MOONTALK #JurassicParm 33^ puntata / RERUM NOVARUM (COSE NUOVE), con intervista al Saltimbanco Enrico Boni

(Ilaria Mazzoni) – Apriamo questo nostro nuovo appuntamento mostrandovi un’intervista che il simpaticissimo Enrico Boni, ancora una volta, ha deciso di concederci; parlerà della partita, incoronando, per l’ennesima volta, re di questo Parma Yves Baraye, un giocatore che, per il giornalista, in massimo due anni giocherà nella massima serie. Lo confermano i diciannove goal che ha segnato senza sfruttare nemmeno un calcio di rigore, un attaccante che speri resti nella nostra città, perché, per Boni, questa non è affatto una cosa ovvia. Il discorso, poi, si sposta sulle cifre del pubblico di domenica: numeri bonintervistache parlano da soli e che, per lui, dimostrano quanto Parma abbia fame di calcio dopo una stagione che ha pesato in negativo per dieci. Questo deve far riflettere la dirigenza del club che ha preso un impegno: quello di riportare il Parma in serie B, un obiettivo che, dichiara Boni, sarà raggiunto quest’altro anno al primo tentativo.  Il discorso passa, successivamente, sul suo di futuro: Teleducato riprenderà con le sue trasmissioni, compreso “Calcio e Calcio” che dovrebbe ritornare in onda il 18 aprile, ciò che, ancora, non è certa è proprio la presenza dello stesso Boni. Lui stesso commenta con un rerum novarumTeleducato riprenderà le trasmissioni, (Calcio e Calcio) dovrebbe riprendere il 18 e il 25, questo è certo, ma che ci sia Enrico Boni questo ancora non è certo.”  Per quanto riguarda i migliori contro il San Marino, oltre, ovviamente, a Baraye, elogia anche Micio Melandri di cui ha apprezzato molto la prestazione e per cui pensa che avrebbe dovuto giocare sin dal primo minuto. Per quanto concerne, invece, il peggiore, beh Boni dice che è come sparare sulla Croce Rossa, perché il giocatore è Sereni.
Queste, insomma, sono un breve estratto delle parole del giornalista, che vi invitiamo ad ascoltare guardando il nostro video; per quanto riguarda la partita ci sentiamo, invece, di aggiungere che il risultato, probabilmente, sia stato un po’ bugiardo e sicuramente è stretto ad un Parma che ha creato tantissimo ed è entrato in campo con il piglio giusto. La formazione crociata è stata penalizzata, forse anche giustamente, dallo scarso cinismo dei suoi uomini gol con Musetti che si è divorato l’impossibile insieme a Lauria. Non sfruttate, inoltre, anche le tante occasioni di verticalizzazioni, colpevole, in primis, Miglietta che si è dimostrato troppo lento e macchinoso in fase di creazione del gioco e decisamente troppo poco veloce anche in fase di copertura.

top flop pr san marinoOltre ai giocatori indicati da Boni aggiungiamo ai migliori di questa giornata Corapi per il rigore messo in rete con grande freddezza. Nei flop, invece, oltre a Sereni aggiungiamo, al secondo posto, il già citato Miglietta, anche se forse non lo meriterebbe per essersi preso in mano la squadra, ma che, invece, ci sentiamo lo stesso di penalizzare per le tante, troppe, mancate verticalizzazioni che hanno inevitabilmente rallentato la manovra collettiva. In ultimo, tra i peggiori, inseriamo Zommers che, se da un lato si è vero protagonista di una grande parata, dall’altro vanno, comunque, sottolineate alcune eccessive sbavature che ci hanno fatto un po’ storcere il naso e vacillare all’idea di rivederlo tra i pali anche l’anno venturo.

