giovedì, Febbraio 22, 2024

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

19 pensieri riguardo ““QUESTO E’ IL PARMA CHE NON HAI VISTO MAI”: LA OLA DEI CALCIATORI CROCIATI IN SIMBIOSI CON LA NORD – Il video emozionale di ParmaCalcio1913.com

  • Majo te che hai agganci con Galassi ti segnalò che La Camera centrocampista del Pavia e marito di Monica Bertini è finito fuori rosa a Pavia. È uno dei migliori centrocampisti della Lega pro…viste le condizioni di Miglietta sarebbe il caso di farci un pensierino. Anche in prospettiva futura…

    • Va bene glielo segnalo… Poi saprà Galassi se effettivamente si tratti di uno dei migliori centrocampisti della Lega Pro come asserisci tu…

      • Lucido come mastro lindo

        Mi accodo anche io per sfruttare il suo essere inserito nel Parma ma non per questioni tecniche. Davanti alla tribuna est, tra essa e le panchine dei raccattapalle sembra un angolo di Guinea, è tutto zozzo con dei “listelli” sparsi per terra (non so cosa siano) a mo’ di discarica, non dico di imbiancare ma almeno darci una pulita e rimuovere il rudo sarebbe un bene per l’immagine dello stadio, della società e della squadra, credo che è un lavoro che 2 persone in 4 ore lo fanno agevolmente, magari lei sa con chi parlare. Grazie mille per l’attenzione.

    • Perchè è fuori rosa?

      • ma è una notizia che ha del clamoroso e a Pavia i tifosi sono molto incazzati…sembra che il giocatore sia finito fuori rosa dopo la nomina di un nuovo team manager. Team manager con il quale La Camera aveva avuto degli screzi a Padova. Era il centrocampista più forte che avevano e ritrovarselo fuori rosa non è bello.

  • Capra Capra Capra

    Figa Majo, impara a fare i video. Mi fai sentire male…

  • Bella e folta la presenza di tifosi del Ravenna.

    • 4 GATTI IN CROCE.

      • Il solito commento del cavolo!invece sono da apprezzare!hanno cantato tutta la partita sostenendo la squadra dopo aver preso 3 banane in 25minuti! In serie a alcune tifoserie avrebbero cominciato a fischiare e insultare!!onore ai tifosi Ravennati che hanno reso un Po più piccante questa partita!

      • Luca con la S maiuscola

        Più miglietta, fanno 5

  • Vene il mal di mare.
    Il segreto per fare belle riprese non “schizzate come queste è di non voler riprndere tutto in una volta IN POCHI SECONDI ma riprndere poco alla volta
    SEMBRA DI ESSERE IN GIOSTRA o su l’ OTTOVOLANTE
    SCUSATE HO IL MAL DI MARE.
    Vado a vomitare.

  • Grazie ai tifosi del Parma. Siete meravigliosi, fantastici, sentire il vostro calore è come battere la gobba……… grazie a tutti.

  • Oh ma perchè in Guinea c’è del rudo?

  • Luca da Ferrara

    Brividi

  • Mauro morosky Moroni

    Non sono x niente d accordo sulle condizioni di Miglietta…lui non lo vedrete mai correre come un pazzo scatenato…lui fa correre cervello e palla…pensa e poi calcia..quasi mai a sproposito…anzi..anzi…se poi vogliamo dire che ieri ha sbagliato uno stop e un paio di palloni…diciamolo pure ma è sicuramente il centrocampista con + maruga e lucidità in campo…testa alta e biglia sempre in banca …il signore dei passaggj…xabi alonso

    • Nemmeno Pirlo corre, e vi ricordate Zoratto?
      Faceva andare la palla… a volte pensavo che poteva mettersi seduto su una sedia a centrocampo.. un paradosso ma emblematico

      Fra l’altro Miglietta ha un sacco di personalità..mi sembra come al solito un masochistico desiderio di trovare un problema, per essere “più esperti” degli altri.

      • Paola già scrivere nello stesso post Pirlo,Zoratto e finire con Miglietta è una bestemmia. Comunque sarà un caso ieri è salito lui ed è sparito il centrocampo. Nel ruolo dove gioca lui ci vuole corsa e dinamismo e da vederlo cosi(oramai siamo a Dicembre) sembra non abbia piú nessuno dei 2.

  • Luca Tegoni

    Quello dipinto da Morosky è il Miglietta che vorrei vedere, purtroppo per adesso lo riesco a malapena immaginare. Se poi Apolloni lo fa entrare per sostituire Giorgino qualche corsetta poteva farla anche lui, magari solo per farsi vedere per pigliare la palla. Non vorrei che con Corapi in campo il pensatore ne approfittasse … tanto già lo so, che l’anno prossimo, alè alè oh oh

I commenti sono chiusi.