IL VUOTO DI CALCIO & CALCIO. TELEDUCATO: TRATTATIVA COMPLICATA PER LA CESSIONE. DIPENDENTI NON PAGATI E NEL CAOS: LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO…

1 cecalcio(Evaristo Cipriani) – CALCIO & CALCIO ADDIO. CAOS VIA BARILLI – Faceva un certo effetto ieri sera sintonizzarsi su Teleducato e non vedere in onda la diretta di Calcio & Calcio, lo storico programma della – a sua volta storica – emittente tv parmigiana, ormai prossima alla chiusura. Se giovedì scorso il programma sportivo condotto da Michele Angella non era stato realizzato per lo sciopero dei dipendenti (in protesta, come spiegato nel comunicato diffuso dalla CGIL, contro l’atteggiamento di assenza dell’azienda, guazzo e angella teleducatoil mancato pagamento delle tredicesime e la situazione igienico-sanitaria di uffici e locali, non puliti da tempo), ieri il popolare talk show ha dato forfait per la mancanza delle condizioni produttive: in servizio è rimasto un solo tecnico che per ovvie ragioni non può sobbarcarsi l’intero lavoro della tv e così sarà fino a fine gennaio, quando o l’attività di Teleducato proseguirà sotto una nuova proprietà oppure in via Barilli si michele angellachiuderanno definitivamente i battenti. Da noi contattato telefonicamente Angella ha preferito non commentare: “Fino al 29 gennaio sono un dipendente di Telemec-Teleducato, per ragioni che comprenderete è meglio che fino a quella data non parli”. Poi speriamo che il giornalista accetti di essere intervistato perché abbiamo molto da chiedergli e crediamo abbia molto da dire sulla fine ingloriosa del network e sul modo in cui si è arrivati a questo. Invito, ovviamente, che è esteso anche all’attuale gestione di Telemec qualora desiderasse esprimere il proprio punto di vista.

TRATTATIVA DIFFICILE E FUTURO INCERTO – A quanto risulta a StadioTardini.it le trattative per la cessione di Teleducato proseguono, ma sono lontane dal concretizzarsi e stanno incontrando non pochi ostacoli. Chi acquista – è bene precisarlo – rileva il solo canale, pulito, quindi non la società editrice Telemec. Ci sarebbe un gruppo lombardo-emiliano che avrebbe avanzato un’offerta e che sarebbe, inoltre, disponibile a ricontrattualizzare gli attuali dipendenti. Tuttavia la sensazione (nostra, eh, ma magari ci sbagliamo…) è che chi vorrebbe acquistare non sia poi così deciso a farlo e chi vorrebbe vendere non sia poi così intenzionato a passare la mano.
L’attuale proprietà di Teleducato è detenuta, come noto, dalle famiglie Gaiti-Allodi (Pierluigi Gaiti è indagato per truffa aggravata ai danni dello Stato per una vicenda sui contributi pubblici per l’editoria e nella scorsa primavera era stato costretto a lasciare l’incarico di amministratore unico della società) e in quota di minoranza dalla Pizzarotti Costruzioni. Da segnalare che non  sembrerebbe del tutto tramontato il progetto della componente di maggioranza dell’azienda di dare vita ad una newco per proseguire in qualche modo l’attività televisiva.

SULLA PELLE DEI LAVORATORI – Una partita molto complicata e delicata che si sta però giocando sulla pelle dei lavoratori, i quali, secondo quanto ci è stato riferito, stanno attendendo ancora il pagamento della tredicesima mensilità e dello stipendio di dicembre, per non parlare di chi ha rapporti a partita Iva… Nei giorni scorsi, dopo lo sciopero, i locali e i bagni dell’azienda sono stati fatti finalmente pulire (un dipendente ci aveva confidato che per esigenze fisiologiche in precedenza era costretto ad andare alla toilette di un bar vicino). A fine dicembre Angella aveva dichiarato in diretta, salutando il pubblico prima della pausa natalizia, che comunque andassero le cose, l’impegno suo e del suo staff sarebbe stato orientato a non disperdere il lavoro fatto negli ultimi anni che ha portato alla realizzazione di un prodotto molto seguito e apprezzato. Qualcosa ci pare stia bollendo in pentola, ma non siamo al momento in grado di dirvi di più.

la felicità è un sistema complessoDAL CALCIO AL CINEMA – Ah per finire, vi dico cosa ho fatto ieri sera in assenza di Calcio & Calcio. Ho dato un’occhiata a Bar Sport su Tv Parma e poi mi sono messo a guardare un film su un canale di cinema: “La Felicità è un sistema complesso”, con Valerio Mastandrea. E’ la storia di un consulente aziendale che si pone come missione quella di mettere fuori gioco gli imprenditori incapaci… No… non è ambientato a Parma. Verrebbe da dire peccato. Evaristo Cipriani

