Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Lettera aperta alla squadra

(Mauro “Morosky” Moroni”) – Ciao Alessandro, scrivo a te in quanto grande Capitano e uomo di calcio, degno rappresentante e portavoce della squadra anche nei momenti vissuti meno felici ed è proprio in quei frangenti che si riconoscono gli uomini, quelli col pelo sullo stomaco e con gli attributi collocati nelle giuste location. Mi sento di informare la squadra che sono parecchio disturbato ed infastidito dal tam tam quotidiano (sono pochi per la verità, ma molto pesanti) dei lettori che, ancor prima dell’inizio del campionato, denigrano e criticano la squadra, i singoli, i nuovi, i vecchi, la dirigenza, l’allenatore e quant’altro.

Diciamo che la “brutta” prestazione di domenica scorsa a Piacenza, con relativa uscita immediata dalla Coppa (seppur di Lega Pro), non ha certamente giovato a raccogliere consensi favorevoli, anzi: ha ulteriormente peggiorato la situazione e portato malumore tra gli “pseudo tifosi denigratori” che continuano a buttare benzina sul fuoco delle polemiche gratuite e aprioristiche: mi sono stufato di sentire e leggere continuamente solo critiche, malignità e fango sui nostri, mentre invece vengono esaltati i singoli e le rose delle 3/4 squadre considerate (da questi “espertoni” della materia calcio) favorite alla vittoria del girone; leggiamo di Venezia, Padova, Reggiana e C. molto più forti, più tecniche, più aggressive e più tutto, dalla società al presidente al budget di spesa al parco giocatori all’allenatore… A tutto insomma… Tutto superiore a noi..

So benissimo che questa mia iniziativa non servirà a motivare, non ne avete bisogno: so come vi state allenando, vi seguo spesso a Collecchio e un po’ conosco il mondo del calcio, ieri sull’altare dei vincitori, oggi, ancor prima di iniziare, come se foste i più scarsi delle pretendenti alla vittoria finale; il mio vuole essere un appello accorato ai nuovi arrivati, li cito in ordine casuale, Desiderio, Marian, Manuel S., Felice, Emanuele, Leonardo, Michele, Momo, Manuel N., così come ai “ragazzi” confermati dalla Serie D  tu e gli altri 14, ma aggiungo pure Chris Longobardi che, resta e resterà nei nostri. cuori, prima come uomo e poi come calciatore, così come tutti coloro che non sono più con noi e che ringrazio per l’ennesima volta – Cacio, Muso, Fabio, Marcello…) : vorrei che questo appello spontaneo giungesse ai Vostri Cuori, le Vostre orecchie, ai Vostri occhi, ai Vostri muscoli ed alle Vostre capacità, tutte indistintamente, forza, tecnica, volontà, grinta, agonismo, esperienza, serietà ed impegno, dal 1° minuto di campionato, 27/08/2016, al 3.420 minuto del 07 maggio 2017:

dopo l’applicazione di queste capacità, dopo aver dato tutto, dopo aver lottato su ogni pallone, io starei a scommettere ora, da subito, che sarete molto avanti, molto in alto; il campionato non sarà facile: più tecnico, più impegnativo, più agonistico, più ritmo, più corsa, più organizzazione e, come l’anno scorso, sarete la squadra da battere, la super potenza maestosa che vuole il “suo” il campionato; vuole “suo” il campionato perché non ci nascondiamo e non siamo ipocriti, la squadra è stata costruita per provare a vincere, la mission è questa e tutti vi aspetteranno al varco: a partire da questi “pseudo tifosi” denigranti, alle squadre avversarie, piccole e grandi (ma quali sono le une e le altre ???), ci saranno stadi e tifoserie importanti ai quali l’anno scorso non eravate abituati, ci saranno molti derby ma tutte le partite, dalla prima alla 38 esima saranno difficili, gare in cui ci sarà da lottare, buttare qualche palla pure in tribuna, ed in tutte bisognerà dare il 150%, non gli 11 in campo, non i 14, non la panchina ma tutta la rosa, dal primo all’ultimo, anche chi giocherà di meno .

Potrebbe essere il tuo ultimo anno giocato e, dopo una carriera importante (se penso a Ranocchia in Nazionale, 21 presenze,…mi chiedo se… il “Dio del calcio” esiste) vorrei che la tua avesse un lieto fine, da Capitano, vincente e vincitore con questa società, con questa squadra rinnovata, con e per questa città, con e per questi colori e tifosi…con il Parma Calcio 1913..

Ci spero Ale, ci conto e so che farai / farete tutto il possibile, umanamente parlando, x raggiungere obiettivo & mission….

Grazie Ale… Conto su di voi …

Con simpatia…

Mauro Morosky Moroni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

20 pensieri riguardo “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Lettera aperta alla squadra

  • 25 Agosto 2016 in 16:33
    Permalink

    Aggiungo capitano, mio capitano che potrai eguagliare il record di segnare in ogni categoria dalla A alla D con la stessa maglia!

  • 25 Agosto 2016 in 17:08
    Permalink

    moroni…ammettere il valore tecnico di altri avversari vuol dire essere onesti e sportivi…non per forza vuol dire essere espertoni e denigratori….anzi in più penso che siamo noi (e mi ci metto anche io dentro) ad esaltarci e dire che abbiamo il parco attaccanti più forte della lega pro…quindi facciamo i saputelli con i nostri giocatori ma non abbiamo il coraggio di informarci sulle altre squadre (cosa che non sarebbe male)…
    mi sembri abbastanza ipocrita…visto che dopo la sconfitta con il propiacenza sei stato uno dei primi a criticare la squadra e fare il negativo e pessimista…

  • 25 Agosto 2016 in 17:34
    Permalink

    Non ho cantato dopo Piacenza ma canterò dopo Modena. Mi limito a sottolineare la differenza che passa fra criticare la prestazione di Piacenza (partendo dalle improbabili scelte dell’allenatore) e mettere in discussione scelte societarie giocatori e squadra.
    Nessuno ha dato quanto poteva e doveva in Coppa Italia e tutti ci aspettiamo che tutti lo facciano in campionato.
    È ben chiaro che se Corapi giocherà stopper le critiche sull’operato ci saranno.
    A prescindere dal risultato.

  • 25 Agosto 2016 in 18:02
    Permalink

    un po di retorica strappalacrime non guasta mai.

    alla faccia degli infami infangatori ed espertoni,uniti contro tutto e tutti contro i poteri forti gli arbitri il sistema ci avrei aggiunto 😀

    po dopa al selta fora pesenti e bonanota 😀

  • 25 Agosto 2016 in 20:28
    Permalink

    Bravo Moro! Basta segare il ramo su cui si è seduti! Basta! I conti si fanno alla fine. Lasciamo pure parlare gli altri e noi concentriamoci sul campo.

  • 25 Agosto 2016 in 20:36
    Permalink

    Bisogna andare a Modena per vincere.
    Se si vuole vincere il campionato, Modena va spazzata via.
    Facendo questo si spegnerebbero tutte le polemiche ma se a Modena si reciterà un copione già visto domenica presumo che le critiche di questa settimana saranno stati buffetti rispetto a quello che li attenderà.
    A MODENA SI PUO’ PERDERE O PAREGGIARE , ci può anche stare MA SE SI DARA’ TUTTO, SE SAREMO CONCENTRATI E SPORTIVAMENTE MOLTO CATTIVI, se si darà il 110% le polemiche non ci saranno o ce ne saranno poche come è giusto che sia, se invece si giocherà da cane come a Piacenza preparatevi a essere bombardati come nella guerra del golfo, naturalmente a parole

  • 25 Agosto 2016 in 20:37
    Permalink

    Gallo, attento a non dover cantare portando la croce. Le enfasi a volte portano sfiga, ssstttt

  • 25 Agosto 2016 in 21:52
    Permalink

    Com un pareggio a Modena significa che il Parma sta già inseguendo …..

    • 26 Agosto 2016 in 00:53
      Permalink

      Bravo bonmodel
      Con una sconfitta già siamo ultimi.
      Bisogna vincere a Modena.
      NON CI SONO ALTRE VIE DI FUGA.
      O LA VA O LA SPACCA.
      Il.Modena è ABBORDABILISSIMO se si gioca da Parma e si vuole vincere il girone.
      A Parma siamo esigenti e VINCENTI.
      Se lo ricordino i giocatori, un pareggio a Modena è come una sconfitta.
      PERDERE O PAREGGIARE E’ LA STESSA COSA.

  • 25 Agosto 2016 in 21:54
    Permalink

    In b ci va la prima non mi fiderei troppo dei play off dono difficilmente decifrabili

  • 25 Agosto 2016 in 22:51
    Permalink

    Longobardi confermato? Non ci credo. Abbiamo una rosa di 8 attaccanti x 2 posti e 4 centrocampisti x 3 posti. Non riesco proprio a capire la strategia di questo mercato.

  • 25 Agosto 2016 in 23:12
    Permalink

    Non è un’ingiustizia Ranocchia con nonsoquante partite in nazionale e Lucarelli no. E’ un’assurdità che difensore centrale della nazionale titolare non sia Giorgino.

  • 26 Agosto 2016 in 00:19
    Permalink

    Caro Pancroff. Incitare al silenzio (zittire) è un gesto poco democratico.
    O ti spieghi meglio argomentando o quellavviso mi puzza e basta di colomba pasquale.
    Io resteró come sempre fedele al mio pensiero critico e dirò e scriverò ciò che penso.
    Ma credo sin d’ora di interpretare un pensiero comune auspicando maggiore agonismo (impegno) e meno esperimenti.
    Se dovessimo vedere un altra brutta partita noi spettatori dovremmo criticare lo spettacolo e i suoi attori.
    Semplice

  • 26 Agosto 2016 in 01:04
    Permalink

    Mah .. Secondo me la critica ci sta sempre, basta che non sia in malafede. La critica prescinde dal sostegno e della passione e le critiche ci stanno sia per Piacenza che per il mercato. In quest ultimo caso speriamo risulteranno infondate o comunque superate da ciò che i ragazzi riusciranno a dare.
    Teniamo anche presente che fare i pappagalli e gli adulatori non ha fruttato molto nella precedente gestione

  • 26 Agosto 2016 in 01:37
    Permalink

    Se venexia o reggiana fannovun filotto sono gia in fuga la penso come te rock il nostro calendario non e facile e cone si dice il buo giorno si vede dal mattino non dinentichiamo che va in b solo la orima

  • 26 Agosto 2016 in 01:40
    Permalink

    I play off sono un lancio di dadi sul tsvolo troppe variabili e poi il lecce al terzo anno di play off avrebbe un diritto di anzianita sul parma e magari lo. Aiutano il parma oagherebbe lo scotto del noviziatov

  • 26 Agosto 2016 in 09:06
    Permalink

    Mi piace scatenare la bagarre …

    io, di Piacenza, non ho condiviso le scelte dell’allenatore e la mollezza dei singoli in campo: se il pareggio ci bastava e questo ha limato l’impegno a me è bruciato parecchio..perchè si può perdere ma con altro modus operandi e atteggiamento..
    ..
    io, Mauro Moroni, quando scrivo, nel bene o nel male, dico, come tutti noi, quello che penso realmente..
    non ho bisogno di “sviolinare” nessuno, per nessun motivo o favore di nessun genere..nè verso la società nè verso i singoli giocatori..quindi..nessuna ipocrisia…
    anche perchè ci metto la faccia…nome e cognome…cosa, fra l’altro, che qui è merce rarissima…e già questo la dice lunga…

    NON SONO UN GIORNALISTA
    NON SONO UN TIFOSO
    SONO SOLO UN APPASSIONATO DI CALCIO…

    magari mi informerò leggendo i nominativi delle rose delle altre squadre accreditate x la vittoria finale..ma, in sostanza, li voglio vedere in campo, sulla gazzetta dello sport o su wikipedia sono solo dei nomi e cognomi…anonimi ..

    proprio ieri sera mi hanno parlato bene, molto bene, della Reggiana
    ..
    Marchi, Cesarini, Bovo, Guidone, Angiulli, Nolè

    io ribatto, colpo su colpo, uomo contro uomo, con due carichi da 11
    Felice & Emanuele …EVACUO & CALAIO’

    poi se serve qualche altro pezzo ( x la Lega Pro…un lusso esagerato ) …CANINI, SCAVONE, COLY…
    e qui mi fermo …senza tirar fuori altri nomi che ci daranno una mano a …( quelli che pochi si aspettano…magari gregari o..sulla carta …non titolari )

    ciò che conterà, oltre ai singoli, saranno…
    AFFIATAMENTO, CORSA, RITMO, PRESSING E VELOCITA’

    coloro che avessero visto solo la partita di Piacenza, certamente, non avranno ricevuto una buona impressione ( chissà come avrà gioito l’allenatore del Modena che era in tribuna )
    ..
    la stessa musica di quest’anno era l’anno scorso…
    sembrava che ALTOVICENTINO e FORLI’ fossero dei fenomeni…
    e i vicentini, fra l’altro e se non erro, un mese fa hanno pure rifiutato il ripescaggio ..
    ..
    ad ogni modo …ognuno si tenga le proprie idee, convinzioni e pareri…
    ..
    a fine settembre faremo il primo check…interlocutorio e dopo 6 gare ..

    a dicembre saremo a metà del guado….
    solo dopo averle incrociate tutte, sul campo, e non sulle pagine dei giornali sportivi…sapremo di che pasta sono fatti e di che lana andranno vestiti..

    as tgnema sintu’

    morosky

  • 26 Agosto 2016 in 09:48
    Permalink

    Moro, Bagarre a parma non la fanno piu’ ..aspettiamo cibus

  • 26 Agosto 2016 in 10:48
    Permalink

    Siamo tutti appassionati e non tecnici, quando parlavo di adulatori non mi riferivo ovviamente a lei.
    Detto questo non credo che il mercato debba essere giudicato in modo comparativo con reggiana venezia etc, ne guardando i nomi (cremonese docet). Cerano tempo e risorse per fare le cose bene ma ho avuto l’impressione che qualche imprevisto abbia messo un po in confusione i dirigenti, ciò non toglie che evacuo coly e scavone siano ottimi acquisti. Abbiamo un parco attaccanti che sembra che dobbiamo fare anche le coppe mentre a centrocampo e in difesa la coperta appare decisamente piu corta. Lo scorso anno non conoscendo i giocatori non mi son permesso di dir nulla.
    Piacenza lasciamo perdere, le partite di agosto sono particolari ma mentalità e gioco.. penso si possa dire.
    Ora partiamo con entusiasmo, campionato durissimo, dovremo soffrire tutti insieme, conta essere primi alla fine e non dopo modena o lumezzane

  • 26 Agosto 2016 in 21:25
    Permalink

    Moro oggi è uscito il nome di Della Rocca. Ecco questo se sta bene è un signor acquisto.

I commenti sono chiusi.