GUAZZO: “UN GOL CHE VALE UNA STAGIONE: MAI PENTITO DI ESSERE VENUTO A PARMA”

(Ilaria Mazzoni) – Una giornata speciale, quella di oggi, per Matteo Guazzo che ha festeggiato nel migliore dei modi, con un goal ed una promozione, il suo compleanno. Una giornata perfetta che l’attaccante crociato difficilmente potrà dimenticare, grazie anche alla bellissima (ed importantissima) rete realizzata. guazzoCerto, il giocatore ammette che questa stagione è stata per lui, a sorpresa, un po’ particolare, cosa che non si aspettava visto che proveniva da due categorie superiori alla serie D. Poi anche l’infortunio non ha sicuramente favorito le sue prestazioni. Ma, nel momento, nella giornata, più importante di questo nuovo Parma, Guazzo ha risposto: “presente”, fornendo al pubblico del Tardini una convincente prestazione. L’importante, comunque, per il giocatore è il risultato collettivo raggiunto, più che le considerazioni personali, e lui, oggi, non può che essere felice per aver saputo dare il suo contributo ai compagni. La cosa essenziale era vincere, soprattutto per regalare, dopo un anno di sofferenza, finalmente una gioia ai tifosi gialloblù. La dedica per il goal, invece, va al magazziniere, verso cui il giocatore è corso per esultare, per ricordare che il successo della squadra è legato anche a queste persone, fantastiche, che spesso, però, vengono lasciate nel dimenticatoio. Una delle tante persone che, ogni giorno, lavorano per il successo di questi colori e che rendono il Parma una vera grande squadra. Per quanto riguarda il futuro, invece, si dice tranquillo, perché lui sa di avere delle qualità, che noi non abbiamo ancora potuto valutare a causa della sua scarsa continuità di minuti in campo, ma che la società, sicuramente, saprà valutare nel modo corretto. Certo, il desiderio è quello di rimanere a vestire questa importante maglia. L’anno prossimo, a sua detta, ed è un parere molto importante visto che Guazzo, in serie C ci ha vissuto e lottato per parecchi anni (riuscendo anche a vincerla), sarà molto duro. Parma, dice, è una città che non può aspettare di vincere, per questo sicuramente il team di dirigenti acquisirà giocatori di livello, partendo, comunque, dall’ottima base che creato quest’anno, con giocatori eccezionali e di qualità. Mai pentito, quindi, questo giocatore, di aver scelto questa piazza, nonostante la stagione un po’ altalenante, in questa città si trova bene. Ilaria Mazzoni


Guarda il video della conferenza stampa di Matteo Guazzo al termine di Parma-Delta Rovigo 2-1 –  Riprese di Andrea Concari

12 pensieri riguardo “GUAZZO: “UN GOL CHE VALE UNA STAGIONE: MAI PENTITO DI ESSERE VENUTO A PARMA”

  • 17 Aprile 2016 in 20:38
    Permalink

    Guazzo in Lega Pro = 20 gol sicuri

  • 17 Aprile 2016 in 22:13
    Permalink

    Grande guazzo gufi merda

  • 18 Aprile 2016 in 00:03
    Permalink

    L’ho sempre criticato, ma oggi ci ha fatto promuovere. Bravo!

  • 18 Aprile 2016 in 08:05
    Permalink

    Caro Nobiltà Ducale, farai anche parte dell’high society cittadina ma tu e il calcio…….si lontà cmé znar ai persegh!!!!

    • 18 Aprile 2016 in 12:07
      Permalink

      Ti sbagli di grosso ma anke se fosse sono frittate mie e NON solo

      Tu invece sei più vicino al calcio soprattutto al giovedì di ogni mese

      Eppoi NON sono così caro….costi di più tu alla settimanahahahah

      I Crociati Gialloblu NON li Fermi certo Tu !!!! FORZA PARMA

  • 18 Aprile 2016 in 09:13
    Permalink

    ieri bravo Guazzo!!!
    purchè il mio giudizio (sull’intera stagione) non sia mutato (in relazione al rendimento e al suo comportamento), ho esultato al suo gol e urlato il suo nome, com’è giusto che sia per chiunque indossi la maglia del Parma!
    io non l’avrei sostituito per la standing ovation ma gli avrei dato maggior spazio magari ne segnava un’altro.
    sul centravanti resto della mia opinione che, per il suo stipendio da big (di cui non sono a conoscenza ma immagino), ci possa stare un giocatore di categoria con differenti caratteristiche tecnico comportamentali.
    tutto qua… poi, se sarà riconfermato in Lega Pro egli avrà ulteriore chanches per conquistarmi/riconquistarci perchè non sono l’unico a pensarla così.. chi vivrà vedrà.

    colgo l’occasione per rimarcare la prestazione di Riccardo Musetti, ieri partita grandiosa la sua; un vero centravanti di manovra, con la sua esperienza e le doti tecniche potrà regalarci ancora tante emozioni.

    • 18 Aprile 2016 in 09:33
      Permalink

      La mia interpretazione è questa: Guazzo on era uscito per la standing ovation. Stavamo pareggiando, lui era da un po’ che non giocava titolare, sicché è stato sostituito per buttar dentro Melandri, uno che, pur entrando a gara in corso, ha sempre fatto la differenza

      • 18 Aprile 2016 in 09:44
        Permalink

        capisco, ma già giovedi aveva giocato 75 minuti tenendo molto bene, sempre vivace ed attivo; io qualche minuto in più gliel’avrei concesso visto che era in palla e in feeling col gol;
        ma va bene così.

        colgo l’occasione per farle i complimenti Direttore, ottimo lavoro grande professionista e se me lo consente… anche portafortuna!
        🙂

          • 18 Aprile 2016 in 10:00
            Permalink

            col suo predecessore in società siamo falliti.
            con lei si vince!!!
            di solito si sente: si perde tutti e si vince tutti, dal giocatore all’ultimo magazziniere, quindi
            si prenda anche lei un pezzetto di merito per il lavoro svolto e per la promozione ottenuta!

            e grazie per i video emozionali di ieri!!!
            sarebbero da masterizzare e tenere per ricordo!

            brev Director!!!

          • 18 Aprile 2016 in 10:29
            Permalink

            Grazie.

            Cmq Simone Lorini, direttore di Parma Live, sa che avevo vaticinato il gol di Guazzo…

I commenti sono chiusi.