“RARO ESEMPIO DI DIGNITA’ SPORTIVA E SOLIDARIETA’ UMANA”: AL CAPITANO CORAGGIOSO ALESSANDRO LUCARELLI IL XIX PREMIO “L’ALTRO PALLONE”. Il video della consegna

lucca5(Michele Papagna, coordinatore Altropallone) – Professione Sport: è questione di valori, e pure di lavori. E’ questa la sintesi efficace del messaggio che esce dalle premiazioni di ieri a Milano, Palazzo Isimbardi. Alla consegna del premio l’Altropallone, alla XIX edizione, a Alessandro Lucarelli, si è affiancata quella del premio sPace, premio “Spazio per la Pace/Sport per la Pace”, settima edizione, quest’anno a Assist Associazione delle Atlete Italiane, lucca4ritirato dalla Presidente Luisa Rizzitelli, accompagnata da Gabriella Moscatelli e altre amiche di Telefono Rosa, da sempre a fianco dei diritti delle donne, anche nello sport.  Un premio a un capitano coraggioso – quello dei crociati – che insieme allo staff tecnico, numerosi  compagni, sostenuti da una intera città solidale, Parma, ha saputo dare un raro e bell’esempio di dignità sportiva in campo e di solidarietà umana fuori campo, ricostruendo squadra, società e ridando dignità a una grande storia. E un premio a un gruppo di donne dello lucca1sport ostinate e tenaci che da anni lotta per la pari dignità e opportunità, anche loro, in campo e fuori. Osannate nel giorno dei trionfi – moltissimi nel 2015 – ma rese “dilettanti” per il resto della vita.  Ospiti della bella sala degli Affreschi di Palazzo Isimbardi e con il saluto di Eugenio Comincini, vicesindaco della Città metropolitana di Milano, a consegnare i premi Gianni Mura, Damiano Tommasi, Gianni Di Domenico, Milly Moratti, E Fabio Pizzul… non c’è che dire: una squadra nobile e bella questa de l’Altropallone, premio e lucca2associazione. Con amici come Maria Eleonora della Fundación Colombia Te Quiere Ver, Francesco Trento dei “Matti per il calcio”, Stefano Piazza, Danilo Redaelli e Luciano Sartirana, giovani praticante della Scuola di giornalismo Walter Tobagi… infine, ma non per importanza anzi… i volontari Giada, Sofia e Paolo che hanno mirabilmente organizzato l’evento. Infine la consueta consegna di cesti di prodotti del commercio equo, targhe e palloni etici e poi l’arrivederci a nuove imprese, come “Sport e Africa, Cooperazione e Sviluppo umano”, che si terrà il 25/1 in collaborazione con World Friends e Slums Dunk e un pensiero a quei “Matti per il calcio”
diventati…Mondiali! Michele Papagna, coordinatore Altropallone

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

GIANNI MURA A STADIOTARDINI.IT: “IL PARMA, L’ULTIMO FELICE ESEMPIO CALCISTICO DELLA PROVINCIA ITALIANA” – Videointervista esclusiva di G.Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on ““RARO ESEMPIO DI DIGNITA’ SPORTIVA E SOLIDARIETA’ UMANA”: AL CAPITANO CORAGGIOSO ALESSANDRO LUCARELLI IL XIX PREMIO “L’ALTRO PALLONE”. Il video della consegna

  • 19 Gennaio 2016 in 18:07
    Permalink

    Ora a Lucarelli manca solo una statua in Piazza Garibaldi. Grande immenso capitano!

I commenti sono chiusi.