I METEORismi di Lorenzo Fava / FELTSCHER IN DUE ANNI A PARMA MOSTRÒ SOLO DOTI DA BALLERINO E UN FISICO DA RUGBISTA

(Lorenzo Fava) – Mi perdonerà il lettore Diego se, nella puntata odierna – per altro, l’ultima di questa edizione estiva 2016, dal momento che l’inizio del campionato di Lega Pro è dietro le porte -­­­­­­, non sono riuscito lorenzofavaa trovare il video da lui richiesto (o comunque una fonte che ne testimoniasse la veridicità) una settimana fa nello spazio commenti. Tuttavia, non ho potuto non esaudire il suo desiderio di rivivere le non esaltanti gesta di quel calciatore che il roseo Andrea Schianchi in una puntata del talk show di Tv Parma “Bar Sport” avrebbe definito essere come «il nonno di Alessandro Lucarelli». Eh sì perché, a prescindere da questa boutade della penna della Gazzetta dello Sport, un bel “METEORismo” dedicato a Rolf Günther Feltscher Martínez non me lo avrebbe negato nessuno.

Svizzero di nascita (Bülach, 6 ottobre 1990), ma venezuelano di nazionalità Rolf Feltscher è il fratello minore di Frank, giocatore – quest’ultimo – che nel 2008/2009 aveva provato ad affacciarsi alla Serie A indossando (o meglio, non indossando visto che non ebbe mai modo di essere schierato) la maglia del Lecce; dopo una lunga trafila nel settore giovanile degli svizzeri del Grasshopers, iniziata nel lontano 2001 quand’egli era ancora in tenera età, Rolf fa il suo debutto ben presto anche in prima squadra: nell’estate 2007, a diciassette anni ancora da compiere, viene schierato contro il San Gallo, match che segna il suo esordio nel calcio professionistico dei “grandi”. E da quel momento rimarrà in pianta stabile nella rosa del Grasshoppers, in cui milita anche il Frank e Rolf Feltscherfratello Frank. I due riescono a giocare assieme per l’intera stagione 2007/2008, prima del succitato trasferimento salentino di Frank per l’annata successiva. Nel poco blasonato campionato svizzero, i fratelli Feltscher in campo non spiccano di certo per qualità e fantasia, ma il loro talento viene esaltato da un servizio fotografico fatto in Svizzera che mette in risalto la loro unica qualità. Dopo l’esperienza di durata triennale al Grasshoppers, con cui aveva collezionato 72 presenze in assoluto (considerando le coppe varie), il 17 agosto 2010 il quasi ventenne Rolf viene tesserato dal Parma FC, che comunque, impressionato da un fisico più simile a quello di un rugbista (184 cm per 74 kg, così riportano le fonti ufficiali), gli aveva concesso di disputare le amichevoli estive agli ordini di mister Pasquale Marino.

Feltscher nasce terzino destro, ma all’occorrenza si trasforma anche in centrale di una difesa a quattro: tutti lo identificano come l’alter ego ideale del più esperto Zaccardo, chiamato a portare la carretta in una stagione lunga e faticosa. Eppure, il mister siciliano che aveva avuto modo di studiarlo per tutto il ritiro estivo non lo schiera in campo neanche per sbaglio; Feltscher e la sua maglietta con il numero 2 rimangono ogni maledetta domenica a prender freddo in panchina. La tanto desiderata “prima volta” con la casacca crociata Rolf+Feltscher+Parma+FC+v+Citta+di+Palermo+gcCTsXz5taclarriva solo sul calar della stagione, con il nuovo tecnico Franco Colomba, subentrato all’esonerato Marino e chiamato a salvare Crespo e soci, che gli concede uno scampolo finale nella gara Chievo-Parma, finita 0-0. Era il 6 marzo 2011; da lì a fine stagione il giocatore svizzero-venezuelano si ritaglierà lo spazio di due gare da titolare: la prima, grazie alla concomitante squalifica di Zaccardo, contro il Palermo il primo maggio 2011 (entra nel collegamento ipertestuale per rivedere gli highlights della partita) con tanto di intervista nel post partita (di cui sotto), la seconda in occasione dell’ultima di campionato (22 maggio) contro il Cagliari con gli emiliani fortunatamente già salvi. Tre presenze per un totale di 193 minuti giocati.

 

Rolf+Gunther+Feltscher+Martinez+FC+Parma+v+iN3clQscYullMa proprio quando la sua avventura parmigiana sembrava in rampa di lancio, ecco il fatale portone sbattuto in faccia. Nella stagione 2011/2012 rimane nella rosa a disposizione di mister Colomba, che sembra non disprezzarlo troppo ma che non lo schiera praticamente mai. L’esordio stagionale avviene alla nona nel turno infrasettimanale del 26 ottobre: fu una disfatta (4-1) contro il Milan di Cassano e Ibrahimovic e i novanta minuti disputati dal terzino destro venezuelano non furono affatto semplici. Da quella sera, con più ombre che luci a San Siro, si era avuta la netta sensazione che Feltscher non fosse un giocatore da Parma; e i fatti lo avrebbero dimostrato col tempo, con il nostro sempre più fuori dagli schemi di Colomba prima e Donadoni poi.