rerum galasssiMa passiamo a quello che è il vero grande tema di questa puntata, ovvero: “la Rerum Novarum”. Per chi non si ricordasse cos’è (non certo il nostro direttore che era presente all’epoca dei fatti) o per chi avesse qualche problema con il latino, la “Rerum Novarum” è un enciclica promulgata da Papa Leone XIII nel 1891 che stabilì un rinnovamento nel modo di rapportarsi dalla chiesa con il socialismo ed il capitalismo.  La scelta del Papa fu quella di scoprire le carte in tavola, ponendosi tra questi due fuochi e cambiando, di fatto, radicalmente i rapporti del clero sia con il popolo sia con i ricchi, mediando e mitigando le due parti. In parole spicce, e letterali: “delle cose nuove”.  Proprio adottando questo mood il direttore sportivo del Parma Calcio 1913, Galassi, (persona che, tra l’altro, stimiamo molto e che reputiamo essere dotata di grandi doti umane e tecniche) al termine della conferenza stampa, dopo mesi di dichiarazioni e prudenti ed in stile “Trap” (“non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”), ha deciso, finalmente, di uscire allo scoperto e di iniziare a parlare a viso aperto dei programmi per l’anno prossimo. Galassi ha, infatti dichiarato: galaxi nuove“Sgombriamo ogni dubbio: Parma anche la prossima stagione vuole fare una squadra competitiva per andare in Serie B. I giocatori bravi che hanno dato molto a questa squadra faranno parte del progetto futuro. Non c’è l’idea di mandar via qualcuno. Poi se arriva un’offerta irrinunciabile nel calcio si fa fatica a dire di no”. Parole, le sue, che ci fanno sicuramente ben sperare, perché paventano una prima seria dichiarazione di intenti riguardo ai progetti societari, sebbene ai più questi potessero apparire scontati, queste prime parole ufficiali ci tranquillizzano. Un Parma, quindi, che, già da ora, pur rimanendo concentrato sul raggiungimento della matematica promozione, sta già ufficialmente iniziando a lavorare per la prossima stagione.

A questa bella notizia si aggiunge quella della visita dei magnifici sette: il cuore del Parma calcio radunato a Collecchio, una visita non certo scontata e che rappresenta un altro forte segnale della presenza di una società che si prefigge piani seri ed obiettivi concreti anche perché, se così non fosse si sarebbe certamente radunata in luoghi più appartati.

 

rerum angellaContinuando sull’onda delle cose nuove è doveroso felicitarsi e congratularsi con Angella per la ripartenza del suo programmaCalcio e Calcio”, trasmissione che, in passato, ci aveva visti nell’esercizio del ruolo di timidi ospiti. Ancora più doveroso, poi, è gioire del ritorno alla pluralità di informazione; visti i passati della città ci sarebbe sempre più bisogno di giornalisti di qualità, coraggiosi e responsabili. Tornando a parlare di temi più sportivi ci auguriamo, invece, che, nonostante quanto ci ha dichiarato, Enrico Boni possa tornare a fare parte dello staff della trasmissione, continuiamo, quindi, a fare il tifo per lui sperando che riesca a trovare presto un accordo con l’emittente. Un Boni che quindi un po’ come faceva Califano riassumendo dichiara “Non escludo il ritorno”.

imolese parmaMa parliamo del prossimo avversario; domenica tocca all’Imolese, formazione con 54 punti in campionato e che si trova al sesto posto. Posizione meritata da questa compagine che vorrà certamente lottare sino all’ultimo per poter approdare ai play off di categoria e che, quindi, se perdesse Domenica (a quattro giornate dalla fine) vedrebbe seriamente compromesso questo obiettivo. A disposizione dei tifosi crociati che vorranno andare in trasferta allo stadio Galli solo 700 biglietti, a causa della scarsa capienza dell’impianto, di cui: 350 in curva ospiti, 250 nei distinti, 100 in tribuna centrale con prezzi dai 10 ai 15 euro.

