ParmalanD 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Dal 2015 iniziato col fallimento alla serie D… Per risalire coi “magnifici sette soci parmigiani”

morosky natale(Mauro Morosky Moroni) – Il girone d’andata si è chiuso con un pareggio “stentato” ma, a mio avviso, in bellezza: primato a +7, nessuna sconfitta, miglior attacco e migliore difesa del girone; un gruppo cresciuto in fretta, costruito x vincere e che sta dando concretezza alle aspettative iniziali. Magic moment di fine anno, il meritato periodo di riposo per la squadra, ed il ritrovo di ieri in vista delle amichevoli di Brescello (30/12) e in casa col Tuttocuoio il 02/01/2016: in quest’ultima gara rivedremo l’ex bomber Cristiano Lucarelli, si abbracceranno i due fratelloni livornesi e gli ex compagni saluteranno Giulio Mulas, neo acquisto crociato.

Il mercatino dilettantistico si è chiuso con le tre uscite, ci sono alcuni ragazzi in prova (piccoli calciatori crescono…) ed aspettiamo l’apertura del mercato professionistico che, probabilmente, vedrà il Parma attento e vigile, ma non operativo.

La società sta preparandosi a gettare le basi per allestire la rosa del futuro campionato 2015/16 che dovrebbe essere girone A, Lega Pro, con ipotetici avversari Mantova, Lumezzane, i 2 Piacenza, Padova, Cremonese, Pavia, Reggiana, Pordenone, Cuneo…ecc; si innalzerà il livello tecnico con stadi migliori e con città/squadre habitué della Lega Pro.

Dopo aver ascoltato in diretta le dichiarazioni di due attaccanti ora infortunati, “sono qui per il prossimo campionato” (Guazzo), “non me ne frega niente dell’eliminazione dalla Coppa Italia” ( Musetti ), pure io posso dire “non me ne frega nulla del derby granata con la Reggiana così come se dovessimo perderlo, anche perché la priorità non è battere i “cugini reggiani” bensì vincere il campionato di Lega Pro…. Punto”.

Prendo spunto dal mio articolo del 16.12 u.s. e riprovo a stilare una bozza relativa alle conferme/acquisti per il prossimo campionato … e già lo so che l’anno prossimo, che l’anno prossimo…che l’anno prossimo…. considerando di andare a trattare profili esperti e adeguati per la categoria, per la lotta al vertice con tentativo di promozione immediata:

PORTIERI – Riconfermati Zommers e Fall. Servirà un adeguato portiere di categoria

TERZINI – Probabile rientro di Messina alla casa madre Atalanta, confermerei Adorni e Mulas a destra, Saporetti e uno dei due tra Agrifogli e Ricci ( preferito ) a sinistra. Serviranno pertanto 1/2 acquisti di ruolo

CENTRALI DIFENSIVI – Punti fermi in assoluto, da riconfermare: Lucarelli, Cacioli e Benassi… Serviranno 1/2 centrali esperti x la categoria..

CENTROCAMPISTI CENTRALI – Riconferme assolute e prioritarie x Corapi, Giorgino, Miglietta con valutazione x Simonetti e Rodriguez se idonei al progetto. Probabilmente servirà almeno 1 centrocampista importante x il ruolo….

ESTERNI – FANTASISTI – Riconferme assolute x Lauria, Melandri e Baraye. Servirà un altro elemento importante x a rosa…

ATTACCANTI CENTRALI – Primo uomo da confermare Cris LongoB, certezza assoluta!!! Ritengo che potrebbero giocarsi un posto i due attuali Musetti e Guazzo, mentre dovranno essere valutati due profili “importanti” di attaccanti di peso, ruolo e spessore, goleador esperti e navigati tali da garantire reti e rendimento superiore alla media…

Immagino ci possano essere “tagli” anche dolorosi, ma l’imperativo è vincere, continuare a vincere e procedere col progetto sognato, pensato e messo in pratica da Marco Ferrari & friends… Non vorrei essere nei panni di Galassi e Minotti, ma loro sapranno orientarsi tra i meandri del mercato, operando al meglio per la causa crociata… I hope…

