martedì, Aprile 23, 2024
Videogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

CALENDARI LEGA PRO DAL TEATRO REGIO, CARRA A SKY: “SIAMO CONTENTI DI RITROVARE LA REGGIANA: CHE IL DERBY SIA UNA FESTA, MA SOLO CON ARLÌA E SFOTTÒ…” (VIDEO)

LUCA CARRA TEATRO REGIO(www.parmacalcio1913.com) – Non solo SportItalia (Canale 60 digitale e 225 SKY) con uno speciale in diretta che sarà condotto da Gabriele Schiavi e Giorgia Crivello (live anche su Lega Pro Channel): al Ridotto del Teatro Regio di Parma per la cerimonia di presentazione dei Calendari del campionato di Lega Pro 2016-2017 è presente anche una fly di Sky che documenterà, sempre in diretta, le fasi salienti dell’evento, portando al microfono dell’inviato Fabrizio Monari i vari ospiti di spicco della giornata. Parata inaugurata, attorno alle 15,30, dall’amministratore delegato del Parma Calcio 1913 Luca Carra, il quale ha subito ringraziato il Presidente della Lega Pro Gabriele Gravina per aver scelto come location il tempio della lirica della nostra città: “A noi fa molto piacere che la Lega Pro – e in particolare il suo Presidente Gravina – abbia scelto Parma per presentare i calendari: credo che si tratti di un riconoscimento non solo per noi, ma per tutte quelle società reduci da problematiche a livello societario che stanno cercando di rinascere”. Successivamente il dirigente crociato ha così approfondito il progetto di rifondazione del glorioso club ducale: “La Lega Pro è impegnativa sia dal punto di vista economico finanziario che tecnico. L’anno scorso avevamo partiti impostando già la Società per non dover crescere troppo quest’anno e abbiamo avuto un ottimo riscontro sia dalla città che a livello di ricavi commerciali. E’ chiaro che questa è una stagione diversa: ci sono tantissime squadre attrezzate che conoscono la categoria: noi siamo una neopromossa che cercherà di fare il possibile… (sorride, nda). Il Venezia credo sia un’ottima squadra, Reggiana e Modena siamo contente di averle, perché dopo tanti anni, soprattutto i granata con i quali non ci incontriamo da vent’anni, è bello reicontrarli. Il Derby speriamo sia una festa, limitandosi ad arlìa e sfottò. Poi ci sono tantissime altre squadre attrezzate, Padova, Bassano, Feralpi, club che negli anni scorsi han fatto grandissimi campionati”. Carra ha infine ribadito gli obiettivi a breve-medio termine: “Parma credo che meriti il grande calcio italiano, cioè la Serie A dove è sempre stato: noi non ci siamo dati limiti temporali perché non vogliamo fare promesse. Siamo partiti da zero e stiamo cercando di lavorare anno per anno: l’anno scorso l’obiettivo era vincere la D, quest’anno ci piacerebbe ripeterci e provare a vincere la Lega Pro, poi sarà il campo a parlare. E’ ovvio che il nostro obiettivo sia ritornare al più presto possibile dove il Parma merita”.

DAL CANALE YOU TUBE UFFICIALE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO REGISTRATO NEL BACKSTAGE DEL RIDOTTO DEL TEATRO REGIO DI PARMA CON L’INTERVISTA IN DIRETTA ALL’AD LUCA CARRA DELL’INVIATO DI SKY FABRIZIO MONARI 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

5 pensieri riguardo “CALENDARI LEGA PRO DAL TEATRO REGIO, CARRA A SKY: “SIAMO CONTENTI DI RITROVARE LA REGGIANA: CHE IL DERBY SIA UNA FESTA, MA SOLO CON ARLÌA E SFOTTÒ…” (VIDEO)

  • Le 2 favorite che si incontrano l’ultima giornata….i calendari sono dopati miga Scwarzer….
    Finalmente allo stadio a santo Stefano…w la dieta!!!!!!!!

  • Ma alla prima giornata chi incontriamo?

    • Alessandro Dondi

      Il Modena in trasferta

  • Tommaso Pinto

    L’esordio è tosto, davvero tosto.

  • Chissà che sia come il 1990 😉

I commenti sono chiusi.