Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

34 pensieri riguardo “PARMA PARTECIPAZIONI CALCISTICHE TRASFORMATA IN SPA – Interviste di Simone Occhi al presidente Corrado Cavazzini e all’A.D. Sandro Squeri

  • 16 Dicembre 2015 in 07:21
    Permalink

    Velenoso…ora l’aspettiamo tra i soci….sono solo 100 euro…cosi potrà venire in assemblea e portare il suo contributo

  • 16 Dicembre 2015 in 10:21
    Permalink

    Quindi adesso si potrà diventare soci anche con 100€?

    • 16 Dicembre 2015 in 12:28
      Permalink

      Salve Luca,

      la risposta tecnicamente è affermativa e sarà possibile diventare soci di PPC entro e non oltre il 31 gennaio 2016 (dopo di che bisognerà attendere un eventuale successivo aumento di capitale) manifestando interesse al seguente indirizzo (info@parmapartecipazionicalcistiche.it).
      Ogni interessato sarà ri-contatatto da un istituto autorizzato per completare le formalità burocratiche per la conclusione dell’iter.
      Ogni singola azione ha il valore di 100 euro, ma il diritto di voto, lo si acquisisce, da statuto, con il possesso di almeno 5 azioni.
      L’assemblea di ieri ha riguardato i 140 soci fondatori che sono già soci a tutti gli effetti: i circa 350 che nelle scorse settimane si erano prenotati, versando la propria quota su uno specifico conto dedicato, diverranno soci a tutti gli effetti dal 31 gennaio 2016: in questo lasso di tempo saranno ricontattati dall’istituto autorizzato per completare le formalità burocratiche per il completamento della procedura. Tuttavia è possibile il recesso qualora avessero nel frattempo cambiato idea con integrale restituzione di quanto versato.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 16 Dicembre 2015 in 15:24
        Permalink

        Direttore buongiorno,

        grazie per aver spiegato chiaramente la cosa.
        Ho solo un dubbio: ha scritto che per aver diritto di voto occorre possedere almeno 5 azioni, ma se in prima istanza se ne comprano meno, successivamente (al prossimo aumento di capitale) basterà comprare le mancanti per avere diritto di voto oppure bisognerà comprare un pacchetto di 5 azioni? Spero di esser stato chiaro nella domanda.

        Grazie e buon lavoro.

        • 16 Dicembre 2015 in 17:23
          Permalink

          Come ho già scritto a Luca nell’errata corrige precedente, stamani, nella fretta, ho commesso un errore. Il diritto di voto, come ho successivamente verificato, ce l’ha anche chi sottoscrive la singola azione di 100 euro. Chi in precedenza ne ha versati 500 ha, ovviamente, 5 voti.

          Cordialmente

          Gmajo

      • 16 Dicembre 2015 in 17:01
        Permalink

        @Luca – ERRATA CORRIGE – Ho verificato meglio e debbo correggere quanto ho erroneamente riportato prima. Chi versa 100 euro non sarà escluso dal diritto di voto, ma possiede una sola azione e ha solo un voto, chi ha versato o versa 500 euro possiede 5 azioni e quindi ha 5 voti in assemblea.

        Domanda scusa per lo sbaglio a Te e agli altri lettori di StadioTardini.it oltre che a PPC.

        Cordialmente

        Gmajo

  • 16 Dicembre 2015 in 11:38
    Permalink

    Majo hai letto l’intervista di Santacroce? Più biologico di così si muore…

  • 16 Dicembre 2015 in 11:47
    Permalink

    Direttore, permetta una domanda : per acquistare un azione dove bisogna recarsi?

    Grazie e buon lavoro

  • 16 Dicembre 2015 in 13:17
    Permalink

    Direttore..ieri ero in assemblea ma i termini che ha messo lei non me li ricordo…e cioé la scadenza al 31/01..

    • 16 Dicembre 2015 in 14:02
      Permalink

      Se lei era presente in assemblea ieri vuol dire che fa parte dei 140 soci fondatori e, come chiosavo nel commento precedente, lei a tutti gli effetti è già socio a tutti gli effetti, sicché la scadenza del 31.01.2016 non la tocca.

      Entro quella data saranno ufficializzate le posizioni di tutti coloro, circa 350, che si erano prenotati versando la quota su un conto dedicato.

      E sempre entro quella data, qualora qualcuno volesse aggiungersi, potrà farlo scrivendo all’indirizzo di PPC.

      Dopo, però, in ossequio alle normative vigenti, per poter far parte della Spa bisognerà attendere un ulteriore aumento di capitale.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Dicembre 2015 in 13:44
    Permalink

    Ieri ero in assemblea e dopo aver approvato con gli altri soci fondatori lo statuto, ho positivamente appreso che ora chi ha nel cuore il Parma, ma possibilità economiche limitate, potrà comunque aderire e diventare azionista e socio. Un saluto a tutti.

  • 16 Dicembre 2015 in 13:54
    Permalink

    Salve direttore, sbaglio o in qualche intervista è stato detto che i soci che vogliono entrare in Parma Partecipazioni sono anche esteri? Sarebbe l’ ulteriore prova che il nuovo Parma non ha confini di appeal.

