IL COLUMNIST / L’ESERCIZIO DELLA RIMONTA RICHIEDE CAPACITA’ DI LOTTA, QUELLO DELLA FUGA CAPACITA’ DI GOVERNO. E FARE OPPOSIZIONE, SI SA, E’ ASSAI PIU’ SEMPLICE…

(Luca Russo) – Premessa: la serie D è assai meno complicata e contorta dalla serie A. Non lo si può negare. Pertanto, se si è quasi al giro di boa e in massima serie, la seconda può legittimamente immaginare di rosicchiare sette punti alla prima; ma se si è in quarta, la capolista difficilmente può temere di perderne altrettanti rispetto alle inseguitrici e subirne il sorpasso, specie se la capolista è stata progettata per disintegrare il campionato, invece che per tenerlo aperto fino all’ultima giornata. Però, io il finale col Ravenna, che ha visto il Parma passare il cosiddetto brutto quarto d’ora, non lo sottovaluterei più di tanto. Qualcuno sostiene che i due gol subiti al tramonto del match coi romagnoli, in realtà ce li siamo fatti da soli. D’accordo. Tuttavia avrei preferito incassarli per meriti degli ospiti, non per demerito ‘nostro’. Un conto è doversi piegare alla superiorità schiacciante dei rivali, un altro è restare preda dei propri limiti. Se nel primo caso possiamo trarne lezioni buone per il futuro, e adottare le dovute contromisure, nel secondo non sempre troveremo avversari disposti a perdonarci e condonarci i nostri cali di concentrazione. E son convinto che anche Apolloni sia dello stesso parere. Non si tratta di falsa modestia né di un eccesso di prudenza: credo realmente che il campionato ci stia sorridendo e che il Parma sia con almeno un piede in Lega Pro. Diciamo pure uno e mezzo. Ma non facciamoci prendere dai facili entusiasmi: chi ci (in)segue, non ha ancora alzato bandiera bianca. E me ne sarei meravigliato, se fosse successo. Del resto, se io stessi nei panni dell’Altovicentino o in quelli del Forlì, dopo aver visto il Parma vacillare al veemente ritorno del Ravenna, un pensierino ad una rimonta che comunque avrebbe del miracoloso, lo farei. In A, tanto per continuare coi paralleli, l’Inter ha tratto più benefici ed autostima dalla sconfitta immeritata di Napoli che non dagli striminziti 1-0 grazie ai quali aveva scalato la classifica fino ad occuparne, in solitaria, il vertice: segno che nel mare in tempesta ci sa stare e non se la fa addosso; al contrario, se la truppa di Sarri è evaporata sotto i colpi di un Bologna tanto coriaceo quanto coraggioso, lo ‘deve’ proprio agli ultimi venti minuti di puro terrore e da pericolo scampato vissuti contro i ragazzi di Mancini. Simili, grossomodo, a quelli che quattro giorni fa ci ha imposto l’undici del bollente Mosconi. Venti minuti che i partenopei hanno sofferto anche nei primi trenta della sfida del Dall’Ara: inseguire e far da lepre non sono due arti della stessa medaglia. Chi eccelle nell’una, potrebbe zoppicare nell’altra. E viceversa. L’esercizio della rimonta richiede capacità di lotta, quello della fuga capacità di governo. E fare opposizione, si sa, è assai più semplice che tenerle testa. Dunque, ribadendo il concetto per cui al momento il Parma è quello che nel ciclismo si suole definire un uomo solo al comando, padrone della corsa e quindi del suo destino, proprio perché gradiremmo che il suo destino seguitasse a restare nelle sue mani, vorremmo che i Crociati non confidassero troppo nelle lacune dei loro prossimi avversari e che non ne sottovalutassero i pregi. Evitando, però, di cadere nella tentazione opposta, e cioè quella di sopravvalutarli. Come potrebbero rischiare di fare col Bellaria. Per carità, squadra rispettabilissima, quella romagnola. Ma se è quasi in fondo alla classifica, un motivo deve pur esserci, no? Noi non crediamo alla favoletta in base alla quale “questa formazione non si merita la graduatoria che ha”. All’opposto: la classifica non è che lo specchio di ciò che si semina. Lontano dalle mura domestiche l’andamento dell’undici di Montalti non sarebbe nemmeno tanto malvagio: una vittoria, tre pareggi, quattro sconfitte, dieci gol fatti e quattordici subiti. Non saranno numeri da grande squadra, capiamoci. Ma nemmeno da buttar via. È in casa che i biancazzurri, almeno fin qui, hanno deluso. E nemmeno poco: nessuna vittoria, tre pareggi, sei sconfitte, appena sei reti realizzate e addirittura ventuno quelle incassate. Domenica si giocherà allo stadio Nanni di Bellaria; ma visti e considerati questi numeri, per il Parma, che fuori casa rende un pelino di più che dentro, sarà come essere all’Ennio e partire con un gol di vantaggio e in superiorità numerica. Tenete pronta una bottiglia di quello buono. Luca Russo

4 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / L’ESERCIZIO DELLA RIMONTA RICHIEDE CAPACITA’ DI LOTTA, QUELLO DELLA FUGA CAPACITA’ DI GOVERNO. E FARE OPPOSIZIONE, SI SA, E’ ASSAI PIU’ SEMPLICE…

  • 10 Dicembre 2015 in 12:12
    Permalink

    Stiamo enfatizzando troppo i 2 gol del Ravenna. Non saremo né la prima né l’ultima squadra ad avere cali di tensione tra un tempo e l’altro.
    Attenti si, impauriti no.

  • 10 Dicembre 2015 in 14:30
    Permalink

    Bravo Russo, ottima analisi che condivido in Toto.
    Anche perchè vincere non è mai facile in nessuna categoria.

  • 10 Dicembre 2015 in 16:52
    Permalink

    io francamente non vedo rivali al parma solo sparring patners

  • 10 Dicembre 2015 in 16:53
    Permalink

    questo parma in lega pro si salverebbe in pantofolr

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI