CORREGGESE-PARMA 1-1, il compendio dei video emozionali e delle azioni salienti dal canale Youtube del Parma Calcio 1913

CORREGGESE-PARMA 1-1, il compendio dei video emozionali e delle azioni salienti dal canale Youtube del Parma Calcio 1913

1. TIFO CROCIATO E INGRESSO SQUADRE IN CAMPO

2. IL PRIMO CORNER CROCIATO

3. PUNIZIONE E CORNER

4. CALCIO D’ANGOLO

5. PUNIZIONE

6. TIRO

7. AZIONE

8. INTERVENTO IN AREA SU SIMONETTI

9. ATTACCO PARMA, PARATA

10. FINE PRIMO TEMPO

11. LUCARELLI, GOL 0-1, INFORTUNIO E RIPRESA

12. ESULTANZA CORREGGESE AL PAREGGIO (1-1) DI ROTA

13. GOL DI MUSETTI ANNULLATO

14. AZIONE DI MUSETTI

15. ESPULSIONE ROTA (CORREGGESE)

16. ATTACCO CROCIATO

17. IL FINALE COI CROCIATI DAI TIFOSI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

55 pensieri riguardo “CORREGGESE-PARMA 1-1, il compendio dei video emozionali e delle azioni salienti dal canale Youtube del Parma Calcio 1913

  • 8 Febbraio 2016 in 10:42
    Permalink

    Che piccola che era la tribunetta che ospitava i nostri ultras.

  • 8 Febbraio 2016 in 11:00
    Permalink

    NON PRENDIAMOCI IN GIRO.
    SIAMO IN CRISI.
    Ieri prestazione imbarazzante peggio do domenica
    Mazzocchi migliore in campo
    Baraye allucinante, UNA LARVA, UMO ZOMBI. UN PARACARRO IN MEZZO AL CAMPO in parole povere UNA NULLITÀ
    Un tempo non lontano era una STELLA FULGENTE, ora È UN LUMINO DA MORTO.
    Un tempo era la stella di questa squadra, ora È ZAVORRA.
    Qualcuno mi dirà che è tutta la squadra che non va.
    VERO
    Corapi Giorgino motori del centrocampo hanno fuso il motore ma almeno lottano.
    Guazzo e Baraye no.
    Ora dentro come titolare dal primo minuto MAZZOCCHI
    FINO ALLA FINE DEL CAMPIPNATO.
    Fuori Baraye
    FINO ALLA FINE DEL CAMPIONATO
    QUESTO BARAYE COSÌ COM’E’ NON CI SERBE.
    Qualcuno mi dira’ che non siamo in crisi, mi.dirà che abbiamo da poco battutol’Altovicentino la terza forza del campionato.
    VERO
    Ma vi ricordate quanto abbiamo sofferto
    Ma vi ricordate che sull’uno a zero per loro c’era un rigore grande come una casa e l’espulsione di Ricci?
    E sull’uno a uno in 10, pensate che avremmo vinto?
    Ecco perché non riuscire più a vincere contro squadracce la dice lunga sul nostro stato di forma che è alla frutta anzi
    E’ ALLA RIVEVUTA FISCALE ( quando te la fanno)
    Il Piacenza invece vince e convince, strano che nonostante i quasi 20 punti di vantaggio sulla seconda continui ogni domenica a lottare con la bava tra i denti.
    Si vede che il loro allenatore sa caricarli, il nostro no.
    Si vede che il loro preparatore atletico è più bravo del.nostro.
    Forse la preparazipne per cause di forza maggiore per i noti fatti è stata fatta male e ora la squadra si vede LONTANO UN MIGLIO CHE È STANCA, in parole povere
    SIAMO SCOPPIATI.
    Il fiato delForli lo sentiamo ormai nel collo.
    È un fiato che domenica dopo domenica diverrà sempre più caldo. preludio a uma debacle futura senza precedenti.
    Questo campionato solo 15 giorni fa, era stravinto ma certi nostro baldo giovincelli con prestazioni oscene. ora è messo in discussione e dopo Forli in cui sicuramente perderemo .il campionato potrà considerarsi formalmente chiuso a nostro svantaggio
    Non è per caso che i nostri baldi giovincelli sentendosi campioni e con il campionato per loro già stravinto, abbiano riversato le loro poche energie rimaste verso….

    CI SIAMO CAPITI VERO?

    TUTTI SANNO, persimo i sassi del Taro che
    I CAMPIONATI SI VINCONO IN PRIMAVERA
    e il Forli……….LO SA.

    • 8 Febbraio 2016 in 13:25
      Permalink

      Il signor Velenoso nella sua analisi “urlata” ed estremamente iperbolica nelle conclusioni, ha colto secondo me qualche spunto tattico interessante:
      – Calo fisico nelle ultime due gare per Corapi e Giorgino
      – Baraye che si è un po’ estraniato dal gioco
      – Opportunità di puntare su Mazzocchi che sembra più in palla

      Su tutto il resto: da censura su toni e conclusioni. Ma penso che Velenoso lo sappia bene

      • 8 Febbraio 2016 in 17:03
        Permalink

        Spunti tattici sono parole grosse, sono 3 punti che abbiamo notato tutti, per giorgino e corapi cmq ci sta, non si può essere sempre a 1000, per baraye ci sta pure perchè i suoi difetti ( se li vogliamo chiamare così) erano noti fin da subito anche a detta di Apolloni. Per Mazzocchi in effetti sembra davvero uno da far giocare. ☺

    • 8 Febbraio 2016 in 14:43
      Permalink

      Quello che fa il Piacenza interessa poco, anzi niente. È un altro girone, altre realtà, quindi incomparabili.
      Ha quasi 20 punti che è come dire che ne ha un pò più di 10 (avendone 15)..
      Il Forlì è a -7 punti da noi. Guarda caso è dietro e ci sarà un motivo. Sarebbe bello vincere tutte le partite, come no?
      Però dalla serie A alla serie D solo il Parma è imbattuto
      Non sarebbe meglio guardare il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto?
      vedere il bicchiere mezzo PIENO significa essere ottimisti, vedere le cose che ci sono e non quelle che mancano. Infatti quelli che vedono il bicchiere mezzo VUOTO vedono solo ciò che manca e non si godono ciò che c è!!!!
      Perché in effetti il bicchiere è sempre nelle stesse condizioni, riempito a metà………. sono punti di vista che condizionano fatalmente il modo di vivere e di prendere la vita 🙂

  • 8 Febbraio 2016 in 11:53
    Permalink

    Chi c’è da Piovani stasera?Così inizio a preparare cuscino e plaid per la mia solita pennica del lunedì sera. Se però posso il sosia dei Simply Red al sa suporta mia!

      • 8 Febbraio 2016 in 13:30
        Permalink

        quindi il main sponsor sara’ la Bonomelli ?

      • 8 Febbraio 2016 in 16:25
        Permalink

        Le ultime tre puntate di Bar Sport non sono riuscito a vederle sino alla fine perché mi sono addormentato prima. Purtroppo non è una frottola, ma la verità. A me Piovani con i suoi amarcord fa venire sonno, per non parlare di quel “simpaticone” di Max Ravanetti che quando c’è in studio un giocatore del Parma tira in ballo l’amichevole che la sua squadra ha disputato contro di loro durante la preparazione estiva,cosicchè mi ritrovo quasi a rimpiangere quell’altro “simpaticone” del macellaio di Monticelli ed è tutto dire. Ridatemi BONI!!!!

