lunedì, Maggio 20, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

MELANDRI E QUEL GIALLO DOPO IL GOL: “SICCOME SONO BASSO PER FARMI VEDERE DOVEVO PER FORZA ARRAMPICARMI…” video

(Ilaria Mazzoni) – Un “Micio” Melandri contento, quello di oggi, e come biasimarlo, dopo aver segnato il goal che ha decretato lo sbloccarsi della partita per i crociati, non risparmia, tuttavia, di fare una razionale disamina della partita. La squadra, nonostante il netto risultato finale, non è stata brillante, soprattutto nel primo tempo, poi sono stati bravi a convertire il punteggio in proprio favore, anche se, secondo lui, hanno concesso all’avversaria qualche occasione di troppo anche nel corso della ripresa. Per fortuna che Zommers, in quei momenti, si è fatto trovare pronto a salvaguardare la porta crociata.

Afferma, poi, che ottenere questa vittoria era molto importante, soprattutto dopo due pareggi consecutivi ottenuti con prestazioni non troppo brillanti. Melandri, comunque, ricorda che è impossibile vincere tutte le partite, anche perché le avversarie, contro il Parma, cercano di fare sempre la partita della vita, con quella grinta ed aggressività che non usano in altri incontri; non a caso proprio le due squadre che hanno pareggiato in queste due ultime domeniche con il Parma nelle uscite successive hanno perso entrambe.

Insomma, come ripete anche il Mister dall’inizio del campionato, l’importante è non cadere nel nervosismo, e restare sempre sul pezzo. L’attaccante, poi, non solo spiega meglio le dinamiche che l’hanno portato in rete oggi, ma anche l’importanza che ha rivestito questo goal, complice di aver sbloccato non solo il risultato, ma anche il gioco della formazione di Apolloni. Goal nato da una collaborazione con Giorgino, che l’attaccante ha provato spesso anche in allenamento.

Soddisfatto, quindi, anche perché era qualche partita che non segnava il suo nome sul tabellino; scherza, successivamente, sull’ammonizione rifilatagli dall’arbitro per essersi arrampicato sulla rete dello stadio: si è giustificato asserendo che, essendo basso, se non avesse fatto così i tifosi non l’avrebbero visto bene.

In finale ancora un pensiero verso la Ribelle, per ricordare che il Parma deve continuare a pensare al suo percorso, al suo modo di giocare, e che saranno le avversarie che devono sperare che i gialloblù inceppino tra i loro stessi spiedi per sperare di riaprire la battaglia. Bisogna, perciò, continuare a pensare solo a proporre al meglio il proprio gioco, a non “toppare” la partita di domenica prossima e solo inseguito si potrà iniziare a lavorare sul match contro il Forlì, nuovo antagonista dei gialloblù, ricordando che loro daranno il tutto per tutto per cercare di riaprire questo campionato. Ilaria Mazzoni

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI DANIELE “MICIO” MELANDRI DOPO PARMA-CLODIENSE 4-0 – Riprese di Andrea Concari

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “MELANDRI E QUEL GIALLO DOPO IL GOL: “SICCOME SONO BASSO PER FARMI VEDERE DOVEVO PER FORZA ARRAMPICARMI…” video

  • Grande Micio con quella arrampicata alla Barbuti!

I commenti sono chiusi.