Chiudo allegando le classifiche relative alle prime due di ogni girone dopo la fine del girone d’andata oltre al mio prospetto personale relativo ai ns. bomber… Mi stanno smentendo… In positivo… E pure alla grande… Bravi loro.
totobomber

fine girone andata

campionato 2014 15

 

Dall’altare alla polvere, dalle stelle (serie A) alle stalle ( campetti di periferia)…

Dall’ex proprietà a Guido Barilla & friends, ripartendo dalla serie D con “solida” umiltà, competenza, serietà e grande passione… Siamo una CITTA’ ed una SQUADRA nuove…

WE ARE PARMA CALCIO 1913

clip_image002Un grande augurio di fine 2015 e Buon Anno 2016 e Buon Girone di Ritorno a tutte le componenti della società Parma Calcio 1913, soci, management, collaboratori, settore tecnico ed amministrativo, prima squadra, squadra femminile e settore giovanile coi rispettivi tecnici, addetti e staff medico e naturalmente a tutti i tifosi crociati / gialloblu…

Dal Circolo Castelletto – via Zarotto, 39 in Parma…

Con affetto e simpatia…

…Cordialmente

Mauro “Morosky” Moroni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

40 pensieri riguardo “ParmalanD 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Dal 2015 iniziato col fallimento alla serie D… Per risalire coi “magnifici sette soci parmigiani”

  • 29 Dicembre 2015 in 07:41
    Permalink

    Stando alle ultime partite, Simonetti meriterebbe la rinconferma.

  • 29 Dicembre 2015 in 08:54
    Permalink

    Fosse x me…tutti confermati in blocco …ma la realtà della Lega Pro..purtroppo, x tanti, non sarà accessibile….anche perchè …come ben tu sai…
    si parte x vincere ..nuovamente..il campionato….
    e quindi servirà gente + forte…+ navigata…+ tosta…( anche perchè…non ci saranno vincoli di under….molto penalizzanti x il gruppo odierno..anche se abbiamo in casa dei buoni ..alcuni ottimi….giovani promesse ..
    ciao Luca..saluta il ragazzo e la signora….Buon Anno a voi
    mauro morosky

  • 29 Dicembre 2015 in 08:57
    Permalink

    Per il Direttore & Lettori :

    chiedo venia ma ho dimenticato di aggiornare il toto bomber inviando la copia della settimana precedente…errata corrige …

    punti 47 ….gol segnati 42 …subiti 9 …diff reti ..+33 …ultimo risultato 2-2

    sorry ….

    mauro morosky

  • 29 Dicembre 2015 in 10:30
    Permalink

    Senza regola del giovane io come portiere opterei per un esperto che potrebbe tranquillamente giocare (fermo restando che farei partire titolare Zommers anche perchè essendo un giovane potrebbe essere monetizzata la sua cessione ) Fall lo manderei a giocare D o Eccellenza…
    Difesa punto dolente perchè Lucarelli si ritira, Cacioli bravo ma statico personalmente cercherei un fit complementare a lui in modo tale da dare al Mr Apolloni alternative di modulo….
    Terzini per me i titolari sarebbero da cambiare tutti però mi rendo conto di essere drastico comunque diciamo che prenderei 1esperto 2 da qualche primavera.
    Centrocampo a me personalmente potrebbe tranquillamente stare così anche se un tentativo per un bel centrocampista di rottura grosso lo farei (tipo Munari) .
    Attacco bisogna vedere per me Baraye difficilmente rimarrà,Longobardi bravissimo ragazzo ma la C dopo un anno fuori la potrà fare? Musetti e Guazzo da riconfermare tassativamente soprattutto Guazzo che per me ha visione e colpi da trequartista….Poi chiaramente dipenderà molto dalle occasioni che capiteranno e da quali saranno da qui alla fine l’evoluzioni dei singoli perchè onestamente Melandri sta crescendo, così come giorgino ma altri diciamo che peccano di continuità, qualità fondamentale se vuoi i PO della lega Pro….

    • 29 Dicembre 2015 in 11:14
      Permalink

      Se devi prendere terzini da altre primavere tanto vale tenere quelli che hai che bene stanno facendo e potrebbero aiutare anche in lega Pro!non confermerei Musetti che si ha esperienza ma non è mai stato un gran bomber!!
      Penso invece che baraye rimarrà a meno che non arrivi una chiamata dalla serie b!Lucarelli non è detto che si ritiri ma comunque servirebbe lo stesso un centrale anche perché benassi mi sembra troppo debole!

    • 29 Dicembre 2015 in 11:38
      Permalink

      Il portiere dell’anno prossimo sarà matteo pisseri 24 anni e sono 4 anni che gioca titolare in lega pro con buoni risultati…in più è anche di Parma.

      • 29 Dicembre 2015 in 13:22
        Permalink

        Sinceramente mi auguro di no perchè è un portiere di categoria ma solo funzionale alla lega Pro;ma quest’anno col Monopoli non ha confermato il buon campionato fatto l’anno scorso con la Juve Stabia…tant’è che il procuratore Bia dopo una delle poche prestazioni di livello contro il Foggia (ha parato ben due rigori) lo ha subito fatto publicizzare…Io potendo scegliere andrei su uno piú anziano che eventualmente possa fare la B (da 12esimo) Pisseri in B non ha neanche una convocazione .
        Per i terzini onestamente io li trovo atleticamente superiori alla categoria perchè si allenano come professionisti ma a livello tecnico sono poca cosa ed in lega pro con la sola corsa non fai un campionato di livello alto come mi auguro faremo.
        Per Baraye io ho indiscrezioni diverse, Lucarelli 99% si ritira….

          • 29 Dicembre 2015 in 13:31
            Permalink

            Vabbè 99% è una iperbole… Ma è solo per dire (a stretto titolo personale) che la sensazione che io ho è che il Capitano intenda proseguire…

          • 29 Dicembre 2015 in 13:43
            Permalink

            Me lo auguro e sarei il primo ad essere felicissimo di ció!

          • 29 Dicembre 2015 in 22:49
            Permalink

            Secondo te Lucarelli non gioca l’anno del Derby?!?!

          • 29 Dicembre 2015 in 23:29
            Permalink

            Ho appunto scritto che per me al 99% ci sarà

  • 29 Dicembre 2015 in 11:39
    Permalink

    balle c’e da rfare tutto.

    si rischia di non vederla mai (eupalla)

  • 29 Dicembre 2015 in 12:13
    Permalink

    Se ha tempo e voglia e se lo ritiene di qualche interesse, potrebbe verificare in un prossimo articolo quale strategia di mercato hanno adottato in Lega Pro le squadre che negli ultimi anni hanno più o meno stravinto i loro gironi di serie D, perché andando a memoria non mi pare che nessuna di queste abbia l’anno successivo lottato per la promozione in B, tranne fino ad ora quest’anno la Maceratese.
    Perchè senza la regola degli under già quattro undicesimi delle squadre titolari vengono di solito cambiati.
    Sarebbe poi interessante vedere la prossima amichevole con il Tuttuocuoio, squadra di media classifica di Lega Pro, se gli allenatori utilizzassero i giocatori titolari motivati, per notare la differenza tecnica.
    Guardando poi l’andamento dei vari campionati, penso che il Parma verrà inserito probabilmente nel girone B della Lega Pro, considerando anche che il campionato di Lega Pro sarà quasi sicuramente a 60 squadre, girone desisamente migliore per ambire alla promozione in B, ma di notevole disagio per i tifosi che seguono la squadra in trasferta.
    Complimenti per l’impegno che ci mette nel reperire dati per gli articoli.

    • 29 Dicembre 2015 in 12:20
      Permalink

      Grazie mille, spero che qualcuno dei nostri autori raccolga l’assist e approfondisca.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 29 Dicembre 2015 in 13:16
    Permalink

    Grazie a tutti per le segnalazioni ….ma Direttore Tecnico e Sportivo sono i ns. esperti ..Sigg. Minotti e Galassi…
    ..
    molto dipende dal progetto e dalla volontà, anche economica, di voler risalire la china…..
    amo la chiarezza, la trasparenza e le basi ultra solide di questa nuova società la quale ha dei principi e fattori importanti che ormai tutti conosciamo:
    ..
    pluralità di soci fondatori di grande spessore, di nome e di fatto ( $$$$ ),
    serietà, parmigianità ..quindi aderenza e conoscenza del territorio…
    e, credetemi..gli oltre 10.000 abbonati, finora sempre presenti….hanno seguito la squadra ( tifosi da serie A ) anche e soprattutto per i punti specifici di cui sopra…
    ..
    quando scrivevo ….lasciamoli lavorare…..avevo fiducia nell’opera intrapresa….ed infatti, a metà guado, siamo in linea con le aspettative…
    in qualche partita abbiamo sofferto glòi avversari, in qualche partita abbiamo giocato maluccio…ma abbiamo avuto addosso pure parecchi infortuni, soprattutto tra gli attaccanti….
    ..ribadisco il concetto….siamo sulla strada giusta…
    gli uomini mercato, in base al budget a loro affidato ed alla mission delineata, faranno per il meglio per lottare, da subito…per la serie B …come BARAYE ..che sarà ancora il ns fiore all’occhiello ( e non rinnego oggi il fatto di averlo “criticato” stimolandolo …quando dicevo che …a 23 anni…essendo ancora da queste parti, bassifondi del calcio che conta……..si doveva dare una mossa se voleva tornare ad alti livelli e sfondare definitivamente…)
    ..
    per chi non vuole restare a Parma…le porte sono aperte…ma, se fossi un giovane, non ci penserei nemmeno…se fossi un 30 enne…qui si termina in modo egregio e positivo una onesta carriera ponendo nel curriculum calcistico un paio di promozioni ….giocando in una città..stadio ed impiano sportivo ..di e da SERIE A…..
    …PROVARE X CREDERE RAGAZZI …

    mauro morosky

  • 29 Dicembre 2015 in 13:21
    Permalink

    per cio che riguarda la differenza tecnica con le squadre di gradino superiore …ricordo a tutti che abbiamo giocato in amichevole precampionato con …Entella …Pontedera…e Monza…..e mi pare che la squadra non abbia sfigurato ( e se non ricordo male …non abbiamo mai perso ..) …
    certo, durante la preparazione estiva le gare non fanno testo…però c’era sia per noi che x gli altri questo fattore…..con l’ulteriore onere di un gruppo assemblato in fretta e furia 20 gg dopo che gli altri erano già al lavoro con le rose complete…

    meditate gente …meditate…

    morosky

  • 29 Dicembre 2015 in 14:18
    Permalink

    Sinceramente spero….auspico che la rosa non venga smenbrata e stravolta..ma solo arricchita con quei tasselli strategici, fondamentali e propedeutici a potenziare una buona ossatura mettendo nei posti lacunosi ..calciatori adeguati per avanzare ancora con passi importanti..
    6/7 giocatori ad hoc …x alzare tasso tecnico, esperienza e solidità in tutti i reparti…
    ..
    rifare tutto sarebbe una sconfitta x chi ha scelto ieri…..non solo x oggi ma….pure x domani …giusto ??

    moros

  • 29 Dicembre 2015 in 14:30
    Permalink

    Mi sento di osare ancora scrivendo i nomi di coloro che saranno titolari certi pure nel prox campionato :

    1 Zommers
    2
    3
    4 Corapi
    5 Cacioli
    6 Lucarelli
    7
    8 Giorgino
    9
    10 Baraje
    11
    ….
    accetto puntate e scommesse ( euro denaro del monopoli…)
    ..
    si aprano i giochi …

    • 29 Dicembre 2015 in 16:13
      Permalink

      e te vuoi fare la lega pro con cacioli e lucarelli in difesa zommers in porta,e giorgino a centrocampo,nel parma ci sono solo 3 giocatori da lega pro di buon livello,melandri corapi e baraye,ne mancano 8 piu’ le riserve, fate vobis

        • 29 Dicembre 2015 in 16:36
          Permalink

          e son stato parco lo sai,

          io parco della vittoria tu vicolo stretto 😀

        • 29 Dicembre 2015 in 16:39
          Permalink

          e poi parto dal presupposto che si voglia provare a vincerlo,altrimenti va bene tutto.
          purrtoppo l’anno zero sara’ il prossimo,questo era quello del meno uno

          • 29 Dicembre 2015 in 16:42
            Permalink

            Una cosa per volta… Sempre a pensare al dopo… Concentriamoci sull’adesso, va là.

          • 29 Dicembre 2015 in 16:45
            Permalink

            e diccelo a morosky e’ lui che ha lanciato il sondaggio,io domani sono a brescello fa ti.

      • 29 Dicembre 2015 in 22:47
        Permalink

        Io sono d’accordo con Assio…quando poi capirà che il nostro avversario è l’altovicentino e non il Forlì come ha detto il suo amico Saporetti,saremo d’accordo su tutto!

        • 30 Dicembre 2015 in 09:38
          Permalink

          resto della mia e’ il forli’ ….

          arranciatte, cocche, birre, Nocciolini !

  • 29 Dicembre 2015 in 18:55
    Permalink

    Nonostante ci stiamo tutti un po’ affezzionando alla attuale squadra credo anch’io che l’anno prossimo almeno metà squadra verrà cambiata….punto numero 1 devi fare una squadra per vincere il campionato…e la lega pro è un campionato molto difficile! Punto numero 2 finalmente minotti e galassi hanno tempo per ingaggiare i giocatori più forti e fare una squadra fortemente competitiva….punto numero 3 non ci sarà più la regola dei giovani,che fa una grande differenza! Intanto tutti i giovani in prestito andranno via..quelli di proprietà invece rimarranno in pochi ma nessuno credo da titolare a parte forse zommers. Prima chiudiamo il discorso promozione prima potranno costruire una corazzata anche per la lega pro! Le risorse ci sono,le ambizioni anche e i tifosi sono bollenti di entusiasmo….

    • 29 Dicembre 2015 in 19:17
      Permalink

      Io penso che una delle componenti fondamentali sia l’alchimia, e l’alchimia deriva dal gruppo più sano che tecnicamente forte. Se uno ci pensa bene, quando si fanno scalate miracolose non è che si abbia a che fare con dei gran campioni presi individualmente, ma con un insieme che funziona al meglio. Ecco perché sono tra i “conservatori”, posto che resto convinto che già questo Parma, in Lega Pro, (nell’attuale Lega Pro) avrebbe potuto dire la sua, magari non per vincere, ma per assestarsi in zona play off.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 29 Dicembre 2015 in 20:12
        Permalink

        Sassuolo docet. Come Carpi e Novara, del resto. E anche il Chievo dei miracoli, per andare più indietro nel tempo. Ma forse potrei aggiungere anche il Treviso e il Como di qualche anno dopo…

        • 30 Dicembre 2015 in 08:43
          Permalink

          Il Sassuolo non mi sembra un buon esempio, è arrivato in C2 nel ’98 dopo che nel ’97 è tornato ambiziosamente Squinz,i ha raggiunto la A nel 2013 effettuando 10 campionati di C e 5 di B, questo significherebbe un approdo in serie A nel 2030. Le altre mi sembrano alchimie rare mentre un esempio giusto secondo me è il Chievo che con la giusta gestione è permanentemente in serie A.