  • 8 Febbraio 2016 in 11:58
    Permalink

    Il sottoscritto, un po’ di tempo fa, intervenne scrivendo che Musetti non segna neanche con la matita. La definizione di questa sua caratteristica venne poi smentita da due reti “assolutamente occasionali” segnate nelle partite successive. Il direttorissimo non si trattenne e mi inferse un affondo ammonitore teso a dimostrare l’infondatezza della mia affermazione. Peccato, però, che da allora il sig. Musetti si sia bloccato un’altra volta … e la striscia di 0 (zero) nel suo score si fa sempre più lunga!
    Nella speranza di rompere nuovamente l’incantesimo ed essere smentito sul campo da un puntero “poco incisivo” riaffermo che: “MUSETTI NON SEGNA NEANCHE CON LA MATITA”.

    • 8 Febbraio 2016 in 12:00
      Permalink

      Non mi pare che il minutaggio di musetti si presti a perentorie affermazioni come,la sua

      • 8 Febbraio 2016 in 12:10
        Permalink

        Già non segna quando gioca sempre, figuriamoci se gioca poco!

      • 8 Febbraio 2016 in 13:31
        Permalink

        questo e’ un copia incolla di un post su belfodil 🙂

    • 8 Febbraio 2016 in 13:32
      Permalink

      mi sembra che il gol di MUSETTI di ieri fosse regolare…

  • 8 Febbraio 2016 in 12:00
    Permalink

    Per quanto riguarda Guazzo … è meglio non dire un *azzo!

  • 8 Febbraio 2016 in 12:02
    Permalink

    Spero in un bel primo piano sui barbis ad Manfredè!
    Direttore ieri nonostante l’influenza ho notato che le telecamere di Sky hanno indugiato molto su di lei dietro la porta..le posso consigliare una pettorina arancione invece di gialla?Donerebbe di più al capello e barba sale e pepe dal fascino intellettuale 🙂

    • 8 Febbraio 2016 in 19:47
      Permalink

      La scelta della pettorina è di pertinenza della società ospitante, sicché mi adeguo a quel che passa il convento…

      A Brescello era arancione… Colore che mi piace: ho persino la bici arancione, oltre a una giacca che valorizza il mio capello incolto e la barba sale e pepe… Presto dovrò andare dal barber, anche se la mia chioma io la affido solo a Valeria di E Cut…

  • 8 Febbraio 2016 in 12:13
    Permalink

    Quando ritorna il Longo? … Se le alternative sono quelle viste nelle ultime partite è meglio rimetterlo in campo anche zoppo!

    • 8 Febbraio 2016 in 16:57
      Permalink

      Sì, così lo perdiamo fino a fine stagione…

      Io sono contrario, per indole, ai recuperi record… Che, al di là di ricadute che in questo specifico caso non mi paiono statisticamente possibili, sono sovente all’origine di malanni muscolari anche antipatici. Ad esempio Mariga…

      Quindi io preferisco aspettare che Longo sia al top anche come preparazione atletica al di là del record del recupero clinico.

      E’ vero che anche dal punto di vista atletico ha lavorato bene dandoci sotto, ma poi la partita è un’altra cosa.

      Come in tutte le cose io invito a esser razionali. In fin dei conti senza di lui, come ammesso dallo stesso Longo, il Parma ha fatto bene, e non debbono essere due pareggi a farcela fare sotto. Questo non significa prender sotto gamba l’attuale congiuntura…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 8 Febbraio 2016 in 12:34
    Permalink