    • 16 Dicembre 2015 in 16:33
      Permalink

      Qualche tempo fa, in effetti, era uscita un’intervista in cui si faceva riferimento all’ingresso di possibili soci cinesi. Io non sono molto addentro all’universo PPC per cui non sono in grado di confermare o meno la cosa, anche se chi si era espresso in questi termini, viceversa, è molto informato sui fatti, e anche la sua conclusione mi pare centrata…

    • 18 Dicembre 2015 in 12:29
      Permalink

      Salve PasqualeDv,

      Il cuore Parmense non ha confini. Diventero socio entro il 31 gennaio se non ci sono sorprese burotratiche. E sono dal Belgio :); Ti confermo dunque intvestimenti dal estero ;). Forza Parma!

  • 16 Dicembre 2015 in 14:04
    Permalink

    Director…oltre ai noti 350 che entreranno, quanti siamo in totale i facenti parte della newco2 ??

    • 16 Dicembre 2015 in 14:55
      Permalink

      Se la matematica nn è un’opinione poco meno di 500…

  • 16 Dicembre 2015 in 14:52
    Permalink

    Immagino che sul possibile ingresso di parmigiano reggiano nella squadra degli sponsor non può svelarci nulla…..

    • 16 Dicembre 2015 in 14:53
      Permalink

      No. Anche perché sapete bene quanto reputi fastidiose fughe di notizie che finiscono per nuocere

      • 17 Dicembre 2015 in 08:46
        Permalink

        Adesso ti infastidiscono le fughe di notizie…quest’estate quando eri nascosto come un topino al monte delle vigne a fotografare i pezzi grossi della newco1 non ti davano fastidio vero?

        • 17 Dicembre 2015 in 10:26
          Permalink

          Sono due cose ben diverse. Le fughe di notizie alias le bofonchiate di furboni che si sentono grandi nel dimostrare che sanno qualcosa non c’entrano nulla con l’attività giornalistica fatta anche di appostamenti e ficcate di naso.
          Peraltro la foto dei 7 big di newco1 che scattai questa estate fu una botta di c. poiché mi trovavo accidentalmente nel posto giusto al momento giusto, in quanto non ero sul Monte delle Vigne per svolgere funzioni giornalistiche, bensì perché impegnato quale “figurazione” nell’ultimo film di Bellocchio. È chiaro che quando li vidi sulla terrazza a nrindare non potei fare a meno di immortalarli. Ma non fu frutto di appostamenti, né di pissi pissi bao bao.
          Diverso il caso parmigiano reggiano derivante da puerili vanterie.
          E poi è differente il punto di vista: io ora sono un funzionario della società e come tale debbo tutelarne gli interessi e da uomo comunicazione della società trovo assolutamente inutile e perniciosa quella fuga intempestiva di notizie dannosa sia per il parmacalcio1913 che per il cliente.
          Cordialmente
          Gmajo

  • 16 Dicembre 2015 in 15:11
    Permalink

    Lodevole il lavoro svolto fino a oggi da PPC,
    bravo Simone ,intervista piacevole da sentire e/o seguire.
    Molto competenti entrambi sia Cavazzini che A.D.Squeri,dalle parole ai fatti

  • 16 Dicembre 2015 in 15:48
    Permalink

    Serve un sito web tipo we are parma non di crowfonding ma un sito vero e proprio dove si possano versare il minimo di 100 euro per essere azionisti della newco 2 l indirizzo e mail non serve anche perche’ penso che anche in serie d almeno altre 5000 nuovi azionisti si possono raccogliere in breve tempo ho sentito che si stanno gia’ atrezzando per questo la comunicazione e’ molto importante

    • 16 Dicembre 2015 in 17:21
      Permalink

      Non è tutto così semplice come suggerisci, caro Augusto: questo è un paese piuttosto complesso. Ne sono prova le tempistiche per l’evoluzione di PPC in un organismo – Spa – più adatto ad esercitare meglio il proprio ruolo. Pensa, ad esempio, che le persone (circa 350) che avevano prenotato la propria iscrizione nel periodo dal 31 agosto in poi (i soldi versati sono parcheggiati un un conto di deposito vincolato aperto all’uopo da PPC c/o Ag.7 di Cariparma), diverranno effettivamente socie nel prossimo mese di Gennaio, appunto con la effettiva acquisizione delle azioni, per il tramite dell’istituto autorizzato a completare le formalità burocratiche previste e riceveranno i loro certificati azionari dal 31 Gennaio.
      Quindi il sogno di poter far tutto on line semplicemente con un click è un po’ troppo avanti…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 17 Dicembre 2015 in 10:30
    Permalink

    gli “amici” della pagina facebook “Era Biologica Fan club” (titolo chiaramente che sa di presa per il c…” hanno ovviamente già criticato questa cosa, qualcuno ha definito gli attuali proprietari dei ladri (fa anche alcuni nomi dicendo che sono peggio di lupin) perché mette le mani nelle tasche dei parmigiani. Ora io ci terrei a sapere la vera identità di questo fantomatico Max Pernigotti, fondatore della pagina e che si spaccia per un insegnante di Firenzuola (Firenze) che usa un nickname perché non vuole palesare le sue “scorribande da tifoso” ai suoi studenti. Lei si è fatto un’idea di chi possa essere? Su internet è attivo anche come sostenitore di un circolo del PD, qualcuno dice che sia un giornalista, altri dicono che sia qualcuno vicino alla vecchia società e che ce l’ha con la nuova in quanto tagliato fuori… c’è chi dice di tutto. Lei cosa ne pensa? Grazie