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

TELEMEC – TELEDUCATO: NUOVO SCIOPERO DEI DIPENDENTI CHE SI FERMANO IL 5 E IL 7 GENNAIO. “AGLI IMPEGNI VERBALI NON SEGUONO QUELLI FORMALI”

CALCIO & CALCIO STASERA ALLE 21 REGOLARMENTE IN ONDA NONOSTANTE IL CAOS TELEDUCATO: L’EDITORE GAITI INDAGATO PER TRUFFA AGGRAVATA AI DANNI DELLO STATO

CALCIO & CALCIO STASERA VERSO LO SCIOPERO. LICENZIAMENTI TELEDUCATO COMUNICATI PRIMA ALLA STAMPA E POI AI DIPENDENTI. SCRITTA ANTI-BONI SULL’ASFALTO

Stadio Tardini

Stadio Tardini

28 pensieri riguardo “IL VUOTO DI CALCIO & CALCIO. TELEDUCATO: TRATTATIVA COMPLICATA PER LA CESSIONE. DIPENDENTI NON PAGATI E NEL CAOS: LA FELICITA’ E’ UN SISTEMA COMPLESSO…

  • 12 Gennaio 2016 in 14:30
    Permalink

    Auguro ai dipendenti di Teleducato di riuscire a cavarsela in qualche modo, a prescindere dal futuro dell’emittente per cui tuttora lavorano.

  • 12 Gennaio 2016 in 14:33
    Permalink

    Anch’io ho provato guardare Bar Sport, ma dopo pochi minuti ho preferito cambiare canale e guardare un film francese su Canale5. Piovani e Max sono inguardabili!!! A me quella tavola imbandita sa tanto di finto, al apri del buonismo del conduttore.
    Angella, ti prego, ritorna!!!!!

    • 12 Gennaio 2016 in 16:18
      Permalink

      “La tavola imbandita ti sa di finto” e invece il teatrino di Angella e Boni no!? poi a bar sport almeno non c’è una persona arrogante e maleducata come Boni….. comunque faccio gli auguri ai dipendenti di Teleducato di riuscire a superare nel migliore dei modi questo brutto momento….

  • 12 Gennaio 2016 in 14:58
    Permalink

    Andrò controcorrente, ma a me piace il format di Bar Sport. Mi piace l’idea del chiacchierare di calcio attorno ad una tavola, anche se apparecchiata (nel loro caso, per evidenti ragioni di sponsorizzazione). Mi piace la fluidità dei discorsi, possiamo discutere sui contenuti, però mi pare siano grossomodo simili a quelli degli anni scorsi. Mi piace anche il ruolo direi abbastanza discreto del conduttore, che lascia scivolare via la discussione senza troppe invasioni di campo (che peraltro sarebbe anche ‘suo’, volendo). Calcio&Calcio lo preferisco perché è più vivo, ti tiene acceso, ma Bar Sport non lo considero noioso come me lo avevano descritto.

  • 12 Gennaio 2016 in 16:16
    Permalink

    Nel caso di esito nefasto, non sarebbe possibile proseguire Calcio &Calcio come Web Tv?

  • 12 Gennaio 2016 in 16:29
    Permalink

    Ma Galloppa poi era presente in trasmissione come anticipato dal direttore?

  • 12 Gennaio 2016 in 17:31
    Permalink

    Non ho letto nessuna sua dichiarazione da nessuna parte, e allora pensavo non ci fosse stato. Si vede che ha detto cose molto interessanti….

  • 12 Gennaio 2016 in 17:41
    Permalink

    ”Chi acquista – è bene precisarlo – rileva il solo canale, pulito, quindi non la società editrice Telemec. Ci sarebbe un gruppo lombardo-emiliano che avrebbe avanzato un’offerta e che sarebbe, inoltre, disponibile a ricontrattualizzare gli attuali dipendenti.”

    Ho un dejavu leggendo queste parole, mi pare la storia del Parma Fc. Brutta storia, la speranza è di ritrovare presto una trasmissione che ha fatto sempre una parte importante nelle trasmissioni sportive locali, da avversario anche ‘scomodo’ in senso buono e vederne solo una fa tristezza. Spero che ci siano novità. Proprio oggi ero in cerca di novità su Angella e Boni, si manca anche lui ahahah

    • 12 Gennaio 2016 in 21:31
      Permalink

      Il parallelo con la vicenda del parma spesso viene spontaneo anche a me. E temo che anche in questo caso la migliore delle ipotesi potrebbe essere una ripartenza dalla d. Ma in questo caso temo una d normale e non una d super come quella del Parma calcio 1913.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 12 Gennaio 2016 in 19:00
    Permalink

    Gli hanno anche detto che è un ottimo giocatore. Con Giorgino e Corapi farebbe panchina

  • 12 Gennaio 2016 in 23:08
    Permalink

    Sono contento di non vedere più né Boni né Max Pernigotti in tv!!! Ma per il resto è un vero peccato!

    • 12 Gennaio 2016 in 23:18
      Permalink

      Colonna, da ne interpellato, ha negato di esser max pernigotti e comunque di non esser più allineato da tempo con il noto gruppetto

      • 13 Gennaio 2016 in 09:05
        Permalink

        direttore, ma l’avvocato Malvisi c’entra qualcosa? Si è informato poi se era vero che avesse avuto rapporti con quelle cantanti?

        • 13 Gennaio 2016 in 09:23
          Permalink

          Lei mi farà querelare…

          Cmq l’avvocato Malvisi non mi risulta coinvolto in progetti, anche se è il rappresentante legale di Angella

      • 13 Gennaio 2016 in 10:36
        Permalink

        bene, uno di meno. allora sarà gc… però è molto strano che tutti i personaggi “dubbi” abbiano loredano come amico in comune, ridano per iscritto alla stessa maniera di loredano (uhahahahahah), abbiano amici in comune, … comunque max pernigotti da 15 gg non si fa vivo e così anche benedetto campi, quindi non escluderei una redenzione postuma e un rinnegamento del passato (stile franzoni). mentre gc sta continuando a scrivere, max ha smesso. altro elemento: loredano non fa parte del gruppo, quindi se in passato era allineato, ma non ne fa parte, come faceva ad essere allineato e a farne parte? boh, misteri.

        • 14 Gennaio 2016 in 08:39
          Permalink

          Luca ti hanno già detto che non è colonna…lascia li di fare Sherlock Holmes…tra l’altro tutte prove schiaccianti le tue!

          • 14 Gennaio 2016 in 13:53
            Permalink

            ciao max, tutto bene?

          • 15 Gennaio 2016 in 08:39
            Permalink

            Te soffrì di manie di persecuzione…lasciatelo dire

  • 13 Gennaio 2016 in 00:20
    Permalink

    Galloppa nè ha dette eccome di cose interessanti…..ma dato che siamo a Bar Sport….in trattoria dalla Tina e l’argomento principale è il cibo è andato tutto in secondo piano!!!

    • 13 Gennaio 2016 in 09:40
      Permalink

      Cosa ha detto di interessante?

      • 13 Gennaio 2016 in 12:03
        Permalink

        Ti posso solo dire che non ha avuto il coraggio di ripetere quello che ha detto nella famosa intervista di Modena. Non ha detto niente di rilevante, le solite cose diplomatiche, tipo che in futuro gli farebbe piacere tornare a Parma e simili, non ha fornito il titolo.

  • 13 Gennaio 2016 in 12:46
    Permalink

    Ma lasciate Boni a sguazzare finalmente dove merita. Possibile che a qualcuno manchi davvero un paias del genere?

  • 13 Gennaio 2016 in 20:18
    Permalink

    Galloppa nè ha dette altre. Tra cui: “I tifosi hanno voluto ricominciare da capo, con proprietà del luogo, ma non si sono resi conto che a pagare sono stati i dipendenti, che col fallimento, non hanno più percepito denaro”. A me non è piaciuta questa affermazione! Nemmeno un pò. Non so voi……

    • 13 Gennaio 2016 in 20:43
      Permalink

      Mah, in quei giorni dicevo che secondo me i dipendenti erano stati utilizzati come “scudo umano” e non è che abbia cambiato la mia opinione oggi…

  • 13 Gennaio 2016 in 21:35
    Permalink

    Rivoglio (rivorrei) Angella & Boni, la volgarità televisiva è qulla tediosa, inconcludente, scoreggiosamente qualunquistquotidiana di Max, Boni era fantasioso e, per chi lo ha potuto cogliere, ironico. Un “ragazzo” intelligente. Angella elegante ed inquietante. Bravo anche Fabris. Anni luce rispetto ai succhi gastrici e vapori vari di Bar Sport che però, di contro, presenta una gran bella tipa

I commenti sono chiusi.