    La verità è che NON ABBIAMO ATTUALMENTE UN CENTRAVANTI di categoria
    L’attacco proprio non va a prescindere dai gol fatti in passato quando le squadre ci temevano pensando che fossimo il Barcellona, facendosela addosso e di conseguenza non opponendo resistenza ai nostri attaccanti.
    Ora che hanmo capito che con noi se la possono tranquillamente giocare tutto per noi diventa difficile a infatti non vinciamo più nemmemo se giochiamo come ieri in superiorità numerica.
    TEMO IL FORLI anche perché al Tardini hanno dimostrato di essere più forti di.noi e DI NON TEMERCI.
    Ricordo chr noi non tirammo mai im porta mentre Zommers ci salvò da 3 gol sicuri
    Purtroppo è a Forli che perderemo l’ imbattibilita’ e con questa il campionato.
    Si tira poco in porta e quando lo si fa, si ciabatta.
    Ieri vedendo giocare Baraye ho rimpianto il CALABRONE GUAZZO ed è tutto dire.
    Il Forli è in rimonta.e chi è in rimonta di solito aggancia quasi sempre la sua preda.
    SE NON VINCIAMO CON LA CLODIENSE E PERDIAMO CON IL FORLI, forse saremo per uno o due punti ancora in testa alla classifica ma IL CAMPIONATO SARÀ PERSO
    Il Mezzolara ieri ha perso in casa e noi abbiamo pareggiato in casa nostra con loro.
    Questo la dice lunga sul nostro stato di forma.
    DENTRO MAZZOCCHI.
    È lui attualmente la stella di questo Parma.
    Lui e pochissimi altri che invece hanno fusobol motore
    Ieri correva di più NONNO Lucarelli che il GIOVANE Baraye.
    Se Baraye è quello visto ieri e quello visto da un po di partite. forse non è adatto alla LEGA pro, forse il suo habitat naturale è la serie D.
    Qualcuno mi dirà che sono pessimista ma nella realtà sono solo REALISTA.
    Come si fa a credete a una squadra COTTA FUSA SCOPPIATA evsenza n idee im attaccocome quella vista ieri?

  • 8 Febbraio 2016 in 13:04
    Permalink

    Premesso che ho visto pochissime partite per motivi che il direttore conosce ma essendo comunque legato al Parma provo a dire la mia
    Credo che questo momento di rallentamento se interpretato bene sopratutto dalla società non può che essere salutare

    Fare una cavalcata da 100 punti sarebbe stato pericoloso perché avrebbe fatto pensare che tutto sommato con qualche ritocco questo staff e questa squadra possano andare bene per la lega pro del prossimo anno

    Non è così assolutamente sia per quanto riguarda lo staff tecnico sia per il parco giocatori

    Per vincere la lega pro (ricordo che la legapro dal punto di vista economico e il peggiore dei campionati poche entrate e tante spese in più. ..a cui si deve aggiungere il prossimo acquisto alla asta del centro sportivo per cui meno ci si sta in legapro meno soldi si buttano) va cambiato lo staff tecnico tolta ogni forma di dilettantismo per usare un eufemismo….e rifondare completamente la squadra

    Non avendo visto partite a sufficienza non entro nel merito si questo o quel giocatore anche se mi sembra che corapi e Giorgino siano tra i pochi a poter fare quel tipo di campionato di vertice

    Vanno presi giovani di valore e se possibile evitare giocatori attempati a fine carriera che non sono di alcuna utilità se non proprio dannosi

    Se la società e già in questo ottica bene altrimenti queste battute a vuoto che non compromettono la promozione saranno comunque utili a non fare errori di strategia in ottica legapro

    • 8 Febbraio 2016 in 16:52
      Permalink

      Ogni forma di dilettantismo? Mi pare un tantinello esagerato, vieppiù se si considera che la “gerenza” era da professionisti e non da dilettanti…

      Il Centro Sportivo non è obbligatorio acquistarlo a breve, avendo due anni di contratto d’affitto, quanto quando sarà “conveniente”, e lo sarà.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 8 Febbraio 2016 in 17:09
      Permalink

      Cito “va cambiato lo staff tecnico e tolta ogni forma di dilettantismo per usare un eufemismo”

      Addirittura!!! Dilettantismo sarebbe un eufemismo per dire cosa, invece?
      Cosa si intende per staff tecnico, please?
      Vorrei capire 😊

  • 8 Febbraio 2016 in 13:31
    Permalink

    …che schifezza i tifosi del Parma,
    siete veramente di una tristezza assoluta..
    @velenoso ecco un altro commento da saltatore di carri…fino a due giornate fa elogiavi giocatori società allenatore e via dicendo…ora un post illeggibile…forse è meglio che Majo metta un paletto a uno come lui…
    …ieri mi sembra che in serie A due corazzate come NAPOLI e JUVE hanno faticato e non poco a vincere contro le ultime della classe ma che sono in forma come la CORREGGESE nel nostro campionato…che non è una squadraccia assolutamente…
    mi vergogno di tifare per una squadra che ha certi tifosi come voi…
    Ragazzi che si illudono facilmente dovete prepararvi al meglio alla prossima stagione…sarà durà…se perderemo due partite di fila cosa farete????
    voi altri siete pazzi e presuntuosi…

    • 8 Febbraio 2016 in 18:38
      Permalink

      quoto al 100% ma temo che il sig.velenoso come tanti altri che scrivono anche su altri forum siano tifosi quando si stravince se no critiche a non finire …ribadisco se non gli sta bene questo parma possonio fare come alcune signore di fidenza che ora tifano per il sassuolo e il bologna…..

      • 9 Febbraio 2016 in 08:52
        Permalink

        eh si infatti lo scorso anno si stravinceva e noi non c’eravamo,che do bali ,eh si che il va tutto bene madama la marchesa dovrebbe essere passato abbondantemente di moda ma l’esperienza non insegna.

        dai ricomincia con il “andate a vedere la reggiana” che mi manca

      • 9 Febbraio 2016 in 10:54
        Permalink

        Joe io non mi fossilizzo.
        Anch’io cambio opinione se la situazione cambia e ora la situazione cambia drasticamente.
        Come in un film dell’orrore molti dei nostri giocatori si stanno trasformando in ZOMBIE e Baraye di questa ciurma di morti viventi con Guazzo è il capo indiscusso
        Se solo.nelle prossime due partite dovessimo vincerne una e pareggiare l’altra allo scontro diretto arriveremmo con 5 punti soltanto e una sconfitta ci porterebbe a più 2.
        Majo dovrebbe mettermi un paletto solo perché il mio potrebbe essere un eventualità reale?
        Scommetti che se avessi detto che il.campionato il Parma lo vincerà con 30 punti di vantaggio non avresti detto questo a questa eventualità asdurda?

  • 8 Febbraio 2016 in 14:04
    Permalink

    Infatti di Guazzo ieri si può dire ben poco, entrato al minuto 87…
    che si può dire..

  • 8 Febbraio 2016 in 15:25
    Permalink

    Quello che mi fa più sorridere è il pensiero in lontananza
    della LEGA PRO!!!
    Preparerò il camper, la tovaglia a scacchi e le sedie da pic nic.
    Con questi giocatori sarà una lega a pro a vita.

    • 8 Febbraio 2016 in 16:07
      Permalink

      Mi pare un commento molto ingeneroso nei confronti di chi ha portato il parma nell’attuale posizione

      • 8 Febbraio 2016 in 16:23
        Permalink

        Forse che resteremo a vita per volontà dei dirigenti in lega pro è una battuta .. ma non capisco queste frasi. Masochismo? Sfiducia congenita?
        Siccome io non potevo comprare il Parma, siccome abbiamo corso il rischio di scomparire!!!! nonostante proclami di varia gente che ben ricordiamo, io prendo tutto quello che arriva come una specie di “regalo”. Se la dirigenza dice che l’intenzione è di portare il Parma dove gli compete, essendo che per esempio in Europa siamo ancora l’ultima squadra italiana vincente, non vedo perché dovrei pensare che mirino a restare in lega pro. È un pensiero che uno può fare se vuole, ma non ha valore al momento, visto che il futuro proprio perché è futuro non è prevedibile.
        A cosa giova prefigurare catastrofi?

        • 8 Febbraio 2016 in 16:47
          Permalink

          Mah… sarà un retaggio dell’anno passato…

          • 8 Febbraio 2016 in 16:53
            Permalink

            Mi viene in mente un proverbio arabo che dice “Il passato è fuggito, quello che speri è assente, ma il presente è tuo“

        • 8 Febbraio 2016 in 16:50
          Permalink

          … penso che faranno tutto il “possibile” per riportarci “su”.. fare l’impossibile ancora non compete agli umani ma agli Dei.

  • 8 Febbraio 2016 in 16:17
    Permalink

    Francesco ti sei dimenticato la carta igienica (o al giornèl vec s’at si un piociòn). Nei cessi chimici non sempre è disponibile.

  • 8 Febbraio 2016 in 17:08
    Permalink

    Questo è vero…Davide non avevo pensato.
    Ma una cosa mi spaventa: LA LEGA PRO con questi giocatori!
    E poi Cara Paola a me interessa guardare anche altre squadre
    tra cui il Piacenza perchè l’anno prossimo sarà nostra rivale in lega pro.
    AUGURIAMOCI TUTTI che IL PIZZAROTTI (quello che comanda) ricostruisca il Tardini oltre a quello di Roma (la notizia sull’espresso di venerdì).
    Almeno qualche “denaro”in più da spendere per qualche giocatore buono ci sarà.

    • 8 Febbraio 2016 in 17:11
      Permalink

      La notizia è ben più vecchia (quella di Pizzarotti che si occupa del nuovo stadio capitolino), ma tra i 7 non c’è uno che comanda, ma tutto in equity, con la gestione delegata al management. Cerchiamo di capire il modello…

    • 8 Febbraio 2016 in 18:05
      Permalink

      Caro Francesco mi piacerebbe che la smettesse di chiamarmi cara Paola. Lei non mi conosce, io non la conosco. Grazie

      • 8 Febbraio 2016 in 18:11
        Permalink

        Il Piacenza inserito nel nostro contesto in questo momento è imparagonabile a noi. Diverso campionato con tutto quello che ciò implica. Se ne vogliamo parlare in chiave futura dobbiamo parlarne in altro senso. A parte che parlare del futuro ribadisco è sterile esercizio perché non ci sono riscontri ma solo ipotesi. Solo per chiarire.

      • 9 Febbraio 2016 in 08:48
        Permalink

        Cara sconosciuta Paola 🙂

        • 9 Febbraio 2016 in 18:04
          Permalink

          😊

  • 8 Febbraio 2016 in 17:11
    Permalink

    Ok ringraziamo chi ci ha salvato il culo “si fa per dire” però adesso basta sembra la fola di Ghirardi. Poi scusi majo ma se anche vinceremo il campionato non vuol dire che questi giocatori siano pronti per la lega pro….purtroppo come fra serie B e serie A si parla di due mondi diversi….Le faccio un esempio, Caracciolo è un gran giocatore per la B ma non per vincere il campionato nella Juventus. Quindi o si chiarisce cosa faremo da grandi, e cioè se vogliamo almeno provare ad andare in serie b, o diversamente si sia onesti e si dica alla gente che si farà di tutto per fare un buon campionato ma senza nessun obbligo…. credo che la gente di parma meriti almeno questo di cacate ne ha sentite abbastanza….

    • 8 Febbraio 2016 in 19:33
      Permalink

      Egregio Marco,

      per l’appunto visto, come dice lei, che la gente di Parma di cacate ne ha sentite abbastanza, la società fa bene a non fare alcun tipo di proclama e ad agire per il meglio.

      Che ci sia la voglia di ri-portare il Parma dove compete mi pare abbastanza evidente, ché se si trattava di fare la D o la C non si mettevano insieme i 7 big, visto che ne basterebbe abbondantemente uno.

      Purtroppo continuate a ragionare alla vecchia maniera (senza alcun riferimento al nick name di un ns. lettore), senza voler capire che si sta perseguendo un modello differente. Per cui capiamoci bene: qui non c’è alcun padre padrone e i 7 big han delegato la gestione a un management senza interferire su scelte e quant’altro. C’è un budget da rispettare, ce ne sarà un altro, adeguato alla categoria, l’anno prossimo, e c’è – anche per prosaici motivi di rapporto tra entrate ed uscite – la volontà di poter salire la china il prima possibile. Garanzie di successo non le può offrire nessuno, e sarebbe da babalani promettere la luna.

      Circa il discorso dei ringraziamenti, prego non offenda. C’è una differenza abissale con Ghirardi, il quale pretendeva di avere un consenso di stampo coreano e che tutti lo ringraziassero (in realtà il vero salvatore fu Bondi). La nuova società non pretende un bel niente. Semplicemente sono io che faccio la banalissima considerazione che abbiamo mangiato un gatto vivo con la discesa in campo dei big, alla quale, dico la verità, non credevo neppure io visti i precedenti (non solo il mancato impegno nel calcio dopo il crac Parmalat, ma anche pallavolo, etc.). C’era il rischio di una totale sparizione del movimento calcio a Parma, mentre stiamo vivendo, sul piano del coinvolgimento emozionale, sensazioni indicibili, grazie a una D dorata.

      Infine i giocatori: questo organico è composto da diversi elementi di categoria superiore, mi pare qualitativamente già all’altezza e dovrà solo essere migliorato con qualche innesto, ma senza stravolgimenti. Conta l’alchimia. Non le collezioni di figurine.

      Saluti

      Gmajo

  • 8 Febbraio 2016 in 17:27
    Permalink

    Forse Francesco con l’accezione “Pizzarotti quello che comanda” intendeva distinguerlo dal tizio che lavora sopra i portici del grano, senza voler alludere ad una distinzione apicale tra i G7.

    • 8 Febbraio 2016 in 17:41
      Permalink

      Giusta osservazione. Chiedo scusa per il fraintendimento

  • 8 Febbraio 2016 in 17:58
    Permalink

    esatto…..incrociamo le dita….dott.Majo…altrimenti è notte fonda.

    • 8 Febbraio 2016 in 18:10
      Permalink

      Un po’ di strizza ci fa anche bene. Siamo un po’ troppo presuntuosi… E non parlo della squadra o della società…

      • 9 Febbraio 2016 in 08:49
        Permalink

        …….bensi’ dei seggiolini dello stadio

  • 8 Febbraio 2016 in 18:13
    Permalink

    Miglior difesa del campionato e migliore attacco(con Altovicentino):ma cosa vogliamo di piu’?
    Un periodo di appannamento ci puo’ stare,importante è uscire prima possibile dalla situazione e sperare che rientri Longobardi,l’unico ariete in grado di sfondare e tenere palla alta.
    ps:se poi Baraye fosse piu’ continuo…

    • 9 Febbraio 2016 in 10:26
      Permalink

      se Baraye fosse più continuo sarebbe in serie B

      • 9 Febbraio 2016 in 10:55
        Permalink

        presidente compraci continuo !

        • 9 Febbraio 2016 in 18:06
          Permalink

          🙂

  • 9 Febbraio 2016 in 10:44
    Permalink

    Che scoperta!,Qualche gol lo ha fatto e ne fara’ altri da qui a fine campionato,e va bene cosi’ perché tecnicamente è di categoria superiore.

  • 9 Febbraio 2016 in 17:32
    Permalink

    Se poi penso che ci vantiamo di battere l’Altovicentino
    nei campetti dell’oratorio.
    Se poi penso alle figure di “cacca” dei Tifosi…..
    (vedi sputi e vari).
    Tanto vale restare in D.
    La presunzione di essere “grandi” ci porta ad essere
    piccoli di cervello.
    Scusi Direttore, ma quando ci vuole ci vuole.

I commenti sono chiusi.