Di lì al termine della stagione Feltscher avrebbe collezionato altri tre gettoni (due spezzoni, contro il Catania a dicembre e contro il Novara a maggio e una gara da titolare contro il Lecce a quattro giornate dalla fine). Un vero e proprio oggetto misterioso, messo in campo soltanto in caso di gravi defezioni nel reparto difensivo. Ma il suo vero valore lo aveva dimostrato nell’estate 2010 quando, da nuovo arrivato, in occasione della presentazione della squadra al pubblico di Salsomaggiore Terme (che aveva ospitato per qualche giorno il ritiro dei crociati), si era reso protagonista di una performance vocale-danzante di cui (per fortuna) non è rimasta traccia alcuna sul tubo. Ma se qualcuno fosse in possesso di quel video – considerato un reperto storico di un certo valore – non si tiri indietro!

Generated by IJG JPEG Library

Dopo 7 presenze, zero gol, una ammonizione e una media voto insufficiente Rolf Feltscher, quel ragazzo che più che un calciatore a molti sembrava un rugbista (non solo per le evidenti doti fisiche, ma anche per i piedi non troppo educati), viene mandato in prestito in Serie B per maturare un po’ di esperienza e tornare – magari – un giorno a Parma con più credenziali. Ebbene, il pubblico del Tardini non ha più avuto modo di rivederlo dal giorno del suo addio: i prestiti al Padova prima (6 partite giocate) e al Grosseto poi (15 presenze) nel campionato cadetto 2012/2013 si rivelano dei fischi colossali. Il Parma decide di liberarsene e così nell’estate 2013 viene venduto in Svizzera, al Losanna, dove soggiorna solo per dodici mesi: il tempo di disputare 16 partite che Rolf fa di nuovo le valigie e tenta l’avventura tedesca con il Duisburg, club di 3. Liga (l’equivalente della nostra Lega Pro). La stagione 2014/2015 è positiva, infatti al primo anno insieme ai suoi nuovi compagni centra l’obiettivo del ritorno in Zweite Liga, feltscher800-1440075630da cui però è prontamente retrocesso nell’ultima stagione al termine dei play out. L’esperienza biennale tedesca di Feltscher si è conclusa in questa estate, dopo un bottino di 57 partite, 2 gol, 9 assist, 8 cartellini gialli ed uno rosso. Nelle scorse settimane l’ex Parma ha trovato collocamento nel Getafe, squadra spagnola fresca di retrocessione in Segunda Division, con cui ha già debuttato. Lorenzo Fava

LE PRECEDENTI PUNTATE DEI METEORISMI DI LORENZO FAVA

1. METTI UNA SERA DA TITOLARE CONTRO IL MILAN: BREVE E DIMENTICABILE STORIA DEL FLOP RISTOVSKI (10.07.2016)

2. KUTUZOV, LA PUNTA PIÙ AFFAMATA A TAVOLA CHE NON SOTTO PORTA CHE OGGI GIOCA A HOCKEY… (17.07.2016)

3. PELLÈ, A PARMA TUTTO PETTO E NIENTE ARROSTO. DA POCO È ENTRATO NELLA TOP 5 DEI PIÙ PAGATI AL MONDO (24.07.2016)

4. BETTARINI, BREVE MORDI E FUGGI AL PARMA PRIMA DELLA VITA DA SHOWMAN (31.07.2016)

5. LUCAS DE SOUZA, IL “NUOVO EMERSON”? NO, UN PREVEDIBILE BUCO NELL’ACQUA (07.08.2016)

6. IL FANTASMA DI PABON: DA POSSIBILE RIVELAZIONE A CARNEADE IN CERCA D’IDENTITÀ (14.08.2016)

4 pensieri riguardo “I METEORismi di Lorenzo Fava / FELTSCHER IN DUE ANNI A PARMA MOSTRÒ SOLO DOTI DA BALLERINO E UN FISICO DA RUGBISTA

  • 21 Agosto 2016 in 03:09
    Permalink

    feltscher gioco in cagliari parma in trasferta

  • 21 Agosto 2016 in 15:10
    Permalink

    Il modello pippone.

  • 22 Agosto 2016 in 00:28
    Permalink

    Grazie Lorenzo! Gran bel bidone! Mamma mia! Peccato per il video, ma il roseo ne ha sparate talmente tante che potresti con calma andarle a ripescare!

    • 22 Agosto 2016 in 00:47
      Permalink

      Non stento a crederti. Anche nel salotto di Calcio&Calcio il suo nome era spesso citato nei duelli rusticani tra il roseo e il saltimbanco… Con relativi vertiginosi paragoni/accostamenti

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI