martedì, Maggio 21, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

SERENI: “PER ME E’ STATO UN ANNO DI CRESCITA, SIA COME CALCIATORE CHE COME UOMO. BEN VENGANO QUESTE ESPERIENZE IN CITTA’ IMPORTANTI” video

marcello sereni(Andrea Belletti) – Dopo l’incontro con l’Associazione Italiana Calciatori “un incontro importante per sapersi orientare tra i mille rivoli del calcio professionistico” a Marcello Sereni  hanno chiesto un titolo sulla sua prima stagione al Parma. E lui non ha azzardato una frase che riassumesse questa sua prima esperienza in serie D. “Non sono uno scrittore e non cerco di dare un titolo. Dopo una partenza buona in cui ho giocato spesso ho avuto difficoltà nei confronti della concorrenza, ma io mi sono allenato sempre al massimo e fino adesso è stato un anno di grande crescita sia per il Sereni calciatore che per il Sereni uomo”. E per un giovane come lui la strada da percorrere è ancora lunga. Perché nel selettivo modo del calcio professionistico non bastano le qualità che il talento proveniente dalla primavera del Sassuolo ha messo in mostra a sprazzi in questo scorcio di stagione. “Quest’anno sono cresciuto tanto perché il salto dalla primavera alla prima squadra di una piazza così importante  in una città non abituata alla serie D è qualcosa di stimolante per un giovane ma che può rivelarsi anche un peso. Adesso gioco tranquillo ho la consapevolezza nei miei mezzi grazie anche ai miei compagni e al mister che mi hanno sempre incoraggiato. Dicono che ho i mezzi tecnici, io continuo per la mia strada so quello che posso fare  e cerco di dare il massimo in partita come in allenamento. Come me ci sono tanti giocatori che hanno talento ma bisogna fare un salto di qualità nella testa. Sono convinto che ogni buon giocatore capace di migliorare l’aspetto mentale possa dare una svolta al suo percorso”.  Un elemento su cui può contare Sereni per valorizzare la sua carriera è il suo eclettismo tattico che lo può portare a svariare per tutto il fronte d’attacco. Domenica infatti prima dell’infortunio occorso a Giorgino, mister Apolloni l’avrebbe schierato come trequartista nel rombo di centrocampo. Poi lo stop ai box del centrocampista ha costretto il tecnico a tornare al vecchio modulo 4 – 2 – 3- 1 con Sereni dirottato nel ruolo di esterno d’attacco. “Sono contento dell’opportunità concessami nell’ultima partita continuerò a lavorare al massimo poi vedremo quello che succederà da qui alla fine del campionato. Ero pronto a giocare come trequartista avrei giocato in quel ruolo con il nuovo modulo poi con l’infortunio di Giorgino siamo tornati al vecchio modulo”. A dire il vero la scelta di schierare l’ala modenese dal primo minuto non era pronosticabile ai più. Considerando anche che nella partita precedente Marcello ha dovuto accomodarsi in tribuna. Apolloni giustamente è chiamato a scelte non facili ma è anche vero che conta sull’apporto di tutti per raggiungere l’obiettivo finale. “Andare in tribuna non piace mai anche se sappiamo che siamo in tanti e in panchina e in tribuna qualcuno ci deve andare. L’importante è lavorare sempre seriamente poi le scelte le farà il mister”. Con l’obiettivo ad un passo e con la testa pronta al rush finale, Sereni si prepara al meglio per affrontare le prossime partite e chissà che non arrivi quel gol tanto inseguito fino ad oggi. “Il gol ti dà entusiasmo, gioia due elementi che devono sempre esserci in partita. Noi scenderemo sempre in campo per vincere, la testa deve essere la stesa che ci ha contraddistinto per tutto il campionato fino ad adesso. Finché non arriva il conforto della matematica non dobbiamo abbassare la guardia”.  Andrea Belletti

Il video della conferenza stampa odierna di Marcello Sereni

9 pensieri riguardo “SERENI: “PER ME E’ STATO UN ANNO DI CRESCITA, SIA COME CALCIATORE CHE COME UOMO. BEN VENGANO QUESTE ESPERIENZE IN CITTA’ IMPORTANTI” video

  • Aldilà di tutto, sarei estremamente contento se riuscisse a segnare un gol prima della fine della stagione.

  • Palasone Ossimprandi

    Direttore,
    Stasera anche lei sarà davanti alla TV per vedere ITALIAN’S GOT TALENT? Io non me lo perderò, chissà che un domani non possa esserci un nuovo reality anche per il Parma

    • No, stasera sarò al cine D’azeglio, dove il film in proiezione (La Corte) sarà preceduto dal corto di Lucini “Pura Passione” con protagoniste le girl crociate…

  • savomilosevic

    di Marcello ricordo:

    – l’azione del rigore nella partita di Arzignano Chiampo.
    – una partita in trasferta (non ricordo quale) che subentrando dalla panchina come esterno sinistro ha dato la scossa con le sue sgroppate e abbiamo sbloccato la partita.
    – eh….. nulla più.

    tanto impegno, probabilmente diligente tatticamente, ma in attacco tanto fumo e poco arrosto. personalmente mi ha deluso.

    Savo

  • grazie Sereni, però la fortuna ti ha gia permesso di giocare nel Parma un anno. E’ sufficiente così….

  • Non ho mai capito una cosa quindi chiedo a tutti voi.. è in prestito secco? Torna sicuramente al Sassuolo? Fosse cosi non capisco l’insistenza verso un ragazzo che sicuramente ha sempre dato tutto ma che ha reso poco

    • Credo di mezzo ci siano delle promesse fatte al Sassuolo circa l’impiego del giocatore anche se sicuramente, almeno all’inizio, Apolloni credeva nel potenziale del ragazzo ma viste le prestazioni di Mazzocchi da qui alla fine della stagione Sereni il campo non lo vedrà più.

      • Alcuna promessa. E sul fatto che nn vedrà più il campo io non ne sarei così certo.

  • Viste diverse scelte un po ‘strane’ di Apolloni magari lo vedremo ancora, il campo sarebbe meglio che lo andasse ad arare.
    Se i nostri primavera sono piu scarsi di sereni bisognerebbe farsi delle domande

I commenti sono chiusi.