          • 30 Dicembre 2015 in 16:20
            Permalink

            Non parlavo di tempi, ma di chimica del gruppo. Il Sassuolo che ha scalato il calcio italiano, a memoria mi pare che avesse uno zoccolo duro che c’era in C ed è rimasto anche in B, salvo poi essere ridimensionato o messo un po’ da parte una volta giunti in massima serie.

      • 29 Dicembre 2015 in 20:30
        Permalink

        per un sesto posto da 10 in pagella

      • 29 Dicembre 2015 in 20:47
        Permalink

        La pensavano così anche a Siena e a Padova! Dominata la D, semplice comparsa in lega pro…

      • 30 Dicembre 2015 in 00:00
        Permalink

        Anche il Parma che nel maggio del 1990 con la vittoria sulla Reggiana con un 2-0 firmato da Marco Osio nel primo tempo e da Sandro Melli nel secondo, ottenendo la sua prima storica promozione in Serie A era praticamente un insieme di giocatori semisconosciuti, diventati campioni con un certo Nevio Scala… il gruppo in quel Parma era una forza. Cuoghi che segna a Wembley chi era mai nel panorama calcistico della serie A per esempio?.. Era il nostro Cuoghi. Punto.
        cmq ho fiducia in che deve occuparsi di queste cose..

        • 30 Dicembre 2015 in 09:36
          Permalink

          Paola stai facendo un paragone improponibile,li siam passati dai professionisti ai …professionisti,qui ti ricordo siamo Dlettanti checche’ se ne dica,obtorto collo guardo spesso la reggiana e mi son fatto un idea ….
          di cosa ci aspetti l’anno possimo,te prendi la pro patria e ,,,,,facile che ci battano

          • 30 Dicembre 2015 in 10:58
            Permalink

            Non è un paragone, è un ricordo di quanto sia importante quella certa alchimia di squadra. A volte i nomi non sono tutto. Quel Parma fu l’esempio ..

          • 30 Dicembre 2015 in 11:06
            Permalink

            Tutto può far paura, le incognite vengono temute per definizione..perchè ciò che non si conosce lo temiamo, ma bisogna andare oltre, anche allora arrivammo in serie A con tante sofferenze, e molti ci davano già morti in partenza, come se arrivare lì fosse il massimo, ed invece diventammo il Parma, quel Parma che porta ancora indelebile in sé tutto quello che siamo.

      • 30 Dicembre 2015 in 10:41
        Permalink

        La parola “alchimia” mi ha ricordato la famosa frase dell’ex presidente del Catania Massimino allorquando, rispondendo ad un giornalista che gli faceva notare che alla sua squadra mancava l’amalgama affermò “ditemi dove gioca e lo compro”. Battute a parte, mi sembra logico osservare che, in ottica Lega Pro, la rosa del Parma vada rinnovata in maniera consistente. Molti degli attuali giocatori potranno sì far parte dei 23/24 che comporranno il mosaico ma, a livello di formazione tipo, dubito potranno trovare spazio nomi al fuori della cerchia dei soliti noti (Corapi, Giorgino, Baraye e Melandri. Più Lucarelli se manterrà questo stato di forma). Pertanto, ammesso e non concesso che l’obiettivo sia quello di vincere il campionato, gli azionisti dovranno foraggiare in abbondanza le casse della società. Da qui, avremo le risposte a tutti i dubbi riguardanti le intenzioni della proprietà.
        Un saluto e buon anno al direttore ed a tutti i lettori del sito

  • 29 Dicembre 2015 in 23:39
    Permalink

    Mi piace ..mi piace aver aperto un bel dibattito…
    Ognuno ha le proprie idee ed io resto del fatto che non verrà stravolto molto…il blocco base resterà e arriveranno max ..7..8…nuovi ottimi ( x la futura categoria ) giocatori …..
    Intanto ..uno come Giorgino è indispensabile e …vedrete ..verranno utili in tanti …io penso e spero …
    Ribadisco ognuno la vede con la propria capacità di analisi…tecnica…umana…economica….
    Ci risentiamo tra 5..6 ..mesi ….

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI