LA FESTA DEI PARMA CLUB MEDESANO CON “INTERROGAZIONE” DI DIALETTO AD ADORNI, LAURIA, LONGOBARDI, MUSETTI, MOUSA BALLA, TRAYKOV – Foto di Enrico Zermani e video

_DSC8624(www.parmacalcio1913.com) – La giornata di ieri si è conclusa, in serata, alla festa dello storico Parma Club di Medesano, immersi nella ‘Fedeltà Crociata’ a cui il gruppo di tifosi è intitolata. Vi hanno partecipato giocatori (Lorenzo Adorni, Fabio Lauria, Christian Longobardi, Riccardo Musetti, Mousa Balla Sowe e Dimitar Traykov), dirigenti (il consigliere delegato Luca Carra e il responsabile del Settore Giovanile Fausto Pizzi) e la componente societaria _DSC8706dell’azionariato diffuso di Parma Partecipazioni Calcistiche (il presidente Corrado Cavazzini e l’amministratore delegato Sandro Squeri), che a Medesano vanta un vasto coinvolgimento di soci. L’evento è stato caratterizzato da due momenti: l’aperitivo nella sede del Parma Club, il bar Le Tire Bouchon in località Felegara, e la cena nella tipica Trattoria Scaffardi di Varano Marchesi. Con uno sfondo benefico, grazie alla presenza dei ragazzi di ‘A Parma batte sempre’, che da mesi stanno raccogliendo fondi per l’acquisto di defibrillatori a servizio degli impianti sportivi della città.

I VIDEO DI PARMACALCIO1913.COM

1. IL MENU’ IN DIALETTO DECLAMATO DA LAURIA, LONGOBARDI, MUSETTI, MOUSA BALLA, TRAYKOV CON LA SUPERVISIONE DI ADORNI

2. L’INTERVENTO DI CABALO DI “A PARMA BATTE SEMPRE”

3. GLI INTERVENTI DEGLI AD DI PARMA CALCIO 1913 E PARMA PARTECIPAZIONI CALCISTICHE LUCA CARRA E SANDRO SQUERI

4. L’INTERVENTO DI CORRADO CAVAZZINI, PRESIDENTE DI PARMA PARTECIPAZIONI CALCISTICHE

5. REGALI TRA PRESIDENTI

6. VIDEO SINTESI DELLA SERATA, a cura di Enzo Zermani

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

14 pensieri riguardo “LA FESTA DEI PARMA CLUB MEDESANO CON “INTERROGAZIONE” DI DIALETTO AD ADORNI, LAURIA, LONGOBARDI, MUSETTI, MOUSA BALLA, TRAYKOV – Foto di Enrico Zermani e video

  • 22 Gennaio 2016 in 16:26
    Permalink

    Majo ho apprezzato sempre di lei la schiettezza e l’indipendenza nel fornire spunti di indagini da cui spesso scaturiva la verità delle cose.
    Spero la mantenga anche ora che è dipendente del Parma Calcio, nel spiegare il fenomeno legato alla questione biglietti di Altovicentino Parma, in particolare alla gestione oserei dire “sinistra” del Sig.Manfredini e di tutto il Centro Coordinamento.
    La gestione dei biglietti è stata grottesca, e sicuramente Parma Calcio, Altovicentino e questura di Vicenza hanno fatto una figura abbastanza ridicola, impedendo ai tifosi più civili d’Italia di invadere in massa il paese Veneto.
    Le chiedo un suo pensiero in merito, augurandomi che lo faccia come ho precisato nell’incipit nella sua solita buona fede (e non mitigato da un fortissimo legame tra Parma e Centro Coordinamento che ormai sembra una costola/controllata del Parma stesso.)
    Cordiali saluti.
    Andrea, un tifoso incazzato che si è preso due giorni di seguito ferie per fare code inutili.

    • 22 Gennaio 2016 in 18:36
      Permalink

      Grazie per l’apprezzamento per la mia schiettezza e indipendenza, anche se adesso, sia pure da libero professionista, non posso più definirmi “indipendente” essendo, attraverso un contratto sia pure di libera professione, al servizio della società.

      Ma al di là dell’attuale occupazione cerco di mantenere, per quanto possibile, la mia onestà intellettuale.

      Io non sono d’accordo con lei nel definire sinistra la gestione dei biglietti da parte del sig. Manfredini del CCPC, il quale, assieme agli altri volontari del Coordinamento, si presta gratuitamente al servizio di prevendita dei ticket per le gare in trasferta organizzate dal club ospitante (che nelle serie maggiori, appunto, si fa carico, magari attraverso circuiti, della vendita dei biglietti).

      Il Coordinamento, del resto come i Boys, fanno parte del tifo organizzato: sicché è logico che organizzino le trasferte per i propri associati e per gli altri richiedenti: per cui che ci sia una sorta di via preferenziale non mi scandalizza affatto, visto che svolgono un servizio, del quale, peraltro, ho personalmente usufruito (mi riferisco al trasporto) per 4-5 anni, quando, con stadiotardini.it, non potevo permettermi di viaggiare in autonomia.

