PINZOLO, 31 LUGLIO, ORE 17.30: PARMA-TRAPANI

ParmaTrapanix-716x330(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 comunica che è stata fissata in data 31 luglio 2016 una partita amichevole con il Trapani Calcio, formazione di Serie B allenata da Serse Cosmi, che, nella scorsa stagione, ha concluso il campionato cadetto al terzo posto in classifica perdendo con il Pescara la finale play off per la promozione in Serie A. La gara tra Parma e Trapani, domenica 31 luglio, si disputerà alle ore 17.30 sul campo di Pinzolo (Trento), dove la squadra crociata svolgerà parte della propria preparazione da martedì 26 luglio a giovedì 4 agosto.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

61 pensieri riguardo “PINZOLO, 31 LUGLIO, ORE 17.30: PARMA-TRAPANI

  • 28 Giugno 2016 in 20:04
    Permalink

    Una bella amichevole di lusso!

  • 29 Giugno 2016 in 11:43
    Permalink

    si, per loro, noi siamo il parma loro non sono un cazzo (cit marchese del grillo)

  • 29 Giugno 2016 in 11:44
    Permalink

    Piedone in Africa,Barone in India… La grana…

  • 29 Giugno 2016 in 11:54
    Permalink

    Scusi direttore la società ha dato un’altra possibilità al buon simone barone dopo che questi per il sapore dei soldi aveva tradito le sue origini e questo adesso se ne vola in india a fare il secondo a zambrotta??? scusi mi dica che siamo su scherzi a parte…..

  • 29 Giugno 2016 in 11:58
    Permalink

    Non mi risponda che lo fa per esperienza professionale… questo per i soldi farebbe anche l’allenatore dell’armata brancaleone…..

    • 29 Giugno 2016 in 19:54
      Permalink

      Va be dai,diciamo che è poco biologico x noi… Al fa l’indian….

      • 29 Giugno 2016 in 20:16
        Permalink

        Stop all’utilizzo improprio di “biologico”. Grazie

  • 29 Giugno 2016 in 13:13
    Permalink

    Direttore siamo arrivati a. Luglio e ancora nessun acquisto, dobbiamo preoccuparci?

      • 29 Giugno 2016 in 13:26
        Permalink

        Lapidario

        • 29 Giugno 2016 in 14:09
          Permalink

          Eh beh…ne avrà anche gli zebedei saturi… starà maledicendo la società che ha scelto tutto questo riserbo…già il mercato non è il suo argomento preferito (usando un eufemismo), cosi facendo lo stiamo sfinendo 😀

    • 29 Giugno 2016 in 13:41
      Permalink

      A luglio manca ancora un giorno e mezzo

      • 29 Giugno 2016 in 14:08
        Permalink

        il tempo passa in fretta quando stiamo insieme noi (alan sorrenti)

        • 29 Giugno 2016 in 18:24
          Permalink

          luglio col bene che ti voglio, vedrai non finirà (riccardo del turco)

          • 30 Giugno 2016 in 08:32
            Permalink

            e’ cosi’ che bisogna prendere gli accadimenti,poi, do you remember …in september
            (earth wind & fire)

  • 29 Giugno 2016 in 13:49
    Permalink

    Ottimo pretesto per un fine settimana in quota!!!

  • 29 Giugno 2016 in 20:04
    Permalink

    Luglio, la canzone del momento!

    ” Luglio sarebbe un grosso sbaglio non rivedersi piu’, ya ya ya yaaa ” (Baraye)
    ” e’ Luglio da tre giorni, e ancora non sei qui ” (il 1° acquisto)
    ” Luglio stamane al mio risveglio non ci speravo piu’ ” (sempre il 1° acquisto)
    ” Luglio si veste di novembre se non arrivi tu, ya ya ya yaaaa ” (Gila)

  • 30 Giugno 2016 in 09:02
    Permalink

    Tra meno di 16 ore arrivano i moduli!!!!!!E via coi botti!!!!!

    • 30 Giugno 2016 in 09:38
      Permalink

      Calma e gesso.
      Leggiti cosa ho scritto poco fa a morosky su questo tema

  • 30 Giugno 2016 in 09:14
    Permalink

    Fi..chi, tutti canterini stamattina
    tutta gente che, come me, ha tra i 50 ed i 60, giusto x poter ricordare e conoscere bene queste canzoni

    ragazzi forza, siamo al count down
    è probabile che domani:

    – una volta compilati gli arrivati introvabili moduli
    – iscritta la squadra alla Serie C
    – presentata la fideiussione di 350.000 $$ x l’iscrizione
    – pagati i 95 000 come nuova squadra associata ai prof
    – trasformata la società dilettantistica in società di capitale
    ( ho letto la gazzetta di prima mattina )
    ..
    sentiremo una di quelle conferenze stampa / annuncio col botto ..sto qui tutto in agitazione in attesa di tuoni e lampi..acquisti roboanti, nomi eclatanti, tifosi festanti, stelle cadenti, calciatori partenti ( speriamo che non torni manenti : taci va che mi fai venire la pelle doca, andiamoceli a riprendere..mo no lessia pur in do ien )
    ..
    venghino signori venghino ..+ calciatori arrivano e prima si parte col ritiro…bomben is mej che poc …

    • 30 Giugno 2016 in 09:35
      Permalink

      Non alimentiamo aspettative please.
      Gli acquisti col botto non è affatto detti che vengano ufficializzati domani. Non c’è alcuna fretta. Calma. Quando saremo pronti, o domani, o tra una settimana, o tra un mese o non so quando ne parleremo. No, dico: se no poi parte il tormentone che è il primo luglio e non abbiamo fatto ancora niente.
      Quindi moduli o non moduli, iscrizioni o bon iscrizioni lasciate lavorare in pace l’area sportiva, senza metter fretta che è cattiva consigliera…
      A parte che leggevo lo “spendaccione” perinetti dichiarare troppo caro evacuo per il Venezia…

      • 30 Giugno 2016 in 10:19
        Permalink

        Gabriele,
        da domani sei un uomo libero professionalmente o c’è qualche rumors??

        Non cedere alla corte di Piazza… e alla corte del vil denaro come lo chiamò Callisto in occasione della cessione di Mutu al Chelsea!!!!!

        • 30 Giugno 2016 in 10:37
          Permalink

          A parte che sono libero professionalmente anche oggi, visto che la mia per il Parma è, allo stato, una consulenza libero-professionale, direi che, salvo clamorose sorprese al momento non pronosticabili, dovrei entrare da domani in una sorta di regime di prorogatio in attesa di siglare un accordo definitivo. Ma, come dicevo anche ad altri lettori nei giorni scorsi, la mia posizione non è certo fondamentale per il percorso tecnico-sportivo della squadra che è poi quello che deve interessare prima di tutto ai tifosi.

          In ogni caso, però, non c’è alcun rischio che possa cedere alla corte di Piazza: intanto perché non mi interessa il suo vil denaro e poi per quella piazza, su piazza, ci sono altri che nutrono speranze e vantano amicizie influenti.

          • 30 Giugno 2016 in 11:40
            Permalink

            Parli di mondo del baseball? 🙂

          • 30 Giugno 2016 in 13:38
            Permalink

            Io di batti e fuggi non sono molto preparato. Le mie presenze nel 78 erano come tecnico del suono, diciamo così e di inventore di sistemi molto avverinistici per trasmettere per radio da 3-4 posizioni diverse…

      • 30 Giugno 2016 in 14:50
        Permalink

        Anche perché domani devono essere controllate le iscrizioni di una sessantina di squadre…quindi non credo proprio per una questione di tempi che già domani arrivino queste benedetti moduli,giusto direttore?

        • 30 Giugno 2016 in 14:52
          Permalink

          Non mitizziamo anche i moduli, come le date. State bbbbboni

  • 30 Giugno 2016 in 09:56
    Permalink

    Direttore,
    faceva prima rispondere a Morosky così:

    ” Quanta fretta ma dove corrri, dove vai?
    se ci ascolti per un momento, capirai !
    .. noi scopriamo talenti e non sbagliamo mai “

  • 30 Giugno 2016 in 10:01
    Permalink

    Majo Perinetti è un volpone…sa meglio di me che sono dichiarazioni di facciata le sue…
    l’unica speranza come dice lei, è che l’rea tecnica stia lavorando e di brutto, perchè i competitor non sembrano così fermi come lo siamo noi fino ad ora e i bomber sembrano già accasarsi altrove…tolto Evacuo ovviamente che come le avevo anticipato in tempi non sospetti è già sicuro di venire a Parma. Per il resto restiamo in trepidante attesa..

    • 30 Giugno 2016 in 10:17
      Permalink

      Non capisco perché quelle di Perinetti (che a me ricorda molto Leonardi) debbano essere un volpone e i nostri sempre dei cogl. Le sue sono dichiarazioni di facciata? Sia quando sbraca, sia quanto tira indietro?

      E poi, dico: se come assicura lei da tempi non sospetti Evacuo dovesse venire al Parma, chi avrebbe assestato il grande colpo? Il Parma o il Venezia. E dico il Venezia perché a tutti pare il competitor più pericoloso (forse perché c’è la pessima abitudine di pensare ai soldi e alle americanate…)?

      L’area tecnica sta lavorando e quando sarà il momento – si spera – si raccoglieranno i frutti. Non si tratta di prendere alla svelta dei nomi basta che sia per accontentare il pubblico (che peraltro mi pare essere strategia ben lontana dal nostro abituale modo di essere, mica siamo in altre latitudini dove si fanno abbonamenti coi nomi grossi), bensì prendendo gli elementi migliori per il proprio progetto tecnico.

      Saluti

      Gmajo

  • 30 Giugno 2016 in 10:33
    Permalink

    ” Com’è triste Venezia, soltanto un anno dopo
    Com’è triste Venezia, se non si ama piùuu
    Si cercano parole che nessuno dirà,
    e si vorrebbe piangere ma ormai non si può piùuu
    Com’è triste Venezia! “

  • 30 Giugno 2016 in 10:34
    Permalink

    ma dai Gmajo ..era ovvio che scherzavo, enfatizzando la cosa..
    ..
    lo so come gira e come funziona, tranquillo…
    ..ormai lo sanno anche gli altri che i nostri non amano sbraiare a squarciagola ma …agire, fare, produrre in silenzio ( alla muta come suol dirsi in dialetto )
    ..al momento giusto arriverà la comunicazione..
    io non ho fretta basta che ci siano i giocatori pronti x giocare ed allenati già ai primi di agosto ( coppa italia ) e, ovviamente, x il 28 agosto p.v.
    se sono rose fioriranno …giusto ?

    vedrai che, pure quest anno, sarà un bel giardino..semina e piantagione in settembre ottobre..protezione in serra durante l’inverno ..un nuovo sbocciare rigoglioso in primavera e, ai primi di maggio, si passa al raccolto ( speriamo niente grandine, eccessivo mal tempo, temperature polari o problemi coi giardinieri )
    ..
    fiori rosa fiori di pesco …serie Ciiiiiiiiiiii
    fiori rosa FIORI di pesco …vinceremo anche liiiiiiiiiiiiii.

    Stessa area
    stessa porta…
    Scusa, se son venuto ( BARAYE )
    qui questa sera
    da solo non riuscivo a
    giocare perche’
    in area ho ancor
    bisogno di te ( GUAZZO )

    fammi entrare ( IN AREA DI RIGORE )
    per favore
    solo, credevo di
    tirare non tiro

    credevo che
    LA PANCHINA per me
    fosse sempre
    PANCHINAAAAA, non e’
    fosse sempre
    cielo, non e’
    posso stringerti le mani
    come sono fredde
    tu tremi
    no, non sto sbagliando
    IL RIGOREEEEEE
    dimmi che e’ vero
    dimmi che e’ vero
    dimmi che e’ vero
    dimmi che e’ vero
    dimmi che noi
    non siamo stati
    mai lontani
    ieri era oggi SERIE D
    oggi e’ gia’ domani SERIE C
    dimmi che e’ ve…

    ( di Mogol, Battisti, Guazzo, Baraye …canta EVACUO accompagnato da Don Cris Miglietta alla chitarra ,Ciccio Corapigno al basso, Micio Melandri alla batteria e Davide mastro Giorginho alle tastiere , dirige l’orchestra del maestro Gigi Apolloni )

  • 30 Giugno 2016 in 10:45
    Permalink

    Mah, su Perinetti penso sia una dichiarazione di facciata perchè non penso che dopo una presentazione simile della nuova proprietà non abbiano i soldi per Evacuo, che per carità, reputo un buon acquisto, ma ricordiamoci che ha 33 anni e l’età non è certo un fattore da poco conto quando si trattano giocatori di un certo tipo. Poi spero che con Evacuo avremmo piazzato il colpo dell’anno, ma l’età mi preoccupa un pò. Per il resto non mi aspetto grossi nomi, ma almeno dei nomi con di fianco la parola “ufficiale” non sarebbe male, almeno per fare vedere ai tifosi che sotto sotto si fa dell’opera, perchè si sa che il silenzio quando perdura può creare preoccupazione nei tifosi, che sia giustificata o meno è un’altro discorso, ma così è purtroppo…

    • 30 Giugno 2016 in 11:02
      Permalink

      Vede, Simone, la politica del Parma Calcio 1913 va nella direzione totalmente opposta, come stavo cercando di farle capire prima, rispetto a prendere qualcuno da dare in pasto alla piazza. Al Parma Calcio 1913 non interessa esser incoronato “re del mercato”, peraltro prima ancora che lo stesso ufficialmente si apra, né credo che un buon tifoso debba richiedere la prova d’amore al Parma di pigliare un acquisto basta che sia, magari prima di abbonarsi. Se no che fede è??? Capisco che ci sia stato chi ha abusato della fede e della credenza popolare, ma non penso che adesso sia corretto questo clima di sospetto su tutto che si è alimentato. L’errore più grosso – a mio avviso – che Minotti possa commettere oggi, è quello di far firmare a qualcuno un contratto solo per mostrarlo agli stakeholder (media, ad esempio, che fan dello spirito con la bollicina Lete Lucarelli o disegnno campetti con il solo capitano, alimentando il fatto che questi sia l’unico giocatore del Parma 2016-17, ed ignorando le plurime riconferme “verbali” di Minotti e Galassi sempre fatte passare sotto silenzio) e darlo in pasto alla piazza.
      Il Parma deve essere pronto per il 28 agosto, o magari per la seconda giornata, acquistando – senza sputtanare quattrini, comunque stanziati in abbondanza – quegli elementi che saranno ritenuti fondamentali per il progetto tecnico che hanno in mente. E i giudizi si potranno avere solo col riscontro del campo, dato che nessuno è Nostradamus, men che meno Augusto. E quindi non accontentiamoci dello stopper Asdrubale o delle punte Ettore e Patroclo…
      Circa l’età di Evacuo: è vero che ha iniziato ad entrare nella senilità sportiva, però è altrettanto vero che per cinque stagioni è stato il capocannoniere della categoria, dettaglio che di solito è abbastanza di categoria. E mi pare che Lucarelli non sia stato pensionato sei o sette anni fa (anche se c’era chi avrebbe voluto farlo…) e, anzi, da quel dì in poi ha mostrato il meglio. Sicché un po’ di fiducia, suvvia, ecchecavoli. Senza mai dimenticare la fine che si è fatta. Motivo per cui è inconcepibile che ancora qualcuno chieda che si spendano soldi alla cieca, o che si lamentino di piocioneria!

  • 30 Giugno 2016 in 10:46
    Permalink

    Serie C tra fanta futuro e realtà

    Ho aperto la pagina del futuro e mi sono trovato proiettato alle ore 18 del 28 agosto 2016, prima giornata del campionato di Serie C – girone A, ecco i risultati delle gare:

    alessandria pordenone 0 – 1
    cremonese lumezzane 3 – 2
    feralpi salò modena 1-0
    bassano virtus como 1-0
    parma bellinzago 3-0
    pavia giana erminio 0 – 0
    pro piacenza piacenza 2-2
    reggiana padova 0-1
    renate sud tirol 0-0
    venezia mantova 13-11

    Parte fortissimo, col botto, il Venezia del presidente “magnate” Tacopina allenato da Pippo Inzaghi, il nuovo santone della panchina italiana, vera icona nel panorama degli allenatori emergenti: 13 -1 il punteggio finale che ha visto i lagunari affogare letteralmente il Mantova nell’alta marea della sua area di porta: spiccano le doppiette di Virdis, Fabris e Inzaghi stesso ( nella duplice veste di giocatore allenatore ) oltre alla tripletta di Tacopina jr, attaccante italo-siculo-“newyorkese” formatosi nelle fila della Boston Soccer University, con trascorsi pure in Giappone, Poggioreale e Ucciardone,
    Tra le neo promosse, bene il Parma con la netta vittoria sul Bellinzago ( 3-0 ), pari nel derby piacentino, sconfitte interne x Alessandria e Reggiana mentre invece perdono in trasferta le due retrocesse dalla serie B, Modena e Como : girone A targato Venezia, come da previsioni ampiamente rispettate vista l’imponente campagna acquisti dei neroverdi lagunari.
    Dopo la goleada il Ds. Perinetti, a cena col presidente Tacopina, ha già iniziato la campagna acquisti per la futura, prossima, serie B
    ..come BASTA scrivere delle stron..te veneti monassa …vediamo quando ci si trova all’Ennio chi la spunta …se la squadra degli sbo…ni o quella dei silenziosi : vogliamo scommettere al buio ?
    ancora prima che inizi il giochino ??

    • 30 Giugno 2016 in 10:54
      Permalink

      Mai mangiare le cozze coi peperoni….

  • 30 Giugno 2016 in 10:53
    Permalink

    No non capisco neanch’io, passano l’immagine e i proclami pubblicitari di qualcun’altro, ma le dichiarazioni sul budget e gli attaccanti di serie B citati fuori portata non arrivano e non si guarda nemmeno nel dettaglio agli acquisti annunciati dalle avversarie, no basta che si ufficializzi qualcuno. Il competitor poi che magari non sarà nemmeno nello stesso girone del Parma.
    Lo stesso per l ritiro, passa il concetto che si è risparmiato piuttosto che si vada in una località con strutture per un ritiro da serie A, mentre gli altri vanno sul monte cavallo ad allenarsi. i tifosi non saranno mai contenti nè in un caso nè nell’altro e si ha la bruttissima abitudine parmigiana di considerare sempre gli altri migliori in tutto e noi delle merde, scusate il francesismo.
    Si è creata l’aspettativa del 1 luglio e figurarsi se non viene annuciato qualcuno cosa succede, imprecazioni e negativismi vari. Speravo che il passato avesse insegnato qualcosa…
    Portate pazienza anche voi in società. Probabilmente è l’estate senza calcio che dà alla testa ahahah
    Un saluto a Majo e avanti tutta

    • 30 Giugno 2016 in 11:11
      Permalink

      Grazie, ricambio di cuore.

      E a proposito del ritiro, colgo l’occasione per specificare che sarebbe stato da pessimi gestori di risorse sputtanare quattro volte quanto viene investito in Pinzolo optando, viceversa, per altre mete, meno strutturate. Il problema è che se uno confida al giornalista che una tale meta è troppo cara viene inteso – perché c’è stato canchero di luogo comune che non si riesce ad estirpare nonostante i palesi fatti e risultati – che lo sia per questa proprietà di piocioni, non “in generale”. Come cercavo di spiegare a Maini, nei giorni scorsi, il giudizio di merito deve essere approfondito, purtroppo, invece, c’è il trionfo della superficialità: c’è il luogo comune che il Parma non voglia spendere (peraltro al mercato pensano, viceversa, che siamo la gallina dalle uova d’oro da spennare…, pensate come è differente il mondo a seconda dei punti di vista) e allora la Carneade Santa Adalgisa si trasforma in un luogo irraggiungibile e Pinzolo, abituale sede dei ritiri di champions squadre come Roma e mi pare pure la Juve, si trasforma in una location da poveracci… Ecchecavoli: un minimo di rispetto e fiducia!!! Come si fa a discutere Pinzolo, quando la maggior parte delle altre società si allenerà nel cortile di casa del presidente??? Capisco che le falangi magiche siano sempre in azione, ma sta anche al buon senso del singolo tifoso capire le cose senza che ci sia qualcuno che ogni volta si sforzi di farli ragionare…

      • 30 Giugno 2016 in 11:54
        Permalink

        SI Pinzolo è stato ritiro di Juve per 5 anni e di Inter, Napoli e Roma ora.
        Purtroppo la stampa e i siti online per vendere la notizia non badano al contenuto ma al titolo ad effetto e ne esce poi un prodotto difforme dalla realtà per il tifoso che già di per sè è volubile. Non vedo un remare a favore della stampa,ma probabilmente sarà dovuto a quanto detto prima. Se una confidenza poi viene mal interpretata vorrà dire che ci si perderà la prossima confidenza.
        Ecco vede al tifoso medio serve il titolo:’Parma gallina dalla uova d’oro sul mercato’
        a maggior ragione proprio perchè sul mercato il Parma ha una considerazione e una potenzialità forte,e magari procuratori e società sparano prezzi elevati oggi, bisogna che si utilizzi la massima oculatezza per costruire una squadra di qualità in un mercato apertissimo e con situzioni societarie e rivoluzioni tecniche tutte in divenire. Qualche mente prima o poi lo capirà.

  • 30 Giugno 2016 in 11:03
    Permalink

    FORZA PARMA says: 30 giugno 2016 alle 10:33 ”

    Com’è triste Venezia, soltanto un anno dopo
    Com’è triste Venezia, se non si ama piùuu
    Si cercano parole che nessuno dirà,
    e si vorrebbe piangere ma ormai non si può piùuu
    Com’è triste Venezia! “

    hai perfettamente ragione…questo, per il fine maggio 2017…sarà il loro poco leit motiv ..
    ..
    oggi cicale canterine …domani è un altro giorno, si vedrà:
    è un altro campionato ..
    è uno di quei campionati che…
    la la la la lla la la

  • 30 Giugno 2016 in 11:16
    Permalink

    Premetto che preferisco la linea mediatica della società e non vorrei mai lo stile Venezia, che tra un po’ annunciano anche quando vanno in bagno, ma se mi permette vorrei fare un appunto a lei ed alla società, questa attesa del 1 luglio è anche un pò colpa vostra, quando una società dichiara di voler rispettare le regole dovrebbe comunicare ai tifosi anche quali sono, altrimenti iniziano illazioni infinite, che creano solo confusione, a volte create pure in malafede.
    Comunicare che esistono delle norme sul tesseramento dei calciatori e comunicarle ai tifosi in modo esplicito, si prevengono inutili attese su date che non contano nulla come quella del 1 luglio, per esempio se in qualche intervista o dichiarazione si fosse fatto riferimento all’art. 116 delle NOIF, che non mi risulta sia stato cambiato, i tifosi saprebbero che la società a tempo sino al 10 luglio per decidere chi tenere o no della passata stagione e se qualche giocatore decide di andare a giocare altrove (Cacioli) prima di tale data deve avere l’autorizzazione della società in quanto è ancora tesserato con il Parma. Quindi non avrei fatto la lista già a metà giugno dei giocatori che sarebbero rimasti.
    Senza la lista dei confermati secondo il mio parere, che sia chiaro non conta nulla, si sarebbe data la sensazione di voler cercare giocatori forti per la categoria ed in base a quello che offriva il mercato si sarebbero poi tenuti i migliori elementi già in rosa per completare la squadra e non come l’ho percepita, partiamo da questo gruppo, che però giocava in D, e mettiamo 4 o 5 elementi forti di categoria.
    Probabilmente si arriverà al medesimo risultato, ma secondo me si dava una sensazione diversa ai tifosi e soprattutto non si sarebbero create attese inutili come quella del 1 luglio, che resta una data importante ma solo perché sancirà il ritorno ufficiale del Parma tra i professionisti.

    • 30 Giugno 2016 in 13:51
      Permalink

      Mi perdoni, massari, ma sono tutte valutazioni molto soggettive. Qualsiasi linea “comunicativa” la società intenda adottare non accontenterà mai il 100% delle folle. Obiettivo, peraltro, che non ci interessa, per il semplice fatto che non dobbiamo andare alle elezioni. Né è compito della società fare opera di divulgazione su leggi e regolamenti che gli stakeholders potrebbero studiarsi da soli, se sono così interessati a spaccare il capello e a fare analisi ai raggi x, mentre prima si bevevano mille amenità strampalate del magico duo.
      Peraltro qualche frase sull’art 116 Noif, a tanti sconosciuto, magari anche a me, era pure uscita di bocca a qualche nostro dirigente, e di lì, forse, qualcuno ha imparato qualcosa di nuovo: non sono tutti coscienziosi e bravi come lei che conosce a menadito la giurisprudenza e le regole dell’ordinamento sportivo. Ma penso che Minotti e Galassi abbiano di meglio da fare, e io da un po’ ho smesso di fare attiva opera di divulgazione, salvo quando necessario fare qualche distinguo qui nello spazio commenti, magari andando oltre a quelli che sono i classici compiti di un ufficio stampa, ruolo che io preferirei interpretare alla mia maniera un po’ in libertà, che non con le classiche briglia.
      La lista dei confermati non so se varrà la pena pubblicarla ufficialmente, dal momento che i nomi sono stati più volte ribaditi verbalmente dall’area tecnica-sportiva in conferenze ufficiali, sicché potrebbe essere una ripetizione una nota ufficiale. Però è un dettaglio che non sposta di una virgola le cose, poiché quelli che si divertono a fare il tiro al piccione continueranno a farlo al di là di questo. Comunque è vero che tutti i calciatori ritenuti interessanti della D sono opzionati per la C con contratti al massimo triennali (nel nostro caso si è preferito, per gli over, farli annuali, diverso il ragionamento per i giovani, al minimo dello stipendio) e che come aveva detto Galassi se il Parma avesse voluto mettersi di traverso per Cacioli lo avrebbe potuto fare, ma è stato premiato il comportamento del giocatore accontentando una sua richiesta.
      Ci sono mille modi di leggere in malafede le cose, capovolgendole. Ma non è una priorità doverle spiegare agli scettici dei sette anni dopo. Basteranno i fatti. Come sempre.
      Peraltro se la data del 1° luglio è diventata così “decisiva” nella testa di qualcuno è, appunto, perché se ne era accennato, ma arricchendo di particolari la si sarebbe resa ancor più vitale.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 30 Giugno 2016 in 11:45
    Permalink

    In assoluto va bene come ragionamento.Però essere pronti alla seconda giornata con il campionato finito in aprile con la scusa dei saldi di agosto non mi sembra na gran programmazione..almeno io a livello aziendale la intendo in modo diverso. I giorni del condor di Galliani non mi sembrano abbiano fruttato gran chè ultimamente..poi oh in lega pro va bene tutto e sicuramente andrà bene. Diciamo che personalmente al di là di nomi e cognomi mi sarei aspettato un approccio più “scientifico”, totalmente diverso dalla marmaglia, marmaglia che da un lato annuncia e dall’altro naviga a vista e rovista nei cassonetti.

    • 30 Giugno 2016 in 13:53
      Permalink

      Il Parma Calcio non rovista nei cassonetti, ma le proprie risorse intende spenderle bene, senza sputtanare soldi inutili. Questo non significa né non sapere programmare, né essere dei piocioni, ma persone di raziocinio.
      Poi uno può anche aver programmato da 3 mesi certe operazioni, ma le medesime si fanno in due, anzi anche in tre coi procuratori. Per cui è sano non cedere a eventuali capestri che si trovano lungo la via. E la programmazione scientifica – che per altro nel calcio mi pare un’utopia – la si adatta via via a quel che è il mercato.

  • 30 Giugno 2016 in 11:53
    Permalink

    Questo mettere le mani avanti al 30 di giugno mi preoccupa un po direttore…è vero che dobbiamo essere pronti per agosto per le partite ufficiali…ma i giocatori vanno presi prima o no? L’ideale sarebbe per l’inizio del ritiro! E minotti non et che deve far firmare dei contratti per i giornalisti o per i tifosi…lo deve fare perché te 10 giorni comincia la stagione! Domani è il primo luglio…commentare le mosse di mercato prima che questo sia iniziato le do’ ragione non ha senso…ma visto che i nostri uomini mercato hanno potuto lavorare con grande anticipo da almeno 2/3 mesi…direi che è più che giusto che i tifosi domani vogliamo sentire nomi e ufficialità!! Non cominciamo a dire “tra un giorno” “una settimana ” “tra un mese”…

    • 30 Giugno 2016 in 13:36
      Permalink

      Al tempo: nessuno sta mettendo le mani avanti. Però, siccome c’è tutta questa frenesia (a mio avviso immotivata) e si aspetta il 1° luglio come se fosse la data dello sbarco sulla luna, preferisco – opera di divulgazione che ho sempre fatto in passato, da buon grillo parlante, a maggior ragione ora – far riflettere il volgo su quelle che sono le cose davvero importanti, che contano, e che differiscono di gran lunga dalla godiola del tifoso medio di farsi incantare da nomi fantasiosi o presunte date che fan comodo solo ai giornalisti per far muovere la classifica in tempi di vacche magre di notizie. Ma perché cascarci, dico io?
      Io invito sempre i romantici a farsi scaltri e a pensare alle cose importanti, non alle pinzillacchere mercatali, moderno oppio dei popoli…
      Il 1° luglio può darsi che ufficializzeremo qualcosa come può darsi che non ufficializzeremo niente: ma non è in questa data che si possono avere concreti elementi per esprimere giudizi su quello che è il lavoro in corso di svolgimento o la programmazione. Peraltro la programmazione può anche esser stata fatta in anticipo, ma poi le vie del mercato sono infinite per cui non tutto quello che si programma può andare a buon fine, ed eventuali campi di direzione non debbono essere condizionati dall’irrazionalità delle folle, ma appunto dal raziocinio di chi ha avuto il mandato, e per questo è pagato e ha un ragguardevole budget a disposizione, per fare le scelte ritenute migliori.
      Quindi eviti di darci dei Manenti con l’esempio fatto di “Un giorno”, “una settimana” e “un mese”: perché noi non stiamo dando scadenze, salvo quelle ultime quando tutto sarà chiuso. Prima c’è tutto il tempo per fare il meglio possibile considerando che bisogna far collimare al meglio possibile le esigenze tecniche con quelle economiche: un disequilibrio tra queste, come abbiamo imparato a nostre spese, non è funzionale. Per cui, tanto per fare un esempio terra terra e magari irreale, se il centravanti X costa oggi 1 milione e magari te lo regalano il 29 agosto, bisogna capire se il milioncino è meglio tenerlo e spenderlo per qualcun altro, oppure fare la pazzia oggi, rimpiangendo, però, un milione in meno più avanti…
      Saluti
      Gmajo

      • 30 Giugno 2016 in 15:06
        Permalink

        tutto molto bello leggo la storia del milioncino per il centravanti che a fine mese te lo regalano ( mah regalarlo dubito se e buono probabile che si sia gia accasato ) pero’ mi ripeto alla fine non vorrei fare la fine del lecce dell anno scorso che ha adottato questa strategia di aspettare fine mese per i colpi importanti ma fine mese e’ anche fine agosto !!! il calciomercato finisce in agosto quando sono arrivati tutti hanno fatto un gran campionato peccato che il benevento era gia avanti d parecchi punti e non li ha piu recuperati ……..perche’ in lega pro non c e l altovicentino se perdi o pareggi le prime due -tre partite perche non hai fatto la preparazione fisica bene e in modo uniforme o perche’ non hai avuto tempo di preparare gli schemi ecccc poi non so se recuperi non siamo piu tra i dilettanti !!!!. ripeto non vorrei poi dopo sentire apolloni dire ma il tale e arrivato ad agosto l altro a fine luglio , gli schemi non ho avuto tempo di provarli ecccccc come scusanti di un inizio non buono ecco in lega pro la partenza e’ importante non si scherza non ci debbono essere scuse per cui bisogna vedere se meglio risparmiare il milione o chiudere subito per uno buono senza rischiare o avere rimpianti poi per una partenza lenta !!! soppesiamo bene i pro e contro poi sappiamo che uno puo comeprare subito e non andare su lo stesso ma come dice scala meglio avere la coscienza a posto averle tentate tutte non risparmiare il milioncino , poi lo sappiamo che si puo’ non andare su lo stesso lo sappiamo !!!! comunque la strategia della scoieta e’ chiarissima tanto vero che se notate prima fanno 15 gg al caldo con ragazzini e quelli dell anno scorso poi dal 26 luglio ripeto 26 luglio ovvero quando arriveranno i nuovi si va im montagna a fare il vero ritiro per cui e chiaro che fino a quella data i ranghi saranno non definitivi e di riserve e amenicoli vari gente in prova eccc

        • 30 Giugno 2016 in 16:07
          Permalink

          Caro adam, mi perdoni la franchezza però mi pare un minestrone. Specie laddove accosta fantasiosamente il mercato alle date del ritiro. Anche perché, seguendo il mio romanzo sul milione (non del si gg nor bonaventura) non si parla di fine luglio, ma di fine agosto.
          Poi non si può fare sempre quello che si vorrebbe, ma quello che oggettivamente si può. Lo so anch’io che sarebbe il massimo aver subito tutti, però questa esigenza deve commisurarsi con le reali sostenibili possibilità. Ed eventuali successivi alibi sono gli ultimi dei problemi.
          È palese che l’interesse di tutti, anche perché se no si va a casa, è fare le cose von coscienza e non solo per evitare rammarico. Ci sono concrete motivazioni per fare bene che son ben presenti agli attori, senza bisogno che il pubblico lo ricordi.
          Come si spende è la discriminante, non il basta spendere…
          Un attaccante lo puoi anche prendere adesso ai prezzi di primizia, ma poi il resto lo puoi fare con la frutta di stagione, quando per via della domanda e dell’offerta hai possibilità di fare migliori affari nel rispetto di un sostenibile rapporto qualità-prezzo…

          • 30 Giugno 2016 in 19:45
            Permalink

            certo siamo d accordo che e’ una contabilita’ tra pro e contro dell attendere il momento propizio del calciomercato molto difficile da farsi io non pretendo nulla dalla societa’ anche se non lo nego queste cose sparagnine non me le aspettavo ………ma come non abbiamo mai chiesto nulla a ceresini ne a ghirardi non vedo perche’ dovremmo chiedere a questi penso che siano i social media che inaspriscono tutto nella vita sono importanti ma quante liti e incomprensioni tra la gente oltre bullismo ecccc eccccc non so se c e questo clima di attesa nella totalita’ dei tifosi o se solo di quelli che partecipano ai vari blog che vengono amplificati ma certo razionalmente il mercato non e’ neppure iniziato per cui ……….non ha senso gia lamentarsi l unica cosa che mi consola che in lega pro non c i sono certo degli scienziati ne milionari o meglio gente che vuole buttare via i milioni (anche perche molti non li hnno fanno faticsa a iscriversi !!! ) per cui questa strategia puo anche pagare ma ripeto la partenza e’ importante le cose vanno calibrate

          • 30 Giugno 2016 in 20:21
            Permalink

            La “sparagninita’” è un valore positivo…

  • 30 Giugno 2016 in 11:54
    Permalink

    Allora facciamo così Gmajo:

    io venerd’ì1 luglio chiudo la settimana e, in occasione dell’iscrizione alla Lega Nazionale Professionisti, in concomitanza col mio 60* compleanno, parto x una mini vacanza; sono già d’accordo con il mio edicolante che mi tenga il quotidiano locale di sabato e domenica, mi terrò costantemente collegato col sito per leggere le ultime news …
    ( ma davvero Simone Barone è andato in India al seguito di Zambrotta ? ..sai che ti dico ? a 38 anni, con un’opportunità professionale di quello spessore e, ad un tot di contratto sicuramente importante, lo avrei fatto pure io: cosa doveva fare ? …i contratti si fanno e si disfano, si aprono e si chiudono o pensiamo che solo gli altri debbono rispettarli ? non mi sembra poi una mancanza di rispetto verso il Parma inteso come società nè come città e, in quanto a dire che , a suo tempo, x un puro fattore economico,se ne andò tradendo le sue origini, mi sembra un tantino riduttivo e opinabile: se non ricordo male si parlava di un contratto pluriennale, col Palermo, di 800 milioni / anno …e..scusate la sincerità ma…non avrà fatto male credo : ognuno di noi, a quel tempo e per quell’epoca, avrebbe fatto la medesima scelta ; ricordo anche che esser profeti in patria non è mai semplice, chissa perchè, altrove, vieni sempre apprezzato di +..
    ..così come oggi abbiamo un sacco di calciatori, anche giovani, “straiati” in giro per l’Italia, tra serie A, B e C, parmigiani o qui cresciuti….non vedo perchè a lui si debba tacciare una cosa che viene fatta abitualmente sotto tutte le latitudini e da tutti i tempi.

    • 30 Giugno 2016 in 13:45
      Permalink

      Bravo Mauro. Un grazie a Simone Barone vero cuore crociato!! forse anche più di Sandro Melli!!!…..

    • 30 Giugno 2016 in 13:46
      Permalink

      Morosky allora siamo nati lo stesso giorno…

    • 30 Giugno 2016 in 14:03
      Permalink

      Caro Mauro, tanti cari auguri, solo…si ricordi di chiudere le parentesi che poi fa corrente ahahahah

  • 30 Giugno 2016 in 13:09
    Permalink

    Gabriele,
    Se veramente viene Scavone e’ un gran colpo…..Alle volte leggendo I nomi di Morosky like Porcari/Coda ecc mi spavento per fortuna che Galassi si muove in altro modo.

    Per Barone, ha preso atto che prima che c sia un giocatore di calcio che esca dal nostro settore giovanile c vorranno vent’anni.
    Io lo aveva gia detto in tempi non sospetti, la vera Piaga Sara’ il settore giovanile (lo so non e ‘ colpa di nessuno) ho visto la juniores e gli allievi un paio di Volte e il livello sfortunatamente era imbarazzante….forse eravamo abituati un po male !!!!
    Fra 20 anni troveremo il nuove Jose Mauri!!!!!!!!

    • 30 Giugno 2016 in 13:25
      Permalink

      Se Palmieri ci ha messo 4-5 anni per raccogliere risultati importanti, non vedo per quale motivo ora ce ne vorrebbero 20…

  • 30 Giugno 2016 in 14:04
    Permalink

    no, Simone B,

    non si spaventi se “i like Porcari & Coda ”
    tantomeno non si preoccupi di me, non voglio rubar mestieri nè a Galassi tantomeno a Minotti: è lecito e non fuori dal mondo reale che possano piacere due giocatori simili ( a me piacciono )
    e non è che siano poi quelle fantasie irrealizzabili come io ritengo Gilardino il quale trova ancora in serie A fino ad oltre metà classifica partendo dal basso ( se non da titolare, da 3 punta credo che possa ancor dire la sua )
    ..
    dei giocatori che conosco e che ho visto giocare posso dire ( pianino e sottovoce ) la mia..di coloro che non conosco nemmeno di nome…ovvio, non metto lingua..
    at salut bomben

    moro

  • 30 Giugno 2016 in 15:13
    Permalink

    Moro,
    I’m fully agree with you ….Gilardino può giocare ancora titolare nella Lazio o nella Samp sarebbe un matto ad andare in Lega Pro avendo ancora 3/4 anni di carriera!!

    Scavone lo ho visto un paio di volte, tecnicamente e fisicamente c’è!!

    Io sono più spaventato dietro…e li che ci vuole il colpo da 90…il Volta per dire…che può giocare comodamente in una bassa serie A!!!

    Assio,
    dacci qualche colpo della Regia…che fine fanno i Siega, gli Spanò, Arma, Nolè ecc

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI