ParmalanD 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / TRASFERTE CALDE? ALTOVICENTINO, CORREGGESE, FORLI’… 21.02.2016: CHE SUCCEDE SE…

(Mauro “Morosky” Moroni) – “Innamorato pazzo” del Parma Calcio 1913: un amore sbocciato l’estate scorsa, dopo 40 anni di calcio professionistico (il Parma intendo, la maggior parte delle partite in casa viste allo stadio), dopo 25 anni di serie A, dopo aver visto passare fior di giocatori e campioni italiani, europei e mondiali e dopo aver visto anche, purtroppo, due fallimenti. Punto. Sono ripartito da zero, reset completo (non guardo quasi nemmeno più la serie A ); vorrei ritornare al 15 settembre 2015 data del mio secondo articolo, dopo due giornate di campionatoParagoni im(possibili): mi limito a citare alcuni giudizi su calciatori che non sapevo nemmeno esistessero prima di averli visti a Collecchio, all’Ennio oppure in tv (anche se preferisco sempre il campo al mezzo televisivo):

ZOMMERS: 3 tiri in porta: 1 imparabile gol/no gol, 1 rigore, una paratona al 95°, Mastro Lindo bionico

RICCI: gran bel mancino, deve migliorare nei cross ed in fase difensiva… inseguendo CABRINI

CORAPI: piedi buoni & cervello fino, mini PIRLO, peccato non abbia assaggiato la serie A

CACIOLI: un gigante, esperto, roccioso… BRIO

MELANDRI: trottolino moto perpetuo, mi aspetto 6 / 7 gol… GIACCHERINI

GIORGINO: grintoso, combattente, ordinato1/2 GATTUSO – 1/2 TARDELLI, lui l’ha assaggiata …

LONGOBARDI: bomber di razza, codigno, arrampicatore di ramata, Cristian “Attila” BARBUTI

LAURIA: nel segno dei grandi n. 10 del Napoli, sinistro sopraffino…1/2 BECCALOSSI… 1/2 ROBBEN

MIGLIETTA: spero che si possa giocare con centrocampo a tre, completo, esperto… MISSIROLI

BARAYE: gazzella, freccia nera, grande velocità… gran tiro… OBA OBA MARTINS

Da questi miei “giudizi”, dopo solo due giornate di campionato, ho volutamente tralasciato, per ovvi motivi, Capitan Lucarelli e alcuni dei giovani che non avevano ancora giocato molto; con questo elenco, aggiungendo Lucarelli, Saporetti, Agrifogli, Benassi, Mulas, Simonetti, Rodriguez, Fall, Adorni, Musetti e/o Guazzo, ritengo che si possa ottenere lo zoccolo duro per la rosa 2015 / 2016 da rinforzare con gli adeguati “innesti importanti” di cui parlava ieri il D.T. Lorenzo Minotti.

PS: per i calciatori non citati  alcuni, essendo in prestito, presumo che tornino alla casa madre…

La morale di questo concetto, a mio avviso, va nella seguente direzione: i calciatori vanno giudicati quando sono in perfette condizioni fisiche all’interno di un gruppo ben affiatato nel quale tutti possano rendere al top delle proprie capacità tecniche, umane, caratteriali e psicologiche; sta poi all’allenatore scegliere, di volta in volta, gli atleti adatti per la partita, per la situazione contingente e per il raggiungimento dell’obiettivo, di giornata e poi finale… LEGA PRO.

Ritorno al titolo: Trasferte calde: Altovicentino, Correggese, Forlì 21/02/16: Che succede se…

Alla fine di febbraio, dopo aver ospitato il Lentigione, presumo che avremo il quadro completo della situazione del girone: se la squadra passerà indenne le suddette trasferte (cosa di cui non dubito) immagino che non vi saranno più molti ostacoli sul cammino dei crociati versa l’obiettivo prefissato.

Oggi come oggi, dopo 22 gare di campionato, si può tranquillamente rilevare quanto segue:

con l’inizio del girone di ritorno la difesa ha ripristinato il bunker iniziale per cui Zommers ultimamente passa le domeniche infreddolito cercando di ripassare il suo italiano che ormai parla benino; il suo vice Fall si è ben comportato quando è stato chiamato in causa. Sta migliorando molto, giorno per giorno; sulla fascia destra Messina si è trovato spazio anche per gli acciacchi fisici di Adorni (ottimo inizio il suo… lo rivedremo), ma pure il penultimo arrivato Mulas è molto affidabile; Cacioli, il guerriero, dopo aver causato un paio di rigori all’inizio e avere commesso qualche disattenzione nelle ultime due partite di andata, ha ripreso a macinare il suo elevato standard di prestazioni abituali dicendo la sua su ogni pallone aereo e lottando sempre, anche con l’esempio, fino al 90°; Capitan Lucarelli, dopo l’azione del primo gol alla Fortis Juventus, è entrato di diritto nell’olimpo dei Tiro Mancino, una serie di campioni sinistrorsi per i quali il destro (il piedone acciaccato) è un optional quasi irrilevante, magic sommo capitano; Benassi, da una parte la sfortuna iniziale, poi il fatto di avere davanti, per il ruolo di centrale, due totem – mostri sacri ed infine il successivo infortunio che lo hanno condizionato per tutto il girone d’andata con un paio di presente comunque positive, auguri Maikol; Saporetti, tenuto precauzionalmente in panca domenica scorsa, fin qui ottimo campionato così come Agrifogli cresciuto molto in quello che è il suo ruolo specifico naturale; Ricci, non particolarmente brillante nell’ultima gara ma ha disputato una buona stagione pur avendo avuto un calo fisico per qualche partita verso novembre; Ciccio CORAPI, forse il giocatore che ha reso, entusiasmato e stupito (i non addetti ai lavori) di più di tutta la rosa: un rendimento elevatissimo sia da centrocampista centrale sia da nuovo recente trequartista, con un bottino record personale di ben 7 gol (non mettiamo limiti a Ciccio gol), mitico “gigante” continua così; Giorgino, altro “gigante” imprescindibile sia per il presente che per il futuro …e tanto già lo so… che l’anno prossimo… semplicità di gioco facile, intelligenza tattica mostruosa unita ad una duttilità di ruolo naturale, tassello indispensabile in quest’organico.; Cris Croce Miglietta, per ruolo, per stima e per il tipo di calcio che prediligo da sempre, è il mio preferito: alla presunta lentezza di cui leggo in giro rispondo con: gioca a testa alta, dotato di buona tecnica e visione di gioco, classico centrocampista centrale, costruisce gioco, ma fornisce pure assist al millimetro (chiedere a Baraye), completo, unico neo: si avvicina ai 35, ma pure Ale va per i 39… (e chi li dimostra???), ma ci saranno entrambi l’anno prossimo …e tanto già lo so… che l’anno prossimo… Simonetti, ottimo, centrocampista centrale con attitudine all’impostazione ragionata, sa sempre come e quando smistare il pallone, crescita importante da coltivare; Rodriguez, fisico da granatiere, piedi fini, visione di gioco, leggermente compassato, ma solido e concreto, altro prospetto da far crescere; Lauria, peccato per l’infortunio, mentre stava facendo molto bene in un ruolo di sacrificio, avanti e indietro, pendolino in fascia e di raccordo tra attacco e difesa, lavoro oscuro, ma molto prezioso, a servizio del collettivo; Melandri, fino ad oggi ottimo campionato, seppur con una flessione in contemporanea a Ricci, 8 gol , (altrettanti divorati, non me ne voglia…), 2/3 pali, sempre belle giocate, lotta, corre, si sacrifica in copertura, ma pure dalla trequarti in avanti si fa sentire… e bene; Baraye, il bomber (14 gol), il giocatore cercato, voluto, aspettato e consacrato: avevo scritto che doveva smuoversi (pur avendo già segnato 7 gol), che doveva “impegnarsi”, dare alla squadra quel di più che aveva ed ha dimostrato di avere nelle sue corde: oggi sta giocando e segnando da vero calciatore, bravo, tecnico, disponibile, sorridente: un “piccolo campione” in crescita… Continua così, Yves: ti ammiro molto per la trasformazione, sia fisica che mentale, per la squadra e per te: Bertrand; Sereni, avesse realizzato quelle 3/4 palle gol sprecate da buona posizione avrebbe fatto un campionato ottimo, probabilmente ha “sofferto” di una sorta di timidezza o fragilità nei momenti decisivi di alcune partite (vedi l’ultimo passaggio, vedi i gol mancati…ecc ecc ); Sowe, poche presenze lo hanno mostrato come velocissimo e imprendibile, ma ancora acerbo, inesperto e tatticamente da migliorare. L’infortunio non lo ha aiutato: auguri Mousa Balla; Musetti, personalmente mi piace anche se non è riuscito a dimostrare tutto il suo vero potenziale tecnico e fisico, vuoi per gli infortuni, vuoi per le poche partite giocate (vista pure la concorrenza): ce lo ritroveremo con Attila Cris LongoB, altro mio mito, calciatore importante, combattivo, agonisticamente inesauribile, lottatore a tutto campo, pure sfortunato in quanto è fuori dal 8/11/2015 a seguito del grave infortunio subito: ti aspetto/aspettiamo a braccia aperte per un grande ritorno in campo… Auguri pure a te bomber; Guazzo: per Matteo potrei citare una poesia di Karen Boye, scrittrice svedese deceduta:

Come posso dire se la tua voce è bella…
So soltanto che mi penetra
E mi fa tremare come una foglia…
E mi lacera e mi dirompe…

Cosa so della tua pelle e delle tue membra…
Mi scuote soltanto che sono tue,
così che per me non c’è sonno né riposo,
finché non saranno mie…

Il calciatore è indiscutibilmente bravo, tecnico, esperto, navigato, scaltro e capace di giocare: su questo non ci piove (ricordo che ha fatto tutto il vivaio Juve e questo credo sia un ottimo pedigree): sia gli infortuni che il “caratterino” non lo hanno aiutato né si è fatto amare molto, ma sono convinto che darà una grande mano per il proseguimento del campionato (ti stimo bomber); Mazzocchi, il giocoliere di You tube in quei 20 minuti di domenica scorsa, fascia destra, ha dimostrato buona tecnica e velocità mettendo in area 3-4 palle rasoterra a seguito di percussioni incisive. Anche per lui: se son rosePanciroli, dalla panchina della Juniores alla Tribuna, prima squadra… Terzo portiere scalatore: auguri Andrea, di simpatia.

Sotto la firma troverete allegati i consueti prospetti – TotoBomber e Classifiche Gironi Serie D per dare un idea del cammino delle altre squadre partecipanti alla L.N. Dilettanti (mi pare non stiamo sfigurando nemmeno noi a livello nazionale, direi… O sbaglio ???) .

…dal Circolo Castelletto di Via Zarotto, 39 in Parma,

Cordialmente 

Mauro “Morosky” Moroni

totgo1

totgo2

d dopo 22

2014 15 22 rit

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

MINOTTI: “NON E’ IL RISULTATO DI UNA PARTITA, SIA PURE IMPORTANTE, CHE CAMBIA LE NOSTRE STRATEGIE DI MERCATO. E QUESTA SQUADRA, PER NOI, HA DEI VALORI. ANCHE SE RESTIAMO VIGILI”

PARAGONI (IM)POSSIBILI, PER LA SERIE (D)… IO LI VEDO COSI’, di Mauro Moroni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 pensieri riguardo “ParmalanD 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / TRASFERTE CALDE? ALTOVICENTINO, CORREGGESE, FORLI’… 21.02.2016: CHE SUCCEDE SE…

  • 20 Gennaio 2016 in 19:37
    Permalink

    Moroni. Che dire ? Io sono meno elegiaco ma sostanzialmente concordiamo. Su Crocefisso qualche dubbio lo tengo. Ma se riuscirà a esprimersi su buoni livelli (atletici) da qui all’anno prossimo ci sarà più utile in lega pro che ora. Questo perché l’aspetto tecnico su certi campi e contro certe squadre ne esce mortificato nell’attuale serie.
    Ma tanto già lo so che l’anno prossimo ….

  • 20 Gennaio 2016 in 23:21
    Permalink

    A Valdagno opterei per più solidità nel mezzo con Simonetti e Giorgino. Bisogna ripetere la gara di Rovigo.

  • 20 Gennaio 2016 in 23:41
    Permalink

    Ad ghe ragion gallo ..più si sale + la tecnica serve ed aiuta la squadra…ma su cris croce non temo giudizi né critiche avverse … Come dice lui il calcio è opinabile …hai presente Montolivo ?’..se facessimo cambio squadra ..come si distinguerebbe il giocatore ???”…dimmi tu che ne mastichi …dove si nota la differenza ?? ..questione di treni ..momenti ..circostanze ..opportunità avute e sfruttate ..ti pare ??’ senza nulla togliere a …

    Miglietta ..naturalmente

    • 21 Gennaio 2016 in 10:22
      Permalink

      no ragazzi ma se paragoniamo montolivo a miglietta allora c’è qualcosa che non va veramente…mororsky ma tu li vedi i tempi di gioco che ci sono in serie D?

  • 21 Gennaio 2016 in 13:20
    Permalink

    Io ho parlato di Montolivo ..hai presente come gioca…?
    premesso che a me piace…( anche se nonm sono milanista )
    ..
    i suoi ritmi sono “compassati”, non è sicuramente un velocista otto polmoni…
    però non spreca palloni..cuce…apre..lancia..
    non è un fenomeno mondiale mo..ed szugher l’è bon…anche se non a ritmi frenetici …
    Mascherano..prima di arretrare in difesa…giocava in modo similare …passo lento ma ..ben disteso..
    ..sono solo mie opinioni ragazzi…non è vangelo…
    Ledesma ve lo ricordate ??
    non si muoveva dal cerchio del centrocampo…però..sembrava calamitare il pallone….e giocava…apriva..lanciava…teneva il bandolo della matassa..
    ..
    ci sono giocatori…se parliamo di centrocampisti.. che giocano o hanno giocato in serie A ….e sono dei …paraculati…
    ..
    Padoin ..gemelli Filippini…Brocchi…
    a Parma ..tra serie A e B …Lunardini, Musacci, Jorquera, Valdes, …per non parlare di certi difensori….sempre a parma…
    Paci…Felipe….
    ..
    ricordatevi che di bravi , italiani, ce ne sono pure in serie B e in Lega Pro…e, vuoi x un motivo vuoi x un altro …non sono riusciti a raggiungere la vetta….
    ribadisco…questione di treni…opportunità, carattere, testa da calciatore…..procuratori abili e immanicati…
    ..
    nessuno è obbligato ad essere d’accordo….
    ..non ci sono controprove….
    ..
    se parliamo di tempi di gioco…
    nella maggior parte delle partite di serie A si vede solo correre, picchiare e buttare via il pallone…pochissimo rasoterra e molto…in aria..
    ad eccezione di 4/5 squadre che giocano al calcio…
    ..
    il resto è palla lunga e pedalare…
    ..
    av salut gionuott
    morosky

  • 21 Gennaio 2016 in 18:03
    Permalink

    Ancora a criticare Miglietta? Uno che aveva a malapena giocato 6 partite nel girone di andata?

    Nella pausa natalizia ha recuperato la forma e nelle tre uscite post pausa ha fatto vedere che ha grandissime qualità, senza dimenticare i tre gol fin qui segnati.

    Datevi alla briscola va…

I commenti sono chiusi.