IL COLUMNIST / “DALL’INFERNO DELLA D AL FIRMAMENTO IN CUI AVRAI TROVATO UN POSTO D’ONORE CON VISTA SUL DUCATO: GRAZIE DI TUTTO ERNESTO”

(Luca Russo) – Ha voluto bene al Parma come se ne vuole ad un figlio. Lo ha allevato come avrebbe fatto un padre di famiglia esemplare. E lo ha lasciato, con spalle abbastanza larghe e gambe sufficientemente robuste e lunghe, nelle mani di chi poi lo avrebbe portato nell’olimpo del calcio italiano ed europeo. Sono passati 26 anni dalla scomparsa del geometra più amato dai parmigiani. Ernesto Ceresini ci ha salutato la mattina del 4 febbraio 1990, di fatto per colpa del pallone: spirò perché stremato dalle frequenti crisi cardiache cui era esposto quando, ignorando i consigli dei medici che gli suggerivano di tenersene alla larga, assisteva dal vivo alle partite dei Crociati. Il suo cuore, già malato e ulteriormente sfiancato da 13 anni di patemi calcistici, lo tradì ad un passo dalla prima e storica promozione in massima serie del club Ducale. Il Promozione1986Invasione1destino, beffardo e insieme irriverente, gli impedì di godere di un successo di cui lui stesso, da stimato ed eccellente geometra quale era, aveva tracciato i contorni. Quel giorno si giocava Parma-Como. I nostri non stavano attraversando un periodo particolarmente positivo in termini di risultati e gioco, la gara contro i lariani ci portò in dote uno scialbo e noioso 0-0, ma tutti preferiscono ricordarla per il commovente striscione che venne esposto in Curva Nord: “Ernesto, la Serie A conquistata per te sarà più bella”. Una profezia in piena regola.

Ceresini acquisì il Parma dal duo Foglia-Musini, convinto dal dottor Orlandini, per “distrarsi un poco” e cercare di superare la prematura scomparsa della moglie: “Non frequentavo più il mio solito bar, niente più cinema. Al sabato sera andavo a letto, dormivo tutta la domenica e mi alzavo il lunedì mattina per tornare in ufficio o sui cantieri. L’immatura scomparsa della mia compagna aveva lasciato un vuoto incolmabile. Mi rendevo conto che non potevo continuare così. Ecco perché quando il dottor Orlandini e altri amici mi hanno proposto di entrare nel Parma, ho pensato che, lì, avrei potuto trovare un motivo di evasione e di distrazione. Ho riflettuto molto, è stata una scelta lungamente meditata: alla fine, cedendo alle reiterate, pressanti amichevoli “violenze”, ho detto sì” (tratto da Tutto il Parma minuto per minuto).

Fu lui a restituire vigore al Parma dopo anni bui e avari di soddisfazioni. E a dargli un metodo, per cui una squadra vincente la si costruisce nel tempo, con parsimonia e quella manciata di fantasia che in realtà il compianto Ernesto aveva preteso e piazzato al potere. E fu sempre sotto la sua guida che vennero lanciati giovani di belle speranze che sarebbero diventati giocatori di spessore presso altre piazze e utili finanche alla causa della Nazionale Italiana. Nomi? Ce ne sono in abbondanza: Salsano, Pin, Berti, Pioli, Gambaro, Bia, Melli, Giandebiaggi, Minotti, Ganz, Zoratto e Apolloni, in ordine rigorosamente sparso. E scusatemi se ne ho dimenticato qualcuno. Indovinate furono pure le sue idee per la panchina: da Sacchi a Scala, con sosta breve e nemmeno tanto felice sui principi tattici di Zeman (che a Parma ebbe poco successo, ma che in seguito ad altre latitudini seppe imporsi e farsi valere). Nel giugno del 1987, Ceresini decise che era arrivato il momento di ridimensionare appena appena il suo impegno e spalancare le porte al futuro: disse sì all’ingresso in società, come azionista di minoranza, della Parmalat di Calisto Tanzi. Quando qualche anno dopo la multinazionale di Collecchio rilevò il pacchetto di maggioranza del club Crociato, non dovette ricostruire un bel niente né azzerare debiti pregressi: la gestione di Ernesto sì che fu realmente virtuosa e scandita dal buon senso (a parte il dispendioso acquisto di Turella, intendiamoci). La promozione in A si materializzò all’Ennio il 27 maggio del 1990. Giocavamo contro la nostra rivale per eccellenza: la Reggiana. Giornata più unica che rara, quella lì: atmosfera senza eguali, tifosi che faticavano a credere di essere entrati nella storia, gente che andava a caccia di sciarpe e bandiere da conservare come ricordo irripetibile di un pomeriggio irripetibile, stadio esaurito e colorato all’inverosimile, il cubo che ruzzolava da un angolo all’altro della Curva Nord, la gioia incontenibile e straripante scatenata dalle reti del Sindaco Osio e Sandro Melli e poi…e poi quel coro tanto sgradevole quanto inopportuno e antipatico che si alzò dal settore occupato dai cugini: “Ceresini dov’è?”. Volarono sberle e ceffoni. E i reggiani vennero messi a tacere: “Voi tra i Cadetti, noi tra gli Eletti”. Il resto fu gioia per l’irruzione al tavolo delle grandi e un Garibaldi bardato di giallo e blu, mascherato da Scala e avvolto dall’abbraccio simbolico di un’intera piazza euforica e festante. Quel giorno io non c’ero e non ero nemmeno ancora tifoso del Parma, ma l’ho vissuto nei racconti di chi me ne ha parlato con gli occhi lucidi, la gola gonfia di emozioni e la convinzione che la magia di quegli istanti non la ritroveremo mai più. Chissà. Temo anche io che sarà difficile riappropriarsi del calcio e del Parma di allora. Ovvero, un calcio e un Parma d’altri tempi. Ma un tentativo – e questo vuole essere un invito alla nuova compagine societaria – lo si potrebbe allestire, per esempio ritornando a fare il ritiro estivo tra Tizzano e Bedonia, laddove cioè si preparava il Parma di quelle meravigliose e strepitose stagioni, e intitolando lo Stadio Tardini ad Ernesto Ceresini, il numero uno dei tanti numeri uno che hanno guidato la nostra squadra del cuore. Ci pensi, chi di dovere. Nell’attesa di una ‘risposta’, ammesso e non concesso che arrivi, mi permetto di inviare un messaggio al Presidente degli anni più belli: “Dall’inferno della D al firmamento in cui sicuramente avrai trovato un posto d’onore con vista sul Ducato: grazie di tutto, Ernesto. Se da napoletano sono diventato uno del Parma, il merito è tuo”. Luca Russo (Foto d’epoca tratta da www.settorecrociatoparma.it)

4 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / “DALL’INFERNO DELLA D AL FIRMAMENTO IN CUI AVRAI TROVATO UN POSTO D’ONORE CON VISTA SUL DUCATO: GRAZIE DI TUTTO ERNESTO”

  • 4 Febbraio 2016 in 17:10
    Permalink

    Penso che la nuova società, con i personaggi che ci sono, possa far rinascere il Parma di Ceresini.

  • 4 Febbraio 2016 in 18:30
    Permalink

    Sono passati tanti anni e la commozione aumenta sempre

    Anke perkè sono presente nella foto e NON solo x quello

    Grande Ernesto Grande Persona e Grande Presidente

    Ti ho anke Contestato Sbagliando ma sempre con Rispetto

    Grazie Geometra Tu si ke Amavi e Ami il Parma….Ciao

  • 4 Febbraio 2016 in 19:12
    Permalink

    IL PRESIDENTE E TIFOSO PIU GRANDE CHE IL PARMA ABBIA MAI AVUTO ERNESTO SARAI SEMPRE CON NOI

  • 5 Febbraio 2016 in 12:38
    Permalink

    Baraldi (P.s. magna nano) dixit:
    “Dal punto di vista tecnico, la squadra andrebbe rifondata completamente…. gli incassi non sono sufficienti a coprire le spese…. presto gli azionisti dovranno mettere mano ai portafogli”. Ok che da buon superman ha fatto una approfondite “diù diligense” per conto degli “americani” in due ore arrivando pure in bici…e senza entrare nel merito delle cazzate che ha sparato oltre a questa, ma a qualcuno interessa il punto di vista suo e di Zanetti?A me no. Piovani..se puoi invita qualcuno che abbia qualcosa di serio da dire va!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI