lunedì, Maggio 20, 2024
Carmina ParmaIn EvidenzaNews

CARMINA PARMA di Luca Savarese / SPUNTA IL SOLE E RITORNA IL PARMA GUARITO DALLA PAREGGITE

(Luca Savarese) – Sole che batte sul prato del Tardini. Mino, anzi il Parma, cammina che sembra un uomo. Due pareggi ed un cuore pieno se non di paura, di un po’ di timore di steccare ancora. Il Tardini, però, è una casa che apparecchia, da sola, emozioni e motivazioni. Davanti ai crociati la Clodiense, che sembra, per intensità e freschezza, un’altra rispetto a quella della gara d’andata, opaca e facilmente arresasi. I ragazzi di mister Mattiazzi non girano a vuoto su un Tardini quasi primaverile. Due dei suoi, si distinguono su tutti, il centrocampista Rigato, che con un destro impavido sfiora il vantaggio (Zommers è molto attento) ed il centrocampista Bargiggia, figlio del mercatologo di Mediaset Paolo. Dai colori delle squadre in campo, sembra di rivivere un Parma-Livorno pirotecnico, quando si scatenarono e infilzarono gol a iosa Alberto Gilardino e Cristiano Lucarelli. Le punte del Parma di giornata invece, rispondono ai nomi di Musetti e Guazzo, coadiuvati dal sempre mobile slide carminaMelandri. Proprio quest’ultimo al minuto 37’, coglie una palla deliziosa da Giorgino. Esterno destro elegantissimo del mediano brindisino, roba presa dalle spiagge di Rio e trapiantata sul prato dell’Ennio. Melandri controlla, tira ed insacca. Un gol alla Enrico Chiesa, tanto per restare nel giochino di paragoni ed immagini tra il Parma di oggi e quelli di ieri. La Clodiense è proprio cambiata da quella di alcuni mesi fa. Alla paura dell’andata ha sostiuito la concentrazione del ritorno. Intanto esce Guazzo, partita combattiva la sua ed entra Baraye. E che la Clodiense non abbia paura si vede dalla discesa spavalda e dal tiro fore di Saitta, ma per fortuna crociata, in porta risponde Zommers. Nel primato dei ducali c’è anche molto di lui. Il due a zero è un regalo, che nasce più che da una baruffa chiozzotta da un’harakiri clodiense, del suo portiere Clede, che non ci crede per niente su un pallone che in un primo momento, aveva preso. Dino Ballarin d’alto, non sarà stato contento. Musetti, tranquillo, deposita in rete e poco dopo lascia il posto a Baraye. Il senegalese si riprende sé stesso e si rimette il Parma sulle sue giocate, decise e danzanti: destro post serpentina e ciao ciao Clodiense, che affonda come una barchetta nelle acque adriatiche del suo stadio. Il ritorno di Longobardi è importante come un gol, per lui stesso e per il pubblico che tanto lo apprezza. Longobardi ringrazia col gol che chiude i giochi e permette al Parma di fare un bel poker, che scaccia i brutti pensieri e rinsalda il morale. L’influenza da pareggite, sembra essere passata. Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

9 pensieri riguardo “CARMINA PARMA di Luca Savarese / SPUNTA IL SOLE E RITORNA IL PARMA GUARITO DALLA PAREGGITE

  • La Clodiense avrebbe meritato un gol e di perdere con un passivo meno pesante, però noi siamo stati cinici, come solo le grandi squadre sanno esserlo.

  • Sempre forza parma.

    Direttore girano strane voci su che il Parma sia in vendita….. la prego non mi faccia stare sulle spine…. ci dica tutto.

    • È una corbelleria grande come una casa. Basta leggende metropolitane!
      Purtroppo ci sono degli sciagurati che le sparano anche per palesi speranze loro. Diffidate. Questo ambaradan non è stato fatto per una dorata serie D… Siamo seri.
      Saluti
      Gmajo

  • Sempre forza parma.

    Direttore intanto grazie della risposta. Anche se a me la notizia non l’anno data i soliti disfattisti, ma un dipendente della società. Anche se credo più a lei che ha lui. Grazie ancora.

  • A saris ora! Quoto in pieno!

  • Mia email inviata il 26 gennaio a uno degli indirizzi email indicati sul sito del Parma: “Buongiorno, In quanto titolare di abbonamento tessera crociata in curva, chiedo quando saranno organizzati gli eventi al Tardini, che erano stati promessi una volta ogni due mesi ma finora non mi risulta ci siano stati. Ho cercato informazioni sul sito del Parma ma senza esito e vorrei sapere come fare per restare informata e non perdere tali eventi da me acquistati al momento della sottoscrizione dell’abbonamento. Grazie e cordiali saluti, (miei nome e cognome)”
    Ad oggi NESSUNA RISPOSTA…ritengo di averne diritto in quanto abbonata ma soprattutto in quanto tifosa del Parma… il dispiacere per i termini che si allungano a dismisura e le promesse non ancora mantenute, piano piano stanno lasciando il posto al disappunto e alla delusione…non è giusto, direttore, mi dispiace. Se almeno tu vuoi comunicarlo a qualcuno, te ne sarei grata, dato che le mie mail sono “carta straccia” degna nemmeno di risposta. Buona giornata (ps: si redarguisce un papà che lascia portare via al bambino un pallone del parma calcio, ma i 199 euro spesi da una tifosa non valgono nulla evidentemente. ..neanche una risposta.)

    • Della vicenda membership ho più volte sollecitato chi di dovere, prendendo spunto dai tuoi commenti e da altre segnalazioni. Come ho già avuto modo di scrivere anche ad altri non possiamo che ammettere almeno l’errore cercando di rimediare il prima possibile e trovare, semmai, il modo di farci perdonare differentemente.
      Purtroppo ho ben presente che queste cose possano minare il rapporto fiduciario e appunto ho insistito parecchio, ma pur con tutte le giustificazioni possibili non ci siamo ancora saltati fuori. Scusaci.
      E magari mettiti in contatto in privato con me 335.8400142. Ciao grazie
      Gmajo

      • Hai centrato il punto…e mi dispiace soprattutto perché, più si cerca di venire a capo della cosa, più la delusione aumenta…c’è qualcuno che immagino venga retribuito per dare una risposta a una semplice mail e non la dà. .anche un semplice “non so nulla…mi scusi..le faccio sapere qualcosa appena sarò informato “,sarebbe già un segno di buona educazione e di buona volontà che troppo spesso mancano…e scoprire simili falle anche dentro all’organizzazione del nuovo parma spiace assai.
        Abbiamo ricevuto negli anni rassicurazioni di gente poco raccomandabile e prive di fondamento.. figurati se adesso non ci basterebbe una mail o una comunicazione in cui si dice che si sta lavorando per risolvere il problema. ..magari usando gli indirizzi mail in possesso della società,almeno per chi si é abbonato online (e noi della curva siamo la maggioranza)…figurati se i tifosi del parma non lo capirebbero…è la mancanza di considerazione il problema che mi preoccupa di più e spero verrà capito da chi di dovere.
        Cmq dovrebbero darti un premio in denaro sonante perché, se non si potesse comunicare con te, saremmo totalmente lasciati a noi stessi…al momento purtroppo pare così. Grazie per il tuo interessamento e per la tua disponibilita’, come al solito! Ci sentiamo presto, un caro saluto

I commenti sono chiusi.