PARMA CALCIO FEMMINILE / L’OLIMPIA FORLI’ SI E’ TRAVESTITO DA PARMA, E COSI’ E’ ARRIVATA LA PRIMA SCONFITTA…

IMG-20151213-WA0017.jpg(Cristina Romanini) – E alla fine arriva anche la prima sconfitta, arriva in un grigio pomeriggio romagnolo contro una compagine forte, ma sicuramente non come le ragazze crociate che ahimè incappano in una giornata No, perdono l’imbattibilità e la possibilità di vincere in solitaria il titolo di campioni d’inverno (che conta poco, ma fa sempre piacere). L’Olimpia Forlì si traveste da Parma e con cuore e tanto coraggio porta a casa una vittoria che sa di impresa mentre le gialloblù dopo un primo tempo comunque accettabile scompaiono dal campo e regalano i tre punti e tanto rammarico.

In autostrada incontriamo diversi tifosi gialloblù diretti a Bellaria che ci salutano con le loro sciarpe, ma tutta questa pubblicità ci ha fatto un po’ male e il bagno d’umiltà che ci tocca dopo questa sconfitta meritata servirà a crescere.

IMG-20151213-WA0016.jpgEppure pareva la solita trasferta, fatta di pullman, ristorante, chiacchiere e… avversarie che invece, forti del nostro primato, sottovalutiamo e sottostimiamo; sembrava anche la solita ricca domenica crociata: a Bellaria ne facciamo  subito 3, a Forlì dopo 10 minuti siamo già in vantaggio con Vallante che trafigge con un bel destro il portiere avversario, ma se Ciccio Corapi & c. fanno divertire nelle girls s’inceppa qualcosa, anche se chiudiamo il primo tempo in vantaggio (2 a 1 con Boselli e Agatensi).

819252de-4e48-4187-bb64-f5222e1e492e.jpgSono in una tribunetta scoperta e, vista l’esperienza,  sono attrezzata con te caldo, plaid e scaldotto elettrico, ma per ravvivare le giocatrici nella ripresa sarebbe servito ben altro.  Tedaldi (che scopro essere tifosa del Parma da bambina e questo rende meno amaro il suo gol) e Agatensi chiudono l’incontro e quando l’arbitro fischia sono cosi nera che neanche i 5 gol di Bellaria possono risollevarmi, ma una  sconfitta non può però cancellare 4 mesi di vittorie convincenti e il valore del Parma non sta in questi 90 tragici minuti, ma lo trovo invece ricordando l’allenamento di martedi 8 dicembre, quando in una nebbia fittissima eravamo comunque in 24. Non so cosa avessero chiesto a Santa Lucia  le giocatrici del Parma, ma qualsiasi letterina avessero scritto sono certa che non sia arrivata a destinazione in tempo, perche non era certo questo il regalo che volevamo, vorrà dire che ci dovremo rifare con la Befana, ma penso che nella calza un po’ di carbone lo trovermo sicuramente… Cristina Romanini

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “PARMA CALCIO FEMMINILE / L’OLIMPIA FORLI’ SI E’ TRAVESTITO DA PARMA, E COSI’ E’ ARRIVATA LA PRIMA SCONFITTA…

  • 14 Dicembre 2015 in 23:13
    Permalink

    Forza ragazze, siete state comunque fantastiche, una sconfitta può capitare.. poi oh : i ragazzi ne hanno fatte di uscite a vuoto (e con un po’ di fortuna han rimediato pareggi invece di sconfitte), eppure sono primi con molto distacco dalla seconda. Coraggio, dalla prossima tornerete le solite leonesse. Buon Natale e buone feste

  • 15 Dicembre 2015 in 00:02
    Permalink

    Davvero un peccato che le nostre fortissime ragazze abbiano perso l’imbattibilità. Ma come dice giustamente l’autrice, a volte perdere aiuta a far tornare umili e con i piedi per terra. Questa sarà sicuramente una sconfitta salutare.

  • 15 Dicembre 2015 in 10:42
    Permalink

    Ciò che non uccide, fortifica. Questo schiaffo può portarci più benefici di quelli che ci avrebbe garantiti l’ennesima vittoria. Guardate il Parma maschile in quale modo ha reagito dopo il mezzo passo falso interno contro l’Imolese…se il Parma femminile è forte come sembra, e io non avrei dubbi in tal senso, da ora in poi saranno volatili per diabetici per le avversarie del girone…

I commenti sono chiusi.