MICIO MELANDRI “GRAFFIA” CON UNA DOPPIETTA: “SPERO SIA DI BUON AUSPICIO. GIOCANDO PIÙ VICINO DI PRIMA ALLA PORTA PENSO DI POTER FAR BENE. CON EVACUO MI SON TROVATO A MERAVIGLIA”

daniele melandri(www.parmacalcio1913.com) – Autore dei primi due gol stagionali del Parma, sia pure segnati in una gara dimostrativa “non agonistica” (4-0 al Ravanetti Team), Daniele “Micio” Melandri era stato scelto da Mister Luigi Apolloni per affiancare in attacco, dall’inizio, l’esordiente in gialloblù Felice Evacuo (autore del terzo gol. Nel finale gloria anche per Nocciolini). Contro gli stessi avversari, un anno fa, era stato Francesco “Ciccio” Corapi a realizzare il primo gol del Parma, e vista la stagione che poi avrebbe fatto, laureandosi tra i migliori, sicuramente è di buon auspicio:

“Vi dico la verità: ci avevo pensato. Speriamo che porti bene… Sono contento per questo primo test: dovevamo fare una bella sgambata e provare a mettere in pratica le idee di gioco che ci avevan dato i mister. Penso che tutto sommato abbiamo fatto una buona prova. Siamo contenti. Con Evacuo mi sono trovato molto bene: è un gran giocatore per la categoria. Io, visto che sono più vicino alla porta penso di poter fare bene in quel ruolo. Grazie al fisico che ho penso di andare in forma prima rispetto ad altri: spero di sfruttare queste mie caratteristiche già in Coppa o nelle prime di Campionato. Ancora non si sa in quale girone finiremo, ma sarà un campionato difficile, perché ci sono tante squadre ben attrezzate che vorranno metterci in difficoltà: quindi dovremo partire forte e fare punti subito. Anche se siamo una matricola sarebbe un peccato non essere considerati una delle favorite: l’obiettivo lo sappiamo tutti qual è, cioè quello di risalire il prima possibile, quindi ci proveremo già quest’anno a vincere, anche se credo che nessuno non vada in campo per non vincere, per cui speriamo di bissare i successi dell’anno scorso. Sicuramente le squadre più attrezzate, quelle che vorranno metterci in difficoltà o vincere il campionato come noi cercheranno di imporre il loro gioco, ma noi cercheremo di imporre il nostro, quando ci affronteremo, ma troveremo anche tante squadre che contro di noi si chiuderanno e giocheranno la partita della vita perché vorranno salvarsi, e anche fare un punto contro di noi per loro sarà fondamentale”.

Dal canale ufficiale You Tube del Parma Calcio 1913 la conferenza stampa di Daniele “Micio” Melandri dopo Parma-Ravanetti Team 4-0

Daniele “Micio” Melandri, al 4′ di Parma-Ravanetti Team, segna il primo gol stagionale del Parma Calcio 1913

Daniele “Micio” Melandri al 26′ raddoppia

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

18 pensieri riguardo “MICIO MELANDRI “GRAFFIA” CON UNA DOPPIETTA: “SPERO SIA DI BUON AUSPICIO. GIOCANDO PIÙ VICINO DI PRIMA ALLA PORTA PENSO DI POTER FAR BENE. CON EVACUO MI SON TROVATO A MERAVIGLIA”

  • 17 Luglio 2016 in 21:04
    Permalink

    Salve direttore, stamane io ero presente a Collecchio a vedere l’amichevole. E devo dire che la cosa che, più di tutte, mi ha colpito, è quella che io giudico la scarsissima forma fisica di Evacuo. Sbaglio o il ragazzo è diversi (per usare un eufemismo) chili sovrappeso?
    Va bene che siamo appena all’inizio della stagione, ma a me è parso davvero che il calciatore si sia presentato in ritiro in condizioni di peso/forma alquanto deficitarie, per non dire,anche qui, di peggio. Preciso, a scanso di equivoci, che la mia non vuole essere una polemica, ma unicamente l’espressione di un parere personale. Non ho assolutamente nulla contro Felice Evacuo; lo conosco poco come giocatore, per nulla come persona, e non sta certo a me sindacare sulla professionalità degli atleti. Auguro anzi ad Evacuo di segnare una caterva di gol e di portare il Parma (la squadra che amo e per cui tifo) in serie B. Mi permetto, però, di rilevare che, forse, non è proprio un bel modo di iniziare la stagione quello di presentarsi al raduno palesemente appesantiti. E qui mi fermo.
    Ma chissà direttore, magari mi sbaglio io; il caldo odierno mi ha dato alla testa, ho avuto le allucinazioni, ed Evacuo è in realtà in possesso di una condizione fisica invidiabile e perfetta. Chissà…tutto può essere.
    La saluto.

    • 18 Luglio 2016 in 08:37
      Permalink

      ma dico io ma bastava vedere qualche partita del novara dello scorso anno,subentrava alla jose’ altafini mica per niente

      • 18 Luglio 2016 in 13:02
        Permalink

        eh Assioma, ma il direttore del Parma ha ammesso candidamente a casa di Angella che l’anno scorso non aveva mai visto il Pordenone giocare ( sai era solo arrivato alle semifinali play off figurati se prendeva la macchina per guardare dal vivo le partite di evacuo…. ovviamente è una battuta. Piena fiducia nello staff tecnico

        • 18 Luglio 2016 in 13:56
          Permalink

          bastava citofonarmi ,la cremeria a casa mia la tengo sempre in frigo anche se non c’e’ gigi 🙂

    • 18 Luglio 2016 in 11:00
      Permalink

      la partita era di pomeriggio. stamane un corno. di ballisti polemisti da tastiera che non sanno nanche dove è collecchio ne abbiamo piene le balle.