    • 17 Dicembre 2015 in 11:57
      Permalink

      Grazie per l’assist, ma preferisco scagliare il pallone in tribuna. Questo fenomeno non merita in alcun modo la mia considerazione.

      Circa l’identità del suddetto penso si tratti dell’ennesima faccia virtuale del medesimo soggetto reale: come si dice in gergo un fake.

      Consiglio a Lei come a tutti di ignorarli. Dar loro attenzione significa fare il loro gioco.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 17 Dicembre 2015 in 13:51
        Permalink

        Io avrei detto “penso si tratti dell’ennesima faccia da… ” ma è più elegante la definizione del nostro Direttore. 😉

        • 17 Dicembre 2015 in 14:12
          Permalink

          Una definizione calzante la diedi qualche settimana fa, ma poi scatenai la loro suscettibilità… Eh già: perché loro possono permettersi di scrivere cose amene, poi se uno mette un qualcosa un po’ così non si deve permettere…
          Cmq datemi retta: non alimentate il fenomeno…

          • 17 Dicembre 2015 in 23:24
            Permalink

            La buona notizia è che Benedetto Campi e Daniela Chiesi sono spariti. Forse si sono dimenticati le password… Dovendone gestire tanti!!! Piuttosto, il sig. Marco Ducale è sparito dopo l’uscita di scena di Corrado. È possibile che Marco Ducale si sia riciclato con uno di questi profili? Chi era Marco Ducale?

    • 17 Dicembre 2015 in 14:19
      Permalink

      Certa gente ha fatto squadra ai tempi di Ghirardi, perché non farlo anche ora che le nostre vicende sono molto più trasparenti e serie che non ai tempi del bresciano? Capisco che per certi individui aver appoggiato certe cause significa giocoforza evitare di promozionarne altre…ma redimersi resta pur sempre un esercizio di grande umiltà. Dimostrino di esserne dotati, se è vero che voglio il bene di Parma e del Parma.

      • 18 Dicembre 2015 in 13:44
        Permalink

        Si vede che diventeranno tifosi del Real Madrid quando Corrado lo rileverà

  • 4 Gennaio 2016 in 16:02
    Permalink

    Buon pomeriggio ragazzi,

    mi sembrate tutti piuttosto informati
    (almeno rispetto a chi – come me – non abita a Parma e non ha alcuna notizia!)

    Attratto dal progetto weareparma, ho sottoscritto due quote (almeno all’epoca erano tali) più o meno a Settembre scorso, è seguita una striminzita corrispondenza mail volta, per lo più, alla conclusione della ‘pratica’. Da allora ho mandato un paio di mail per conoscere la situazione ed avere, per quanto possibile, qualcosa che assomigliasse ad una ‘evidenza’ della sottoscrizione. Ma non ho ricevuto particolari delucidazioni in merito.

    Ad oggi non so nulla di ‘ufficiale’.
    Apprendo qui di una assemblea soci (che immagino non mi riguardi) ed il ‘cambio’ da s.r.l. a S.p.a.

    E’ evidente che chi – come me – ha sottoscritto quote e/o azioni, non lo ha fatto con mire ‘serie’, quanto piuttosto per semplice voglia di ..partecipazione.. ma – ecco – una voce anche a chi è un po’ più lontano (magari utilizzando l’anagrafica dei sottoscrittori), non avrebbe fatto male..

    Voi che siete lì fatelo presente, dai!

    Forza Parma!
    D.

    • 4 Gennaio 2016 in 17:14
      Permalink

      Grazie mille. Sarà mia cura inoltrare la presente a parma partecipazioni calcistiche.
      Il progetto è indubbiamente interessante e innovativo, ma come tutti i prototipi ha bisogno di perfezionamento in corsa e il passaggio da srl a spa va proprio in questa direzione.
      L’assemblea con cambiamento statuto riguardava i soci fondatori. Tutti coloro che han prenotato le proprie quote con weareparma, circa 350? dovrebbero ricevere una comunicazione per la regolarizzazione della posizione che avverrà entro la fine di gennaio.
      Sempre entro fine gennaio eventuali nuovi soci se lo desidereranno potranno aderire scrivendo a info@parmapartecipazionicalcistiche.com anche perché poi, per poter di nuovo fare parte dell’azionariato diffuso ora divenuto popolare (ogni quota vale 100 euro) si dovrà attendere un successivo aumento di capitale.
      Grazie comunque per la fiducia e sempre forza parma
      Gmajo

I commenti sono chiusi.