martedì, Aprile 23, 2024
Bar SportFotogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

ZOMMERS A BAR SPORT: “MI PIACEREBBE RESTARE A LUNGO A PARMA. QUI C’E’ UNA UNIONE SPECIALE” –Fotogallery amatoriale dal backstage

zommers a bar sportIl portiere del Parma Calcio 1913 Kristaps Zommers è stato ospite in diretta negli studi di Tv Parma del talk show “Bar Sport”, condotto dal popolare giornalista Sandro Piovani. Nel parterre anche lo storico tifoso Giuliano Baroni, fondatore nel 1970 del primo club crociato “Amore per il Parma”, che ha festeggiato i suoi 80 anni con il successo di Valdagno.

Ecco la trascrizione (a cura di Vito Aulenti per ParmaLive) degli interventi salienti di Kristaps Zommers:

“Quando mi ha chiamato il Parma, ho pensato subito che sarei approdato in un grande club con una grande storia e dei grandi tifosi. Qui mi trovo davvero bene, sia con Fulgoni che con tutta la squadra. Vinciamo spesso, ma siamo affiatati anche quando le cose non vanno bene. C’è un’unione speciale. In cosa posso migliorare? In tutto, sia fisicamente che coi piedi. Mister Ermes mi fa lavorare tanto, tutti i giorni. E’ impossibile non migliorare con lui. A chi mi ispiro? Ad Handanovic, lui è davvero bravo. Quando ero piccolo, però, mi piaceva molto il danese Peter Schmeichel. Anche Buffon è fortissimo, ha avuto una carriera importante, impreziosita dal Mondiale vinto nel 2006. Il futuro? Mi piacerebbe rimanere a lungo a Parma, ma vediamo. Aspettiamo prima il termine del campionato”.

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

47 pensieri riguardo “ZOMMERS A BAR SPORT: “MI PIACEREBBE RESTARE A LUNGO A PARMA. QUI C’E’ UNA UNIONE SPECIALE” –Fotogallery amatoriale dal backstage

  • Secondo me finora gli spetta il titolo di sorpresa. In tanti sostenevano che avremmo avuto difficoltà col portiere, che si era rischiato troppo e invece lui ha stupito. Al di là del risultato speravo che parasse quel rigore perchè se lo meritava ma è stato calciato bene, sarà il prossimo step !

    • Luca Russo

      Però ha indovinato l’angolo…quando i rigori vengono calciati così, per un portiere c’è ben poco da fare, se non sperare che gli dei del calcio sospingano il pallone sui legni oppure oltre.

    • Fourth of may

      Si Pietro Leonardo,poverino,ha provato a pezzare i guai fatti da ghirardi.
      è il massimo docente di questi magheggi. Ma Andrea t e gli altri suoi seguaci aspettiamo pure che le varie inchieste facciano il loro corso. Noi siamo come il cinese che sta sulla riva del fiume.prima o poi il cadavere del nemico vedrai che passa…
      Venga giù tutto il palazzo marcio del calcio italiano mentre noi risaliamo.

      Va meglio cosi Maio?

  • Cominciamo ad alzare l’asticella.
    Ci sono 9 gironi, ogni girone ha 20 squadre.
    Noi su 180 squadre dilettanti siamo secondi.
    Al primo posto il PIACENZA ci precede di un punto e dato che il prossimo anno l’avremo nel nostro girone cominciamo a fargli capire che con noi in LEGA PRO i loro sogni di promozione s’infrangeranno sulla nostra corazzata.
    Pertanto dobbiamo vincere tutte le domeniche e vedrete che anche il Piacenza mollera ‘.

    • Solo A,B,C e D hanno 20 squadre

  • Fourth of May

    Si Pietro Leonardo,poverino,ha provato a pezzare i guai fatti da ghirardi.
    è il massimo docente di questi magheggi. Ma Andrea t e gli altri suoi seguaci aspettiamo pure che le varie inchieste facciano il loro corso. Noi siamo come il cinese che sta sulla riva del fiume.prima o poi il cadavere del nemico vedrai che passa…
    Venga giù tutto il palazzo marcio del calcio italiano mentre noi risaliamo.
    TUTTI IN GALERA

    • Cmq la roba di quest’oggi, enfatizzata da chi segue il Parma, non riguarda solo il GhiLeo, ma appunto il sistema calcio italiano. Sostanzialmente è una robetta (le commissioni dei procuratori, peraltro nell’aria da tempo), e come al solito se sono coinvolti tutti alla fine son tutti innocenti…

      • Gatto molle

        Le cifre non sono bassissime… nemmeno le persone coinvolte sono poche, l’ipotesi di reato è “evasione fiscale e false fatturazioni”, se si sono trattenuti questi soldi dovuti allo stato spero che paghino perchè sono persone disoneste in quel caso.

        Io non la chiamerei robetta, spero che le persone del Parma Calcio non giudichino robetta il sottrarre milioni di euro allo stato altrimenti siamo punto e a capo.

        Se, e ribadisco se, queste persone sono colpevoli sono delinquenti che devono pagare i reati commessi.

        • E’ “robetta” la fattispecie rispetto a quel che succede nel variopinto mondo del calcio. Cioè: è come accusare, facendo le debite proporzioni, di evasione fiscale Al Capone… Chiaro è una iperbole, però tanto per capirci… Per il resto non c’è da parte mia (e men che meno del Parma Calcio 1913) la volontà di assolvere benevolmente chi commette questa tipologia di reato…

  • Il campionato lo abbiamo STRAVINTO
    Ma amici, possiamo STRAPERDERLO.
    Siamo PADRONI DEL NOSTRO DESTINO
    Se giochiamo con le palle NON CE N’È PER NESSUNO
    Se giochiamo senza palle CE N’È PER TUTTI.
    Tre stimoli in più per NON MOLLARE
    1) Rimaniamo imbattuti fino alla fine del campionato
    2)Superiamo quota 100
    3)Facciamo più punti del Piacenza

    • Qualche altra banalità?
      Il piacenza speriamo di trovarlo l’anno prossimo ma noi pensiamo a noi stessi

  • Ad Arzignano mi aveva fatto mettere le mani nei capelli, poi già dalla gara contro il Villafranca con quella paratona a tempo scaduto ha fatto vedere di che pasta era fatto. Grande Kristaps!

  • velenoso lei e lo stesso che a settembre ottobre e ad ogni mezzo passo falso era negativo…quanto e’ galatuomo il tempo …nel tempo delle benderuole…e la smetta con la lega pro…ci dia il tempo …mattoncino dopo mattoncino con calma arriviamo dove nemmeno lei si aspetta…

    • Lorenzo la mia negatività è positiva e i risultati lo dimostrano.
      Se c’è qualcosa che non va bisogna dirla anche se ciò è impopolare, io ci ho messo la faccia.
      Troppo comodo dire ” si si si ” come un burattino quando le cose non vanno come dovrebbero.
      Io se le cose non vanno le dico.ma dico pure quelle che invece vanno e sono tantissime le cose positive di questa società.
      Se uno vede che certe cose non vanno e applica la tattica dello struzzo che mette il.muso sotto la terra. quello è un pusillanime, è un uomo senza palle,
      non è un uomo ma un bamboccio.
      Questa è la differenza tra me e lei.
      Cordialmente

      • Che signore…..

    • Lorenzo arriveremo dove nemmeno io mi aspetto?
      Io mi aspetto prima o poi la serie A e vedrà che ci arriveremo.
      Questo mi aspetto da questa FANTASTICA E UMILE SOCIETÀ ma se lei dice che arriveremo dove non mi aspetto.allora lei si aspetta la Champions?

      • ..diciamo che a novembre i commenti erano molto critici e catastrofici…probabilmente lorenz come me e tanti altri non ha avuto bisogno di criticare e saper aspettare fiducioso che il risultato fosse questo…
        un pò come con Boni…prima a portarlo sul palmo di mano poi dopo poco calpestato e lapidato dai tuoi commenti…
        Insomma Banderuola o saltatore sul carro dei vincitori il tuo ruolo è questo…

        • No Joe tu non criticavi perché eri rassegnato, io criticavo perché non lo ero.
          QUESTA È LÀ DIFFERENZA.
          Se questo è essere banderuola allora lo sono e me ne vanto.
          In quanto salire sul carro dei vincitori non mi riguarda.
          Su quel carro ci sono da anni.
          IN PRIMA FILA
          CON LE PALLE AL VENTO

          • …rassegnato???
            non credo proprio…semplicemente io mi fido delle persone che operano per il bene della squadra..e ho avuto ragione…guarda sul carro dei vincitori tu sei il primo a salirci quando le cose vanno bene e il primo che si dilegua quando qualcosa non va…fai cosi qui e facevi cosi sulla gazzetta di parma

          • Ahahah ti immagino, guarda…..che scena……che lavor…….

  • e per il piacenza..come reggiana cremonese etc etc..il calcio e’ fatto da intenditori..il piacenza ci ha messo 5 anni a risalire..noi 5 mesi..secondo lei perché 🙂

    • Gatto molle

      Io credo che noi ci abbiamo messo 5 mesi perchè il brand ha attirato giocatori forti venuti per 2 lire, per i soldi che prendono Baraye, Giorgino, Corapi, Lauria, Cacioli ed altri non sarebbero andati in altre squadre di D.
      Lo staff tecnico idem.

      Abbiamo giocatori più forti degli altri, una preparazione tattica ed atletica superiore agli altri per questo.

  • Luca Russo

    Non so a voi, ma a me il calcio di D mi ha fatto venir per la testa un’idea…una pazza idea: ho iniziato a pensare ad un torneo…un torneo molto locale, da disputare a cadenza annuale. Partecipanti? Parma, Reggiana, Modena, Bologna, Piacenza e Cremonese. Non esattamente una Coppa dell’Emilia, perché Cremona è in Lombardia. Ma una specie di ‘6 Fazioni’ sì…suona bene, no? Il ‘6 Fazioni’…o una Mitropa Cup dell’Italia centrosettentrionale…in palio solo la gloria, ovviamente. Oppure qualche soldino, se si riuscisse a trovare il modo per renderlo appetibile a sponsor e TV. Di certo non mancherebbe il seguito di spettatori e interessati tifosi.

    • Buona idea ma le squadre dovrebbero essere della stessa categoria altrimenti non si partirebbe alla pari.
      Che senso avrebbe giocare contro il Bologna che e in A e noi che saremo in Lega Pro.
      Sarebbero solo mazzate.
      A me basta incontrare nella finale scudetto di quest’anno il PIACENZA e vedere chi è il più forte.
      UNA VOLTA PER TUTTE.
      A proposito.
      OCCHIO A MAZZOCCHI.
      Questo ha l’ X FACTOR del campione.
      In prospettiva futura vedo in lui un….. GIUSEPPE ROSSI e ve lo dice uno che di calcio se ne intende anche se a qualcuno questo da fastidio.

      • Mica vero che sarebbero mazzate. I valori non li fa la serie…

        • Vedendo l’Alessandria forse lei Majo potrebbe avere anche ragione.
          Si potrebbe fare un torneo in cui chi è in una serie inferiore gioca però in casa.
          Un poco all’ incontrario della Coppa Italia.

          • In effetti quella regola della coppa italia vigente è parecchio cervellotica…

      • Luca Russo

        Spiegalo all’Alessandria, impegnato stasera nella semifinale di andata di Coppa Italia contro il Milan. O al Calais di qualche anno fa. Quanto a Mazzocchi, mi auguro che di Giuseppe Rossi abbia solo la tecnica e l’inventiva, non anche le ginocchia…e comunque teniamo presente che le belle cose per ora le sta facendo in D. Prima di darne un giudizio più ampio, aspettiamo di vederlo con noi tra i pro’. E ve lo dice uno a cui Mazzocchi piace.

        • Approvo, sta a lui, solo a lui con umiltà, sacrificio e “testa” divenire quello che dai primi vagiti di neonato sembra avere.
          Se ha la testa di PEPITO farà tanta strada e prima o poi andrà in Nazionale, se ha la testa di BALOTTELLI tra tre anni prima o poi farà il commesso in qualche supermercato

    • Gatto molle

      Io chiamerei anche il Mantova, però credo che ci vuole l’esercito.

      • Non mi pare che col Mantova ci sia una arlia superiore rispetto ad altre piazze…

        A parte che, da buon ideatore del mancato derby benefico qualche annetto fa, debbo sottolineare come le supposte problematiche di ordine pubblico sono stra-esagerate, considerato che tutti gli anni si fronteggiano squadre con tifoserie “nemiche” numericamente superiori. Io tutti sti pericoli non li vedo e inorridisco a pensare che Parma e Reggiana possano finire in due gironi diversi…

      • Luca Russo

        Quando siamo stati in B, sette/otto anni fa, non ricordo di episodi particolarmente violenti in occasione delle sfide col Mantova. O ricordo male?

        • Ricordi bene niente episodi gravi

          Solo i due ex presidenti furono

          Protagonisti di dikiarazioni assurde

          Più o meno come i Loro esempi

          • Luca Russo

            Però a Monaco di Baviera, nello store del Bayern, l’estate del 2009 beccai un tifoso del Mantova. Io indossavo una felpa con su la scritta Parma, lui era vestito quasi uguale, ma ovviamente ce l’aveva del Mantova. Mi fermò, ci stringemmo la mano, ma poi ebbe da ridire sull’arbitraggio del Parma-Mantova di ritorno, quando Lucarelli C. con la sua esperienza fece convalidare un nostro gol che era stato invece annullato. Che tempi.

  • Gionny Stecchino

    Luca Russo le consiglio di pubblicare “storielle paesane” ha proprio un dono di natura, scrivere favole di altri tempi.
    Consiglio a tutti di restare coi piedi per terra.
    La nostra squadra attuale va rifatta quasi completamente. Consiglio a Minotti di proporre un serio contratto a Zommers. La Lega Pro non è la D…..e di sperare di non avere il Piacenza lupa e il pro Piacenza (sono due le squadre) nel nostro girone. Sono veramente toste. La Reggiana mi fa un baffo anzi due (sono baffuto)…e il derby sarebbe l’ideale….per gli incassi del bar!!

    • Non sono d’accordo sulla circostanza per cui la squadra andrebbe rifatta completamente, ma tant’è…

      • Io ho fiducia CIECA nella società e so che il prossimo anno prelevando nella Lega Pro i migliori si potrà approdare in serie B.
        Lo vogliono i tifosi
        Lo vuole la società
        Quindi state tranquilli e lasciateli lavorare in pace

    • …il valore del piacenza (serie d) penso possa essere sminuito dal fatto che per tutta estate, prima della formazione dei gironi e dei calendari i diregenti biancorossi fecero di tutto per farsi spostare nel girone lombardo..definito dai più uno dei più semplici dei nove gironi…
      secondo la rosa del parma non penso che vada rifatta da zero…ci sono elementi di questa rosa che hanno già giocato in categorie superiori e possano permetterci di giocarci anche l’anno prossimo…i giovani se si riusciranno a confermare faranno parte del futuro patrimonio crociato…penso che basteranno 4-5 innesti di categoria e 1-2 di categoria superiore…
      per quanto riguarda i gironi…penso che sia difficile che vengano creati ad hoc per noi tifosi che speriamo nei derby…

  • Per me Luca Russo fa uso di stupefacenti 🙂

    • Luca Russo

      Se pur volessi farne uno, non potrei. Ma, non volendolo, il problema non si pone nemmeno. Pur non essendo parmigiano di nascita, e dunque non potendo cogliere fino in fondo alcune delle rivalità tra parmigiani e cugini di vario grado, il 6 Fazioni lo godrei tantissimo, e penso di non essere nemmeno l’unico.

  • Dott. Majo vada ad analizzare i calciatori che militano

    in lega pro e faccia due somme!!

    Ma se invece è solo un problema finanziario,

    siamo da poco nati, non facciamo un passo più lungo

    della gamba…allora capisco!!

  • Gionny Stecchino

    Direi “ERBA BALORDA”……

  • von model

    sono nato a parma ho vissuto li fino a 12 anni guindi sono tifoso crociato ma vivo a pacenza da tanti anno ho 50 anni state tranquilli i l piacenza il prossimo anno fara una squadra per salvarsi i fratelli gatti cercano nuovi soci e nuova linfa per l iscrizione

I commenti sono chiusi.