AL PALASPORT DI FIDENZA IN “GOL” ANCHE LE CALCIATRICI DEL PARMA CALCIO 1913, CHE MARTEDI’ HANNO INCONTRATO GLI ALUNNI DEL PACIOLO-D’ANNUNZIO

Beatrice Lusignani (*) – Passione, sacrificio, costanza, allenamento, competizione, gruppo, rispetto: sono solo alcune delle parole che i ragazzi del Liceo Classico e Scientifico “Paciolo–D’Annunzio” di Fidenza hanno usato per descrivere lo sport. Tutti d’accordo: questi termini sono universali e accomunano sia gli sport “da femmine” che quelli “da maschi”. Ma quando si parla di calcio i dubbi si insinuano, i volti si fanno perplessi, il IMG-20160316-WA0002dibattito si accende e gli stereotipi timidamente iniziano ad emergere : “forse il calcio è prerogativa degli uomini, che sia chiaro, gli altri sport no, ma forse il calcio è di genere maschile”, “le donne sono portate per la cucina, gli uomini per il calcio”, “le donne che giocano a calcio hanno le gambe grosse e viste da dietro possono essere scambiate per uomini”, “il calcio maschile si vede in televisione sempre, quello femminile a volte”. Il IMG-20160316-WA0001progetto G.O.L. – genere oltre il limite – è una campagna per la promozione del calcio femminile, che nasce dalla sinergia di tre associazioni, UISP, AIC e RETE FARE e che attraverso eventi sportivi e interventi all’interno delle scuole ha come obiettivo proprio quello di eliminare gli stereotipi che da sempre vanno a braccetto con il calcio femminile, nonché di favorire la diffusione di questo sport.

IMG-20160316-WA0003Martedì 15 marzo 2016 scorso  il progetto G.O.L. è entrato nel biennio del Liceo Classico e del Liceo Scientifico Paciolo D’Annunzio di Fidenza grazie anche all’interessamento della Professoressa di educazione fisica Gabriella Arrigoni che ci ha confessato che avrebbe voluto giocare a calcio da bambina, ma la mamma non ha appoggiato questo suo desiderio perché non voleva diventasse un IMG-20160316-WA0006maschiaccio. Ecco uno dei tanti stereotipi che Sara Conversi (operatrice UISP Parma) e Chiara Gallo (operatrice UISP Emilia Romagna) hanno magistralmente smontato generando una discussione tra i ragazzi e accompagnandoli alla conclusione che il calcio è poco praticato dalle donne perché non si conosce, che il problema è originato da limiti culturali e sociali radicati da anni nel nostro paese.

IMG-20160316-WA0005È intervenuta nel dibattito anche Roberta Li Calzi, avvocato, operatrice AIC nonché giocatrice di calcio dell’ Imolese che ha parlato ai ragazzi della realtà delle calciatrici italiane trattate in maniera molto diversa rispetto ai colleghi maschi dal punto di vista mediatico, dal punto di vista economico (le giocatrici della Nazionale ricevono al massimo dei rimborsi spese) e dal punto di vista dei diritti (nessuna è considerata calciatrice professionista e per questo motivo non tutelata).

IMG-20160316-WA0008Io e Fosca Calloni eravamo li per portare ai ragazzi le nostre esperienze, per parlare di sacrifici, di chilometri macinati per raggiungere campi di allenamento lontanissimi, per raccontare di tutte le domande insensate che ci vengono fatte quotidianamente sul calcio femminile, per spiegare che la passione che ci guida è uguale a quella dei colleghi uomini. Noi la nostra piccola rivincita ce la stiamo prendendo grazie ad una società fortemente interessata alla nostra passione (a proposito di Pura Passione, ne abbiamo approfittato per proiettare il cortometraggio che abbiamo girato per la Ringo, balsamo per la nostra autostima) e che ci permette non solo di toglierci qualche soddisfazione in campo, ma anche di usare il calcio per diffondere una cultura sportiva sana rispettosa e integrante, cosa che a noi sta molto a cuore.

IMG-20160316-WA0009Pensavamo di trovare nelle scuole un pubblico difficile, invece con grande gioia abbiamo incontrato ragazzi entusiasti, interessati coinvolti e coinvolgenti e disposti a mettersi in gioco. Domani, sabato 19 marzo 2016, infatti, si svolgerà dalle 9 alle 13 nel palazzetto dello sport di IMG-20160317-WA0029Fidenza un torneo di calcetto misto (preferibilmente a prevalenza femminile) che coinvolgerà le classi che hanno aderito al progetto G.O.L. in cui gli studenti e le studentesse oltre ad affrontarsi in campo dovranno trovare nome e slogan e creare le magliette delle squadre. Le ragazze sono smaniose di partecipare a questa esperienza nuova e i ragazzi curiosi di confrontarsi con quella parte del calcio da loro poco conosciuta. Beatrice Lusignani (*)

(*) portiere Parma Calcio 1913 femminile

CLICCA QUI PER VEDERE IL FILM “PURA PASSIONE”, CORTOMETRAGGIO DI LUCA LUCINI PER RINGO CON PROTAGONISTE LE CALCIATRICI DEL PARMA CALCIO 1913

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

PURA PASSIONE, IL CORTO DI LUCINI CON PROTAGONISTE LE GIOCATRICI DEL PARMA CALCIO 1913, DA STASERA IN PROIEZIONE AL CINEMA D’AZEGLIO PRIMA DEL FILM “LA CORTE”

IL CALCIO FEMMINILE E’… PURA PASSIONE

PURA PASSIONE / Videogallery amatoriale dal backstage pubblicata dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913

PURA PASSIONE, fotogallery amatoriale dal backstage

PASSIONE CALCIO (FEMMINILE) / VIA SKYPE CON SAN MARINO RTV BARBARA MAINARDI PARLA DEL CORTO RINGO DI CUI E’ PROTAGONISTA E “SFIDA” DULBECCO E ALBONETTI… (video)

CALCIATRICI, ATTRICI, LAVORATRICI, DONATRICI MA ANCHE CANTANTI… Dal Circolo Arci di Corcagnano la performance canora della solista Debora Fragni e delle altre crociate

ALL’OTTAVA NOTA LA CENA NATALIZIA DEL PARMA CALCIO 1913 FEMMINILE CON SCALA, CARRA, MINOTTI, GALASSI, PIZZI, MANZANI E LIBASSI – I video di ParmaCalcio1913.com e la fotogallery amatoriale

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA SUL SET A LUCA LUCINI, REGISTA DI PURA PASSIONE, DI GABRIELE MAJO PER WWW.PARMACALCIO1913.COM

PURA PASSIONE, ECCO IL CORTO INTEGRALE DEL REGISTA LUCA LUCINI PER RINGO CON PROTAGONISTE LE CALCIATRICI DEL PARMA CALCIO 1913 (video)

AL D’AZEGLIO LA PRIMA DI “PURA PASSIONE”, IL CORTOMETRAGGIO RINGO, CON PROTAGONISTE LE CALCIATRICI DEL PARMA CALCIO 1913, GRIFFATO DA LUCA LUCINI – I video della serata

8 MARZO, SKY A COLLECCHIO PER L’ALLENAMENTO DELLE GIRL CROCIATE, PROTAGONISTE DEL CORTO RINGO DI LUCINI – I video di ParmaCalcio1913.com con le interviste a Mainardi e Scala

LE CROCIATE NON SONO SOLO ATTRICI, MA ANCHE DONATRICI… STAMANI HANNO PARTECIPATO, DONANDO, A “DONNE CHE DONNE CHE DONANO LA VITA”– I video di ParmaCalcio1913.com

DONNE CHE DONANO LA VITA: ANCHE LE ATLETE DEL PARMA CALCIO 1913 FEMMINILE DOMATTINA DONERANNO IL SANGUE AL CENTRO TRASFUSIONALE DEL MAGGIORE

ANCHE LE CROCIATE SONO TRA LE “DONNE CHE DONANO LA VITA!” E MARTEDI 8 MARZO SARANNO A DONARE AL CENTRO TRASFUSIONALE. Il video della conferenza stampa

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 pensieri riguardo “AL PALASPORT DI FIDENZA IN “GOL” ANCHE LE CALCIATRICI DEL PARMA CALCIO 1913, CHE MARTEDI’ HANNO INCONTRATO GLI ALUNNI DEL PACIOLO-D’ANNUNZIO

  • 18 Marzo 2016 in 19:05
    Permalink

    Quando giocavo a calcio da piccolo l’avversario più forte che abbia incontrato è stato una ragazza. Era davvero forte. Poi ho notato che allo stadio c’è una sempre più folta rappresentanza femminile.

    • 18 Marzo 2016 in 23:04
      Permalink

      😊Io giocavo in porta! Avevo un colpo d’occhio ( a dirla un po come Melli al goal di lauria) della ma..donna…quanto tempo..

I commenti sono chiusi.