MOONTALK #JurassicParm 24^ puntata / Dilettanti allo Sbadiglio (con interviste a Michele Angella, Luca Russo e Alessandro Dondi)

1cop(Ilaria Mazzoni) – Se in passato qualcuno si lamentava del pericolo che diventasse noioso assistere a questo campionato, per via della serie di vittorie dei crociati che sembrano non conoscere giorno di arresto, beh noi abbiamo trovato più tedioso assistere alla partita di domenica contro il Mezzolara. Un pareggio insipido, con una formazione gialloblù che si presenta sul campo in un evidente stato di sazietà, nata dalla vittoria precedente con l’Altovicentino; non ha avuto la forza, né le energie mentali, per giocare una partita che poteva essere, invece, vinta facilmente, considerate le qualità dell’avversario. Invece al Mezzolara è bastato svolgere il compitino per arginare un Parma che, invece, si è proposto con azioni lente e prevedibili. Una partita svogliata, con poco movimento (eufemismo perché questo è stato quasi nullo) senza palla; un pareggio brutto, ma che riteniamo, comunque, utile e positivo al fine di dare una scossa ai giocatori, che saranno, quindi, chiamati a una reazione già dal prossimo incontro. Insomma, bisogna ritrovare quella consapevolezza che non basta portare la maglia crociata e avere i numeri giusti per vincere, occorre sudare su quella maglia e correre su ogni pallone per ottenere il successo.

vlcsnap-error750Presenti allo stadio, nel dopopartita di domenica, abbiamo raccolto qualche intervista: all’inizio di questa puntata siamo, quindi, onorati di ospitare virtualmente il noto giornalista Michele Angella, che approfittiamo per ringraziare della sua disponibilità. Anche per lui quella contro il Mezzolara è stata una partita insufficiente e porta alla luce anche un’altra considerazione: quando il Parma non riesce a portare a casa la vittoria, è, sì, merito degli avversari (Mezzolara che si è disposto bene in campo), ma è anche colpa dello stesso Parma che gioca, come in quest’occasione, con una marcia scalata. Nonostante questo per Angella, che ha trovato fuori luogo le proteste nei confronti del direttore di gara a fine incontro perché, in fondo, le sue decisioni non hanno influito in modo netto sul risultato, non c’è da costruire un dramma su questo pareggio, anche se, se non si è vinto in casa contro il Mezzolara qualche domanda bisogna porsela. Parla, poi, dei giocatori che gli sono piaciuti, come Cacioli che si è dimostrato, comunque, molto sicuro nei suoi interventi o Corapi anche se è apparso meno lucido del solito. Per il giornalista colpevole, invece, di non aver colto l’opportunità di mostrare le sue qualità è stato Matteo Guazzo, certo, per questo non va messo in croce, ma, sicuramente, era una buona occasione che ha sprecato. Sul finale dell’intervista gli chiediamo, poi, una piccola indiscrezione sul suo possibile ritorno sul piccolo schermo: Angella, in modo scaramantico, ci risponde con un “mai dire gatto se non l’hai nel sacco” alla Trapattoni. Le nostre speranze, e quelle di molti telespettatori, sono che questo gatto entri presto nel sacco!

4 TABELLA TOP FLOPPassiamo, invece, a parlare della nostra personale classifica; primo posto tra i migliori di domenica se lo aggiudica Pasquale Mazzocchi, nomina, questa, che deve servire per incoraggiare il giocatore. S’intravedono, durante la partita, doti e classe per il giovane attaccante che, spesso, salta l’uomo e corre fermato solamente dai crampi. Si propone con entusiasmo e, a volte, un po’ d’incoscienza, accusando meno del previsto l’emozione della prima al Tardini. Certo, nelle gambe gli mancano ancora i novanta minuti, visto che non giocava da titolare da alcuni mesi, ma, ad oggi, si conferma sicuramente un buon acquisto, utile, soprattutto, per entrare a partita in corso. In diretta competizione con il suo compagno di reparto Sereni sta, per ora, convincendo molto di più dell’ex Sassuolo. C’è poi Cacioli, eh sì, quando disputa, una bella partita bisogna premiarlo, sempre molto attento si rende protagonista di alcuni recuperi con grande autorità, sono questi che infondono sicurezza ai compagni. In terza posizione abbiamo voluto premiare non il solito Corapi, anche se avrebbe meritato il podio anche lui, ma Zommers che si è dimostrato portiere attento; solitamente inoperoso per lunghi tratta della gara dimostra, le poche volte in cui è chiamato in causa, di meritare il posto da titolare tra i pali.

Prestazione negativa, invece, per Guazzo: ci prova e ci riprova, ma continua a far fatica a carburare, la migliore condizione fisica, e mentale, sembra essere ancora lontana. Apolloni gli da fiducia per tutti i novanta minuti, ma lui non riesce a ricompensarlo. Ci saranno certamente altre occasioni, speriamo si faccia trovare più pronto. Come altre volte anche stavolta non è usato come terzino di spinta, risulta molto compassato ed arretrato: Saporetti. Una domenica molto acerba condita da scarso coraggio, quella del pupillo di Mister Apolloni, che però, vorremmo veder giocare nel suo ruolo naturale. Ultimo posto tra i peggiori è di Baraye, non tanto per la prestazione, che è stata leggermente appannata, ma comunque sempre pericolosa, ma per l’incomprensibile nervosismo che accompagna, sin dal fischio d’inizio, le sue giocate. Forse problemi personali o, forse, quella perenne voglia di dimostrare di essere superiore alla categoria, spinta che porta ad un’ansia che non gli consentono di mostrare la qualità delle sue giocate.

vlcsnap-error864Cambiando argomento: gli ospiti di questa puntata non sono finiti. Nel retro della sala conferenza del Tardini, abbiamo, infatti, intercettato altre due firme di questo giornale on line: Alessando Dondi e Luca Russo. Non ci siamo, ovviamente, fatti sfuggire l’occasione di farci raccontare le proprie impressioni sulla partita. Per Dondi il Parma, col Mezzolara, è stato carente per quanto riguarda la propensione a proporre il gioco, anche se la formazione è abile a giocare il pallone a terra. Il vero protagonista è stato il nervosismo, insieme alla troppa fretta di risolvere la situazione; insomma un Parma da cinque in pagella ma che non deve allarmare. E’ stata solo una giornata storta per la squadra di Apolloni che ha visto essere il suo migliore, per Dondi, in Miglietta (finché ha retto fisicamente). Corapi in leggero affanno rispetto alle prestazioni a cui ci ha abituato e conferma di un Saporetti bloccato, che non ha mai spinto. A destargli preoccupazioni sono sempre, ci confida, le partite casalinghe, perché, in trasferta, il Parma, solitamente, si dimostra più sciolto e volenteroso. L’ultimo suo pensiero in questo suo intervento è rivolto a Gabriele Majo per porgergli, ancora una volta, le condoglianze per la recente scomparsa della mamma a cui, ovviamente, ci uniamo anche noi del Moontalk.

selfie moontalkLuca Russo, invece, si aspettava che il Parma incontrasse difficoltà per meriti delle avversarie, non per demeriti suoi; nel primo tempo ha visto una squadra senza mordente e che è risultata, quindi, troppo statica. Nella ripresa si è affidata, invece, molto ai lanci lunghi dimostrando una mancanza di idee. Una domenica che conferma il trend non troppo positivo dei crociati in casa per quanto riguarda lo sbloccare il risultato; una formazione che, certamente, soffre più tra le sue mura che in trasferta. In positivo, però, è stato impressionato da Corapi, uno dei pochi ad esser sempre presente in ogni fase, anche la difesa si è ben comportata, facendo ciò che era chiamata a fare. Per la prossima partita Russo, però, si augura, e si aspetta, un Parma più squadra, che non si incaponisca nel voler risolvere le partite tramite azioni ed idee individuali.

Tutto ciò a partire dal prossimo incontro, quello con l’indigesta Correggese; un match in cui i giocatori sono fortemente chiamati a dimostrare di aver imparato la lezione impartitagli dal Mezzolara. Uno stimolo in più a conquistare la vittoria potrebbe essere quello dell’ultimo precedente, quello della Coppa Italia, in cui la formazione del paese natale di Ligabue riuscì a eliminare i gialloblù grazie, tra le altre cose, anche al mancato rigore di Benassi e, più in generale, da una prestazione scialba ed incolore dei ragazzi messi in campo da Mister Apolloni. Vi ricordiamo che la Correggese è nona a 34 punti e viene da un pareggio, per 2-2 in casa del San Marino. Per quanto riguarda l’aspetto tattico ci sono alcune note interessanti da rilevare: non sarà dell’incontro il “pupillo” Saporetti, che è diffidato, sarà, quindi, interessante vedere la scelta del Mister. Ci farà, finalmente, rivedere in azione Agrifogli o preferirà a tornare il più impiegato Ricci… o opterà per una soluzione totalmente nuova? Particolare attenzione anche verso l’atteggiamento offensivo: sceglierà di tornare al modulo, sino ad ora vittorioso, senza una punta pura (con Melandri e Baraye ad intercambiarsi nel ruolo di punta centrale) o deciderà di insistere su Guazzo o Musetti? Se fossimo noi in panchina forse saremmo più propensi ad un ritorno a quello schema senza punte pure, modulo che dava più velocità e imprevedibilità al reparto offensivo. Questo, almeno, sino a che non avremmo recuperato completamente una punta centrale. Ilaria Mazzoni

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “MOONTALK” JURASSIC PARM

MOONTALK #Jurassic Parm, 1^ puntata / VIDEO INTERVISTA A GABRIELE MAJO CHE RACCONTA IL SUO RITORNO ALL’UFFICIO STAMPA DEL PARMA CALCIO

MOONTALK #Jurassic Parm, 2^ puntata / Quando il MICIO non c’è i DIFENSORI ballano

MOONTALK #Jurassic Parm, 3^ puntata / CERCASI ATTACCANTE BIOLOGICO (ospite in studio: Simone Occhi)

MOONTALK #Jurassic Parm, 4^ puntata / LA D E’ UN CAMPIONATO DI RIGORE

MOONTALK #Jurassic Parm, 5^ puntata / SERIE D, E’ TUTTO QUI?

MOONTALK #Jurassic Parm, 6^ puntata / OMNIA MUNDA MUNDIS

MOONTALK #JurassicParm, 7^puntata / Baraye e Longobardi come Insigne e Higuain, intervista a Sandro Squeri

MOONTALK #JurassicParm, 8^puntata/ Parma Re D Coppe

MOONTALK #JurassicParm 9^ puntata / Nel piccolo mondo per tornare grandi

MOONTALK #JurassicParm 10^ puntata / Il Parma Biologico è un OGM per la serie D?

MOONTALK #JurassicParm 11^ puntata / Parma merita l’Azzurro

MOONTALK #JurassicParm 12^ puntata / Parma, questo è Art Attack!

MOONTALK #JurassicParm 13^ puntata / Parma: Mercato dei dilettanti o mercato per diletto?

MOONTALK #JurassicParm 14^ puntata / Guazzo scendi dalla croce e diventa delizia per i tifosi crociati

MOONTALK #JurassicParm 15^ puntata / QUESTA E’ BLASFEMIA, QUESTA E’ PAZZIA… QUESTO E’ GUAZZO!

MOONTALK #JurassicParm 16^ puntata / Caro NEVIO NATALE ecco la mia letterina… (con video interventi dal Temporary Store di Via Garibaldi di Gabriele Majo e Luca Russo)

MOONTALK #JurassicParm 17^ puntata / STAR GOALS

MOONTALK #JurassicParm 18^ puntata / CANTO DI NATALE (con l’esclusivo “dietro le quinte” dell’ultima puntata di Calcio & Calcio)

MOONTALK #JurassicParm 19^ puntata / Il pagellino di metà quadrimestre

MOONTALK #JurassicParm 20^ puntata / La befana esiste e si chiama Alessandro

MOONTALK #JurassicParm 21^ puntata / Più Setti, meno crolli

MOONTALK #JurassicParm 22^ puntata / VENI, VIDI, ALTOVICI! (SPERIAMO…)

MOONTALK #JurassicParm 23^ puntata / DIECI PICCOLI PUNTI… E POI NON RIMASE PIU’ NESSUNO (Ospite in studio “il Columnist” Luca Russo)

9 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 24^ puntata / Dilettanti allo Sbadiglio (con interviste a Michele Angella, Luca Russo e Alessandro Dondi)

  • 4 Febbraio 2016 in 01:19
    Permalink

    Dentro Agrifogli e ritorniamo all’attacco mobile. Purtroppo al massimo Guazzo può essere utile negli ultimissimi minuti di gioco.

  • 4 Febbraio 2016 in 14:39
    Permalink

    Ragazzi, quanto ci mancano le puntate di Calcio&Calcio, ma lo stregone Boni che fine ha fatto? A proposito ho letto l’intervista di Marotta, la vecchia gobba brucia ancora come un falò per quella sconfitta dell’11 aprile 2015.
    Non ci sarà mica il suo zampino sul fallimento del Parma……… vedere altri bilanci di squadre che vanno per la maggiore e non…. ai posteri l’ardua sentenza.
    Saluti a tutti e un ricordo al nostro grande presidente Ceresini.

    • 4 Febbraio 2016 in 15:16
      Permalink

      Boni, secondo quanto mi è stato riferito dai diretti interessati, ha fatto visita a Quelli del Piazzale Risorgimento nei giorni scorsi, dicendo loro che di calcio ci capiscono appena appena una mazza.

    • 4 Febbraio 2016 in 19:27
      Permalink

      Calcio e calcio manca tantissimo speriamo torni presto, ma con le giuste prospettive e i giusti meriti.
      Perchè la qualità ha un giusto prezzo cosi come i professionisti.

        • 4 Febbraio 2016 in 20:49
          Permalink

          ahaha Stiamo freschi allora 🙂 ahahah grazie 🙂

      • 5 Febbraio 2016 in 09:35
        Permalink

        Da questo messaggio chiedo a tutti di dire alla nostra amata curva nord di smetterla con i cori di cattivo gusto contro i vecchi dirigenti durante le partite che sono anche trasmesse in tv. Dimostriamo la nostra grande civiltà, e correttezza, il passato brutto non conta nulla.
        Grazie.

        • 5 Febbraio 2016 in 09:40
          Permalink

          Condivido. Anche perché gli si continua a riconoscere importanza…

        • 5 Febbraio 2016 in 11:39
          Permalink

          Anche perché sono fuori tempo massimo, quei cori. Piuttosto, direi pure che sarebbe il caso che la tribuna smettesse di applaudirli e iniziasse a dissociarsene.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI