I METEORismi di Lorenzo Fava / BETTARINI, BREVE MORDI E FUGGI AL PARMA PRIMA DELLA VITA DA SHOWMAN

DSC00280.jpg(Lorenzo Fava) – Seppur per un breve lasso di tempo, durato la bellezza di appena otto apparizioni, nella storia del Parma Stefano Bettarini è stato uno degli interpreti della fascia sinistra di difesa. Già, proprio quel ruolo che  “da quando Benarrivo non gioca più” – per parafrasare una canzone di Cesare Cremonini – ha sempre fatto fatica a trovare validi sostituti. il nostro Stefano Bettarini, nato il 6 febbraio 1972, era un difensore meglio noto al pubblico italiano per la sua liaison con la presentatrice televisiva Simona Ventura che non piuttosto per le sue prestazioni in campo. bettarini-ventura_980x571Anche se, in quattordici anni di onorata carriera (trascorsa, dai primi anni Novanta alla soglia dei Duemila con le maglie di Lucchese, Salernitana, Cagliari, Fiorentina, Bologna e Venezia), ha calcato prestigiosi campi di Serie A e Serie B, fino a impreziosire il suo curriculum con l’esordio in Nazionale (nel febbraio 2004), alla veneranda età di 32 anni, dimostrando quindi di non essere proprio un Carneade. Eppure l’esperienza parmigiana, l’ultima da calciatore prima di appendere le scarpette al chiodo e dedicarsi ad altro, non è stata proprio da ricordare. Partiamo proprio da quel lontano inverno del 2005. Un Parma in grave difficoltà finanziaria (dopo il crac Parmalat) e sotto l’Amministrazione straordinaria presieduta da Enrico Bondi, arranca pure sul campo. Silvio Baldini, tecnico all’epobet001_672-458_resizeca in rampa di lancio, viene esonerato (e sostituito da Pietro Gedeone Carmignani) a dicembre con Frey e compagni che riversano sul fondo classifica con appena 12 punti; impossibile, per altro, sperare di raddrizzare la situazione con il povero mercato di gennaio che regalerà gli innesti di giocatori ormai a fine carriera, ma motivati a trovare un’ultima impresa. Tra questi nuovi volti, oltre a quelli di Bucci, Olive e Vignaroli, c’è quello di Bettarini. L’esterno difensivo sinistro era reduce da un’esperienza poco più che biennale (dal settembre 2002 al gennaio 2005) alla Sampdoria, con cui si era riconquistato la promozione dalla B alla A nella stagione 2002/2003. Nella serie cadetta si era imposto con 28 presenze e 2 reti, mentre nell’anno del ritorno (2003/2004) nella massima serie, Bettarini si era confermato ad alti livelli nella Sampdoria di mister Novellino, che lo aveva schierato per ben trenta partite. Nel campionato 2004/2005, dopo non aver trovato alcuno spiraglio nella prima metà del campionato, sfruttando la finestra dei trasferimenti nel periodo invernale, aveva deciso di provare a rimettersi in gioco con i ducali.

ImageMedium.ashxL’ex sampdoriano esordisce in crociato il 3 febbraio in un Bologna-Parma terminato 3-1 per i felsinei: era la 22^ giornata ed i rossoblù, con quei tre punti nel turno infrasettimanale, si piazzarono a centro classifica, rispedendo i cugini ducali al diciassettesimo posto. Dopo quella sconfitta nessuno avrebbe potuto immaginare che cosa sarebbe successo pochi mesi più tardi… Nel frattempo, dopo i primi novanta minuti da titolare, Bettarini si impadronisce dell’out di sinistra e viene riproposto da Carmignani per le successive cinque partite (contro Inter, Fiorentina, Brescia, Lazio e Cagliari).

Ormai nelle gerarchie è lui il titolare della fascia sinistra, che un vero padrone in quella stagione non ce l’aveva mai avuto. Ma proprio in quella pazza partita contro il Cagliari, in cui i ducali s’impongono per 3-2 al triplice fischio con un bolide del brasiliano Fabio Simplicio (al cui ricordo ancor oggi mi commuovo) scagliato da casa sua e infilatosi sotto l’incrocio dei pali, mentre tutti i tifosi allo stadio, dimenticandosi di essere persone civili, impazzivano dando sfogo alla propria gioia e i calciatori andavano a festeggiare insieme al man of the match, solo un uomo giaceva a terra dolorante e disperato: Stefano Bettarini. Il primo segnale di cedimento dell’allora trentacinquenne giocatore, che accusa un problema fisico che lo avrebbe poi costretto a guardare il restaCollecchio (pr) bettarini con la maglia del parma Primo allenamento di Stefano Bettarini con la maglia del Parma - Fotografo: Renato Modestinte finale di stagione dalla tribuna. Infatti, Carmignani, nel match (della 28^ giornata) contro l’Atalanta allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” della settimana seguente prova a rischiare la sua presenza dal primo minuto, ma dopo soli sedici giri di lancette il terzino chiama il cambio e dà il forfait: al suo posto entra Contini. Dopo tre settimane di assenza Bettarini rientra in campo nel 32° turno per giocare la Sampdoria, la sua ex (squadra, s’intende) più recente: ma neanche il tempo di rompere il ghiaccio che a rompersi è proprio lui. Dopo due minuti infatti, un giovanissimo Paolo Cannavaro si avvicina al quarto uomo e rileva Bettarini, che esce disperato. Sarà anche l’ultima volta con la maglia del Parma: infatti il guaio fisico è ormai un ostacolo insormontabile per il numero 2 crociato, che non viene convocato per le successive sei di campionato e per il doppio impegno negli spareggi salvezza contro il Bologna. Ma alla fine anche lui salirà sul carro dei vincitori, dopo la magica notte del 18 giugno 2005, in cui il cielo di Bologna si tinse di gialloblù. Chiusa la stagione con una miracolosa salvezza, Bettarini decide di abbandonare il calcio giocato e di dedicarsi alla carriera televisiva. Già nell’autunno dello stesso anno viene scelto come inviato dal Kenya per il reality La Talpa; nel 2006 è showman nel talk show Buona Domenica su Canale 5 sino al 2008. E, oltre ad aver collezionato ospitate a Canale 5 nei programmi Verissimo e Mattino Cinque, nel 2009 è stato concorrente nel talent show Ballando con le stelle, su Rai 1, arrivando persino in finale. Dal 2009 al 2011 ha svolto il ruolo di commentatore a Quelli che il calcio, noto programma per gli sportivi della domenica pomeriggio, insieme a Massimo Caputi, mentre dal 12 giugno 2013 al 2 luglio 2013 ha partecipato come concorrente a Jump! Stasera mi tuffo, su Canale 5.  Nella sua eclettica e multiforme carriera, sul collo di Bettarini è caduta pure la scure del calcio scommesse. Riporto dalla fonte Wikipedia: «Nel 2004, quando militava nella Sampdoria, è accusato di aver aggiustato delle partite per scommesse, venendo condannato a 5 mesi di squalifica, venendo assolto nel 2013 […]. Il 1º giugno 2011 è indagato dalla squadra mobile di Cremona nell’ambito di un’inchiesta su scommesse illegali nel calcio e sospetta manipolazione di risultati di gare di Serie A, Serie B, Lega Pro, che coinvolge, tra gli altri, l’ex giocatore 20050913 - ROMA - SPE : TV: SCUOLA SOPRAVVIVENZA A NORCIA PER PROTAGONISTI LA TALPA. La conduttrice Paola Perego (S) e l'inviato speciale in Kenya Stefano Bettarini indossano le magliette del realuty game di Italia 1 "La Talpa" che comincera' martedi' 20 settembre, alle 21,05 e andra' avanti per dieci settimane. Dal lunedi' al venerdi' e' prevista una fascia quotidiana (dalle 19,30 alle 20,10) e la domenica andra' in onda un riepilogo settimanale (dalle 19,55 alle 20,40). Oggi a Norcia i 14 concorrenti hanno incontrato la stampa, per raccontare emozioni e sensazioni, al termine di due giornate trascorse ad affrontare cascate, pareti rocciose e ponti tibetani tra i monti della Valnerina : una sorta di prova generale e di scuola di addestramento e di sopravvivenza, in vista dell' inizio del gioco, nel corso del quale i protagonisti dovranno cimentarsi in prove particolarmente complicate, anche dal punto di vista atletico, ancora ''top secret'' per tutti. ANSA / PALdella Lazio e della Nazionale Beppe Signori, il capitano dell’Atalanta Cristiano Doni e il difensore dell’Ascoli Vittorio Micolucci. Il 26 luglio 2011 Bettarini è deferito per violazione dei principi di lealtà sportiva e del divieto di scommesse e del relativo obbligo di denuncia, dalla procura federale della FIGC, in particolare per aver «posto in essere un’illecita attività finalizzata a scommettere su gare dall’esito sicuro e […] effettuato o concorso a effettuare scommesse» sulle gare Atalanta-Piacenza del 19 marzo 2011, Inter-Lecce del 20 marzo 2011, Siena-Sassuolo del 27 marzo 2011. Per le prime 2 gare, l’accusa è anche d’aver giocato presso soggetti non autorizzati a ricevere scommesse sportive. Durante il processo, patteggia in primo grado una pena di 14 mesi di squalifica. Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui l’accusa di associazione a delinquere. Il pentito Hristiyan Ilievski, capo dalla banda degli zingari che combinava le partite, nell’interrogatorio del 28 aprile seguente accusa Bettarini di aver combinato alcune partite per conto di una squadra di Serie A». Di certo non ricorderemo Bettarini come il miglior terzino sinistro dell‘era post Benarrivo; di sicuro, il passaggio a Parma è stato il preludio ad un altro tipo di carriera. Lorenzo Fava

LE PRECEDENTI PUNTATE DEI METEORISMI DI LORENZO FAVA

1. METTI UNA SERA DA TITOLARE CONTRO IL MILAN: BREVE E DIMENTICABILE STORIA DEL FLOP RISTOVSKI (10.07.2016)

2. KUTUZOV, LA PUNTA PIÙ AFFAMATA A TAVOLA CHE NON SOTTO PORTA CHE OGGI GIOCA A HOCKEY… (17.07.2016)

3. PELLÈ, A PARMA TUTTO PETTO E NIENTE ARROSTO. DA POCO È ENTRATO NELLA TOP 5 DEI PIÙ PAGATI AL MONDO (24.07.2016)

7 pensieri riguardo “I METEORismi di Lorenzo Fava / BETTARINI, BREVE MORDI E FUGGI AL PARMA PRIMA DELLA VITA DA SHOWMAN

  • 31 Luglio 2016 in 09:08
    Permalink

    Era un ottimo terzino Bettarini e valeva dieci Contini. Peccato per la fragilità fisica altrimenti avrebbe raggiunto alti livelli in carriera e non sarebbe ricordato solo per aver sposato quella donna là.

    • 31 Luglio 2016 in 11:21
      Permalink

      Vale 10 Contini sicuramente però fuori dal campo di gioco

      Molte donne stazionavono davanti e dentro l’hotel x il Betta

      Hotel trà i più cari di Parma cioè 5 stelle etor ke fragilitàhahahah

  • 31 Luglio 2016 in 11:45
    Permalink

    non capisco questo accanimento contro contini per usarlo come unita’ di misura (sottomultiplo) nel giudicare i terzini sinistri,peccato il suo ruolo fosse difensore centrale (di sinistra)
    salvo poi nell’ultimo anno di serie a a fare il terzino ci abbiamo messo un DJ e nessuno a parte il sotoscritto ha detto bau,mistero della fede

  • 31 Luglio 2016 in 12:06
    Permalink

    Mah…a me pare che a Parma abbai fatto il suo in maniera più che egregia. Finalmente a gennaio 2005 acquistammo un vero terzino, cosa che a quel tempo ci mancava.

    • 31 Luglio 2016 in 12:06
      Permalink

      *abbia

    • 31 Luglio 2016 in 12:56
      Permalink

      Indubbiamente, Luca. Non si tratta del solito pacco, era un discreto calciatore e – come ho scritto – ha fatto 14 anni di onorata carriera con squadre prestigiose. Ma la sua esperienza a Parma è caduta velocemente nel dimenticatoio. Pochi mesi dopo era già in Kenya a fare… “la Talpa”

  • 31 Luglio 2016 in 18:18
    Permalink

    meglio contini di bettarini giocava in un parma disperato e ottenne salvezza che valevano scudetti mi ricordo couto 36 anni e bucci quasi 40 squadra sgangherata

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI