APOLLONI: “L’ARZIGNANO HA L’ENTUSIASMO DI GIOCARE CONTRO UNA MAGLIA STORICA: ABBIAMO RIVISTO I LORO MOVIMENTI CONTRO NELLA GARA DI ANDATA: CERCHEREMO DI IMPEDIRE QUELLE GIOCATE”

luigi apolloni, conferenza stampa del 05 01 2016(Andrea Belletti) – La gara di andata resterà nella storia del Parma. E’ stata infatti la prima partita della nuova società nel campionato di serie D ed è stato anche il primo esame che Lucarelli e compagni hanno dovuto affrontare in un campionato che definire “stretto” per una società come il Parma è un eufemismo. Dopo un girone d’andata entusiasmante domani ci si ritroverà di fronte all’Arzignano un avversario da prendere con le molle vista anche quanta fatica hanno fatto i crociati all’andata per venire a capo della contesa. Adesso come ha detto capitan Lucarelli è il momento di azzerare tutto lasciarsi alle spalle i facili entusiasmi del girone d’andata e mettere la testa sulla seconda parte di stagione che aspetta i gialloblù. “Sono d’accordo con il capitano – spiega il tecnico Gigi Apolloni nella conferenza stampa della vigilia – adesso voltiamo pagina abbiamo vissuto un girone d’andata entusiasmante adesso dobbiamo continuare così. L’atteggiamento giusto è quello che ci vuole per mantenere la distanza dei sette punti di vantaggio. L’Arzignano verrà al Tardini con tanto entusiasmo visto che affronteranno una maglia storica. Hanno Trinchieri un attaccante forte fisicamente,  esterni pericolosi e una mezza punta capace di leggere molto bene le situazioni della partita. Noi dovremo essere bravi a impedire le giocate che tendono a fare. La partita con il Tuttocuoio è stata una risposta importante che ci ha fatto capire come il livello tecnico sia più alto in Lega Pro. Ma in serie D abbiamo toccato con mano quanta forza fisica entusiasmo e vigore atletico mettano in mostra le nostre avversarie ogni volta che le affrontiamo”. Per venire a capo del campionato ci sarà bisogno di tutti, quindi capitano a fagiolo le buone notizie sul recupero degli infortunati: “L’infermeria si sta svuotando, Guazzo è sulla via della guarigione si sta allenando bene così come Benassi, Moussa Balla sta facendo la radiografia di controllo, Longobardi sta continuando le cure, Traykov ha avuto un’infiammazione dove si era già fatto male, ma tutti stanno lavorando per tornare presto in campo”. Intanto c’è da pensare agli undici da mandare in campo domani: “Sto riflettendo sulle scelte: può giocare davanti Melandri così come Baraye, ma possono anche giocare anche insieme. A centrocampo Corapi, Giorgino e Miglietta rappresentano un potenziale importante per la nostra categoria. Corapi può adattarsi a vari ruoli può giocare dietro alla punta o anche esterno, tutti e tre hanno esperienza e sagacia tattica. Sereni potrebbe andare a giocare sull’esterno. Simonetti è un under che sta facendo molto bene e da parte mia ha la massima considerazione”. Come già avvenuto nelle scorse partite il Parma probabilmente scenderà in campo senza una vera punta di ruolo. Per fortuna ho giocatori che si sanno adattare benissimo. Abbiamo fatto un’analisi in generale con la dirigenza ma non siamo andati sullo specifico, siamo vigili ma per ora stiamo così, aspettando anche le risposte che ci daranno le prossime gare anche perché andando ad aggiungere qualche elemento potrebbe crearsi un ingolfamento visto che comunque i calciatori ci sono. Valutiamo anche i tempi di recupero degli infortunati poi faremo le valutazioni dovute”. Intanto gli avversari non stanno a guardare e se si scorrono le rose delle contendenti del Parma si scovano giocatori capaci di fare la differenza: Mi ha fatto un ottima impressione Turchetta del Forlì che ha nelle corde estro e fantasia, Pera del Rovigo, Miftah del Lentigione Trinchieri dellArzignano, ci sono diversi elementi di qualità in questo campionato anche perché non essendoci più la serie C 2 si è alzato il livello generale della serie D”.

Il video della conferenza stampa dell’allenatore crociato alla vigilia della partita con l’ArzignanoChiampo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 pensieri riguardo “APOLLONI: “L’ARZIGNANO HA L’ENTUSIASMO DI GIOCARE CONTRO UNA MAGLIA STORICA: ABBIAMO RIVISTO I LORO MOVIMENTI CONTRO NELLA GARA DI ANDATA: CERCHEREMO DI IMPEDIRE QUELLE GIOCATE”

  • 5 Gennaio 2016 in 14:28
    Permalink

    Sono a Bolzano.
    Se penso a Ghirardi e a Leonardi mi viene voglia di espatriare.

    • 5 Gennaio 2016 in 17:35
      Permalink

      L’accordo di Schengen è in pericolo nelle frontiere Ue

      Contatta il Viminale ke è meglio

  • 5 Gennaio 2016 in 14:36
    Permalink

    ne avevano 3/4 bravi ….

    il portiere…
    il 7…..il 9…ed il 10……..

    ..si trattava della prima gara….su di un campo che non consentiva di far girare palla rasoterra….tra patate…barbabietole e asprelle ….
    ..
    uno 0-1 che ci ha incanalato, con una vittoria non meritata, verso un buon viatico successivo….
    ..ricominciamo da qui….vittoria e 3 punti…poi….avanti e pedalare..
    ..
    morosky

  • 5 Gennaio 2016 in 16:13
    Permalink

    La prima partita dopo la sosta è sempre complicata. Attenzione e concentrazione ragazzi 😉

I commenti sono chiusi.