formazione parma vs imoleseQuesto ci porta al nostro gioco della formazione: la nostra probabile squadra si schiera con il diamante, giudicato da noi più adatto a questo momento del Parma, con tra i pali Zommers (97), scegliamo poi Benassi (al posto di Cacioli per far rifiatare quest’ultimo), Lucarelli che tornerà in campo dopo alcune settimane di assenza (tra sosta e squalifica), Adorni (98) un ragazzo che, come avrete capito, continuiamo a sostenere perché crediamo se la possa giocare alla pari con tutti gli altri.  Della partita anche Agrifogli (96) che, al rientro dalla squalifica, avrà certamente voglia di fare bene e di riscattarsi: una motivazione in più da sfruttare. Imprescindibile, come sempre, Ciccio Corapi (ancora di più vista l’assenza per infortunio di Giorgino), mettiamo anche Miglietta, scelta obbligata visti i tanti infortuni delle seconde linee (Simonetti, Rodriguez..). Scegliamo, poi, Mazzocchi (95) un giocatore che, nell’ultima giornata, ha colpito una traversa che gli ha impedito di metter in rete un goal che sarebbe stato da cineteca, ha grandi numeri anche se, forse, poca costanza, ma è un ragazzo giovane a cui va data fiducia. Da premiare per la grande spinta che riesce sempre ad impartire alle partite è Micio Melandri, che schieriamo insieme all’insostituibile ed inamovibile Yves Baraye e a Musetti, giusto sarebbe insistere su quest’ultimo per evitare che cada in uno stato di paranoia per le tante occasioni da rete non finalizzate (complice anche tanta, troppa, sfortuna), la condizione fisica c’è, ora speriamo arrivino anche i goal. Ilaria Mazzoni

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “MOONTALK” JURASSIC PARM

MOONTALK #Jurassic Parm, 1^ puntata / VIDEO INTERVISTA A GABRIELE MAJO CHE RACCONTA IL SUO RITORNO ALL’UFFICIO STAMPA DEL PARMA CALCIO

MOONTALK #Jurassic Parm, 2^ puntata / Quando il MICIO non c’è i DIFENSORI ballano

MOONTALK #Jurassic Parm, 3^ puntata / CERCASI ATTACCANTE BIOLOGICO (ospite in studio: Simone Occhi)

MOONTALK #Jurassic Parm, 4^ puntata / LA D E’ UN CAMPIONATO DI RIGORE

MOONTALK #Jurassic Parm, 5^ puntata / SERIE D, E’ TUTTO QUI?

MOONTALK #Jurassic Parm, 6^ puntata / OMNIA MUNDA MUNDIS

MOONTALK #JurassicParm, 7^puntata / Baraye e Longobardi come Insigne e Higuain, intervista a Sandro Squeri

MOONTALK #JurassicParm, 8^puntata/ Parma Re D Coppe

MOONTALK #JurassicParm 9^ puntata / Nel piccolo mondo per tornare grandi

MOONTALK #JurassicParm 10^ puntata / Il Parma Biologico è un OGM per la serie D?

MOONTALK #JurassicParm 11^ puntata / Parma merita l’Azzurro

MOONTALK #JurassicParm 12^ puntata / Parma, questo è Art Attack!

MOONTALK #JurassicParm 13^ puntata / Parma: Mercato dei dilettanti o mercato per diletto?

MOONTALK #JurassicParm 14^ puntata / Guazzo scendi dalla croce e diventa delizia per i tifosi crociati

MOONTALK #JurassicParm 15^ puntata / QUESTA E’ BLASFEMIA, QUESTA E’ PAZZIA… QUESTO E’ GUAZZO!

MOONTALK #JurassicParm 16^ puntata / Caro NEVIO NATALE ecco la mia letterina… (con video interventi dal Temporary Store di Via Garibaldi di Gabriele Majo e Luca Russo)

MOONTALK #JurassicParm 17^ puntata / STAR GOALS

MOONTALK #JurassicParm 18^ puntata / CANTO DI NATALE (con l’esclusivo “dietro le quinte” dell’ultima puntata di Calcio & Calcio)

MOONTALK #JurassicParm 19^ puntata / Il pagellino di metà quadrimestre

MOONTALK #JurassicParm 20^ puntata / La befana esiste e si chiama Alessandro

MOONTALK #JurassicParm 21^ puntata / Più Setti, meno crolli

MOONTALK #JurassicParm 22^ puntata / VENI, VIDI, ALTOVICI! (SPERIAMO…)

MOONTALK #JurassicParm 23^ puntata / DIECI PICCOLI PUNTI… E POI NON RIMASE PIU’ NESSUNO (Ospite in studio “il Columnist” Luca Russo)

MOONTALK #JurassicParm 24^ puntata / Dilettanti allo Sbadiglio (con interviste a Michele Angella, Luca Russo e Alessandro Dondi)

MOONTALK #JurassicParm 25^ puntata / IL RITORNO DEL JURASSIC BOMBER! (con intervista a Luca Russo)

MOONTALK #JurassicParm 26^ puntata / “NON GIOCHIAMO MICA CON IL FORLIMPOPOLI…”. GIOCHIAMO CONTRO IL FORLI’

MOONTALK #JurassicParm 27^ puntata / PARI O DISPARI? BIM BUM BAM!

MOONTALK #JurassicParm 28^ puntata / SI PUO’ DARE DI PIU’ (CON INTERVISTA AL SALTIMBANCO ENRICO BONI)

MOONTALK #JurassicParm 29^ puntata / IL BARICENTRO DEL ROMBO

MOONTALK #JurassicParm 30^ puntata / ALBUM CALCIATORI PARMINI

MOONTALK #JurassicParm 31^ puntata / –10, IL COUNTDOWN E’ UFFICIALMENTE INIZIATO…

MOONTALK #JurassicParm 32^ puntata / E’ ARRIVATO IL MARINO! VENTO DI PROMOZIONE…

23 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 33^ puntata / RERUM NOVARUM (COSE NUOVE), con intervista al Saltimbanco Enrico Boni

  • 7 Aprile 2016 in 01:11
    Permalink

    Ahhh le scelte tecniche. Quello che ha visto Gigi durante la settimana noi non lo abbiamo visto. Vero che ci sono le scelte obbligate, gli under da mettere in campo e gli infortuni.
    Però resta di difficile comprensione preferire Sereni a Mazzocchi e dispiace il mezzo infortunio di Longobardi.
    L’immagine che resta è il sostituto di Sereni che fa un numero di alta scuola e il sostituto di Longobardi che cicca la respinta della traversa. Che dobbiamo dire. Andremo più spesso a Collecchio per capirci qualcosa.
    Nel frattempo ringraziamo gli inseguitori a rilento.

  • 7 Aprile 2016 in 10:10
    Permalink

    Io credo che il “rosso” non stravolgerà la formazione precedente ma si schiererà così:

    Zommers
    Messina CACIOLI LUCARELLI Agrifogli
    Ricci CORAPI MIGLIETTA MELANDRI
    BARAYE MUSETTI

    un sano realismo concreto e paratico con gente che corre e che copre..visto che l’Imolese vorrà bissare la grande gara dell’andata..
    e ” Gigi” da ex difensore, primo non prenderle, ritengo che si tutelerà da par suo..
    Ricci in campo gli consente di avere già la soluzione x l’eventuale cambio …Agrifogli >>> Mazzocchi ( giusto ragazzi ?? )
    ..
    d’accordo con il dare fiducia a MUSETTI ed eventuale turn over CACIOLI >>> BENASSI ma su quest ultimo cambio ho i miei dubbi…cioè credo che il mister mantenga i centrali ” vecchietti”
    senza nulla togliere a Maikol che a me piace tantissimo e che, in Lega Pro , sarà titolare inamovibile…

    morosky

  • 7 Aprile 2016 in 10:12
    Permalink

    errata corrige……….paratico = pratico …sorry

  • 7 Aprile 2016 in 10:15
    Permalink

    Certo che sentire la notizia Gilardino…..
    ..
    Gmajo …bacchetta pure Gazzetta e Tv Parma oppure loro le bufale le possono dire e …io ed Enrico no ???
    ..
    dove sta scritto ??
    ..
    che poi..il lettore attento..sarà pur in grado di capire le voci assurde da quelle…sognatrici forse, ma ipoteticamente fattibili…
    ..
    ma secondo voi..Gilardino magari aspira au un posto agli Europei ..e noi pensiamo che scenda in serie C ,,pardon Lega Pro..solo perchè sua moglie è ..local girl ??
    mo dai là..sti migar conter del cassedi

    morosky

    • 7 Aprile 2016 in 12:49
      Permalink

      Tu sei liberissimo di sparare le tue bufale altrove, perché qui di bufale non ne voglio ospitare. E questo lo dico da direttore di StadioTardini.it, perché questa è la mia linea e la è sempre stata. Non mi interessa fare clic con il mercato, non mi è mai piaciuto essere al servizio di procuratori e dirigenti per spacciare le loro veline. Se c’è una cosa che mi ha sempre fatto schifo è il calciomercato e spero proprio che prima o poi si smetta di rimbambire la gente con questo “oppio”. Trovo la cosa altamente diseducativa da anni, prima ancora della crisi economica, e vedere certi titoli su stipendi e ingaggi mi da il voltastomaco. Poi ognuno fa il giornalista come meglio crede e si gioca come meglio crede la propria credibilità: io ho sempre cercato di percorrere strade alternative preferendo l’opera di divulgazione.
      Certo si può fare opera di divulgazione anche su materie futili come il calciomercato, per carità, ma allora non vanno sparate bufale né tanto meno nomi sentiti al bar o frutto della fantasia, cosa che è pane quotidiano e che trovo disdicevole accada ancora adesso che la stagione del Parma non si è conclusa e c’è già chi – con alcun rispetto per i protagonisti – fa le liste di proscrizione.
      Saluti
      Gmajo

      • 7 Aprile 2016 in 22:02
        Permalink

        Ma come? Ma se hai sempre ospitato gli articoli del mercatologo che non ne ha mai beccata una. Ricordo ancora l’articolo di quest’estate dove annunciava che sarebbero arrivati Berardocco Luca (ex Nova goriza allenato da Apolloni) e bruno Leandro Vicente. Peccato che Vicente avesse firmato 2 giorni prima con l’akragas ed era già ufficiale. A proposito, che fine ha fatto il mercatologo?

        • 7 Aprile 2016 in 22:32
          Permalink

          Boh. E’ un po’ che non lo sento. Comunque aveva azzeccato Paletta al Milan… E la percentuale realizzativa era più alta di quella di Boni…

          • 7 Aprile 2016 in 22:42
            Permalink

            Be ci vuole poco…basta prenderne uno solo che hai già fatto meglio di Boni.

    • 7 Aprile 2016 in 22:28
      Permalink

      Posto agli europei? Guarda che gli europei sono quest’anno e dubito che gilardino venga chiamato visto che conte non l’ha mai convocato nemmeno una volta. I mondiali sono fra 2 anni e Gilardino avrà 36 anni, non credo voglia rimanere in alto per puntare alla nazionale.

  • 7 Aprile 2016 in 11:18
    Permalink

    Rispetto a quanto sopra mi verrebbe da pensare strano ..( Andreotti soleva affermare che ..pensar male è brutto..ma ci si azzecca spesso ..)

    mi spiego meglio : tra i 7 big soci fondatori del Parma Calcio 1913 ci sono..Guido Barilla, Paolo Pizzarotti e Mauro Del Rio che, guarda caso, fanno pure parte del C.d.A. della Gazzetta di Parma
    ( a dire il vero, in quest’ultimo c’è il figlio Michele Pizzarotti) la quale è pure la “mamma” di Tv Parma.

    Non ho sicuramente scoperto l’acqua calda però mi sono posto il quesito già molte volte, l’anno scorso, in fase fine luglio..agosto..inizio settembre / campionato: sempre due paginone di gazzetta pro parma..paginone delle quali ero e sono ben contento ma…
    sarebbero state tali anche se fossero entrati i Corrado’s ??
    nal so miga…
    e resto col dubbio…
    ..
    lasciamo dire anche ai cani sciolti la loro favella, pensiero e ..eventuali bufale, una + una meno …non cambia molto vero ?
    ..
    grazie Direttore x l’opportunità..
    Mauro Moroni

    • 7 Aprile 2016 in 12:40
      Permalink

      La Gazzetta di Parma dedica due pagine al Parma Calcio 1913 non perché condivide qualche socio (non tutti), ma per il fenomeno sociale che rappresenta questo Parma e che dubito – molto sinceramente, visti i prodromi – sarebbe stato uguale ove fosse magicamente andata l’eredità sportiva in altre mani.

      Non solo: come abbiamo abbastanza dibattuto ieri nello spazio commenti, certe titolazioni (a parte che erano più hard quelle di Stadio…) non sono state affatto in linea con quanto questa società vuole promulgare (vedi quella di ieri), così come non mi pare che alcun giornalista possa aver avuto condizionamento alcuno. Quindi sono retropensieri che ti puoi tranquillamente cancellare.

      Saluti

      Gmajo

    • 7 Aprile 2016 in 16:54
      Permalink

      A prescindere dal CDA della gazzetta ed ai loro titoli credo semplicemente che la linea di questo sito la decida Majo, non è un concetto difficile da capire…. Come lei Moroni ha espresso in passato si ritiene di un livello superiore rispetto ai lettori di Stadiotardini.it in quanto sportivo e non tifoso quindi razionale, partendo da questo si faccia una ragione del fatto che fare articoli dove si millantano trattative, giusto o sbagliato che sia, non è gradito a chi è responsabile di questo sito, io che sono tifoso, fazioso, parmigiano nato alla città di Parma con tatuato lo scudo ed il prefisso di Parma non godo del suo rango e del suo intelletto ma personalemente ritengo che stare qui a cercare di sostenere che sia cosa buona e giusta fare da megafono a procuratori che hanno interessi a mettere in giro voci o peggio per beccarsi qualche click sull’articolo scrivendo che il Parma prenderà Amelia e Gilardino lo ritengo triste, è ancora più triste giustificarlo con: “Ma lo fa anche la gazzetta!”.

      • 8 Aprile 2016 in 08:29
        Permalink

        digol digol a lilu’, mi a glo bele dit

  • 7 Aprile 2016 in 13:02
    Permalink

    A Zommers va affiancato un portiere d’esperienza. Ovvio che non possiamo fare la Lega Pro con lui e Fall. Sarebbe un suicidio.

    • 7 Aprile 2016 in 14:56
      Permalink

      Sono d’accordo, credo sia necessario un portiere di esperienza, poi starà all’allenatore decidere il tirolare

  • 7 Aprile 2016 in 13:22
    Permalink

    Visto il tenore del mio articolo, non pubblicato, sai benissimo che le eventuali “bufale” sono solo voci di mercato che, da qualche parte, hanno attindo fondamento: ribadisco il concetto che i sigg. giornalisti Grossi e Trupo non penso si sognino di notte il presunto ipotetico calcio mercato del Parma piuttosto che qualche loro ricordo di gioventu’ .
    ..
    certo hai ragione nel non volere ospitare cose potenzialmente non vere, il sito è tuo e lo gestisci come meglio ti aggrada
    ..
    io non sono un giornalista e nemmeno un opinionista,
    sono solo un appassionato che di calcio ( di campo ) un pò ne mastica ( anche se ho giocato al massimo 350 minuti in seconda categoria e 30 anni negli amatori )
    ..
    che comunque preferisce parlare di quello giocato e visto in diretta, allo stadio
    ..
    se esiste un calcio mercato e cifre iperboliche..
    non ho inventato io il sistema e i contratti si fanno in due..
    i calciatori bravi., quelli + bravi intendo, vanno dove li pagano di +, io non credo alle favole;
    i calciatori, solitamente, come noi comuni mortali ( operai..impiegati..elettricisti, fattorini, chirurghi, maniscalchi ..ecc ecc..)
    vanno dove li pagano di +e, ovviamente, fanno bene;
    ad ogni finestra di mercato si formano le aste e chi ha il coltello dalla parte del manico, quelli bravi coi loro procuratori furbetti ( visto che pigliano la cagnotta percentuale sui loro ingaggi ) aspettano il miglior offerente: è una semplice ed antica legge di mercato; se il calciatore morosky non lo cerca nessuno è chiaro che accetta e piglia quello che gli offrono mentre invece se juve, napoli, real o barcellona se lo contendono …il discorso cambia e
    sceglie lui, per il suo ipotetico meglio.

    Poi ognuno è libero di fare e ragionare come gli piace a casa propria giusto ?
    ..
    tanto x capirci, in ogni nazione calcistica ci sono quei 25/30 giocatori che potrebbero pure fare a meno del procuratore, basta che alzino il telefono e trovano squadra nuova in 5 minuti: dipende dal calciatore, dall’uomo, dall’età, dalle caratteristiche e dalla serietà, ovviamente; un conto è acquistare Balotelli, un conto è acquistare Cristiano Ronaldo.
    Tante società, erroneamente, fanno il botto di mercato prendendo il nome che fa sognare i tifosi ma col nome solo non si va in campo e nemmeno nello spogliatoio: qui vengo dalla tua, preferisco gli sconosciuti ( dell’anno scorso ) presi a basso profilo, a parametro zero ( essendo dilettanti ma pagati adeguatamente da categoria superiore) rispetto alle vecchie glorie, datati, di nome si ma pure logorati e, forse, non adeguati alla prossima categoria: detto questo mi fido ciecamente di Andrea Galassi & Lorenzo Minotti, so che faranno il meglio che potranno col budget a loro disposizione ( vedasi risultato anno in corso ).
    Buon lavoro Direttore e…stia sereno, io sono dalla parte dlla società, x scelta personale, concettuale, dettata dalla razionalità e dall esperienza..( pure io ne ho una )
    at salut …Gmajo

    morosky

    • 7 Aprile 2016 in 17:31
      Permalink

      aspetto il film

  • 7 Aprile 2016 in 13:27
    Permalink

    Onde evitare disguidi o male interpretazioni ho scritto dei giornalisti Grossi e Trupo x il fatto che , nel mio articolo – non pubblicato – avevo citato i nomi che loro avevano abbozzato rispettivamente su Gazzetta di Parma e nella puntata di Bar Sport di lunedì scorso 04 aprile c.m

    Per dovere di cronaca nei confronti loro e dei lettori.
    Grazie x lo spazio

    Mauro Moroni morosky ..

  • 8 Aprile 2016 in 17:46
    Permalink

    mo basta con boni, servono facce nuove…

    • 8 Aprile 2016 in 17:51
      Permalink

      O anche vecchie tipo Lorenzo longhi inghiottito dal dimenticatoio

  • 10 Aprile 2016 in 13:26
    Permalink

    Premesso che non credo di avere mai scritto di essere di un livello superiore a questi lettori, bensì di essere appassionato innamorato del calcio , nella fattispecie di questa società & squadra,
    CHILU’ cioè mi ( miga Lilu’ ) ha semplicemente scritto dei nominativi non propinati da procuratori ( dei quali il calcio ed i giocatori potrebbero tranquillamente fare a meno )..
    ..se io fossi un giovane calciatore mio padre saprebbe sicuramente tutelare i miei interessi se non come Raiola, forse meglio.
    Se sei bravo ti vengono a cercare ..si fa senza procuratore..
    se sei scarso , scarso e giochi dove meriti…
    Tornando a noi..
    i nomi usciti..

    PISSERI portiere 1991 . Monopoli ( nato a Parma )

    MAJETTA difensore 1982 . Bologna
    LEGATI difensore 1986 Pro Vercelli ( nato a fidenza)

    BEGHETTO centrocampista 1994 SPAL
    GALLI NICOLÒ 1988 RENATE
    CISOTTI 1993 VICENZA
    CASTAGNETTI 1989 SPAL ( nato a Montecchio Emilia )
    CASCIONE 1983 CESENA
    COPPOLA 1982 TERNANA

    ZIGONI attaccante 1991 SPAL
    CATELLANI 1988 SPEZIA ( nato a Reggio Emilia )
    SFORZINI 1984 PAVIA
    SANSOVINI 1980 CREMONESE
    GRANOCHE 1985 MODENA
    EVACUO 1982 NOVARA
    SUCCI 1981 CESENA
    PICCOLO 1988 SPEZIA
    NENE’ 1983 SPEZIA
    DI CARMINE 1988 ENTELLA
    CACIA 1983 ASCOLI

    ed io aggiungo

    MARCHI 1985 PRO VERCELLI
    CODA 1988 SALERNITANA

    non conosco nessun procuratore ne ho legami con nessuno è quindi non alimento nessuna bufala i mercato ,,ho solo riportato i nomi circolati in questi ultimi giorni..
    punto ..è tanto difficile e ad capire ??????
    ..
    Gilardino mi fa sbellicare dalle risate ….I suddetti nomi,,ad eccezione di Brienza ..potrebbero essere fattibili ed abbordabili..
    ..
    punto…ci fate o ci siete ???
    mauro moroni morosky

  • 13 Aprile 2016 in 13:17
    Permalink

    Vedo che nessuno ha replicato…io ho la memoria lunga però e mi ricordo ( quasi ) tutto …
    tra un pò spero di togliermi qualche sassolino dalle scarpe…nei confronti di …nick …( anonimi e x questo ..di poco conto )
    che sono capaci solo di blaterare…bla bla bla…
    ..
    non mi da fastidio che altri siano in disaccordo …l’importante è che si mantengano i toni civili …c’è chi scrive…chi ha idee….chi commenta..
    chi spara a vanvera, chi protesta ed è sempre in disaccordo …ma non solo nei miei confronti..in generale..
    a volte, esser bastian contrario o, quantomeno, scrivere liberamente ciò che si pensa …può dar fastidio.. ma questo non vuol dire nulla..
    ci sta il non essere sulla stessa corrente di pensiero..e, proprio x questo, si può sviscerare un dibattito, cercare di sviscerare i problemi da altre angolazioni e punti di vista..
    4 occhi vedono meglio di due…e da ..molto di +…vi pare ..??
    ..
    poi può piacere Longobardi e non Guazzo
    può piacere Mazzocchi e non Sereni …
    ma sono solo pareri calcistici ..
    ..
    noi conosciamo questi ragazzi solo dalla partita che vediamo..
    chi li mette in campo…li conosce quanto le loro mogli o fidanzte…
    dato che ci passa molte ore al giorno insieme..
    ..
    oggi sono tutti a sparlare di Leonardi e Ghirardi ma..

    ch ci lavorava ( giocatori – dirigenti – collaboratori – maestranze ..oltre ai fornitori )
    e NON PERCEPIVA SOLDI DA UN ANNO …SI POTEVA ANCHE SVEGLIARE PRIMA O NO ??
    TUTTI SAPEVANO, NESSUNO PARLAVA, SE NON SOTTOBANCO …

    ed intanto …il signore col sigaro …si faceva anticipare dalla società …
    1.000.000 di euro ….tanto x stare nel sicuro …
    ti iet vist indrè ..??
    ..
    io non c ‘ero .. ma chi c’era….suvvia…suvvia…
    ..
    e questi si sono fatti bene i …fatti loro…
    io non so come, io non so perchè ..ma chi c’era vicino…poteva dare un colpo d’occhio dentro qualche pc…nella contabilità..
    oppure..penso… oppure…???
    ..
    e qui mi fermo ..se no Gmajo non mi pubblica…e lo capirei ..!!!
    ciao ragazzi …state sereni…( miga Marcello )
    state tranquilli…
    Lega Pro era stata preventivata …Lega Pro sarà…
    ..
    cercando, scrivo CERCANDO di esser altamente competitivi per la SERIE B, COME BUDRIO …..PER PROVARE A VINCERLA …D’AMBLE’… speriamo che si scriva così..se no a mi capi’ li stess…
    ciao a tutti
    morosky

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI