MOONTALK #JurassicParm 19^ puntata / Il pagellino di metà quadrimestre

Ives baraye cyclette(Ilaria Mazzoni) – Il tempo è volato, sembra ieri che il Parma entrava per la prima volta al Tardini dopo la bufera che l’aveva colpito duramente nei mesi precedenti, ed, invece, siamo già qui, a metà di quest’anno calcistico. Tempo di tirare le prime somme e, proprio come accade a scuola, ci siamo divertiti a stilare i pagellini di metà corso, nominando i giocatori migliori e quelli peggiori in base a quelle che sono state le nostre classifiche precedenti. Comparando questi risultati primo tra i migliori è risultato essere Baraye; in cima alla classifica non per caso visto che spinge sempre la squadra, regalando, inoltre, saggi di classe per tutto il campo. Giocatore estremamente duttile, insomma l’arma di distruzione di massa più potente tra le mani di Apolloni.

1 cop1Un’altra garanzia per i crociati si è rivelato essere Corapi, un elemento in grado di conferire corpo e sostanza alla manovra del gruppo. Ci propone sempre tanta corsa, tanti inserimenti, molta quantità, ma non senza qualità. Una pedina fondamentale nella scacchiera gialloblù anche grazie alla sua capacità di adattarsi egregiamente ad entrambi i ruoli assegnatigli in questa prima parte di girone. Ultimo tra i più meritevoli bomber Longobardi; siamo sicuri che, senza l’infortunio, probabilmente sarebbe stato il primo di questa lista. Un attaccante di grande esempio per i compagni, che dimostra sempre di non mollare mai e che è entrato rapidamente nel cuore dei tifosi per il suo modo di interpretare la partita. Fondamentale nel gioco, speriamo possa ritrovare presto il campo.

2 TABELLA TOP FLOPSiamo quasi sorpresi, invece, nel costatare che il flop più grande sinora sia stato Saporetti, anche se questo risultato è certamente frutto dall’utilizzo in una posizione fuori ruolo naturale. Nato difensore centrale è stato, infatti, sempre costretto, in maniera, ad avviso del Moontalk, anche abbastanza superflua, a ricoprire il ruolo di terzino. Insomma, aspettiamo di vederlo al centro al fianco di Lucarelli, per ora si porta a casa questa posizione pagando colpe che non sono del tutte sue, rimane, comunque, un giocatore di indubbie qualità per questa categoria.

Al secondo gradino del podio facciamo accomodare Sereni che non è mai riuscito ad esprimere il tanto promesso potenziale. Di provenienza dalla prima squadra del Sassuolo su di lui si alimentavano molte speranze, purtroppo, per ora, le prestazioni sono state deludenti, ma, a dispetto di ciò, sembra che goda ancora della piena fiducia della società che intende, ancora, puntare e scommettere su di lui.

Come per Sereni anche Miglietta, complice l’età ed i conseguenti acciacchi fisici, non sta confermando le aspettative iniziali. Sicuramente ha un ritardo di condizione fisica; risulta macchinoso e lento e, come abbiamo detto altre volte, da l’impressione di non essersi calato appieno nella parte.

lorenzo minottiParlando di bilanci di metà anno, lunedì c’è stata un’interessante conferenza stampa di Lorenzo Minotti, responsabile dell’area tecnica, durante la quale, senza tanti giri di parole, il dirigente si è lasciato andare a dichiarazione e giudizi molto diretti e sinceri, cosa a cui non eravamo più abituati, specialmente da una persona che interpreta quel particolare ruolo. Al di la della soddisfazione generale per l’andamento della compagine crociata, alla quale assegna, come voto, un 9, e alla felicità legata alla riuscita del restauro dell’impianto di Collecchio, che può, pertanto essere utilizzato anche se ancora non è di proprietà, Minotti ha dato interessanti spunti riguardo a quello che sarà il mercato invernale.

Certo, ha ribadito che, durante questa sessione, il Parma farà per lo più da spettatore, ma ha altresì rivelato una certa preoccupazione per quanto riguarda gli infortuni che hanno falcidiato il reparto offensivo, soprattutto pensando ai due mesi decisivi (gennaio e febbraio) che ci aspettano: dieci partite e scontri diretti. Fiducioso sul recupero di Musetti, Baraye e Guazzo lascia intendere che, se ci dovesse essere la sensazione, malauguratamente, di non poterli riabilitare, beh allora si guarderà al mercato con un occhio di maggiore interesse, ricercando profili di giocatori non solo utili nell’immediato ma anche di prospettiva futura.

Leggero interesse anche verso l’idea di riempire il vuoto creato dalla partenza di Vignali; un vuoto strategico che si è evidenziato anche nella partita contro la Sammaurese (causato, probabilmente anche da un Miglietta che non ha saputo tenere in piedi bene la squadra). Sempre rimanendo in tema uscite: confermata la probabile partenza di Traykov e, soprattutto, chiarito il caso del terzo portiere Ciotti che ha chiesto di essere ceduto un mese dopo avere deciso di rimanere in squadra lasciando libero Cotticelli che, ora, si trova a Correggio. Ciotti è quindi andato in prova con il Fondi, ma, nel caso non dovesse passare il provino, Minotti ha annunciato che il percorso nel Parma potrebbe essere, per lui, comunque concluso per una questione legata alla motivazione ed ad il comportamento del giocatore.

Rimanendo nel mondo dei giovani e, soprattutto, dei portieri, il responsabile del Parma si è mostrato soddisfatto dell’operato di Zommers. Parzialmente deluso, invece, da Sereni, dichiarando che è “quello che ha espresso meno il suo potenziale”, conferma, però, che si continuerà a puntare su di lui proprio perché nemmeno lo stesso giocatore è pienamente consapevole delle sue possibilità. La sensazione che, invece, abbiamo avuto noi di Minotti è quella che sia stato scelto soprattutto in previsione futura e che il suo vero incarico “top secret” di quest’anno sia preparare in maniera silenziosa il terreno in vista della Lega Pro, campionato di cui ha, certamente, più esperienza.

IMG_3520Lasciamo questi temi e torniamo, invece, al mondo dei tifosi; la scorsa settimana è stato lanciato da un grande fan del Parma il remix dance della canzone “Forza Parma”. Una rivisitazione che ha raccolto molto entusiasmo attorno a questo simpatico personaggio, Pietro Brunetto, che già in passato ci aveva regalato piacevoli pezzi musicali, tra cui una versione romantica per chitarra dello stesso Inno: il suo pezzo nel giro di pochi giorni è apparso in molte testate giornalistiche e televisive, gli auguriamo quindi di poterlo quanto prima sentire al Tardini. Durante la puntata ascolteremo la sua opera.

9 arzignchiampIn finale, come sempre, vi ricordiamo che si tornerà in campo mercoledì 6 Gennaio alle 14.30, tutti al Tardini per primo match di ritorno contro l’Arzignano. Nel girone di andata non era stato così facile da piegare, tuttavia la formazione del presidente Renzo Lorenzi ha appena perso contro il Mezzolara ed occupa una tranquilla e comoda posizione in classifica: sono noni. In quella prima partita il Parma aveva, faticato ma comunque vinto per 1-0 con Musetti su rigore, tuttavia con ogni probabilità mercoledì sarà una partita totalmente differente, in quanto non va dimenticato come la squadra crociata fosse stata assemblata di fatto da poche settimane. Ora, invece, ultimata la fase di rodaggio, ci sono tutti i presupposti per vedere una partita divertente.

Dallo staff del Moontalk un caloroso augurio a tutti voi per un buon 2016! E FORZA PARMA! Ilaria Mazzoni

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

MINOTTI DA’ 9 AL GIRONE D’ANDATA DEL PARMA: “UN SOGNO DAL QUALE NON MI VORREI SVEGLIARE”. E SPIEGA: “NESSUNO STRAVOLGIMENTO DAL MERCATO, ANCHE SE VALUTEREMO LE OPPORTUNITA’” video

IL REMIX DANCE DI FORZA PARMA DI PIETRO BRUNETTO E ORCHESTRA CAMPANINI A LISCIO GOLD SU 7 GOLD – Videoclip a cura di Alex Bocelli

CLICCA QUI PER ASCOLTARE IL REMIX DANCE DI FORZA PARMA (clip a cura di Marco Repetti)

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO CON IL REMIX DANCE DI FORZA PARMA DIFFUSO DALL’APE CAR DEL PARMA CLUB FIDENZA AMORE PER IL PARMA IL 23 DICEMBRE SCORSO AL TEMPORARY STORE DI VIA GARIBALDI

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA VERSIONE ROMANTICA PER CHITARRA DI FORZA PARMA DI PIETRO BRUNETTO

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “MOONTALK” JURASSIC PARM

MOONTALK #Jurassic Parm, 1^ puntata / VIDEO INTERVISTA A GABRIELE MAJO CHE RACCONTA IL SUO RITORNO ALL’UFFICIO STAMPA DEL PARMA CALCIO

MOONTALK #Jurassic Parm, 2^ puntata / Quando il MICIO non c’è i DIFENSORI ballano

MOONTALK #Jurassic Parm, 3^ puntata / CERCASI ATTACCANTE BIOLOGICO (ospite in studio: Simone Occhi)

MOONTALK #Jurassic Parm, 4^ puntata / LA D E’ UN CAMPIONATO DI RIGORE

MOONTALK #Jurassic Parm, 5^ puntata / SERIE D, E’ TUTTO QUI?

MOONTALK #Jurassic Parm, 6^ puntata / OMNIA MUNDA MUNDIS

MOONTALK #JurassicParm, 7^puntata / Baraye e Longobardi come Insigne e Higuain, intervista a Sandro Squeri

MOONTALK #JurassicParm, 8^puntata/ Parma Re D Coppe

MOONTALK #JurassicParm 9^ puntata / Nel piccolo mondo per tornare grandi

MOONTALK #JurassicParm 10^ puntata / Il Parma Biologico è un OGM per la serie D?

MOONTALK #JurassicParm 11^ puntata / Parma merita l’Azzurro

MOONTALK #JurassicParm 12^ puntata / Parma, questo è Art Attack!

MOONTALK #JurassicParm 13^ puntata / Parma: Mercato dei dilettanti o mercato per diletto?

MOONTALK #JurassicParm 14^ puntata / Guazzo scendi dalla croce e diventa delizia per i tifosi crociati

MOONTALK #JurassicParm 15^ puntata / QUESTA E’ BLASFEMIA, QUESTA E’ PAZZIA… QUESTO E’ GUAZZO!

MOONTALK #JurassicParm 16^ puntata / Caro NEVIO NATALE ecco la mia letterina… (con video interventi dal Temporary Store di Via Garibaldi di Gabriele Majo e Luca Russo)

MOONTALK #JurassicParm 17^ puntata / STAR GOALS

MOONTALK #JurassicParm 18^ puntata / CANTO DI NATALE (con l’esclusivo “dietro le quinte” dell’ultima puntata di Calcio & Calcio)

2 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 19^ puntata / Il pagellino di metà quadrimestre

  • 31 Dicembre 2015 in 10:29
    Permalink

    Tra i promossi metterei anche Giorgino, giocatore la cui assenza si sente parecchio.

  • 31 Dicembre 2015 in 12:20
    Permalink

    Saporetti non lo metterei proprio nei Flop, anzi… ha fatto due gol che per un difensore sono già tanti e la sua duttilità ci ha salvato da grossi guai a livello di formazione.

    Se proprio andiamo a guardare anche Cacioli non è che ha brillato sinora eh… va bene ottime prestazioni per la maggior parte delle gare ma gli sono capitati degli svarioni che almeno in due occasioni ci sono costati due gol (al contrario di Lucarelli che è sempre stato monumentale)

    Comunque è cercare l’ago nel pagliaio…

I commenti sono chiusi.