoni / PER AMORE, SOLO PER AMORE, MI RITROVO AL TARDINI A VEDERE LA MIA PRIMA PARTITA DI CALCIO FEMMINILE…

IMG-20151129-WA0014(Luca Tegoni) – Per amore, solo per amore, mi ritrovo al Tardini, Tempio di un tempo incerto. Appena sotto di me, oltre le sedie vuote si riscaldano, prima della partita, anzi giocano e ridono, le ragazze della Federazione Sammarinese arrivate con la corriera da 25 posti, o giù di li, che mi fa ricordare i tempi delle gite scolastiche con torpedone Fontana. Io qui, incuriosito per la mia prima volta ad assistere il calcio femminile, con le orecchie incuffiettate per ascoltare, via Chiesa, la diretta di Delta Rovigo – Parma, attento a trascrivere i nomi delle ragazze crociate in campo.

Parte l’inno folk, affluisce gente, qualche centinaia di persone, che si siede sulla Petitot. San Marino in testa alla classifica per aver disputato una partita in più rispetto alle Crociate che inseguono anch’esse avendole vinte tutte. San Marino pericolosa per via dell’attacco con media reti per partita doppia rispetto alle nostre.

Campionato di serie C di calcio femminile. Si parte con un cospicuo ritardo di sette o otto minuti. Le ragazze di Libassi, allenatore del Parma, non stanno nella pelle e sono tutte festose, quelle fuori ad applaudire quelle ormai schierate in campo.

Dalla radio, in quel di Rovigo, novità interessanti, Corapi trequartista, Simonetti a far coppia con Giorgino in mezzo, Benassi che va sulla fascia destra, Guazzo di punta, Baraye fuori e dentro Lauria.

È il decimo quando odo di un goal mangiato dal Guazzo, avvistato venerdì verso sera su una Graziella “evolution” dopo esser uscita dal Village Feltrinelli.

Anche le ragazze sfiorano il goal con Bandini che entrata in area da sinistra non riesce a calciare in porta con pericolosità. Comunque bene in campo, dopo i primi minuti, il Parma prende il sopravvento in campo e le avversarie riescono a manovrare solo in contropiedi che però non hanno mai esito positivo. Ottima la linea difensiva con le centrali che esibiscono sicurezza nell’anticipare oppure recuperare sulle attaccanti avversarie, per lo più la numero 9. Annoto una bella disinvoltura nel tocco del pallone.

Le “titaniche” hanno pure il conforto di cori ultras con direttore d’orchestra canonicamente con le spalle rivolte al campo intento a dettare ritmi ai quattro tifosi, quattro.

Improvvisamente, la voce incredula nelle cuffie segnala il vantaggio del Parma a Rovigo, pare gollonzo di Guazzo.

Replicano le ragazze crociate, da sinistra parte un traversone che finisce in mezzo all’area del San Marino e viene allontanato da un colpo di testa della difesa. La palla, però, viene raggiunta da Pizzola che entrata in area da destra scaglia la palla incrociando il tiro che finisce, verso il palo lontano, nella rete, vanificando il tuffo della portiera. Vantaggio meritato del Parma.

Dalla radio rotolano le rrrrrrrrrrrr perché Lauria segna su rigore, assegnato per un intervento falloso su Guazzo. Due a zero per il Parma a Rovigo

Per pochi minuti le nostre giocano in dieci per un infortunio al terzino sinistro, ciononostante, una bella manovra delle nostre ragazze porta al raddoppio. Bandini riceve il pallone nel centrocampo e con bella intuizione lo lancia in avanti, nel corridoio dove si infila Arrigoni, a velocità doppia rispetto alle avversarie e, più o meno dal centro dell’area anticipa l’uscita del portiere con un tocco sotto che sorvola la sagoma della portiera e termina in rete. Festa grande, entusiasmo alle stelle, tutte s’abbracciano come sorelle.

C’è modo di farsi notare anche dalla nostra portiera Lusignani che effettua una parata difficile distendendosi in tuffo alla propria destra per smanacciare un bel tiro del numero 9 di San Marino che si era ben liberata nella nostra area. Mini reazione delle nostre avversarie che si mantengono nei pressi della nostra area negli ultimi cinque minuti senza però essere particolarmente pericolose.

Bella partita giocata dal Parma che esibisce una netta supremazia tattica, con le giocatrici sempre molto disciplinate a rispettare le proprie posizioni in modo che tutto l’assetto rimanga sempre in equilibrio. La supremazia è anche tecnica con giocatrici che con la palla ai piedi riescono a saltare l’avversaria e con belle giocate di prima a liberare la corsa delle compagne. Condizioni fisiche notevoli per ragazze che hanno a disposizione pochi allenamenti alla settimana.

Nel secondo tempo, le nostre entrano con cinque minuti di anticipo dimostrando una grande sicurezza e voglia di giocare. A Rovigo giocano già.

Inizio del secondo tempo e Arrigoni indovina una gran palla che, Pizzola, con grande velocità, raggiunge e, in prossimità dell’area piccola cerca di indirizzare sotto la traversa ma, per poco, rimane alta. Buono l’inizio e il Parma comincia a pressare le avversarie già nella loro area. Intorno al quarto d’ora San Marino ha una buona occasione ma da dentro l’area piccola, la loro attaccante destina il pallone a lambire esternamente il palo alla destra di Lusignani.

La partita diventa più combattuta per la necessità di San Marino di andare a segno. Il parma si chiude un po’ ma è in grado di ripartire velocemente con i suoi esterni, in particolare Pizzola, inesauribile anche se un po’ imprecisa in fase conclusiva. Ottimo centrocampo che copre bene tutto il campo. San Marino ce la mette tutta, in particolare con la numero 9.

Rotola varie volte anche la r di Baraye, la radio dice 3. Parma chiude la partita con il Delta. Tre a zero.

Le ragazze non concretizzano un’altra incursione di Pizzola e concludono la partita mantenendo il vantaggio maturato nel primo tempo.

imageGrande gioia al fischio finale (guarda il video). In fila dal campo, tenendosi le mani, corrono incontro agli applausi del pubblico in piedi e sento, nella mia memoria, versi di Saba che le festeggiano.

Non per amore ma per divertimento sarà la prossima occasione. Luca Tegoni (foto dal sito ufficiale www.parmacalcio913.com)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

SERIE C FEMMINILE / PARMA-FED. SAMMARINESE 2-0 (finale) – Il video dell’esultanza verso la tribuna

E ANCHE LE RAGAZZE CROCIATE ALL’INTERVALLO SONO SUL 2-0 NEL BIG MATCH CON LA FEDERAZIONE SAMMARINESE – Il video dell’Aida all’ingresso in campo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “UN LUOGO INCERTO (TINTO DI ROSA…), di Luca Tegoni / PER AMORE, SOLO PER AMORE, MI RITROVO AL TARDINI A VEDERE LA MIA PRIMA PARTITA DI CALCIO FEMMINILE…

  • 30 Novembre 2015 in 03:01
    Permalink

    Double completato sul San Marino! 😀

    • 30 Novembre 2015 in 09:14
      Permalink

      Sono due san marini diversi. Le girl hanno affrontato la federazione sammarinese, i maschietti il san marino

  • 30 Novembre 2015 in 13:00
    Permalink

    Mi scuso con le ragazze del Parma per un errore nella descrizione del secondo goal. il lancio per Arrigoni è stato di Vallante e non di Bandini.

I commenti sono chiusi.