lunedì, Maggio 20, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

APOLLONI: “CI SON MOMENTI IN CUI SI RACCOGLIE E ALTRI IN CUI CI SI DEVE ACCONTENTARE: NON HO NULLA DA RIMPROVERARE AI RAGAZZI. IL FORLI’ E’ A–7? IO GUARDO IN CASA MIA E COSA FAN LORO NON MI INTERESSA”

luigi apolloniCORREGGIO – nostro servizio – Andrea Belletti – L’allenatore del Parma Luigi Apolloni sapeva che non sarebbe stato facile e così è stato La Correggese ha fatto la partita della vita e ha evidenziato un periodo di forma strepitoso che può candidarla al ruolo di mina vagante del campionato. “Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi. Abbiamo fatto di tutto per vincere la partita – esordisce il tecnico gialloblu – soprattutto nella seconda parte di gara, quando abbiamo cercato di scavalcare il centrocampo per cercare direttamente i nostri attaccanti. Abbiamo creato buone occasioni purtroppo non siamo riusciti a concretizzato abbastanza”. Anche per merito degli avversari. “Oggi abbiamo affrontato una squadra abile a chiudere tutti gli spazi, ora dobbiamo cercare di restare concentrati già a partire da mercoledì nella gara contro la Clodiense. Noi continuiamo il nostro percorso, e dobbiamo guardare in casa nostra. Siamo consapevoli che ci sono e ci saranno momenti in cui dobbiamo raccogliere altri in cui dobbiamo accontentarci”. Il Forlì ora a 7 punti di distacco è ancora a distanza di sicurezza. “Il Forlì è –7, ma io guardo in casa mia e cosa fa il Forlì non mi interessa. Noi a livello fisico e mentale stiamo bene dobbiamo restare concentrati e rimanere sul pezzo”. Per tornare a riassaporare la vittoria il prima possibile. “Mercoledì ci saranno dei cambi nella formazione, valuterò le condizioni dei giocatori”. Anche quella di Baraye, apparso un po’ annebbiato nelle ultime due uscite. “Oggi è stato sostituito, ma è un giocatore che sta bene, i difensori avversari aumentano il livello di attenzione su di lui perché sanno che ha qualità e che può fare la differenza”.  

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER LUIGI APOLLONI DOPO CORREGGESE-PARMA 1-1

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

2 pensieri riguardo “APOLLONI: “CI SON MOMENTI IN CUI SI RACCOGLIE E ALTRI IN CUI CI SI DEVE ACCONTENTARE: NON HO NULLA DA RIMPROVERARE AI RAGAZZI. IL FORLI’ E’ A–7? IO GUARDO IN CASA MIA E COSA FAN LORO NON MI INTERESSA”

  • Majo chiedigli a morosky se con 4-5 innesti mirati si vince la lega pro…

  • Non è che abbiamo forzato i carichi di lavoro in inverno per essere belli pimpanti in primavera? No perchè sembriamo un po’ scarichi fisicamente.

I commenti sono chiusi.