BARAYE, STAVOLTA, HA ESULTATO: “E LO FARO’ ANCORA ANCHE SE DOVESSI ESSERE ARRABBIATO…” Video

(Ilaria Mazzoni) – La domanda è inevitabile, dopo essersi laureati campioni d’inverno con due giornate di anticipo: il campionato è già finito? Anche a Yves Baraye è stata, ovviamente, posta questa questione, ma lui, dal canto sua, rimane con i piedi ancorati a terra affermando che, al contrario, la parte più difficile sarà nel girone di ritorno. Come Domenica scorsa anche oggi il crociato è riuscito a mettere la palla in rete, ciò che, però, è cambiato è stato il modo di esultare: oggi ha fatto di corsa tutto il campo per andare sotto la curva Nord e gioire con i tifosi gialloblù. Ci confessa che, d’ora in poi, anche se sarà arrabbiato, sarà questo il suo modo di gioire ad una segnatura. Ci spiega come Apolloni gli abbia parlato spiegandogli che deve tenere un atteggiamento tranquillo in modo da non perdere la concentrazione, perché, persa quella, il suo rendimento risulta essere inferiore alle sue potenzialità. Ci svela che anche Capitan Lucarelli gli ha consigliato di pensare solo a giocare e a divertirsi, cercando di ignorare anche i tentativi di innervosirlo da parte degli avversari. Consigli, questi, che sta cercando di mettere in pratica.

A proposito di goal, sono nove, dopo quella di oggi, le reti segnate dal giocatore, che, però, afferma di non avere un obiettivo reti da raggiungere: l’importante è farsi sempre trovare pronti quando il mister chiama e segnare sempre il più possibile.

Si discute, poi, del fatto che non abbia una posizione stabile in campo durante la partita, ma lui risponde che gli piace muoversi e scambiarsi, per lui è molto stimolante, anche perché gli piace andare alla ricerca del pallone.

Conferma, successivamente, l’impressione che la maggior parte degli spettatori ha avuto di una squadra molto concentrata e determinata nella prima frazione mentre, nella seconda, si è un persa; Baraye ci dice che non hanno gestito al meglio il risultato e che non sono stati bravi a concretizzare le occasioni che hanno avuto di implementare ulteriormente il vantaggio. Gli si rivolgono, nel finale, i complimenti per la bella prestazione, condita non solo da una fase offensiva ma anche di copertura; risponde che, quando si diverte a giocare, può fare di tutto, compreso scattare per raggiungere ed aiutare la difesa come oggi. Speriamo, quindi, che Yves si diverta sempre più. Ilaria Mazzoni

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI YVES BARAYE DOPO PARMA CALCIO 1913 -RAVENNA 3-2 – riprese di Geremia Negri

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “BARAYE, STAVOLTA, HA ESULTATO: “E LO FARO’ ANCORA ANCHE SE DOVESSI ESSERE ARRABBIATO…” Video

  • 6 Dicembre 2015 in 19:37
    Permalink

    Ha segnato ma Baraye non ha resistito e si è avvicinato alla curva nord e ha detto
    “TIFOSO DEL PARMA TI AUGURO BUON NATALE”
    ma come al solito nel frastuono i tifosi hanno capito
    “TIFOSO DEL PARMA SEI UN MAIALE”
    Baraye è ancora assetragliato negli spogliatoi, ha paura a uscire dallo stadio per paura d’essere menato.

    • 6 Dicembre 2015 in 19:53
      Permalink

      Che ridere.

    • 7 Dicembre 2015 in 13:27
      Permalink

      Sei patetico e senza speranza…vergogna mai eh?!

  • 7 Dicembre 2015 in 09:54
    Permalink

    Tutta la squadra ha lavorato, e bene, in fase di non possesso, soprattutto nel primo tempo. Non solamente Baraye. Per esempio, ho visto un Corapi eccezionale anche quando doveva sporcare il gioco degli avversari, non solo quando doveva rifinire il vostro.

  • 7 Dicembre 2015 in 13:28
    Permalink

    Bravo Baraye…giocatore importantissimo x il parma

I commenti sono chiusi.