CACIOLI: “A PRESCINDERE DAL RISULTATO DI DOMENICA IL CAMPIONATO NON E’ ASSOLUTAMENTE CHIUSO” – video

(Andrea Belletti) – C’è stata la “prima” con l’Arzignano, il pareggio con i denti agguantato contro la Sammaurese e domenica ci sarà l’Altovicentino. Tre gare di alto spessore per Luca Cacioli.“Una gara molto importante – spiega il difensore –  è stata la prima contro l’Arzignano perché all’epoca come squadra eravamo un punto interrogativo. Anche contro la Sammaurese è stata una gara da ricordare perché si era messa un po’ male ma essere riusciti a finire il girone d’andata imbattuti ci ha dato la giusta carica. E domenica andremo a fare visita alla seconda in classifica con il grande sostegno e seguito dei nostri tifosi”. Infatti a favore del Parma ci sarà la spinta dei tanti supporters che arriveranno allo stadio dei Fiori. Polverizzare 800 biglietti in 40 minuti è una dimostrazione d’affetto che non si aspettava nemmeno un giocatore esperto come il granatiere  crociato. “Non avevo dubbi sulla vicinanza dei tifosi alla squadra ma non avrei mai pensato che si potessero vendere 800 biglietti in 40 minuti. Speriamo di fare un a prestazione maschia e fare qualcosa di importante anche per loro” Per questo quella con l’Altovicentino sarà una gara da preparare senza lasciare nulla al caso.  “. Ci stiamo allenando bene siamo carichi il giusto, è una gara importante  ma non fondamentale. E’ una gara che può dare la svolta, un match in cui cercheremo di portare a casa il massimo. Poi ci saranno tantissime partite e trasferte difficili, il campionato a prescindere dal risultato di domenica non è assolutamente chiuso. Noi ci stiamo preparando come al solito è normale però che ci sia un pochino di tensione in più”. Domenica si affronteranno le due migliori difese del campionato “Anche loro hanno un’ottima retroguardia, hanno preso 21/22 gol per cui non ci concederanno facilmente spazio,  sarà una partita difficile. Abbiamo 2 risultati su tre, ma proveremo ugualmente a vincere la partita. Loro devono rischiare qualcosa in più. Possiamo impostare la contesa con l’atteggiamento mostrato in quel di Rovigo, ma possiamo contare anche su altre soluzioni. Dovremo stare attenti ai loro attaccanti come Falconieri e Odogwu che stanno facendo bene. Abbiamo grandissimo  rispetto ma paura no”. Da uomo di campo Cacioli dice la sua sulla querelle  Sarri Mancini. “In campo alcune cose accadono non le sarei andata a sbandierare davanti alle telecamere Mancini poteva anche evitare. Tra l’altro aveva anche vinto”. Andrea Belletti

Il video della conferenza stampa del vice capitano crociato Luca Cacioli

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

9 pensieri riguardo “CACIOLI: “A PRESCINDERE DAL RISULTATO DI DOMENICA IL CAMPIONATO NON E’ ASSOLUTAMENTE CHIUSO” – video

  • 22 Gennaio 2016 in 14:46
    Permalink

    Siamo in 10.000 e ci danno solo 1200 bigletti?
    Cos’è una presa in giro o siamo su SCHERZI A PARTE?

  • 22 Gennaio 2016 in 16:49
    Permalink

    Da agosto sapevano che sarebbe arrivato il parma e non hanno provveduto a mettere a norma una tribuna….sempre che sia vero….mi puzza di balla! Comunque se il parma dovesse vincere il campionato è chiuso eccome!

    • 22 Gennaio 2016 in 17:13
      Permalink

      Mi sta tremendamente sulle scatole chi deve sempre “pensare male” e avere dietrologie.

      La tribuna non è a norma da inizio campionato. Punto.

      • 22 Gennaio 2016 in 22:03
        Permalink

        Majo, dai questi sono in malafede. PUNTO altro che canelle .

  • 22 Gennaio 2016 in 19:13
    Permalink

    Appunto! Da inizio campionato sai che puoi fare un incasso da 60mila euro quando arriva il parma….e non ti organizzi per sistemare le cose?? O c’è malafede o grande inettitudine!

    • 22 Gennaio 2016 in 19:40
      Permalink

      Lo stadio di valdagno non mi risulta sia di proprietà. E al comune Vicentino penso impipi poco di spender dei soldi in ristrutturazioni per incassi che vanno alla locale società di calcio

  • 22 Gennaio 2016 in 20:48
    Permalink

    Mi fa piacere che anche Cacioli pensi a fare una gara simil-Rovigo. Chiusura degli spazi, lotta al 100% su ogni pallone e in attacco ci si avventa su ogni palla disponibile.

  • 22 Gennaio 2016 in 20:49
    Permalink

    Che ci sia un gomblotto contro il Parma? Caro Direttore, la dietrologia è molto più comoda, e sempre più condivisa, rispetto alla avantologia. Chiedilo a Giordano Bruno o a Galilei….

I commenti sono chiusi.