Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

28 pensieri riguardo “LA TRASFERTA A FORLI’ DI PARMA PARTECIPAZIONI CALCISTICHE – Fotogallery amatoriale

  • 22 Febbraio 2016 in 11:48
    Permalink

    Majo Arrigo ha parlato della partita o è scappato come il solito

  • 22 Febbraio 2016 in 14:09
    Permalink

    Direttore non è che il progetto biologico stia andando a farsi fottere, quest’anno il fair play non lo vinciamo………

    • 22 Febbraio 2016 in 14:23
      Permalink

      Non rispondo alle provocazioni, grazie.

      Il posto più idoneo è un profilo FB dal quale prende ispirazione. Per cui vada a scrivere là. Qui mi ha stufato. Addio

  • 22 Febbraio 2016 in 14:36
    Permalink

    Direttore perchè e’ cos’i permaloso???

    • 22 Febbraio 2016 in 14:42
      Permalink

      Non è un discorso di permalosità. Mi dà fastidio chi veicola falsità.

  • 22 Febbraio 2016 in 14:43
    Permalink

    A ghèra anca Urlandèn?

    • 22 Febbraio 2016 in 14:44
      Permalink

      Non l’ho mia vist. In compenso c’era Dallara…

      • 22 Febbraio 2016 in 15:38
        Permalink

        e nipoti :-)..uno con pulman..uno con me :-)..

  • 22 Febbraio 2016 in 15:06
    Permalink

    Dallara?L’è arrivé par so cont?Sperèma c’al spenda poc in trasferti o l’anno prossimo al baget per il mercato al sarà megar!

    • 22 Febbraio 2016 in 15:27
      Permalink

      Dallara è arrivato con la sua auto al Tardini e poi è salito sul torpedone di Parma Partecipazioni Calcistiche

    • 22 Febbraio 2016 in 15:39
      Permalink

      bravo critica..quanto soldi hai messo tu nel parma?…io come socio 500 +4 abbonamenti…dallara qualcosina in piu’..prima di criticare..impariamo a metterci qualcosina..e poi magari si critica..ora bastano 100 eurini…10 euro al mese…

  • 22 Febbraio 2016 in 15:33
    Permalink

    c’era anche max pernigotti?

      • 22 Febbraio 2016 in 16:26
        Permalink

        no era impegnato a sciogliere i nodi dal pettine,poi ha dovuto svuotare una scarpa di sassolini e infine ha messo l’acqua in una pentola a far bollire…quanda la fni lera bele fni la partida…

        • 22 Febbraio 2016 in 19:33
          Permalink

          Chiedevo visto che Firenzuola dista 80 km scarsi da Forlì e visto che diceva che non viene al tardini per la distanza…

      • 22 Febbraio 2016 in 23:24
        Permalink

        Quindi viene dalla mia sull’identità del professore toscano? Peraltro, ricordo che ha smesso di pubblicare le foto di politiche anziane con commenti erotici dal giorno in cui l’abbiamo sbugiardato qui. E ricordo anche che su Facebook potete continuare a leggere le sue gesta con lo pseudonimo di Heny Wolf.

  • 22 Febbraio 2016 in 17:15
    Permalink

    Caro Lorenzo non capisco questa tua beneficenza.
    Non ci sono I big che sborsano?
    O anche questa volta dobbiamo pensarci noi???

    • 22 Febbraio 2016 in 18:09
      Permalink

      Perché, quando mai ci ha pensato lei o qualcuno dei suoi amici?
      L’avverto che da adesso lei è bannato causa utilizzo di molteplici nick name, vero duca di montecristo o francesco etc etc?

      • 22 Febbraio 2016 in 19:32
        Permalink

        Era loredano the original one?

        • 22 Febbraio 2016 in 20:34
          Permalink

          Non penso… Anche se la parrocchia quella è…

          Comunque pian pianino i nodi verranno al pettine anche per la loro…

          • 23 Febbraio 2016 in 13:33
            Permalink

            Pernigotti siochett

  • 22 Febbraio 2016 in 19:26
    Permalink

    Se non sbaglio si era detto che abbonamenti plurimi essendo venduti sottocosto non costituiscono vantaggio x la società che anzi si autotassa su ogni abbonamento. Io l’avevo capita così ma forse ho piste’.

    • 22 Febbraio 2016 in 20:35
      Permalink

      Ogni sottocosto ha un vantaggio o un ipotetico vantaggio, se no i supermercati mica li farebbero…

  • 22 Febbraio 2016 in 21:50
    Permalink

    Si sì mi riferivo al fatto che lei aveva ben spiegato in merito alla non opportunità di sottoscrivere più abbonamenti a testa

    • 22 Febbraio 2016 in 22:03
      Permalink

      Le mie osservazioni, in quei giorni, riguardavano il “sottocosto”, poiché è palese che 25 euro all’anno tale va considerato, ma riguardavano anche il fatto che non essendo (in curva) i posti infiniti c’era il forte rischio che di 6.000 abbonati teorici fossero poi molto meno i reali. Al di là del fatto che la normativa sul biglietto nominativo (obbligatoria oltre i 7500) prevede che ogni titolo abbia il proprio titolare, che non può esser titolare di più titoli. Stessa ragione per cui un abbonato di curva non può acquistare un biglietto di tribuna quando piove…
      Peraltro va anche ricordato che i primi 4.000 abbonamenti vennero prenotati in poche ore sulla piattaforma eppela…

I commenti sono chiusi.