GADDA: “MI ASPETTAVO TANTI GOL, INVECE E’ FINITA 0-0. ABBIAMO PROVATO A VINCERE LA PARTITA, MA SIAMO CONTENTI COSI’ AVENDO GIOCATO ALLA PARI CON LA CAPOLISTA” – video

massimo gadda(Ilaria Mazzoni) – Parla Massimo Gadda, allenatore del Forlì, che, come aveva già detto precedentemente, si aspettava una gara giocata a viso aperto, con tanti goal, e, anche se le reti, in questa domenica sono mancati da entrambe le parti, entrambe le concorrenti hanno dimostrato di avere la volontà di ottenere la vittoria, con occasioni da rete sia da una parte che dall’altra.  Mister che si ritiene molto soddisfatto della gara dei suoi, che hanno pienamente dimostrato, sul campo, di meritare la posizione che occupano attualmente in classifica. Un Forlì che, in entrambe le partite contro quella che sarà, secondo le sue parole, la vincitrice di questo campionato, non ha demeritato; nessun rimpianto, quindi, anzi.

Il rammarico è solo per non aver potuto schierare sul rettangolo di gioco la formazione migliore a causa degli infortuni che hanno privato la squadra di elementi fondamentali, anche se ritiene che la sua rosa sia ampia e sufficiente a colmare i vuoti lasciati è comunque difficile rinunciare, nel momento top del campionato, a due giocatori di quell’importanza.

L’obiettivo rimane quello di guadagnare il secondo posto, cosa non facile visto il sorpasso dell’Altovicentino; il mister dice che la squadra ora dovrà affrontare al meglio le prossime partite, ricaricandosi da subito per finire bene questo che rimane, comunque, un campionato fuori dall’ordinario per questa squadra.

Esamina, poi, più in dettaglio la partita di oggi, ammonendo i suoi di essere stati poco cinici nel concretizzare le palle goal che hanno avuto; insomma, contro i crociati non bisognava sprecarle.  Le occasioni ci sono state anche per i gialloblù, era un match che poteva essere deciso da un episodio che, però, non è mai stato concretizzato da nessuna delle concorrenti. Certo, giocare contro una formazione che ha preso solo dodici goal non è stato facile sotto il punto di vista dell’azione offensiva. Ci hanno provato fino alla fine, ma alla fine non è andata.  E’ stata, anche grazie alla cornice bellissima offerta dai tifosi, una bellissima giornata per i giocatori e la società. Ilaria Mazzoni

Il video della conferenza stampa dell’allenatore romagnolo Massimo Gadda dopo Forlì-Parma 0-0

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “GADDA: “MI ASPETTAVO TANTI GOL, INVECE E’ FINITA 0-0. ABBIAMO PROVATO A VINCERE LA PARTITA, MA SIAMO CONTENTI COSI’ AVENDO GIOCATO ALLA PARI CON LA CAPOLISTA” – video

  • 21 Febbraio 2016 in 18:05
    Permalink

    Pari giusto, non mi lamento troppo. Ora però bisogna tornare a vincere.

  • 21 Febbraio 2016 in 18:08
    Permalink

    stai tranquillo che non sei mica l’unico che ha giocato alla pari

  • 22 Febbraio 2016 in 11:54
    Permalink

    Se avessimo perso sia a Valdagno e sia in casa con l’Altovicentino , questo sarebbe primo e avrebbe 5 punti di vantaggio su di noi e se avessimo perso a Valdagno e vinto in casa, avremmo su di loro un solo punto di distacco.
    Ora l’Altovicentino le vincerà tutte e 10 E NOI CON LA PAREGGITE CHE ABBIAMO (NELLE ULTIME 5 PARTITE 4 PAREGGI) riusciremo a vincerne 7 e a pareggiarne al massimo tre 3 per avere la matematica a nostro favore?
    NON NE SAREI COSÌ SICURO. anche perché questa squadra come ci ha abituato dopo una gara spareggio si affloscia su se stessa
    La verità è che questo campionato ce lo giocheremo ancora con l’Altovicentino e la partita di ieri ci ha fatto capire che senza un Corapi al 100% e un Baraye continuo. l’impresa si fa dura.
    Ammettiamo che domenica ci sia il solito pareggio, l’Altovicentino in rimonta sarebbe a 5 punti e avrebbe in 15 giorni già dimezzato il distacco da noi che era di 10.
    Il campionato non è finito anzi…..Juventus docet.

    • 22 Febbraio 2016 in 19:10
      Permalink

      se se se se con ise e con i ma non si va da nessuna parte …e poi dov’è scritto che l’altovicentino le vince tutte????
      secondo me dovresti rilassarti appena

  • 22 Febbraio 2016 in 13:59
    Permalink

    Complimenti al Forlì, su tutti i fronti, per il gioco, per come hanno commentato la partita, sia il tecnico che i calciatori.
    Squadra ben messa in campo con buoni giocatori (mancava Turchetta, credo il loro miglior elemento), con una rosa abbastanza limitata.
    Punto molto importante per noi, contro un avversario davvero forte ( al Tardini ci ha fatto soffrire non poco).
    Ora avanti tutta, infiliamo una serie di vittorie, che danno morale a noi e lo tolgono agli inseguitori.
    Forza Parma

I commenti sono chiusi.