      • 18 Luglio 2016 in 11:34
        Permalink

        eh bruto mond ,magari lui e’ andato li al mattino o magari voleva scrivere oggi,le parole a volte non pesano come le pietre (di pietro)

        • 18 Luglio 2016 in 15:49
          Permalink

          Si, ovviamente mi riferivo a ieri pomeriggio. Il termine “stamane” non è corretto. Chiedo umilmente venia al signor Luca con la S maiuscola il quale, nel suo post trasudante livore e animosità nei confronti di imprecisati “ballisti polemisti da tastiera”, si scaglia, violentemente e lancia in resta, contro i medesimi, accusandoli di non sapere “neanche dove è Collecchio”.
          Ora, a parte l’uso creativo, direi quasi dadaista, della punteggiatura e dei tempi verbali da parte del suddetto Luca con la S maiuscola, (che, immagino, abbia preso come una sorta di missione di carattere religioso il suo tifo per il Parma calcio 1913), tengo a precisare quanto segue (pur non considerandomi minimamente arruolato o arruolabile nella predetta schiera dei polemisti).
          Io sono un tifoso del Parma e, come tale, spero che la squadra ottenga i risultati che, insieme con la società tutta, si è prefissata. Quello su Evacuo era solo un post in cui esprimevo una mia personalissima opinione e non, come peraltro chiaramente scritto anche nel post stesso, un attacco al calciatore o alla persona. Non c’è dunque, nè c’è mai stata, da parte mia, la volontà di dar luogo a polemiche sterili e inventate. A me sembra, piuttosto, che siano i figuri alla Luca con la S maiuscola a fare del male al Parma, cestinando il proprio spirito critico (ammesso che mai ne abbiano posseduto uno) e aggredendo, virtualmente, chiunque osi anche solo fare un minimo rilievo su una questione, (come quella del peso di Evacuo) peraltro, risolvibile con un buon allenamento e un buon regime alimentare. Sarà: ma a me questi post cosí inutilmente aggressivi ricordano un tipo di atteggiamento piuttosto in voga, quando si parlava del Parma calcio, fino a non troppo tempo fa; quando si difendeva, sempre indossando l’elmetto del buon soldatino crociato, il mitico duo grazie al quale,oggi, siamo costretti ad allestire una squadra che sia in grado di uscire vincitrice da un campionato di Lega Pro e ad arruolare, tra le nostre fila, un calciatore come Felice Evacuo di cui, sempre con il massimo rispetto per la persona e il professionista, da queste parti credo si ignorasse beatamente l’esistenza.
          Ciò detto, forza Parma e che Evacuo faccia 4318 gol e ci porti in serie B.

          P.S. Se il signor Luca con la S maiuscola fosse così gentile da fornirmi un navigatore satellitare (ma anche una cartina geografica non sarebbe disprezzata) per aiutarmi a trovare la strada di Collecchio, mi farebbe cosa gradita.

          • 18 Luglio 2016 in 16:46
            Permalink

            porca miseria se sei conciso 🙂

          • 18 Luglio 2016 in 17:29
            Permalink

            second mì Nicolò a l’è incasè..
            e (par mì) al gà razò…

    • 18 Luglio 2016 in 12:55
      Permalink

      Nicolò, Evacuo aveva la stessa silhouette anche nei play off di serie B. Non sarà mai un filiforme.

    • 18 Luglio 2016 in 15:27
      Permalink

      anche io ho avuto l’impressione si sia presentato in sovrappeso di parecchi chili, però a noi poco importa,
      se corre, se si impegna e dà tutto per la maglia, se trascina la squadra e la caccia dentro ad ogni occasione..
      che sia filiforme o meno.. non me ne importa un fico secco!

      anche Higuain adora andare al ristorante (e lo si nota dalla pancetta) .. però 36 reti in serie A.. l’importante è il fiuto del gol..

      se per il benessere psicofisico dell’atleta bisogna concedergli una pizza in più fino a quando i risultati sono dalla sua parte..

      gonfia la rete e sii FELICE !!!

  • 17 Luglio 2016 in 22:38
    Permalink

    Il peso non lo vedo un problema….se uno e’ forte fa la differenza anche con 4/5 chili in piu, avra tempo x calare!
    Mi ricordo la prima amichevole a Collecchio di Fantantonio (Gialli contro blu, fece 2 goal e prese una traversa) era 4 Volte piu grasso degli altri, ma 47 Volte piu forte di tutti gli altri, mandava in porta tutti, giocava con una semplicita, ahhh non pensiamoci!!!!!

  • 17 Luglio 2016 in 23:09
    Permalink

    Vabbè, ci può stare. Lasciamolo lavorare e poi vediamo.

  • 18 Luglio 2016 in 09:36
    Permalink

    Beh effettivamente ha una pancetta da COMMENDATORE.
    Più che un giovatore mi è sembrato un buongustaio., uno a cui piace la cucina parmigiana
    Per me sono 6 i chili in più.
    Se poi non ce la fa, non diminuendo di peso, dovrebbe giocare con una panciera

  • 18 Luglio 2016 in 09:54
    Permalink

    Pancera non panciera
    Lapsus linguae

  • 18 Luglio 2016 in 12:29
    Permalink

    Speriamo che Evaquo non abbia letto ed apprezzato l’articolo su Kutuzov!!
    Comunque vedremo la sua forma alla prima di campionato e dopo Natale. Io spero di vederlo gia in doppia cifra nel girone di andata.

    • 18 Luglio 2016 in 13:54
      Permalink

      99 kili prima di natale 101 dopo 🙂

      • 18 Luglio 2016 in 13:58
        Permalink

        doppia cifra prima, tripla cifra dopo 🙂

I commenti sono chiusi.