venerdì, Maggio 24, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

LUCARELLI, CORAPI E BARAYE E LA “SOLIDARIETA’ IN MASCHERA” A BARAYE DURANTE L’APPUNTAMENTO STAMPA CON GIORGINO – video

LUCARELLI, CORAPI E BARAYE E LA “SOLIDARIETA’ IN MASCHERA” A BARAYE DURANTE L’APPUNTAMENTO STAMPA CON GIORGIN

IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA STAMPA DI DAVIDE GIORGINO

DAL CANALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 LO SPEZZONE CON I TRE CROCIATI MASCHERATI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

17 pensieri riguardo “LUCARELLI, CORAPI E BARAYE E LA “SOLIDARIETA’ IN MASCHERA” A BARAYE DURANTE L’APPUNTAMENTO STAMPA CON GIORGINO – video

  • Ahahahah! 😀 Sarebbe bello se domenica tutti i tifosi si mettessero in maschera in segno di solidarietà a Baraye.

    • LucaDena

      C’è una legge anti terrorismo che lo vieta espressamente

  • loredano

    Ma per carità….daspo a vita….

    • Allora x i politici cosa bisogna fare….altro ke daspo dai là

  • IL DUCA DI MONTECRISTO

    Ma il carnevale non è terminato?

  • mauro "morosky" moroni

    Beh ragazzi non scherzerete mica vero ??
    perchè se uno si mette una maschera cosa succede..?
    è un reato penale o cosa ??
    mo an dirì miga dabon ahn ??
    allora x carnevale dovrebbero controllare e arrestare tutti ?
    io a natale sono andato in giro vestito da babbo natale con tanto di barba e cuffia e allora ??
    nel periodo natalizio o carnevalesco si può ed il giorno prima o dopo no ?
    ..
    che non si possa “camuffarsi” o travestirsi so che esiste una normativa ma…chi la applica ??
    i trans, i viados ..sulle strad
    e ..allora ??
    mi domenica a vag col passamontagna blo e occel giallo blu e dig chi tiron szo la terga
    ..

    • La legge esiste.. eccome!
      Cmq con i “precedenti” un pò fiscali seppure nella legge già applicati nei nostri confronti ( tipo multe varie) non alimenterei questa aria “rieducativa” (diciamo così) rivolta alla ns tifoseria pagata poi dalla società con multe varie come già detto. Conviene alimentare questa cosa?

  • IL DUCA DI MONTECRISTO

    Non dico che è reato, ma che certe “gogliardie” lasciamole a casa…..

      • LucaDena

        Direttore suuuuuuu non mi sia balanzone 😀

  • IL DUCA DI MONTECRISTO

    Esatto….

  • Fourth of May

    Ma direte mica davvero ? Secondo voi in d senza biglietto nominale la questura di Forlì ha i mezzi,le risorse, il tempo ,la voglia di mettersi a filmare tutti i tifosi del Parma e dopo accurate indagini risalire a chi aveva il passamontagna e chi no? Li non ci son mica le telecamere fisse che riprendono li spalti. Siamo al morgagni di Forlì ve, forse al ga gnanca l impianto d illuminazione…

    • Appunto che il pericolo è il daspo può esser collettivo. E sul fatto che lebquesture riprendano chiedete a chi c’era a correggio

  • Fourth of May

    Ma poi va bene tutto Maio , ma scherzeremo mica eh? uno domani ha freddo e non può mettersi una passamontagna allo stadio e guardarsi tranquillamente la partita perché rischia il Daspo? Rischia il daspo se con volto coperto fa qualcosa di violento,lancia qualcosa in campo, ect.
    Non creiamo paure inutili

    • Leggi dello stato prevedono che nn si possa coprire il volto.

  • La legge esiste, non se se applicabile a questo caso, non so se viene applicata.. non sono un giurista, ma esiste, ed è questa

    Legge 22 maggio 1975, n. 152 Art.5

    È vietato l’uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo. È in ogni caso vietato l’uso predetto in occasione di manifestazioni che si svolgano in luogo pubblico o aperto al pubblico, tranne quelle di carattere sportivo che tale uso comportino.
    Il contravventore e’ punito con l’arresto da uno a due anni e con l’ammenda da 1.000 a 2.000 euro (1).
    Per la contravvenzione di cui al presente articolo è facoltativo l’arresto in flagranza (2) (3).

    (1) Comma modificato dall’articolo 113, comma 4, della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successivamente dall’articolo 10, comma 4-bis, del D.L. 27 luglio 2005, n. 144.
    (2) Articolo sostituito dall’articolo 2 della legge 8 agosto 1977, n. 533.
    (3) La disposizione di cui al presente comma deve ritenersi abrogata in virtù di quanto stabilito dall’art. 230 disp. att. c.p.p.

  • Eppure domenica scorsa c’era uno mascherato da arbitro che però lo abbiamo beccato perché aveva la maglia del portiere e fischiava ogni tanto a casaccio.
    Ben ci manca la daspo dopo le multe. Ne ha pagate di più il Parma che tutto il girone.
    I san tot a godar.

I commenti sono chiusi.