      Né mi scandalizzerei per eventuali prelazioni per gli associati di Parma Partecipazioni Calcistiche, i quali, da soci che hanno avuto fiducia spendendo anche dei bei soldini, è giusto che siano in un qualche modo ripagati.

      Qualcuno, nei giorni scorsi, ci aveva accusato di non aver fatto una comunicazione chiara di quanti biglietti venivano effettivamente messi in vendita ai botteghini: è chiaro che se “esternalizziamo” il servizio di prevendita (che, ribadisco, non spetterebbe a noi organizzare, e il CCPC si è prestato gratis a svolgerlo), poi non possiamo intervenire sulla gestione dei numeri, e per questo ci limitiamo a riportare quanti ne abbiamo chiesti e quanti ne arrivano dal club ospitante.

      Io, quindi, non mi fossilizzerei su simpatie o antipatie per una certa persona e la sua organizzazione, e mi piacerebbe ci fossero colleghi meno superficiali che non si limitassero (anche se è già un passo avanti rispetto a quando c’erano il Ghiro e il Leo, che solo io “rompevo i maroni” andando a ravanare, e stavo sul c*** perché lo facevo, mentre adesso c’è una pletora di inviati speciali con gli occhi aperti…) a documentare una protesta, ma che cercassero di spiegare i motivi, facendo la mia tanto cara “opera di divulgazione”. E invece trovo, senza chiosa, dei comunicati contenenti inesattezze che se sommate a rabbia e delusione finiscono per aumentare il malcontento…

      Da parte mia, all’interno, come di abitudine, assieme al collega Beppe Squarcia, ho cercato di stimolare colleghi e superiori alla maggiore sensibilità possibile per i nostri tifosi, rimarcando come ci sia stata gente come lei che si è presa ore di permesso per prendere il biglietto, per poi restare delusa.

      Purtroppo, però, ci sono anche situazioni “cervellotiche” con le quali ci dobbiamo confrontare: pur sforzandomi non riesco a capire la logica di impedire, inizialmente, del tutto la vendita dei 250 biglietti oggi in arrivo da Valdagno, salvo, a pochi minuti dall’apertura dei box, concedere di venderne solo 200 e non 250. Non capisco la logica dell’esiguo quantitativo non vendibile, e neppure quello di disporre di non vendere alcuno di quei biglietti.

      Parimenti, però, avrei evitato comunicati barricaderi – che creano incidenti diplomatici, quando gli ambasciatori sono al lavoro per agevolare il più possibile – anche perché se voglio andare a rapinare una banca non sto a scriverlo su un sito o su facebook il giorno prima… Anche perché nel frattempo la polizia si attrezza…

      Insomma: più buon senso e meno pancia…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 22 Gennaio 2016 in 17:11
    Permalink

    Quesito fuori tema: c’è nessuno, di buon cuore, che sia dalle parti della stazione di Vicenza domenica intorno alle 12.40? Mi servirebbe uno strappo fino a Valdagno…altrimenti mi tocca andare di taxi, ammesso che sia possibile.

    • 22 Gennaio 2016 in 19:52
      Permalink

      Ti do una dritta basta ke NON ti arrabbi permaloso

      Alle 12.30 parte da Vicenzautostazione il FTV x Valdagno

      In treno da Parma x Vicenza parte alle 08.45 o alle 09.30

      Con ben 2 coincidenze da prendere la prima a Bologna

      Naturalmente se parti dalla Stazione di Parma

      • 22 Gennaio 2016 in 22:51
        Permalink

        Parto da Napoli al mattino presto, arrivo a Vicenza intorno alle 12.30…al sito di FTV nei giorni scorsi avevo già dato un’occhiata, ma non ero riuscito a trovare autobus che partissero a quell’ora in direzione di Valdagno. Per cui mi sono rivolto a radiotaxivicenza, ma mi han chiesto intorno ai 60 euro per 29 chilometri…che belli i tempi di Uber.

  • 22 Gennaio 2016 in 17:42
    Permalink

    Vedo Majo ke ti sei annoiato in trattoriahahahah

    Lo stesso Squarcia lo vedo stankino e NON solo

    Si vede ke il menù di varano NON era all’altezzahahahah

    Senza parlare della abbondante parpagliahahahah

    Ma quella fa male…..

  • 22 Gennaio 2016 in 19:05
    Permalink

    Ho letto il nuovo comunicato ufficiale del Parma. Ragazzi qui siamo veramente alle comiche… Una roba del genere nemmeno in terza categoria! Ma stiamo scherzando?? Una sola parola.. VERGOGNA!

    • 22 Gennaio 2016 in 19:42
      Permalink

      Cosa non le va bene del nuovo comunicato? Vergogna a chi?

  • 22 Gennaio 2016 in 20:00
    Permalink

    Calma majo, non è riferito al Parma, ci mancherebbe.. Vergogna riferito all altovicentino e compagnia bella.. Stanno facendo un ostruzionismo scandaloso..

  • 22 Gennaio 2016 in 20:50
    Permalink

    Come sta il Longo?

I commenti sono chiusi.