MESSINA, L’UOMO DELLA PROVVIDENZA: “DEDICO IL MIO GOL ALLA MAMMA. SETTE PUNTI SULLA SECONDA, MA IL CAMPIONATO NON E’ ANCORA FINITO…” video

(Ilaria Mazzoni) – Entrato a sorpresa a pochi minuti dall’inizio della partita per sostituire Maikol Benassi, vittima di un infortunio durante l’allenamento pre-gara, Michele Messina fornisce una grande prestazione, coronata e premiata anche dalla segnatura di una rete che ci confida essere dedicata alla mamma. Il giocatore ci spiega il suo momentaneo disorientamento quando ha appreso dai compagni che sarebbe dovuto scendere in campo dal primo minuto, poi, però, è riuscito a vincere l’emozione egregiamente così come tutti i suoi compagni, in particolare gli under che, contro l’Imolese, non avevano certamente brillato. Messina afferma che la partita è stata giocata bene da parte di tutti gli interpreti a partire da subito, in tal modo sono state favorite anche le individuali azioni dei singoli. Nel secondo tempo tutti gli spettatori hanno registrato un calo da parte dei crociati, seppure ci siano state più di qualche occasione di ampliare il risultato; il nostro terzino ci spiega come sia difficile mantenere il ritmo alto per tutti i novanta minuti, e che è più che normale abbassarlo. Il Natale è ormai alle porte, così come il mercato, il discorso, perciò, per uno dei pochi giocatori non di proprietà del Parma (in prestito dall’Atalanta), non può che cadere su una semplice domanda: cosa farà Messina? Il giocatore afferma di non aver preso contatti con la sua società di origine e che l’unica cosa per lui importante è fare bene ora, con il Parma. Il terzino, quindi, si dichiara soddisfatto di come stia procedendo, per ora, la sua stagione anche se è consapevole che ci saranno degli alti e dei bassi, cercherà, comunque, di dare sempre il meglio di se stesso. Parlando più in generale ricorda che la stagione, per la squadra, non è ancora conclusa, che il campionato, nonostante i sette punti di vantaggio sulla seconda, sia ancora aperto: rimaniamo quindi tutti con la testa sul pezzo perché i sette punti ora accumulati si possono perdere con la stessa facilità con cui li si è guadagnati. Ilaria Mazzoni

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MICHELE MESSINA DOPO PARMA CALCIO 1913-RAVENNA 3-2 Riprese di Geremia Negri

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “MESSINA, L’UOMO DELLA PROVVIDENZA: “DEDICO IL MIO GOL ALLA MAMMA. SETTE PUNTI SULLA SECONDA, MA IL CAMPIONATO NON E’ ANCORA FINITO…” video

  • 6 Dicembre 2015 in 19:04
    Permalink

    Si è confermato una bella pedina da utilizzare quando serve. Bravo!

I commenti sono chiusi.