VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese / ROMAGNA MIA, STORIA DI UN MITO E MITO DI UNA STORIA. QUELLA DI SECONDO CASADEI

(Luca Savarese) – Dal Vangelo Secondo Casadei. 1954, estate. La Germania si è appena aggiudicata il suo primo Mondiale sconfiggendo in finale i mostri tecnici degli ungheresi di allora. La guerra è passata da un decennio e l’Italia, vuole cantare. Anche in Romagna non scherzano. Tra un sorso di sangiovese ed un morso di piadina, compongono ed arrangiano. Secondo ha quarantotto anni, è nato a Sant’Angelo di Gatteo il primo aprile del 1906 (che strano è nato il primo e si chiama secondo…) Amava recarsi ogni tanto in riviera, come racconta nei suoi diari, dove scopriva le novità: qui vide la prima batteria moderna ed il primo saxofono e persino dei canti che fuoriuscivano da un secondo_casadeiimbuto di cartone, quello che si sarebbe poi affermato come megafono. La sua Maria, divenuta nel frattempo sua moglie, crede tanto in lui e nella sua musica. Secondo grazie ai genitori, fini sarti, fa vestire elegantemente le sue orchestre, che girano per tutta la Romagna. Ha un contratto con la Fonit di Milano, sul primo lato si nota il brano Nuvolari. Passano gli anni, ma non la sua musica ed il suo amore per la Maria, alla quale dedicò parecchie canzonette. Si arriva al 1954, il musicista nel frattempo opera per conto imagedell’etichetta Voce del Padrone. Ecco nascere, per merito delle voci di Fred Mariani ed Arte Tamburini Romagna mia, un successone che portò in giro per il mondo il cuore pulsante della Romagna. La sua orchestra è in festa, addirittura Radio Capodistria, dall’altra parte dell’Adriatico, radio jugoslava in lingua italiana, trasmette il pezzo. Negli anni 50 Secondo incise quasi 600 brani. Roba da numero uno, altro che Secondo. Il liscio e la sua orchestra fanno il giro dello stivale: più di 365 concerti all’anno, quasi uno al giorno, anzi di più perché alla domenica, mentre sui campi si giocava, Secondo ed i suoi cantori, suonavano al pomeriggio ed alla sera. Si vive e si canta, si canta vivendo. Il successo è un vortice che va gestito bene, e per questo Secondo, dal 1960 si fa affiancare anche dal nipote Raoul. Anno 1967, i due fondano “L’orchestra spettacolo Secondo e Raoul”. I sessanta stanno giungendo al termine, Secondo grazie all’intercessione di Vittorio Salvetti, approda in Rai al Festivalbar. Nel 1971 Secondo fu convocato nel cielo per suonare, senza fine, la sua musica. La bacchetta passa alle mani di Raoul che ne porta avanti la storia ed i ritmi. Secondo non c’è più, la sua Romagna mia prosegue che è un piacere. Sperando che oggi il Romagna Centro, non le suoni al Parma. Luca Savarese

LE PRECEDENTI PUNTATE DI VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese

1^ puntata: Arzignano (06.09.2015)

2^ puntata: Villafranca (13.09.2015)

3^ puntata: Borgo San Lorenzo (16.09.2015)

4^ puntata: Valdagno (20.09.2015)

5^ puntata: Budrio-Mezzolara (27.09.2015)

6^ puntata: Correggio (04.10.2015)

7^ puntata: Chioggia Sottomarina (11.10.2015)

8^ puntata: Cervia Milano Marittima (15.10.2015)

9^ puntata: Forlì

10^ puntata: Brescello

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

7 pensieri riguardo “VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese / ROMAGNA MIA, STORIA DI UN MITO E MITO DI UNA STORIA. QUELLA DI SECONDO CASADEI

  • 1 Novembre 2015 in 03:01
    Permalink

    Spettacolo!

  • 1 Novembre 2015 in 09:16
    Permalink

    Domsni giorno dei morti BONI ci sarà o tutto sarà grigio e spento?
    Come santo l’accogliero’ in paradiso ma BONI non può morire.
    Ormai ci eravamo abituati a questo mattatore saltimbanco
    Un teleducato senza BONI è come una donna senza f _ _ a
    Parma senza teleducato è come stadiotardini.it senza Majo.

  • 1 Novembre 2015 in 09:24
    Permalink

    Se Teleducato sparisce perché calcio e calcio più non viene spostato su TV PARMA al posto di Bar sport?
    Bar sport è di una noia pazzesca, quasi nessuno la guarda.
    Bevono mangiano e dicono cazzate
    Mettiamo Angella e Boni su Bar sport per fare impennare l’audience IN MODO. SPAVENTOSO
    Vedendo Bar sport viene voglia di dormire anche se non hai sonno.

  • 1 Novembre 2015 in 09:34
    Permalink

    Mangiamoci questa piadina! 😀

  • 1 Novembre 2015 in 11:46
    Permalink

    Spero Majo che le puntate dì calcio e calcio non siano sul suo sito MAI CANCELLATE perché queste grazie a Boni sono CULT

  • 1 Novembre 2015 in 11:47
    Permalink

    Ma perché Tv Parma al lunedì fa la solita fola del bar sport e al giovedì mette Boni e Angella?

  • 1 Novembre 2015 in 12:38
    Permalink

    Logorrea?

I commenti sono chiusi.