ARIA CONDIZIONATA di Luca Savarese / UNA FOTO, UNA STORIA, UN SORRISO: LA SIMPATIA DEL COLOSSO LILIAN THURAM

(Luca Savarese) – Anno 1999, mese febbraio, giorno 17. Il Ducato accompagna il sontuoso prosciutto locale con dei calici di ottimo vino calcistico, li serve il Parma di Malesani, che tremare l’Italia e l’Europa faceva. Io sto frequentando, a Milano, la quarta ginnasio, tifo Parma da sette anni e sto scoprendo Rosa, rosae, Dracone che faceva le leggi col sangue e la legge sotera o delle parole trocaiche. Fa, o meglio spiega tutto un solo professore: Giuseppe Cappiello. Un omone con gli occhiali ed i capelli bianchi, sulla cinquantina, ma dal portamento molto più vegliardo e dalla cultura enciclopedica. Pareva un libro stampato, un profumo di brillantina Linetti misto a fumo di sigarette, ne ritmavano i passi, lenti e propri di chi deve camminare anche per tutti i personaggi che ha mandato a memoria. Già, la memoria, egli era figlio di una, che in confronto, quella di Pico della Mirandola, era una bazzecola. Amava trovare in ogni argomento che annunciava, ex catedra, la parola chiave e considerava Tersite, personaggio dell’Iliade, che non rientrava nella kalokagathia, un simpaticone. La parola chiave di quel Parma era spettacolo, quello offerto sul IMG-20160730-WA0069campo da solisti della sfera che si erano trovati per far orchestra assieme, al Tardini: Buffon, Cannavaro, Boghossian, Veron, Chiesa, Crespo e, quel simpaticone di Lilian Thuram. Un concentrato di muscoli ed attenzione in campo, un potente distensivo, capace di marcare ad uomo la noia, fuori dal campo. Non era la prima volta che lo vedevo, avendolo gustato anche in altre mie peregrinazioni agli hotel di Milano dove alloggiava il Parma per preparare le partite che lo vedeva opposto alle milanesi. Venne nell’isola crociata nel 1996, proveniente dal Monaco. Poche ore dopo di quello scatto fotografico, Lilian avrebbe dovuto scattare, nelle luci a San Siro della Scala del calcio, contro Ronaldo (il Fenomeno) Simeone, Pirlo ed una delle versioni più forti, ma senza consapevolezza (infatti cambiò quattro allenatori quell’anno) dell’Inter morattiana, per la semifinale d’andata di Coppa Italia. Il Thuram giocatore era così, burlone prima delle sfide ed un pilastro di lucidità dentro gli agoni. Quel mercoledì pomeriggio, avevo dato una lettura veloce ai verbi greci e via di corsa al Grand Hotel Doria, dove c’era il Parma, a Milano, prima di vedersela con l’Inter. Scelsi Salvatore Chisari, mio compagno delle medie, come fotografo-compagno di quell’avventura. Entrammo presso l’imponente albergo meneghino alle 17. Aspettammo nella hall come due briciole dentro un piatto di caviale. Uno dopo l’altro, sfilarono tutti gli eroi gialloblù, poi, nottola di Minerva, poco prima della partenza per lo stadio, arrivò Lilian. Un tifoso gli passò il cellulare (uno dei primi che vedevo in giro) per fargli salutare il fratello che faceva gli anni. Il gigante di Pointe-à-Pitre, non solo prese il telefono ma stette alcuni minuti a fare gli auguri e a regalare una chiacchierata a quel tizio. Poi venne il mio momento. “Lilian, posso fare una foto con te”? “Volentieri”. Salvatore era pronto allo scatto. Più tardi Lilian e la sua masnada avrebbero corso più forti del drappello nerazzurro, che venne battuto per due reti a zero, grazie al tango di Veron e Balbo e sarebbero poi andati a vincere quella Coppa e ad alzare al cielo l’Uefa e prendere anche la Supercoppa italiana, le famose tre coppe in cento giorni. Mi ricordo ancora l’ironia e lo sguardo sciallato di Lilian: il basamento d’ebano, di quei trofei. Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

27 pensieri riguardo “ARIA CONDIZIONATA di Luca Savarese / UNA FOTO, UNA STORIA, UN SORRISO: LA SIMPATIA DEL COLOSSO LILIAN THURAM

  • 31 Luglio 2016 in 12:09
    Permalink

    Grandissimo giocatore e grande uomo.

