VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese / IL GRAN GOL DI UN CITTADINO DI ARZIGNANO CHE HA DONATO UN BONUS SPESA DI 50 EURO A 100 FAMIGLIE BISOGNOSE

(Luca Savarese) – Si dice che l’Epifania tutte le feste porta via. Anzitutto riporta sui campi la festa del pallone di casa nostra, che in queste vacanze natalizie, d’accordo l’abbuffata di Premier, Liga, Liga e Premier e al netto della serie B in campo subito prima ed immediatamente dopo il Natale, ci era un po’ mancata. Niente paura, siamo italiani, diciamo peste e corna sul pallone nostrano, salvo poi averne una voglia matta quando, d’estate e a dicembre, si riposa un po’. Un altro detto gettonato ed abusato è che a Natale siamo tutti più buoni: fastidiosa retorica cioccolatosa: come se la bontà fosse una stupida banderuola da sventolare un giorno all’anno per poi riporre, sgualcita ed incartapecorita, negli armadi. Fuori dagli armadi, alcune ore fa, nelle case di Arzignano, hanno tirato fuori berretti, sciarpe, maglioni, coperte e copertine: al Tardini si deve andare con il kit anti-freddo completo e ben assestato. Nel viaggio Arzignano-Parma, nella carovana di stupore e tremore dei tifosi e degli amici della compagine vicentina, prima sparring partner della stagione, il 6 settembre, in casa loro, magari ci sarà anche lui. Lui, non ha nome, ma ha fatto qualcosa che si chiama carità, lemma sempre più messo in fuorigioco dal facile dominio della parola celebrità. Ci pensava da un po’ di arzignano bonus 50 euro spesa foto giornale di vicenzatempo. Come si legge su ilgiornaledivicenza.it  lui non ha particolari problemi economici, anzi, è piuttosto abbiente, lui non ha avuto particolari problemi a togliere qualcosa del suo per darlo a chi non ha, o non può avere più, del proprio. Prima di Natale ha contattato don Mariano Lovato, arciprete del Duomo di Arzignano spiegandogli la sua scelta, il suo desiderio. Insieme hanno strutturato la cosa e così cento famiglie hanno ricevuto, nel bel mezzo di una festa del 2 gennaio d’inizio anno, nella sala del Mattarello della parrocchia di Ognissanti, un bonus di 50 euro di spesa, da poter effettuare quando vogliono, senza una scadenza. Benefattore? Filantropo? Santo? No, semplicemente uno che si è accorto dell’insufficienza di mille parole, dell’inadeguatezza di centomila buoni propositi, ed ha agito, in prima persona, mettendoci del suo, svuotandosi non di una bona idea, ma di una parte dei suoi soldi. E grazie a lui, molte famiglie hanno iniziato l’anno col sorriso e con dei cibi, e non la paura, sotto i denti. Non so se questo signore abbia letto il libro o visto il film A Christmas Carol, il Canto di Natale di Dickens, in cui l’autore inglese invita a vivere in pieno lo spirito del Natale, uscendo dall’isolamento dell’egoismo, ma una cosa è certa e ce la fa capire: il Natale non è un augurio frettoloso su un biglietto rabberciato, ma poggiare il proprio enorme ego sulla tavola dell’umanità, dividerlo come fette di panettone, e farne parte anche agli altri, anche a chi con il tuo poco, e anche se per poco, è il più ricco. San Francesco diceva, se proprio ci fosse bisogno, in ultima sede, di usare le parole. Quest’uomo arzignanese, non ne ha avuto bisogno: la sua azione parla da sola, così come non c’è bisogno del suo nome. La carità, ama la discrezione. Oggi l’Arzignano lotterà e suderà sette e più camicie contro il Parma, ma un gran gol lo ha già segnato un suo cittadino, una perla. In tempi di sospetto ed eterofobia, roba da Pallone d’oro del cuore. Luca Savarese

LE PRECEDENTI PUNTATE DI VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese

1^ puntata: Arzignano (06.09.2015)

2^ puntata: Villafranca (13.09.2015)

3^ puntata: Borgo San Lorenzo (16.09.2015)

4^ puntata: Valdagno (20.09.2015)

5^ puntata: Budrio-Mezzolara (27.09.2015)

6^ puntata: Correggio (04.10.2015)

7^ puntata: Chioggia Sottomarina (11.10.2015)

8^ puntata: Cervia Milano Marittima (15.10.2015)

9^ puntata: Forlì (18.10.2015)

10^ puntata: Brescello (25.10.2015)

11^ puntata: Romagna (01.11.2015)

12^ puntata: Carpi (08.11.2015)

13^ puntata: Legnago (13.11.2015)

14^ puntata: San Marino (15.11.2015)

15^ puntata: Imola (22.11.2015)

16^ puntata: Rovigo (29.11.2015)

17^ puntata: Ravenna (06.12.2015)

18^ puntata: Bellaria-Igea Marina (13.12.2015)

19^ puntata: San Mauro Pascoli (20.12.2015)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “VIAGGIO IN PROVINCIA, di Luca Savarese / IL GRAN GOL DI UN CITTADINO DI ARZIGNANO CHE HA DONATO UN BONUS SPESA DI 50 EURO A 100 FAMIGLIE BISOGNOSE

  • 6 Gennaio 2016 in 07:19
    Permalink

    Un bel gesto perché prima di tutto non si è fatto pubblicità, ma ha scelto il profilo basso. Si dovrebbe fare sempre così in occasioni del genere.

  • 6 Gennaio 2016 in 08:08
    Permalink

    Tanto di cappello x il gesto nobile molto importante

    Mi auguro ke NON sia x pubblicità o secondi fini

  • 6 Gennaio 2016 in 11:54
    Permalink

    50 € x 100 famiglie cosa fa? 5000 €
    Qualunque sia il motivo per cui l’ha fatto non è poco e 100 famiglie ne hanno goduto. Questo è il dato che interessa. Poi che chi fa diciamo la carità ne tragga un “giovamento” interiore, una soddisfazione è umano, la carità si fa anche per stare meglio con noi stessi . C’è un proverbio che recita “La carità consola chi la fa” cmq sia.. bel gesto davvero

  • 6 Gennaio 2016 in 13:35
    Permalink

    Un uomo molto potente e NON più vivente

    Diceva ke pensare male è peccato

    Ma delle volte ci si azzecca

    IL ke è tutto dire

  • 6 Gennaio 2016 in 15:24
    Permalink

    Cosa ne ricaverebbe da questo gesto? Boh!!!

I commenti sono chiusi.