  • 31 Luglio 2016 in 13:26
    Permalink

    Direttore la partita si potrà vedere sul profilo Facebook del Parma?

      • 31 Luglio 2016 in 15:07
        Permalink

        Caro Direttore,
        Ho appreso da altri siti di una possibile diretta streaming dell’amichevole odierna.
        E ora leggo il suo post che rimanda a facebook del Parma.
        Non le nascondo una umile critica rispetto a tale comunicazione.Sul sito ufficiale del Parma non vi è alcuna comunicazione…..state ancora a pranzo o vi siete abbioccati?

        • 31 Luglio 2016 in 15:09
          Permalink

          Siccome è una diretta sperimentale preferiamo farla in sordina e non con la grancassa.
          Per cui abbiamo optato per la sola comunicazione sull’unico canale su cui, a Fio piacendo, la trasmetteremo e cioè facebook

          • 31 Luglio 2016 in 15:20
            Permalink

            Grazie per il pronto riscontro logico e professionale.
            Un caro saluto,
            Davide

  • 31 Luglio 2016 in 14:47
    Permalink

    Secondo me anche calaio al vena miga

  • 31 Luglio 2016 in 15:43
    Permalink

    Il procuratore di Calaio’ PARLA DI offerta importante dà parte del Parma ma fa capire chiaramente che aspetta la Salernitana…….

    • 31 Luglio 2016 in 20:02
      Permalink

      noi tifosi vorremmo queste dichiarazioni: “appena ho sentito la possibilità di Parma ho accettato subito.”

      però… svegliamoci,
      con questi qua, i soldi non sempre bastano..
      dobbiamo anche pregarli ed aspettare i loro comodi…

      io piuttosto che giocatori dal curriculum importante che vengono a parma a svecchiare preferirei giocatori sui 23/28 anni (non solo italiani ma anche stranieri..) che non sono esplosi e a parma possono trovare l’ambiente giusto per dare il 120% e fare il salto di qualità.. in modo che si leghino alla piazza ed ai suoi tifosi.. e non siamo come nel caso di Calaiò una delle tante squadre della loro carriera… venendo qui solo per i soldi o durata contratto per dare un salatissimo 90%..

      spero che Galassi & Minotti facciano tesoro di queste dinamiche e non caschino nei tranelli di giocatoti straviziati e procuratori agguerriti.

      facciamo il nostro gioco non il loro..

      se calaiò vuole la serie b e stare vicino a casa, adios!!!

    • 31 Luglio 2016 in 20:08
      Permalink

      ma di cal vaga in pensio’ col vec imbambi’ ,che di gente che viene a svernare a parma ne ho vista parecchia in 42 anni

  • 31 Luglio 2016 in 16:54
    Permalink

    Appunto

  • 31 Luglio 2016 in 17:35
    Permalink

    Lilian simpatico? si vede allora ke al mondo siamo tutti simpatici

    Nei 5 anni di Parma come calciatore 3 da buon professionista

    Ma i rimanenti 2 anni si è risparmiato nel sudare e giocare

    In un Verona-Parma si perse una partita ignobile e vomitevole

    IL Thuram fu l’artefice principale penoso delle capellate direi

    Poco dopo andò alla juvve….ke affare fece l’ex cavaliere

    • 31 Luglio 2016 in 20:05
      Permalink

      e la simpatia (e l’attaccamento a Parma) divenendo gobbo si è persa in pochissimi mesi..
      ma questo non è capitato solo a lui… la lista è lunga.

  • 31 Luglio 2016 in 17:41
    Permalink

    Direttore so che non c’entra nulla, ma quando e dove sarà possibile comprare le maglie ufficiali 2016-17? Un sito sicuro diciamo.
    Grazie,
    Tommaso Pinto

    • 31 Luglio 2016 in 20:12
      Permalink

      Dopo la presentazione dovrebbe entrare in funzione lo store on line

  • 31 Luglio 2016 in 18:59
    Permalink

    Beh.. della partita non si capisce un “acca”.. ci sono tanti play, non si sa a che minuto di che tempo… boh.. mi è passata la voglia di indagare, considerando anche che lo streaming di una partita se non vai forte fa solo pena e conviene andare a prendere un gelato aspettando che qualcuno dia il risultato finale. Peccato. Chissà come sarà il campionato per noi non veri tifosi che non possiamo andare allo stadio.

    Cmq lodevole l’impegno di fare la diretta per chi ha Buona velocità di connessione.

    • 31 Luglio 2016 in 20:38
      Permalink

      tranquilla sara’ come per me che ci posso andare ,,,a mangiare un gelato

  • 31 Luglio 2016 in 20:29
    Permalink

    Aspettiamo calaio che non verrà, adesso tentiamo Esposito, ragazzi ma lo volete capire che ien tutti Bali…..non viene più nessuno…… Il Parma è’ questo è sono curioso di sentire le dichiarazioni a dicembre quando saremo nella merda fino al collo…. Poi dopo vedremo a che punto sarà il calcio biologico..

    • 31 Luglio 2016 in 21:29
      Permalink

      Luca…mo va a dar via i PE!

    • 1 Agosto 2016 in 10:13
      Permalink

      Mi sembra che dall’agitazione siamo passati al panico. Non sappiamo nulla, commentiamo su ipotesi giornalistiche.

      Vedremo.

      Cmq una mia curiosità, poiché non conosco nessun giocatore per la Lega Pro, cosa bisognava fare e soprattutto CHI bisognava comprare per essere contenti tutti!!!!
      e passare quindi in serie B?

      Lo sappiamo che non bastano i nomi, ma tant’è.

      • 1 Agosto 2016 in 12:36
        Permalink

        non mi sembra nessuno si sia lamentato di Evacuo, Nocciolini, Scavone, ecc. ecc..
        quando si usa il buon senso tutto va bene.

        ma a volte i procuratori fanno i furbi..
        riempire d’oro un girovago di 35 anni con contratto addirittura triennale è un pò troppo azzardato..

        calma & gesso,
        c’è ancora tempo per trovare il tassello giusto.

  • 31 Luglio 2016 in 21:20
    Permalink

    Io capisco che serva un grande nome per infondere fiducia alla piazza e sopratutto intimorire gli avversari…ma siamo sicuri che un calaiò a 34 anni farebbe star seduto nocciolini?

    Un conto è se fosse arrivato il Gila, gli altri…trattarli ok, rincorrerli proprio no……sono curioso di scoprire nocciolini e mastaj appunto…a questo punto proverei a prendere in prestito un giocatore come Cerri, tanto, a conti fatti, se prendi uno di 34 anni…non è che puoi poi contarci molto tempo in più (anche se è chiaro che si punti su giocatori a fine carriera perché si spera che siamo comunque provvisori…come noi in questa categoria)

    • 31 Luglio 2016 in 21:43
      Permalink

      però puntare su giocatori a fine carriera con proposta di contratto triennale mi fà paura… molta paura.

      meglio Cerri come dici tu o tutti i nomi citati prima da altri…

    • 31 Luglio 2016 in 23:11
      Permalink

      concordo in toto.

      se abbiamo un budget di 1 mln di euro per un triennale di una punta, piuttosto aspettiamo gli ultimi giorni di mercato, qualcosa di meglio uscirà fuori… e non avrà 35 anni…

  • 1 Agosto 2016 in 00:30
    Permalink

    Anch’io ho letto le dichiarazione del procuratore di calaio’ e sono rimasto davvero deluso! Come fa un giocatore a venire a Parma con la giusta motivazione quando Parma è la sua seconda scelta? Ma poi con che coraggio un giocatore di 34 anni può chiedere un contratto di 3 anni??! Io speravo molto nel l’arrivo di calaio’ ma con queste premesse dovesse arrivare parte molto male…..

  • 1 Agosto 2016 in 07:55
    Permalink

    Direttore,
    avevo dubbi su Calaiò e puntualmente si sono verificati.
    Anzi peggio, è un mecenario della bassa specie, uno che starebbe bene a fare lo spazzino, mi perdonino questi che si sudano il pane mettendo sempre le mani nella spazzatura.
    Ecco il signorino aspetta il rilancio della Salernitana, via subito da Parma,
    Non abbiamo bisogno di esseri così abbietti, speriamo che Scala sia daccordo con me, meglio un giovane forte e convinto della maglia che porta. Grazie.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI